PARMA-SPAL A PORTE CHIUSE, RIMBORSO RATEO ABBONAMENTO: ECCO COME RICHIEDERLO O DESTINARLO ALL’OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA

logo parma blu 2019 2020 comunicato

Cari abbonati del Parma Calcio, 

come vi è noto, la programmazione della Serie A è stata oggetto di variazioni dovute all’emergenza sanitaria legata al COVID-19. Per questo motivo, prima della sospensione del campionato, la gara tra Parma e Spal è andata in scena a porte chiuse, senza la presenza di chi ad inizio stagione ha sottoscritto un abbonamento per scendere in campo al nostro fianco in tutte le gare che giochiamo nella nostra casa, lo Stadio Tardini.

Il Parma Calcio 1913 ha deciso di offrire ad ogni sottoscrittore la possibilità di richiedere il rimborso del rateo del proprio abbonamento per quanto riguarda la gara giocata a porte chiuse. E’ un diritto che riconosciamo ai nostri abbonati e di seguito troverete tutte le informazioni e la modulistica necessaria.

C’è però anche un’altra possibilità: tutti i nostri tifosi sono a conoscenza dell’iniziativa lanciata dal Parma Calcio a supporto de La Squadra Più Forte Di Parma, ovvero l’equipe sanitaria dell’Ospedale Maggiore di Parma che sta fronteggiando strenuamente l’emergenza di queste settimane. All’interno del modulo da compilare per richiedere il proprio rimborso, ciascun abbonato avrà la possibilità di scegliere di affiancare la società crociata e dare un aiuto fondamentale a chi sta lottando per tutti noi, destinando il rateo del proprio abbonamento a La Squadra Più Forte Di Parma.

A prescindere dal numero di abbonati che nell’ambito di questa ed ulteriori iniziative di rimborso decideranno di devolvere il proprio rateo a La Squadra Più Forte Di Parmail Parma Calcio 1913 garantirà comunque una donazione minima di 100.000€ – destinate al Reparto di Terapia Intensiva e al Reparto Infettivi dell’Ospedale di Parma – per questa che ora è la causa più importante. La società crociata quindi affiancherà tutti coloro che decideranno di aiutare l’equipe sanitaria dell’Ospedale Maggiore di Parma, integrando la somma raccolta per arrivare in ogni caso alla soglia minima di Euro 100.000, oltre alle iniziative già in corso.

La partita più importante la giochiamo ora tutti insieme: uniti supereremo anche questa sfida.

I MODULI PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO RATEO PARTITA ABBONAMENTO
Sarà possibile chiedere, di volta in volta, il rimborso del rateo del proprio abbonamento corrispondente a ogni singola partita di Serie A Tim 2019/2020 del Parma Calcio in programma allo stadio Ennio Tardini a cui non si è potuto partecipare perché disputata ‘a porte chiuse’.

Al momento è possibile domandare il rimborso soltanto per la gara Parma-Spal, giocata “a porte chiuse” domenica 8 marzo 2020.

Il titolare di ogni abbonamento stagionale potrà avviare la procedura di rimborso del singolo rateo, compilando il modulo che potrà scaricare dal nostro sito Internet ufficiale al seguente link.

Nel modulo si potranno scegliere due opzioni di rimborso:

la donazione all’iniziativa #LaSquadraPiùForteDiParma a favore dei reparti Malattie Infettive e Terapia Intensiva dell’Ospedale Maggiore di Parma per contribuire a fronteggiare l’emergenza Coronavirus, causa delle partite ‘a porte chiuse’ e della sospensione del campionato;

-l’accreditamento su un conto corrente personale.

Il modulo è stato predisposto anche per gli abbonamenti intestati a minorenni, per cui si farà carico della scelta del rimborso del rateo partita il genitore o il relativo tutore.

Il modulo, una volta debitamente compilato, dovrà essere inviato controfirmato alla seguente mail del Parma Calcio: rimborsiedonazioni@parmacalcio1913.com

Il Parma Calcio ha preparato anche un modulo per chi ha acquistato un abbonamento stagionale allo stadio Tardini per le partite di Serie A Tim come titolare di Partita Iva, che si può scaricare al seguente link.

I DATI DA INSERIRE NEI MODULI PER LA RICHIESTA RIMBORSO RATEO ABBONAMENTO
Nei moduli per la richiesta del rimborso del rateo gara del proprio abbonamento, oltre ai dati personali del titolare e all’indicazione della scelta di accreditamento, vanno inseriti quelli del proprio titolo di ingresso stagionale al Tardini per gli incontri di campionato.

Il primo dato da includere è l’importo del rateo partita corrispondente alla tipologia di abbonamento, che si può trovare nelle tabelle che abbiamo preparato e che sono consultabili a questo link.

In ogni tabella, riferito a ogni tipo di abbonamento, sono indicati il valore complessivo del titolo e quello dei suoi singoli ratei gara, riferiti al periodo di acquisto (Campagna Abbonamenti e successive proroghe).

L’altro dato da inserire è il numero del proprio abbonamento, che è il numero della propria Fidelity Card (Tessera del Tifoso) su cui il titolo è caricato. Si può trovare sul relativo segnaposto.

Sul segnaposto è possibile riscontrare anche gli altri elementi di identificazione del proprio abbonamento. 

Qui sotto sono riportati alcuni esempi di segnaposto:

image005

Stadio Tardini

Stadio Tardini

10 pensieri riguardo “PARMA-SPAL A PORTE CHIUSE, RIMBORSO RATEO ABBONAMENTO: ECCO COME RICHIEDERLO O DESTINARLO ALL’OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA

  • 13 Marzo 2020 in 18:58
    Permalink

    Volevo sapere per il rimborso
    dell’abbonamento se si può
    richiederlo a ogni partita saltata
    o se lo si può anche richiederlo
    per tutte le partite non disputate
    aspettando la fine campionato.
    Ma non era meglio in alternativa dare la
    possibilità al tifoso di detrarre la
    cifra dovuta dal prossimo
    abbonamento 2020-2021?

    • 13 Marzo 2020 in 19:54
      Permalink

      Ancora non si sa quante partite verranno saltate: per ora di certo ci sono le porte chiuse di Parma-Spal, il Parma, come previsto dal proprio contratto con gli abbonati, ha deciso di offrire ai propri abbonati la possibilità di richiedere il rimborso ()intanto per questa gara) o di versare la quota nella sottoscrizione aperta pro ospedale.

      Giova ricordare che ogni singolo abbonato per chiedere il rimborso è comunque tenuto a muoversi in prima persona, non spetta alla Società contattare i propri 13.000 e rotti abbonati.

      Penso che gli strumenti messi a disposizione siano stati ben illustrati, inclusa la nobile scelta di garantire comunque 100.000 euro all’Ospedale da questa operazione.

      Anch’io sono uno che ai affeziona alle proprie idee, poi se altri ne hanno altre altrettanto buone o migliori tanto meglio.

      E cmq, senza polemica alcuna, rimarco, come l’impegno della società per il ns ospedale sia superiore persino a quello di altre istituzioni locali, incluse quelle che per statuto avrebbero potuto fare di più.

      • 13 Marzo 2020 in 22:57
        Permalink

        Niente da dire Majo .
        Il Parma è una società seria
        ma scalare l’importo dovuto
        ai tifosi dal prossimo
        abbonamento non è
        un’idea malvagia anzi….
        Il denaro rimarrebbe sempre
        nelle casse del Parma.
        Si eviterebbe intoppi
        burocratici e si avrebbe
        un abbonamento sicuro
        anche per il prossimo anno
        Perché la società non prende
        in considerazione la mia idea?
        Poi se uno vuole versare qualcosa
        per l’ospedale lo può fare a proprio nome.

  • 13 Marzo 2020 in 19:21
    Permalink

    Ma poi scusate che storia e questa
    Non tutti hanno dimestichezza con le e- mail
    Immaginate un ottantenne che è solo
    va allo stadio in quanto abbonato e non
    ha nemmeno il cellulare.
    Lui è penalizzato e come lui tanti altri.
    Come fa a ritirare quanto dovuto
    non avendo il computer?
    Ditemelo voi.
    Perché non detrarre la cifra dovuta
    per tutte le partite come ho già scritto,
    dal prossimo abbonamento
    o in alternativa sistemare
    le cose nel momento stesso
    che si sa con certezza che il
    campionato risulta finito e le partite
    che mancano non verranno più giocate?
    E poi se siamo seri si dovrebbe
    ritirare la somma dovuta nel punto
    dove a inizio campionato abbiamo
    versato l’importo intero dell’abbonamento.
    Che pasticcio.
    Eppure sarebbe tutto così semplice
    se si volesse….
    Anch’io lo confesso, per il rimborso
    non ci ho capito
    UN BEL NIENTE.

  • 14 Marzo 2020 in 07:54
    Permalink

    del rateo di abbonamento di questo civettone NON ME NE FREGA un cazzo

  • 14 Marzo 2020 in 09:09
    Permalink

    Pencroff si vede che non sei abbonato ma
    sei un tifoso della domenica e quindi non
    t’interessa il rimborso dell’abbonamento.
    A me, visto che sono.in tribuna e la cifra
    è sostanziosa, m’interessa eccome
    Ciao….cigno bianco
    .

  • 14 Marzo 2020 in 11:20
    Permalink

    Appunto, non me ne frega niente del tuo abbonamento di lusso in tribuna. Spero che tu girerai alle strutture sanitarie l’eventuale rateo “sostanzioso”, proprio in quanto tale.

  • 14 Marzo 2020 in 12:53
    Permalink

    Lo girerò solo quando RONALDO che
    guadagna 31 milioni di euro all’anno
    e ora li guadagna senza giocare
    verserà un solo centesimo
    a qualche ospedale.

  • 14 Marzo 2020 in 15:26
    Permalink

    Ipocrisia del pidocchietto piccolo borghese viziato.
    N’etor buslot e andèma avanti, up

I commenti sono chiusi.