DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (34^ puntata) – TERRY FILIPPINI, LA SIMPATICA MAMMA DEI GEMELLI EMANUELE E ANTONIO, VITTIMA DEL COVID 19

Luca Savarese(Luca Savarese) – 11 Gennaio 2004. Parma-Inter è in bilico. Poi, prima dell’intervallo, ci pensa lui a portarla dalla parte dei padroni di casa, a metterla dentro, alle spalle di Toldo. E’ il gol che deciderà la gara. Lui è Emanuele Filippini, che festeggerà la rete con tanto di suonata di chitarra, essendo anche un abile musicista. Emanuele è nato Brescia, gemello di Antonio, il 3 Luglio del 1973. Chi li ha messi al mondo è la signora Terry una donna genuina, che ama i propri figli e adora il proprio marito. Per la sua semplicità – non proprio cifra di tutte le mamme dei giocatori – fu spesso inviata dagli stadi dove erano impegnati i figli in campionato all’interno di Quelli che il calcio nelle edizioni condotte da Simona Ventura. Proprio prima della Santa Pasqua, per la finestra Home sweet home avevo contattato su Instagram Emanuele, quale papabile protagonista. Lui, molto carinamente e prontamente, mi rispose che gli dispiaceva un sacco ma essendo vice allenatore della rappresentativa Under 17 azzurra, non poteva rilasciare interviste. Ci sono calciatori, anche meno famosi di lui e con pochissime gare importanti sulle gambe, che manco rispondono. Si Emanuele, come del resto Antonio, questa educazione l’hanno ricevuta dalla mamma, che ha loro insegnato ad essere prima di tutto sé stessi e poi il ruolo che ricoprivano. Non era certo la madre che si dava le arie per i successi dei propri rampolli né tanto meno la signora sciantosa che si agghinda con abiti firmati per la serie i miei figli giocano in serie A. No, tutto il contrario: terry ed emanuele filippinipartecipe alle gesta dei figli, la partecipazione e la discrezione e con quello stile ruspante, quasi anticonformista. Il Coronavirus non fa sconti, a questa bestia virale non interessa chi ha davanti, ma solo farlo fuori. Purtroppo ci è riuscito anche con lei. La signora Filippini era ricoverata allo Spedale Civile di Brescia dal 25 Marzo scorso. Gli ultimi giorni aveva parlato attraverso lo smartphone con i figli ed i nipoti e questa notte, a 74 anni, ha finito la sua partita terrena. Ma, mamma Terry, ne siamo certi, anche dal cielo, non farà mancare le sue scintille di simpatia. Il Covid 19 sta facendo stragi: nel bresciano, poi, ha attecchito in modo strisciante. Sperando che presto si possa trovare un vaccino, in grado di fare come il figlio Emanuele quel giorno di Gennaio di 16 anni fa e far gol non all’Inter, ma a questo male invisibile ma potente, che sta facendo davvero troppe vittime. Luca Savarese

#Trentaquattresima puntata Lunedì 20 Aprile 2020

gemelli filippini

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (34^ puntata) – TERRY FILIPPINI, LA SIMPATICA MAMMA DEI GEMELLI EMANUELE E ANTONIO, VITTIMA DEL COVID 19

  • 20 Aprile 2020 in 19:45
    Permalink

    Condoglianze ai gemelli filippini

  • 21 Aprile 2020 in 10:30
    Permalink

    Il cordone ombelicale che lega figlio e madre è indissolubile e non esiste età per cui il dolore non sia devastante. Solo chi ha provato questo dolore può capire ! Condoglianze ed un abbraccio ai gemelli Filippini.

  • 21 Aprile 2020 in 17:49
    Permalink

    R.I.P.

I commenti sono chiusi.