CE LA FAREMO, di Claudio Mastellari

mastellari ce la faremo

Stadiotardini foto profilo(Claudio Mastellari) – Per la prima volta, per una buona causa, smetto i panni del web writer indossati da ormai sei anni e indosso quelli di un normalissimo cittadino, di un qualunque essere umano che, all’improvviso, si è ritrovato catapultato in una realtà che sembrava impensabile solo poche settimane fa.
Ormai da giorni apro i social e tra i miei contatti c’è qualcuno, quasi ogni giorno, che ha perso un amico, un parente, un conoscente. Leggo messaggi angoscianti di chi affida l’ultimo saluto a chi non c’è più a questo o quel canale con un messaggio al quale seguono commenti, condoglianze, abbracci virtuali. È straziante.
Una specie di processione del cordoglio, un lungo funerale digitale che si sussegue giorno dopo giorno, su e giù per la nostra Penisola. E tu sei lì, impotente, che non riesci a fare altro che inviare le tue condoglianze ed esprimere vicinanza a persone che conosci a malapena e, a malapena, ti conoscono grazie a queste pagine. Fogli digitali che, in questo periodo dovrebbero vivere di partite, di successi e sconfitte sul campo, di gol straordinari o azioni da rivedere decine di volte per capire se l’arbitro ha sbagliato o ci ha azzeccato.
La testa non può che essere altrove. A quel bollettino delle 18, alla conta dei contagiati, dei guariti, delle vittime. A proposito: oggi, Sabato 28 Marzo 2020, la Regione Emilia Romagna, per Parma, ha riferito che nelle ultime 24 ore si sono aggiunti due decessi, con 62 contagi in più. Il Commissario Venturi parla di “numeri moderatamente incoraggianti, non molliamo la presa”. Certo, fai fatica a pensare allo strazio di una sola vittima, non posso immaginare cosa voglia dire perderne centinaia al giorno.

Da settimane viviamo una vita che avevamo solo visto nelle serie TV, siamo rintanati nelle nostre case come se, là fuori, il virus fosse uno zombie di The Walking Dead pronto a morderci. Invisibile, però. Non eravamo pronti noi, non lo era nessuno neanche altrove. È la più grande prova di sopravvivenza che la nostra generazione abbia mai affrontato ed è stato, è ancora difficile capirlo.

Fino ad un mese fa avevamo tutto e non ci bastava. Avevamo anche il coraggio di lamentarci, schiavi di tutto. Della società, del lavoro, di noi stessi, dell’egocentrismo che ci aveva pervasi senza che ce ne fossimo accorti. La palestra, la corsetta, l’aperitivo, le cene fuori, lo shopping, la straripante necessità di essere perfetti agli occhi degli altri con il ciuffo sempre preciso, l’abbigliamento perfetto, l’unghia inattaccabile, il selfie d’ordinanza su Instagram a prova del nostro essere sul pezzo, omologati, digitalmente certificati.
Tutta quella straordinaria esplosione di vita si è ridotta a due ore di fila al supermercato per poter comperare da mangiare, a distanza di sicurezza, in rigoroso silenzio, con i soli occhi a parlare fuori dalle mascherine. Occhi impauriti, inesperti, inconsapevoli. Tutto quello che era scontato non lo è più, tutto quello che eravamo ora è a zero. Si ricomincia da capo.
Questa è la partita più importante per tutti noi. Non vale un campionato di Serie A ma la vita: la nostra, dei nostri cari, dei nostri amici. Non c’è spazio per errori, non ci si salva in corner, non si può ricominciare come sulla Playstation. Qui si gioca per l’obiettivo più nobile: poter continuare ad essere noi.
Non è questo il momento di polemizzare su quello che è successo in queste ultime settimane, su quella sensazione che la società ci abbia resi così straordinariamente egoisti da pensare di poter essere più forti, immuni a questo virus. Arriverà il momento opportuno. Ora è il tempo di stringerci e di sfruttare a nostro vantaggio ciò di cui possiamo disporre.
Abbiamo Internet. Per la prima volta dalla sua esplosione, oltre vent’anni fa, abbiamo l’occasione per dimostrare di averne comprese le straordinarie potenzialità. Smart working, videocall, se possibile ordini via web. Sfruttiamo la rete per non sentirci soli e per non far sentire soli i nostri cari, gli amici, vicini e lontani. Sentiamoci, vediamoci, parliamoci, passiamo il tempo stando insieme seppur a distanza. Poi, quando tutto finirà, potremo tornare al futile.
Pensiamo a quelle persone che non vediamo da tempo, spendiamo quei cinque secondi che non avevamo mai per mandare un semplice messaggio, per chiedere “Come stai”. Anche se è passato del tempo, anche se pensiamo sia inutile. Riprendiamoci quello che siamo e lasciamo alla nostra vecchia vita ciò che eravamo diventati.
Abbiamo la grande opportunità di scoprirci o riscoprirci. Meno stressati dal lavoro, meno stanchi dalle ore di sonno perse, più vicini alla famiglia con il fisico e con la testa. Ci è stato chiesto di stare a casa: per chi è solo può essere difficile, non lo nego, ma avrebbero potuto chiederci ben altro. Abbiamo la possibilità di stare al sicuro tra le nostre mura, non dobbiamo viverla necessariamente come una costrizione. Non tutti abbiamo questa fortuna: là fuori c’è gente che a casa vorrebbe tornarci volentieri ma, ogni giorno, rischia invece di essere contagiata per salvare il prossimo. C’è chi ha perso la vita per metterne al sicuro altre. Non lamentiamoci, anzi: ringraziamo di dover restare sul divano.
Quello che sta succedendo ci cambierà inevitabilmente. Forse l’ha già fatto. Quello che mi auguro è che si possa diventare tutti persone migliori e che questa durissima lezione ci stia insegnando tutto quello che non abbiamo imparato prima. Spero che si possa cambiare tutti in meglio. Che si possa scendere da un piedistallo fatto di apparenza per diventare persone con priorità vere, meno invidia, più rispetto per tutti, ovunque: che sia vita vera o virtuale.
Torneremo a parlare della nostra squadra, non per distrarci da un momento buio ma per ricominciare a vivere la nostra passione. Sarà bellissimo, lo sappiamo.
State a casa. Un pensiero a tutti voi, alle vostre famiglie, ai vostri amici, a chi ha perso e piange qualcuno di caro. A chi ogni giorno dedica la sua vita per curare chi non sta bene. Ai veri eroi. Claudio Mastellari

#andràtuttobene #celafaremo #forzaparma

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “CE LA FAREMO, di Claudio Mastellari

  • 29 Marzo 2020 in 00:51
    Permalink

    Mah…ci sarà un piccolo rimbalzo subito dopo la fine dell’emergenza, ma non credo che cambieremo più di tanto.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI