PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LETTERA DI UN MISCREDENTE #iorestoacasa

morosky mascherina 1Parma, Lunedì 23 Marzo, anno Covid 19 (contento di stare in casa)

(Mauro “Morosky” Moroni) – Vorrei partire con un video importante, surreale, ma veritier: esso contempla il passato, il pesante e gravissimo presente e l’incerto futuro: ascoltatelo con attenzione, meditate, pensateci e poi riascoltatelo nuovamente; non passate oltre, non dimenticatevi di queste parole, ma non solo ora, nel momento più alto (?) dell’emergenza; tenetele a mente, soprattutto quando tutto sarà finito e, quando, tra qualche mese (?), si potrà ritornare alla vita quotidiana normale: casa, lavoro, studio, ufficio, fabbrica, azienda, palestra, bar, circolo, ristorante, shopping, svago, tempo libero, vacanze, viaggi!

Le Istituzioni competenti avranno approntato tutte le statistiche, quegli aridi numeri che, giorno per giorno, ci stanno sbattendo in faccia, ogni mezz’ora, su tutti i canali, con annesse le pluri-raccomandate norme di igiene, sicurezza e modalità operative comportamentali (rimanere in casa, lavarsi frequentemente le mani, uscire solo per lavoro, spesa e/o emergenza inderogabili, mantenere la prevista distanza di sicurezza, evitare gli assembramenti di persone oltre a ridurre al minimo, strettamente necessario, le deroghe a quanto sopra): quei numeri che puntualmente ci stanno aggiornando, regione per regione, provincia per provincia, non sono solo numeri ma, persone:

  • totale contagiati
  • positivi
  • ricoverati
  • in trattamento / osservazione domiciliare
  • guariti
  • tamponi effettuati
  • e, purtroppo, il numero dei deceduti

I sottostanti link, tratti dal sito del Ministero della Salute, recano l’aggiornamento alle ore 17 del giorno 22 c.m. (cioè ieri): ognuno di noi tragga le proprie valutazioni: qui non si tratta di whatsapp, di fake news, di bufale sbattute sul web da menti dementi, qui si tratta della realtà attuale della pandemia che ci sta flagellando, invisibile, ancora poco conosciuta, implacabile e distruttiva, mortale!

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5351&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_5351_28_file.pdf

La forzata necessità di rimanere in casa (ormai tutti i personaggi, gli sportivi – locali, nazionali, mondiali – hanno prestato la loro immagine, ognuno con l’hastag affermativo-imperativo #iorestoacasa) mi consente di rimanere informato, di leggere, ascoltare, discernere e cercare di capire, sempre meglio, ciò dal quale siamo circondati.

Esagerando parecchio, come suo solito, nella propria enfasi, un paio di settimane fa, l’amico “Velenoso” scrisse che ci trovavamo al cospetto della Terza Guerra Mondiale e che, la medesima, avrebbe provocato molti morti; lui, aveva sicuramente esagerato alzando il tiro ed il numero, enorme, delle persone che sarebbero decedute, ma, questa Pandemia sta, di fatto, mietendo vittime ogni giorno ed in ogni luogo del pianeta terra; il link sottostante, sempre del sito “Ministero della Salute”, contempla la situazione globale mondiale sempre alla data del 22 Marzo c.a

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5338&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

Come ho scritto in precedenti articoli e/o commenti (anche se non è questo il momento di metterla sul piano religioso, della fede e del credo o meno verso entità spirituali superiori), ritengo che, a mio avviso, e questo da parte di tutti noi, servano solo azioni materiali, azioni responsabili, diligenti, legate alle disposizioni ricevute, legate alla sanità di tutti, alla sicurezza di tutti, alla tutela e salvaguardia di tutti, questo da parte di noi che possiamo solo fare ciò che ci è stato ORDINATO, senza se e senza ma, senza discutere né trasgredire, senza fare i soliti furbetti e senza pensare che – a noi non succederà mai -, NO, TUTTO QUESTO NON E’ VERO, lui può attaccarci in qualsiasi momento, circostanza, disattenzione, superficialità o leggerezza che si vada a commettere, pertanto, SOLO RIMANENDO CHIUSI IN CASA si potrà dare una mano alla Sanità, al Governo e a tutti coloro che stanno lavorando, in trincea, in prima linea, dove il respiro del nemico (basta un suo alito) può contagiare ognuno di noi, senza distinzione di sesso, di età, di pelle, di etnia o ceto sociale!

Li guardate i Tg?

Li leggete i giornali?

Le seguite le varie trasmissioni?

La leggete la “Gazzetta”?

Ormai sono 10-15 giorni che il quotidiano reca, ognì dì, una media di 25-30 deceduti e questi sono dati certi, inconfutabili!

Noi ci lamentiamo a stare sul divano mentre gli operatori sanitari (dal Direttore Generale a tutte le professionalità nei reparti, nel P.S, nelle apposite strutture implementate per combattere la sola pandemia, oltre a tutti gli operatori che lavorano nell’indotto del sistema sanitario), SONO COSTRETTI A STARE A CONTATTO DIRETTO, sia con lui che con le persone contagiate:

Chi è più a rischio? Chi vuole andare a portare aiuto?

Dare una mano e fare cambio di mansione?

Io credo che non servano ulteriori parole: io ero colui che, un mese fa, scriveva che “ non voleva stare in casa”, non lo rinnego né lo dimentico, ma solo gli stolti non cambiano mai idea né pensieri; io credo di avervi sottolineato l’enorme gravità del problema, ora sta a tutti noi riflettere ed aiutare, dando il proprio minuscolo contributo, l’unico possibile, stare in casa e non muoversi: fatelo e, tutti noi, avremo contribuito, per le nostre possibilità e competenze ad aiutarci.

candela coronaRitornando al SUO video, ricordatevi che, fra qualche mese, ci saranno state numerose famiglie con dei lutti, con dei famigliari scomparsi (non importa, in questo frangente, se erano già ammalati, se erano persone anziane, se erano affette da altre patologie; non importa, non importa, non sottovalutiamo il c.v.19, lui, sicuramente ha inciso, ha portato contagio ed ha seminato la morte): tra qualche mese, facciate che non sia tutto come prima, lo dico a me stesso, lo scrivo anche se penso che, tutto ciò possa essere una grande utopia, una mera illusione: personalmente ne ho tratto un importante messaggio nel senso che cercherò di apprezzare ancor di più questa nostra vita, anche se fatta da piccole cose, da routine, da lavoro, impegni, famiglia, pensieri, grattacapi, problemi economici, problemi in casa, fuori casa, ecc ecc… Non voglio fare morali né erogare consigli non richiesti (non ho la presunzione di poterli regalare): in questo momento siamo un po’ tutti con la paura dentro, il timore di non farcela, noi, i nostri cari, gli amici, i figli, lasciamo perdere i CE LA FAREMO, lasciamo perdere i concerti sul balcone, le luci accese, i flash mob, la candela sul profilo whatsapp, le ciance su “face bucco”, gli “IO L’AVEVO DETTO”, le critiche alle varie cordate politiche, chi ha sbagliato, chi ha dormito, chi ha fatto, chi non ha fatto: siamo tutti nella cacca e quindi, seguiamo le regole e smettiamola, una volta tanto di pensare di essere sempre i più furbi, i più scaltri ed i so tutto io!

Per chiudere, purtroppo, devo aggiungere, e ribadisco, purtroppo, il miscredente che risiede in me, continua a ribadire, fermamente, che, soprattutto in casi come questo, non servono le parole, NON SERVONO LE PREGHIERE e non serve nemmeno che l’argentino vestito di bianco e di viola comunichi al “Signore” (l’ho dovuto scrivere maiuscolo perché, per chi ci crede, viene considerato una divinità) di pregare per noi umani: serve invece, magara (come diceva Carletto Mazzone, ma pure Gigi Proietti ), che tiri fuori un po’ di tonnellate di lingotti dalle catacombe sotto al Vaticano e dia un aiuto fattivo e concreto a chi deve guarire, prima che si infetti mezzo mondo! Magara!

Blasfemo? Irriguardoso? Contestabile? Disapprovabile? Condivisibile? Come sempre e lo ripeto spesso, non ho la presunzione di avere la ricetta della vita in tasca, il mio pensiero (va’) non è bibbia né vangelo, è solo un’epistola miscredente, ma, di questi tempi, se lassù ci fosse qualcuno (più in alto del fu, grande Avvocato Prisco, oltre a Silvio che, lui è quaggiù ma fa le veci di lassù, insoma al ciapa da tutt i canton! però, intant 10 milion a gli ha tirè fora…e questo è quanto!)

Con concretezza spicciola ed irriverenza, per la serie, come farsi dei nemici,

cordiali saluti,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

25 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LETTERA DI UN MISCREDENTE #iorestoacasa

  • 23 Marzo 2020 in 18:14
    Permalink

    Bravo Moro! Bellissimo appello http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 23 Marzo 2020 in 22:48
    Permalink

    Normalmente non seguo le notizie, non credo a ciò che vedo o sento nelle notizie. Non sono interessato al “Tiki – Taka” della politica e delle notizie false per gli interessi di coloro che li pubblicano …. Non è che io sia uno snob intellettuale …. interessato solo alla cultura e ai risultati reali dell’umanità. ..ma questo è più il mio mondo ….
    A causa della situazione in cui ci troviamo tutti …. Tutto da tutti i contorni trovo convincente seguire la situazione ora. Ho la fortuna di non dover credere alle notizie dei paesi, in quanto posso capire molte lingue. Ho il privilegio di ottenere un’interpretazione più obiettiva della situazione. Devo anche dire che politicamente non sono di sinistra, di destra o di centro … quindi le mie parole sono puramente oggettive …
    Fortunatamente abbiamo la Cina e Cuba che fanno più di chiunque altro in questa crisi …. non è un gioco politico per loro …. loro per la discrezione nel loro modo di pensare hanno un solo obiettivo … aiutare l’umanità … per combattere in modo intelligente questo nemico con cui ci troviamo di fronte …

  • 24 Marzo 2020 in 08:51
    Permalink

    Ma allora,strae’ hai fatto finora il
    IL FINTO TONTO.
    Scrivere in italiano lo sai fare
    E. BENE
    Ci hai sempre preso
    per i fondelli per non dire
    per il culo scrivendo
    mezzo in inglese e in italiano.
    Scrivevi in italiani peggio molto peggio
    di un bambino alle elementari
    ma che dico dell’asilo.
    Ad ogni modo non c’è l’ho con te
    ma a volte un po’ più di rispetto
    per chi ti legge, lo dovresti avere.
    Ciao.

  • 24 Marzo 2020 in 10:18
    Permalink

    Vele, Vele, ….ma dai, non fare lo gnorri …
    ti posso assicurare che Douglas parla correttamente

    l’inglese-americano e lo spagnolo,
    sicuramente mastica anche il francese ..
    si espone benino in italiano ma…

    NON HA PRESO IN GIRO MAI NESSUNO ..
    il suo italiano scritto ( spero che l’interessato non me ne voglia ) non sarà corretto al 100%, magari potrà contenere qualche stortura grammaticale così come la non perfetta conoscenza dei vocaboli, non chè il miglior modo di esprimersi …

    TI ASSICURO CHE, CONCETTUALMENTE, SI SPIEGA E SI FA CAPIRE MOLTO BENE ED IN MODO PROFONDO …

    ..concreto e diretto….andando alla base del problema, del concetto e del discorso …

    …tu sai benissimo che esistono anche dei servizi di traduzione simultanea, da lingua a lingua..

    GOOGLE traduttore, che uso pure io …( non essendo poliglotta come vorrei ) …ti consente di scrivere , ad esempio, in spagnolo e richiedere, nel contempo, la desiderata traduzione in qualsiasi lingua, in questo caso…ITALIANO ..
    il successivo COPIA INCOLLA chiude il cerchio..

    dai Vele, usa quella bella testa che ti ritrovi sopra il collo…
    cosa della quale sono certo …

    così come conosco te, PERSONA CHE STIMO MOLTO …
    ( a volte, un pò meno quando spari….scrivi….corbellerie ..

    ..così conosco PERSONALMENTE , DOUGLAS …

    la stima e l’affetto, per entrambi, sono e rimangono immutati ..
    e, avervi come amici, per me è un onore, oltre che un piacere …
    ..
    grazie
    mauro

  • 24 Marzo 2020 in 10:43
    Permalink

    Un saluto a tutti i lettori, anche a coloro che sono spariti dal radar, a coloro che non scrivono più, a tutti quelli coi quali abbiamo scritto, parlato, discusso, battagliato, esagerato, ognuno con le proprie idee e convinzioni: a coloro che contestano, che non sono d’accordo, a tutti, indistintamente…

    VORREI SOLAMENTE LANCIARE UNA SPECIE DI ….

    …APPELLO, come se fossimo in una grande classe, molto estesa ..

    vorrei solo sentire un vostro cenno , un piccolo saluto ..
    per sapere se ci siamo tutti, se stiamo bene, se stiamo seguendo questo momento con attenzione …

    sapete una cosa ?

    NON MI MANCA PER NULLA IL CALCIO..

    nè giocato, nè televisionato, nè sky, nè dazn
    ..
    le classifiche, i gol, le coppe …gli europei …
    TUTTO MI E’ PASSATO IN SUBORDINE

    …sono in casa, come molti ( non tutti ), sto sistemando le mie cose ( a seguito di un faticoso ed impegnativo trasloco ) e, da fare, ne ho sempre…almeno per un altro buon mesetto ..

    sono ritornato ad essere operativo …nov ..dic ..genn …i primi tre
    mesi nella nuova vita pensionistica ….mi avevano un pò impigrito .. ma…lavorando sodo, smontando e spostando mobili, facendo giri su giri …
    …sistemando la nuova dimora….cucina…mobili ..vestiario …accessori …utenze…allacci ….intoppi …ritardi …inconvenienti …
    ..
    poi, da metà febbraio …ci si è messo pure LUI…

    COVOT. ( da nuetar ) 19….???
    ..
    insomma …necessità e senso civico ..hanno fatto scopa …

    ragazzi…meditate, meditiamo …
    FACCIAMO CHE LA PAURA, quella che abbiamo dentro adesso …ci faccia ricordare …anche dopo …
    che siamo VULNERABILI e MORTALI…
    ..
    CHILU’ AL N’HA ANCORA GUARDE’ IN FACIA NISSON ..
    ..
    chilù al s’è dre fer a piett…
    ..
    e tenete presente, NON SCORDIAMOCI che, i numeri che ci stanno dicendo, NON SONO ANCORA REALI, DEFINITIVI ma,
    soprattutto, OMOGENEI tra di loro ..

    nessuno sa quantificare tutto il sommerso, non riscontrato, di coloro che hanno avuto sintomi, gravi o meno, ma che sono a casa, non stati oggetto di tampone …
    ..
    oggi stanno disquisendo sulle preposizioni …

    sono morti PER o sono morti DI ..CORONA VIRUS ..

    sono solo morti, purtroppo per loro ed i loro famigliari ..

    ….il profilo medio è MASCHIO …over 70 ….con una media
    età / mortalita ..sugli 81 anni …

    ..io non ci scherzerei sopra nè farei spallucce ..

    SOLO UNA QUESTIONE DI ANTICORPI, DIFESE AUTO IMMUNITARIE ….
    …una febbriciattola può tramutarsi in POLMONITE e da li in avanti …NON SERVE LA CANDELA ACCESA ,,,,

    servono DIFESE E CURE ….protezioni , ventilazione respiratoria ecc ecc ….ecc

    …NON ERA PER INGIGANTIRE NE’ SPAVENTARE NESSUNO…

    ..ritorno all’appello …

    fatevi sentire …date un cenno ..un solo saluto ..
    per vedere se …fra qualche mese …QUANDO TUTTO SARA’ PLACATO, ANNIENTATO E SANATO …

    ..ci potremo ritrovare a scrivere …parlando di calcio …
    ma anche di altre stupidaggini …leggere e frivole ..

    moro

  • 24 Marzo 2020 in 12:42
    Permalink

    Mauro le vendite di roba da magnèr va a gonfie vele. Le vaschette di parsùt, tomachi, scatolame e formaggio e pasta vanno esaurite subito. Anche i buslotari stanno fatturando come solo in tempo di guerra chi fa bussolotti. Ergo aspettiamoci sponsorizzazioni robuste. Senza tante balle

  • 24 Marzo 2020 in 14:32
    Permalink

    Ciao Davide, e uno, anzi UNO, ha risposto presente,
    da par suo !!!!

    Sta ben gionuot, salute a te, famiglia e …UPI..naturalmente !!

    LUCA, DOUGLAS e VELENOSO …sono sempre nelle posizioni di vertice …

    ora aspetto tutti gli altri …chi può..si faccia sentire ..sarà sempre il benvenuto ..

    mauro

    • 24 Marzo 2020 in 20:02
      Permalink

      Presente, sempre in bici (sui rulli in box), si suda come le bestie, siccome rientro ampiamente nel profilo per età, cerco di pedalare per non farmi prendere.
      Rispettiamo le disposizioni http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 25 Marzo 2020 in 13:56
      Permalink

      Scrivo poco ma vi leggo sempre!
      Saluti da Cortemaggiore (PC)
      Luca

  • 24 Marzo 2020 in 14:37
    Permalink

    Io non dico di Douglas ma di STRAJE’
    È inutile che lo difendi Moro
    È INDIFENDIBILE.
    Non vorrai fare l’avvocato del diavolo
    😈 l’avvocato delle cause perse.
    Straje ‘ s’e comportato male
    Io mi sento da lui preso per il culo.
    Se poi Straje’ e Douglas sono la stessa persona
    allora il soggetto è molto pericoloso.
    Un po come il Dottor jeckyll e Mister Hide
    Ha doppia personalità.
    Per cui Moro se lo conosci. non stare
    mai con lui al buio.
    A buon intenditor…..

  • 24 Marzo 2020 in 15:28
    Permalink

    Ok ..ti mando un paio di rotoli ….a tre veli ..

    sta ben

  • 24 Marzo 2020 in 15:31
    Permalink

    Allora, ritorno all’appello con altra modalità:

    LUCA
    STRAJE’
    VELENOSO
    DAVIDE

    ..ci sono

    LUCADENA
    SIBERIANHUSKI

    li ho sentiti io nei giorni scorsi …

    non fate altro che fare il copia incolla e mettere il vostro saluto ..
    ..
    vi aspetto ..
    anche nei momenti difficili …forza ..

  • 24 Marzo 2020 in 16:13
    Permalink

    Innanzitutto vorrei ringraziare Mauro per aver difeso la nobiltà e il rigore intellettuale dei miei commenti su Stadiotardin.it. Vorrei anche amplificare le lingue che ho parlato e scritto. Inglese, Italiano, Spagnolo … i tre che conosco usano più di altri. Da bambino parlavo Pramzan e un po ‘di arabo … poi con il passare degli anni ho dimenticato queste lingue. Negli anni Ottanta ho lavorato un anno a Berlino e ho studiato tedesco per un anno prima di andarci, Il livello del mio tedesco era migliore dato che avevo una ragazza tedesca che avanzava il processo di apprendimento di una lingua …. Essendo che ho smesso di viaggiare in Germania la lingua è stata ormai dimenticata. Le lingue sono come un sentiero nel bosco … se non le passi continuamente, il bosco le divorerà e scompariranno. gli ultimi 35 anni del mio lavoro artistico sono stati dedicati al Mar Mediterraneo, in particolare alla cultura Fenicia e Punica …. Come si può vedere nel mio lavoro molte iscrizioni scritte in Fenicio … https://www.youtube.com / watch? v = LJ2-ZVJVe7Q & t = 92s
     https://www.youtube.com/watch?v=qt08IszOq3A&t=27s ….
    Ho anche creato la mia lingua che si chiama ” Phoenaes “. Questo linguaggio ha le sue radici nella necessità di dare un nome … alle mie sculture perché credevo che la solfura fosse una lingua a sé stante. Più tardi questa lingua si è evoluta al punto da scrivere poesie con essa.
    Come “Kryad Poems”, un libro che ho scritto con poesie sulle mie “Kryad Sculptures”. Quindi la lingua ha sempre fatto parte del mio lavoro. Ecco un pezzo scritto sull’argomento:
    https://whitehotmagazine.com/articles/douglas-abdell-sculpture-language-landscape/3724
    In passato ero incline a scrivere i miei commenti qui in un formato di lingua mista …. poiché credo che uno non possa sempre esprimere idee in una lingua … Ezra Pound ha anche praticato lo stesso concetto per lo stesso motivo. Poi, dopo aver letto alcuni commenti di Pencroff, mi sono reso conto che si trattava di una pratica troppo esoterica per Stadiotardini e che in realtà poteva essere fastidiosa per i lettori, quindi ho interrotto quella paratizzazione.
    Affrontare la situazione di Vele … è molto semplice; qui osserviamo un caso di “Trolismo Acuto” …. niente di più … niente di meno. Si può interpretare le sue azioni come una necessità ossessiva, ad ogni costo, per creare reazioni alle sue dichiarazioni … è inutile provare a curare il suo virus Troll … in quanto è in uno stato incurabile.
    cordialmente,
    Douglas
    A.K.A. Straje’

  • 24 Marzo 2020 in 18:20
    Permalink

    Moro non ci ho capito niente
    di quello che hai scritto sopra.
    Scusa la sincerità.
    Abbi pazienza ma non hai
    risposto alla mia domanda
    Cosa centra STRAJE’ con Douglas?
    Straje’ ci ha preso entrambi per i fondelli
    Non mi dirai che non
    te ne sei accorto?
    Ha mandato un post in italiano
    dove non c’era un errore.
    ERA PERFETTO
    mentre disolito scrive
    peggio di uno dell’asilo.
    Allora sa scrivere.
    Vorrei un tuo serio giudizio.
    Ciao grande.

  • 25 Marzo 2020 in 09:10
    Permalink

    Buongiorno ,
    In realtà, quando metto collegamenti riguardo al mio lavoro, l’obiettivo è di aprire positivamente un dialogo culturale. Mi sento privilegiato per poter avere una possibile pubblico e dialogo con le persone di Parma e Italia qui su Stadiotardini.it. Sono eternamente grato a mia madre Marianna Guernieri Saia, la cui famiglia è di Cassio Parmense. Come è stata lei a darmi l’argilla quando avevo 5 anni per fare sculture e da allora non ho mai smesso di fare sculture ora ho 73 anni. Fu lei a mettere foto delle sculture e dei dipinti di Michelangelo, Leonardo da Vinci, Rafaello ecc. Ecc., sulle pareti della mia camera da letto. Fu lei a farmi l’orgoglio di essere di origine Italiano. Dall’altro lato della mia famiglia … i libanesi dalla parte della mia famiglia aristocratica Cristiana Greco-Ortodossa, il mio bisnonno era il capo della valle della Bekaa. Hanno lasciato il Libano a causa della persecuzione dell’Impero ottomano, stavano uccidendo la mia famiglia. Quella parte della mia eredità mi ha dato la forza mentale per difendermi intellettualmente e politicamente. Negli stati ci sono due opzioni …. per famiglie di origine immigrata ..
    # 1 … Per dimenticare il tuo passato ancestrale e sentirti 100% americano …
    # 2 …. Abbracciare l’eredità della propria famiglia e lasciare che faccia parte di te.
    Ho scelto il n. 2.

  • 25 Marzo 2020 in 09:25
    Permalink

    Doveva tirare zorattooooo, lui si che faceva gol! , così è se vi pare

  • 25 Marzo 2020 in 14:58
    Permalink

    Ma siamo socuri che straje sia srmpre lui ? Prima scriveva mezza parola in italiano mezza in spagnolo e mezza in dialetto. Tanto che morosky lo ha difeso piu di una volta e adesso mi sembra che scriva come qualche giornalista che conosco..mah..

    • 25 Marzo 2020 in 17:57
      Permalink

      Di una cosa sono super sicuro al mondo: douglas e strajè sono la stessa persona.

      Non è giornalista, ma scultore

      E’ una persona fisica che stimo e che ho avuto modo di conoscere personalmente.

      Poi, da persona di cultura quale è, conosce molte lingue

  • 25 Marzo 2020 in 17:43
    Permalink

    Aggiornamento LETTORI, CONTRAPPELLO morosky

    LUCA
    STRAJE’
    VELENOSO
    DAVIDE
    ….
    LUCADENA
    SIBERIANHUSKI

    RIKMAN, ciao Riccardo, pedala pedala, sui rulli, nel ……………….professionismo si fa prima della cronometro oppure, ……………….post gara, per defatigare in scioltezza …giusto ?

    JDM ..Assio ciao, cmè stet ?? tut ben intorna a ti ??

    LUCAB…ciao Luca, ti confermo che DOUGLAS ABDELL, lo scultore – SCALPLEN, di risapute origini italiane ( alle quali lui tiene molto, con ricordi e passione giovanile ).. è la stessa persona….solo che , nel momento in cui ha conosciuto questo termine, STRAJE’, confezionatogli dal sottoscritto …

    …sta a significare UN ITALIANO IN GIRO PER IL MONDO …

    ..ha deciso di modificare il suo nick, non + nome e cognome ,

    appunto D.A….bensì ..straje ..( Rocky Marciano è un suo pupillo )

    ..se leggi sopra, la mia replica a Velenoso ….
    è ben spiegato, credo con buona dose di verità…
    ..
    basta usare GOOGLE traduttore ….

    …non è poi così strano nè difficile ….

    AVANTI CON L’APPELLO ….battete un colpo …e na mazzata in testa al C.V. 19 …..COFET ? …COVOT ??

  • 26 Marzo 2020 in 07:01
    Permalink

    Allora Moro spiegami il motivo per cui
    Douglas Straje’ scriveva come un bambino
    dell’asilo o della scuola materna.
    Non si può scrivere con puntini con mezze
    frasi incomprensibili senza senso scritte un
    po” in italiano scasso un po’ in inglese
    e un po’ in lingue strane senza dire NIENTE
    Bastava scrivere come scrive ora
    Per lui era una forma d’arte?
    Ma mi faccia il piacere
    Perché non l’ha fatto?
    Perché non ha scritto in italiano
    visto che si considera italiano?
    Semplice voleva prenderci per il culo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI