DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (39^ puntata) – PARMA E FIDENZA CELEBRANO A DOVERE UN 25 APRILE QUANTO MAI ATTUALE

valentina strozzi 25 aprile(Luca Savarese) – Ore 15, il tradizionale orario delle partite, il primo anticipo del sabato inizia proprio a quest’ora, diventa il fischio d’inizio di un canto, che si propaga universale, da ogni balcone d’Italia. Si canta Bella Ciao, il famoso testo simbolo della liberazione dal potere e dalla dittatura nazifascista. Questo canto, diffusosi in tutta Europa specie dopo il Festival della gioventù democratica che si tenne a Praga nel 1947, riproduce probabilmente un antico adagio diffuso nel Nord Italia su calco di un cantico francese cinquecentesco. Niente piazze piene, nessuna folla che fa sventolare lo spartito, si canta dalle finestre tra cellulari, stupiti, che ne immortalano la stranezza. E’ la Bella Ciao della quarantena, dove si festeggia quella liberazione, si onorano i partigiani, ma si combatte ancora questa guerra virale. Particolarmente intensa e piena di ritmo, è la versione di Bella ciao risuonata a Parma, dai suoi balconi, anch’essi spettatori di una musica di ieri che ha la forza di interrogare il silenzio di oggi. Tante le iniziative nel parmense per un evento che quest’anno non è solo un rammentare con la mente, ma è un vero e proprio ricordare, che coinvolge il cuore. Perché se quella guerra di cui oggi si celebra la fine appartiene al passato, quella che ci costringe a vivere questo 25 aprile dal balcone, ha solo oltrepassato la prima fase e c’impone, come ci ha ricordato il radiocronista Massimo Barchiesi nei giorni scorsi su queste colonne, a bella ciao istituto comprensivo ferrarimantenere ancora alta la guardia. Ha aperto le danze del memoriale partigiano parmigiano l’esecuzione di Bella Ciao interpretata dagli studenti e dai docenti dell’istituto comprensivo Giacomo Ferrari. Pronta la divisione delle mansioni: gli alunni si sono occupati della parte sonora e vocale, mentre gli insegnanti hanno offerto il loro contributo solo alla parte vocale. Ognuno nelle proprie abitazioni ha registrato il proprio audio, che poi i prof Orlandi e De Fazio hanno provveduto ad armonizzare in un unico pezzo. “In questo periodo caratterizzato da incertezza, insicurezza e separazione, la nostra scuola bella ciao ist ferrariha pensato di proporre un momento di aggregazione attraverso l’interpretazione della canzone “Bella Ciao” eseguita da un coro virtuale di docenti e alunni”, si legge dal sito dell’istituto, che ha pubblicato il prodotto finale di questi particolari compiti a casa, il video. “Cantare Bella ciao” ha poi aggiunto l’Istituto Ferrari, significa ricordare i Partigiani che hanno portato alla Liberazione dal nazifascismo e che sono, per tutti noi più che mai in questi giorni difficili, un imprescindibile/significativo modello di resistenza civile! Inoltre, continuano nella loro spiegazione, ecco un dedicatario speciale: Giacomo Ferrari, che dà il nome al plesso scolastico, comandante l’8 anpi fidenzasettembre del 1943 dei partigiani della Val Parma. Da una manifestazione all’altra, un po’ come le note dell’odierna Bella Ciao, che rimbalzano da un balcone all’altro. E’ il turno di Fidenza. Prima le campane, poi il ricordo degli ultimi cinque partigiani fidentini, che hanno vissuto in prima persona la lotta di liberazione: Rino Piccinini, partigiano Morgan, classe 1928, Franco Bottioni, partigiano Panocia, classe 1926. Antonino Besagni, partigiano Uragano classe 1927 e due staffette, Lina Zeni, classe 1928 ed Eris Utti, classe 1925. Ricordati dal vicepresidente Anpi Fidenza Armando Perteghella che poi inizia il suo intervento: “Nemmeno nelle più remote immaginazioni ci aspettavamo di festeggiare un 25 Aprile così devastante” e conclude con la frase del partigiano Sandro Pertini… “E’ meglio la peggiore delle democrazie che la migliore delle dittature”. E’ dunque il andrea massari sindaco fidenza 25 aprile 2020momento del sindaco fidentino Andrea Massari che apre così il suo intervento: “Ora siamo chiusi in casa per combattere un nemico che neanche riusciamo a vedere, stare in casa è il must, per questo ringrazio i cittadini, le forze dell’ordine che ci proteggono. Fidenza, ha riposto in modo straordinario in questa quarantena, sia nei singoli che in gruppo, con lo spirito che è un grande grazie a chi è stato, è e sarà anche nei prossimi mesi, in prima linea, i responsabili sanitari”. Continua, con un discorso che si fa sempre più accorato, intenso, al punto da rompergli la voce dall’emozione, il primo cittadino fidentinoE’ un grazie che non può fermarsi, da questa vicenda drammatica non è difficile vedere delle luci splendenti che sono andrea massari 25 aprile 2020queste esperienze, che tutti abbiamo visto, toccato, misurato. Della libertà abbiamo assaporato la necessità in questi mesi, anche quel pezzo d’Italia che continua ad odiare questa festa nazionale, ad offenderla, oltraggiarla, a Forlì, un consigliere comunale, giovedì, ha auspicato che gli anziani resistenti fossero tutti in piazza oggi a contagiarsi. Da qualche giorno sono quotidiani gli insulti all’Anpi. Non è un’Italia bella, non fa parte delle luci di cui parlavo prima, eppure la libertà è stata conquistata anche per questi esseri di…mi fermo…Il 25 aprile non è un fatto perso nelle pagine della storia, perché è un pensiero sempre attualizzabile, oggi ancora di più incredibilmente contemporaneo. che ci parla oggi in questo tempo, in questa crisi. Non ci si salva da soli ma tornando ad abitare alcune parole. Come fiducia. Come comunità, sono le due armi che abbiamo. Dobbiamo Luca Savareseprendere questo stile per andare avanti, perché il futuro ha molte incertezze”. Massari prosegue e conclude il suo appello: “Pochi giorni fa, ho celebrato, in solitaria, un matrimonio di due giovani fidentini in municipio:è un messaggio che ci danno: scontriamoci, diciamoci le cose senza nascondere nulla, ma non scordiamoci mai di camminare insieme. Dobbiamo tornare a vivere nel mondo ma non contro il mondo, nel rispetto delle cose comuniChiudendo la stagione delle balle, spacciate per verità, solo per odiare. Nella verità è difficile smontare, è più facile costruire”. Questa mattina mi son svegliato ed ho trovato l’Italia, Parma e la sua provincia in prima linea, presa da un modo nuovo per festeggiare una cosa di ieri che ci educa e tanto, in questa guerra al virus, ancora oggi. Forse non è un caso che il viale che conduce allo stadio Ennio Tardini si chiami viale partigiani d’Italia. Si, coraggio e slancio che hanno costruito e costruiscano una via, lastricata di esempi. Luca Savarese

#Trentanovesima puntata Sabato 25 Aprile 2020

BELLA CIAO – ISTITUTO COMPRENSIVO GIACOMO FERRARI

BELLA CIAO, FLASH MOB PARMA

Video di Valentina Strozzi e Riccardo Zanzucchi

25 APRILE, CELEBRAZIONI COMUNE DI FIDENZA

Interventi di Armando Perteghella (Anpi), Andrea Massari (Sindaco di Fidenza), Rita Sartori (Presidente Consiglio Comunale di Fidenza)

2 pensieri riguardo “DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (39^ puntata) – PARMA E FIDENZA CELEBRANO A DOVERE UN 25 APRILE QUANTO MAI ATTUALE

  • 25 Aprile 2020 in 22:23
    Permalink

    Che il 25 aprile sia l’inizio della liberazione dal maledetto Coronavirus!

  • 26 Aprile 2020 in 11:06
    Permalink

    ci liberammo dei visigoti ci schiavizzarono i celtici,best regards

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI