IL COLUMNIST di Luca Russo / CORONAVIRUS: DATI A PARMA ANCORA POCO ALLETTANTI, MA QUALCHE BUONA NOTIZIA C’E’…

luca russo 06 01 2020(Luca Russo) – Il sole splende su Napoli. E pure altrove, a giudicare dalle foto che mi giungono su Whatsapp da miei amici sparsi qua e là in Italia. Un sole che stride col dramma sanitario che sta vivendo il nostro paese per effetto del dilagare del Coronavirus, ma che se non altro dà un barlume di colore e calore a giornate altrimenti nere come la pece e fredde come i numeri che quotidianamente accrescono le proporzioni dell’emergenza. A proposito di numeri: quelli usciti poco fa per Parma, epicentro del sisma in corso, forniti dalla Regione Emilia Romagna, non sono per nulla allettanti con 92 nuovi casi di positività (nuovo record negativo: raccomandiamo come sempre di restare in casa!) e 9 decessi tra sabato e domenica. Il totale dei contagiati si aggrava ed arriva a 662. In tempi di pace un sole così ci avrebbe indotti a dire che l’estate sta avvicinandosi a piccoli passi. E in effetti è la verità: manca meno di una settimana al manifestarsi della primavera, che è parente stretta della bella stagione. L’estate è vicina, insomma, però a nessuno per il momento è dato sapere se e quanto estate sarà. In attesa di capirlo, accontentiamoci delle rare buone notizie che malgrado tutto riescono ancora a farsi largo tra le numerose negatività del periodo. Buone coronavirus ospedalenotizie che arrivano dalla scienza e dal nostro amato mondo del pallone. Sul fronte scientifico, ansa.it riporta che in Olanda, e precisamente ad Utrecht, un gruppo di ricercatori dell’università locale guidato da Chunyan Wang ha messo a punto il primo farmaco specifico per il Coronavirus. Si tratta di un anticorpo monoclonale che agisce sulla proteina Spike, presente sulla superficie del COVID-19 e utilizzata dal virus stesso per aggredire le cellule respiratorie umane. Legandosi alla proteina Spike, l’anticorpo monoclonale le impedisce di agganciare le cellule e in questo modo evita che il virus possa penetrare e replicarsi al loro interno. La ricerca è stata pubblicata sul sito BioRxiv, ma gli studi proseguono perché l’anticorpo va sottoposto a test estremamente rigorosi. I ricercatori, intanto, sperano di convincere qualche azienda farmaceutica a produrlo. Buone notizie anche dal fronte calcistico. Dopo le liti condominiali in videoconferenza di cui vi abbiamo riferito ieri e nei giorni precedenti, i club italiani si sono ritrovati e riuniti manifestando una sola decisa e ferrea volontà: salvare almeno il campionato e assegnare lo Scudetto. Fermo restando che la situazione è talmente fluida e in evoluzione da negarci la possibilità di effettuare qualsiasi previsione a medio e lungo termine, per cui è difficile capire se questa volontà avrà la possibilità di tradursi in azioni concrete, le società di A hanno finalmente intuito che l’epoca delle divisioni, degli orticelli, degli interessi di parte e delle posizioni di comodo deve giocoforza tramontare, ammesso e non concesso che si voglia realmente salvare il salvabile di una stagione Alba-su-Napoliche altrimenti rischia di naufragare sotto i colpi del Coronavirus. L’ipotesi di assegnare il titolo congelando l’attuale classifica cattura poco interesse. Attrae ancor meno la strada della non assegnazione, mentre i playoff appaiono come la soluzione estrema, d’emergenza, cui ricorrere nel caso in cui non dovessero schiudersi altre alternative all’orizzonte. E allora l’idea è di ripartire quando si potrà, anche a porte chiuse se necessario, portando a termine il campionato nel giro di un paio di mesi, inclusi quelli normalmente dedicati alle vacanze estive. Il sole splende su Napoli e pure altrove. Ma è tornato a illuminare anche le scelte della litigiosa Serie A. Era ora. Luca Russo

One thought on “IL COLUMNIST di Luca Russo / CORONAVIRUS: DATI A PARMA ANCORA POCO ALLETTANTI, MA QUALCHE BUONA NOTIZIA C’E’…

  • 15 Marzo 2020 in 20:03
    Permalink

    Altrimenti dichiariamo il Coronavirus campione d’Italia! Sta staccando tutti di netto.

    A parte scherzi, c’è il problema dei contratti in scadenza al 30 giugno, quindi penso che il campionato terminerà entro quella data.

I commenti sono chiusi.