IL COLUMNIST di Luca Russo / CORONAVIRUS, TUTTO IL CALCIO E’ ORMAI IN FREEZER IN OGNI ANGOLO DEL PIANETA O QUASI. IN ATTESA CHE LO SCONGELINO RESTIAMO RESPONSABILMENTE IN CASA!

luca russo 06 01 2020(Luca Russo) – Il calcio si è fermato per effetto del rapido propagarsi del Coronavirus. Finalmente, verrebbe da dire. Non se ne poteva più del tira e molla che nelle ultime giornate ha visto determinate competizioni procedere a colpi di rinvii e di porte chiuse, ignorando in maniera più o meno consapevole, e indubbiamente pericolosa, le proporzioni drammatiche della pandemia in corso. La sveglia probabilmente è stata data dalla positività al COVID-19 di alcuni calciatori e dalla conseguente quarantena cui sono state costrette squadre quali Juventus, Manchester City, Real Madrid, Inter e Chelsea. In assenza di contagi tra gli atleti, leghe nazionali ed internazionali probabilmente non avrebbero decretato lo stop, perché in certe stanze dei bottoni la buona salute del re denaro purtroppo viene prima di quella del genere umano. Lo sviluppo ulteriormente negativo dell’emergenza sanitaria, però, ha preso il sopravvento sui non nobili propositi dei padroni del pallone (anche se vanno associati e non scordati gli altrettanto nobili motivi delle tv a pagamento sui cui proventi si regge tutto il carrozzone), e così in Europa e anche in altre aree del globo rassegne nazionali e continentali hanno dovuto necessariamente sospendere il loro regolare corso. L’Uefa, per esempio, ha decretato il rinvio a data da destinarsi degli Ottavi di Finale di Champions League ed Europa League e dei Quarti di Finale di Youth League con conseguente slittamento di Euro 2020, che a questo punto potrebbe essere disputato in autunno o più ragionevolmente il prossimo anno. La decisione è stata ufficializzata con una nota nella quale l’organo di controllo del calcio europeo ha comunicato che “alla luce degli sviluppi dovuti alla diffusione del COVID-19 in Europa e delle relative decisioni prese da diversi governi, tutte le partite delle competizioni UEFA per club in programma la prossima settimana vengono posticipate. Ciò include le rimanenti partite di UEFA Champions League, ottavi di ritorno, in programma il 17 e 18 marzo 2020; tutte le partite di UEFA Europa League, andata degli ottavi, in programma il 19 marzo 2020; tutte le partite della UEFA Youth League, quarti di finale in programma il 17 e 18 marzo 2020. Ulteriori decisioni su quando si svolgeranno queste partite saranno comunicate a tempo debito. A seguito dei rinvii, anche i sorteggi dei quarti di finale di UEFA Champions League e UEFA Europa League previsti per il 20 marzo sono stati rinviati. La UEFA ha invitato ieri ai rappresentanti delle sue 55 federazioni associate, insieme ai consigli di amministrazione dell’European Club Association e delle Leghe europee e un rappresentante della FIFPro, a una riunione di videoconferenza martedì 17 marzo per discutere della risposta del calcio europeo all’epidemia del coronavirus”. Campionati sospesi pure in Francia, in Germania e in Regno Unito. Ferma la Coppa Libertadores e le qualificazioni per il Mondiale del 2022 in Sudamerica. Ligue 1 e Ligue 2 restano al palo fino a nuovo ordine. Bundesliga e Serie B tedesca vedranno interrotte le loro attività a partire da martedì prossimo e fino al 2 aprile, ma sono già forti le pressioni perché lo stop sia immediato e venga anticipato a questo fine settimana. Congelate Premier League e Scottish Premier League “nell’interesse della salute e della sicurezza dei giocatori, degli staff, degli ufficiali di gara e del pubblico”. Tutto il calcio in freezer in ogni angolo del pianeta (o quasi), insomma. L’impressione, comunque, è che si vada verso lo slittamento delle competizioni interessate dall’alt. I campionati potrebbero essere portati a conclusione in estate e gli Europei rimandati all’autunno o a maggio del 2021. In attesa di capire se e quando ritorneremo a vedere la palla che rotola, vi invitiamo a RESTARE RESPONSABILMENTE A CASA. È QUESTO L’UNICO STRUMENTO A NOSTRA DISPOSIZIONE PER CONTRASTARE IL DILAGARE DEL CORONAVIRUS E DUNQUE PER PROTEGGERE DAL CONTAGIO LE PERSONE PIÙ FRAGILI DELLA POPOLAZIONE E PER PRESERVARE LA TENUTA DEL NOSTRO SISTEMA SANITARIO NAZIONALE. Luca Russo

One thought on “IL COLUMNIST di Luca Russo / CORONAVIRUS, TUTTO IL CALCIO E’ ORMAI IN FREEZER IN OGNI ANGOLO DEL PIANETA O QUASI. IN ATTESA CHE LO SCONGELINO RESTIAMO RESPONSABILMENTE IN CASA!

  • 14 Marzo 2020 in 14:02
    Permalink

    Quando noi saremo forse guariti, quei buffoni degli inglesi saranno in piena emergenza. Ben gli sta con quel pagliaccio di Premier che hanno.

I commenti sono chiusi.