IL PREMIER CONTE CHIUDE TUTTE LE ATTIVITA’ ITALIANE MENO QUELLE ESSENZIALI: “NON CI ABBRACCIAMO OGGI PER ABBRACCIARCI PIU’ FORTE DOMANI” (VIDEO)

PREMIER CONTE 11 03 2020

IL PREMIER CONTE CHIUDE TUTTE LE ATTIVITA’ ITALIANE MENO QUELLE ESSENZIALI: “NON CI ABBRACCIAMO OGGI PER ABBRACCIARCI PIU’ FORTE DOMANI” (VIDEO)

(www.amsa.it) – Il governo annuncia nuove misure restrittive per fronteggiare il contagio del coronavirus in Italia “Per avere un riscontro effettivo” di queste misure “dovremo attendere un paio di settimane” ha spiegato il premier Giuseppe Conte elencando le nuove disposizioni:  “Chiudono parrucchieri, centri estetici e servizi di mensa.  Restano garantiti i servizi pubblici essenziali tra cui i trasporti e i servizi di pubblica utilità. Restano garantiti i trasporti. Chiudono i negozi, i bar, i pub e i ristoranti. Resta consentita la consegna a domicilio. Per le attività produttive va incentivato il più possibile il lavoro agile, incentivate le ferie e i permessi”. Le fabbriche resteranno aperte ma “con misure di sicurezza. “Saranno garantite, nel rispetto della normativa igienico-sanitaria, le attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che offrono beni e servizi rispetto a queste attività”.

“Se i numeri dovessero continuare a crescere, cosa nient’affatto improbabile, non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure. Non dovremo fare una corsa cieca verso il baratro. Dovremo essere lucidi, responsabili” ha sottolineato Conte

“Non è necessario fare nessuna corsa per acquistare il cibo: i negozi di alimentari restano aperti” è l’appello di Giuseppe Conte.

Domenico Arcuri sarà il “nuovo commissario delegato, con ampi poteri di deroga”. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte.

“Abbiamo valutato che il COVID-19 può essere caratterizzato come una situazione pandemica”. Lo ha annunciato il capo dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing da Ginevra sull’epidemia di coronavirus. “L’Oms ha valutato questa epidemia giorno dopo giorno e siamo profondamente preoccupati sia dai livelli allarmanti di diffusione e gravità, sia dai livelli allarmanti di inazione“.

“Nei giorni e nelle settimane a venire prevediamo un aumento del numero di casi, del numero di morti e del numero di Paesi colpiti”, ha detto ancora il direttore generale dell’Oms.

“Siamo incoraggiati dalle misure aggressive adottate dall’Italia, speriamo che abbiano effetti nei prossimi giorni”, aveva detto Ghebreyesus nel briefing da Ginevra sull’epidemia di coronavirus.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

10 pensieri riguardo “IL PREMIER CONTE CHIUDE TUTTE LE ATTIVITA’ ITALIANE MENO QUELLE ESSENZIALI: “NON CI ABBRACCIAMO OGGI PER ABBRACCIARCI PIU’ FORTE DOMANI” (VIDEO)

  • 12 Marzo 2020 in 10:34
    Permalink

    L’UPI ha organizzato una raccolta fondi per la spesa a domicilio. Funziona così: tizio dona e caio porta la spesa a casa. E l’UPI?Beh diamine fa come col PPC fa mettere i soldi ad altri e va nei cda. Il problema è che il pipante non può in questo periodo fare quello che è il suo mestiere da oltre n lustri ovvero stringere mani. Mi dicono che ha un bagaglio come quello per i selfie un bastone con una mano in fondo ed usa quello mentre i dottoroni sono collegati con Palazzo Soragna in conferense via scaip dagli studi col vestito sopra e le braghe della tuta in acetato anni 80 sotto. Anche se mi sa che le stabiare e i campi di tomacche dovranno essere lavorare coi droni e l’ebida calerà e anche l’ecsport perché Tramp chiude i voli ma noi abbiamo quello per l’Albania ah è chiuso anche quello.

  • 12 Marzo 2020 in 11:03
    Permalink

    CHIUDERE TUTTO….E STARE TUTTI A CASA…

    E’ la nostra unica salvezza….

  • 12 Marzo 2020 in 11:56
    Permalink

    lInk per scaricare l’autocertificazione, indispensabile per poter uscire di casa, anche per andare a fare la spesa o portare il cane fuori. Qualsiasi motivo.

    https://www.interno.gov.it/it/speciali/coronavirus

    attualmente è aggiornato al DPCM del 9 marzo ma va bene lo stesso.

  • 12 Marzo 2020 in 13:46
    Permalink

    Vergognoso silenzio della regione! Ma Bonaccini esiste?
    Regione in trincea contro il virus ma ignorata e che non si pronuncia.

    • 12 Marzo 2020 in 15:40
      Permalink

      non si pronuncia su che cosa? le disposizioni contenute nel decreto di ieri sera sono valide per tutta italia così come le precedenti del 9.

    • 12 Marzo 2020 in 18:22
      Permalink

      bònace’ le dre fer l’aperitiv con Zingaretti a malano ,parche’ nuetor seme i pu furob

  • 12 Marzo 2020 in 15:01
    Permalink

    Oggi è il primo giorno che lavoro da casa e sto già impazzendo. Speriamo duri poco.

  • 12 Marzo 2020 in 19:07
    Permalink

    allora, la situazione di talune province emiliane (Piacenza e poi Parma) NON è quella di “tutta Italia” bensí la peggiore dopo quello della Lombardia ma gli emiliani (quantomeno il sottoscritto) non hanno sentito nulla dal proprio governatore. Sempre allineato, evidentemente, senza aggiungere nulla. Eppure c’è stato dibattito tra taluni presidenti regionali ed il governo. NULLA! Poi pensala come vuoi, la politica partitica non c’entra.

    • 12 Marzo 2020 in 19:45
      Permalink

      c’è stato dibattito finchè le norme di comportamento erano diverse tra regioni e province. adesso che siamo tutti nella stessa barca e le regole sono uguali per tutti non c’è bisogno che qualche presidente di regione dica la sua. nessun bisogno. sono d’accordo che la politica partitica adesso o c’entra niente

I commenti sono chiusi.