HOME SWEET HOME… CON MARA SANTANGELO: “TIFO PARMA PERCHE’ STREGATA DA ZOLA. MI MANCA LA FISICITA’ DI UN ABBRACCIO, MA QUESTA PARTITA VA VINTA DA TEAM”

 

MARA SANTANGELO

Luca Savarese(Luca Savarese) – Quando, alcuni anni fa, la vidi tifare Parma all’interno di una puntata di Quelli che il calcio, tra me e me subito pensai una cosa: io prima o poi devo raggiungerla, parlarle. Lei intanto, passava da un campo all’altro, strabiliando tutti. Nel 2007, ecco il capolavoro del Roland Garros conquistato in doppio con l’australiana Alicia Molik, diventando la prima italiana in assoluto a vincere un torneo del Grande Slam. Inoltre, sempre nel 2007, è stata insignita dal presidente Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel 2013 ha dato alle stampe per le edizioni Piemme Te lo prometto, un testo a trecentosessanta gradi, una sorta di cifra sportiva ed esistenziale, dove racconta la scoperta del giocatore più importante di tutti, la fede. Insomma, tantissima roba. Oggi pomeriggio ci ha idealmente aperto le porte di casa sua, per una gustosa chiacchierata, sotto rete…

Mara, è in corso una partita particolare ed inedita. Non si gioca né sull’erba di Wimbledon nemmeno sulla terra battuta a te molto cara del Roland Garros, ma è una specie di campionato italiano, europeo e mondiale insieme. C’è una pallina invisibile ma perfida che non riusciamo a rispedire dall’altra parte della rete, una volta per tutte…
E’ un momento molto difficile per ognuno di noi, però credo dobbiamo avere quegli occhi per poter vedere le cose positive, per vedere quello che ci può insegnare questa situazione, ti posso assicurare che personalmente mi sta insegnando tantissimo, sto imparando tanto, a cominciare, per esempio, da quante cose che diamo per scontate e che poi, scontate, non lo sono affatto”.

Come vivi quotidianamente questa partita?
Sono a Roma, da sola, quindi oltre alla situazione che è sotto gli occhi di tutti,vivo una sorta di quarantena nella quarantena, abbastanza tosta, lontano dagli affetti. Certo abbiamo a disposizione i social, che ci permettono di comunicare con le persone, di vederle, e questo è già un grande aiuto, ma il valore di un abbraccio, sinceramente, credo sia insostituibile, io poi sono molto fisica nei contatti con le persone a cui voglio bene, l’abbraccio è qualcosa di più per me e mi mancando in modo particolare”.

Nel tuo bel libro Te lo prometto è incastonata una perla, quando racconti la tua prima salita alla collina delle apparizioni a Medjugorje, se non sbaglio ad inizio novembre 2010 e come in quella notte ringraziasti il Signore per tutto quello che ti aveva dato e non avevi mai apprezzato. Può essere anche questo il segreto prezioso di questa stasi che stiamo vivendo?
Si per me assolutamente,lì è stata una tappa fondamentale della mia vita che mi ha fatto vedere tutto con gli occhi diversi,il dono della fede mi ha completamente cambiata, oggi riesco a ringraziare, prima mi era tutto dovuto, oggi grazie alla fede, a questo dono prezioso, ecco una delle cose che faccio ogni santo giorno quando mi sveglio è proprio ringraziare delle migliaia di cose che ho e che ripeto diamo per scontate poi quando ci vengono a mancare, ahi, ecco che allora ce ne rendiamo conto… Ci cambierà questa fase, non so se in meglio o in peggio, ma ne usciremo cambiati di sicuro, sta a noi riuscire a fare quello swish in meglio e non in peggio perché poi la sofferenza, i momenti difficili, le privazioni, non tutti queste situazioni le affrontano allo stesso modo ma ad alcuni possono chiudere il cuore ed incattivire, mentre è proprio il contrario, la cosa decisiva sarà trasformare quello che sta accadendo in altro, in una specie di nuova apertura”.

Veniamo alle questioni targate Parma. Quando scocca la tua scintilla per i Crociati?
Quando ero ragazza, in quell’era c’erano talmente giocatori super forti, erano gli anni d’oro, Parma era una piccola cittadina che emergeva in grado però di sorprendere e di prendere per mano i sogni, era un sogno di tutti i ragazzini di quel tempo che vedevano nel Parma una possibilità in mezzo alle big di quegli anni, era come una specie di refrain: “Ognuno di noi ragazzini ce la può fare, se ce la fa una squadra piccola ma grande come il Parma”…poi quello che mi stregò fu Gianfranco Zola, ero ragazza, lui e il Parma diventarono presto la mia scelta di squadra, di modo, fiero, anche di porsi davanti alle sfide”.

Se tu fossi un giocatore del Parma chi avresti voluto essere lui, Zola?
Si senza dubbio, Zola, coniugava due cose non sempre tenute insieme, era super talentuoso ed allo stesso tempo molto umile. Aveva uno stile molto riservato e nel momento giusto tirava fuori il coniglio dal cilindro del suo talento e, saltava fuori la magia…”

E impari che puoi davvero sopportare, che sei davvero forte, e che vali davvero. E impari, impari, impari”. All’inizio della tua opera riporti questi versi incisivi di Veronica Shoffstall, ecco quale consiglio daresti a tutte quelle ragazze e ragazzi che fanno regolarmente tennis, che si allenano a casa e che non vedono l’ora di tornare sui campi all’aria aperta?
Il primo consiglio che mi sento di dare, ai giovani, ne incontro tanti, grazie al mio progetto vado nelle scuole a parlar loro, è quello di seguire una loro passione, spero anzitutto che questi ragazzi che giocano a tennis o praticano qualsiasi altro sport lo facciano davvero per una loro scelta, e non spinti o da un parente o dall’amico, seguite le vostre passioni, quello che vi piace, di sicuro nel percorso della vita troverete ostacoli, però se fate una cosa che vi piace, sarà più facile riuscire a superare quelle difficoltà, quel momento difficile, tipo questo, invece se seguite una passione non personale ma imposta da altri come un genitore o un amico, lì sarà molto più difficile resistere nei momenti critici”.

Mara questa partita dell’attesa si vince con uno smash o con un lob?
Si vince In team, io che ho scelto uno sport individuale e che poi certo mi ha portato a giocare in team in nazionale e anche nel doppio, oggi da ex tennista, quindi uno sport molto singolo, ecco adesso come adesso, dico che la risposta oggi sia essere uniti, fare squadra per combattere questa battaglia, sconfiggerla e seguire le direttive che ci stanno imponendo. Continuo a vedere in tv, persone che la prendono un po’ alla leggera, ma è una cosa seria da sconfiggere, che è molto problematica, lo stiamo vedendo, è una pandemia che non fa sconti a nessuno ed è in giro per tutto il mondo. Dobbiamo però allo stesso tempo pensare che non è una cosa a lunghissimo termine, prima o poi finirà, i nostri nonni hanno fatto le guerre, a noi viene chiesto di stare a casa, con il confort delle tecnologie, con la possibilità di poter mangiare e bere, ecco siamo messi in grado di stare bene in fondo, non è un sacrificio così grosso, rispetto a quanto è stato chiesto in passato ai nostri nonni in guerra, quella fu veramente una croce. Qui si tratta di seguire le direttive, stare a casa, rispettare le misure di distanza se usciamo, mettere la mascherina, mettere i guanti, poi la scienza troverà il modo per farci uscire da questo che per tanti è incubo e spero che si possa trasformare in momento di riflessione e perché no di pace per cercare di capire quali possano essere gli obiettivi per il futuro per ognuno di noi, io la penso così”. Luca Savarese

3 pensieri riguardo “HOME SWEET HOME… CON MARA SANTANGELO: “TIFO PARMA PERCHE’ STREGATA DA ZOLA. MI MANCA LA FISICITA’ DI UN ABBRACCIO, MA QUESTA PARTITA VA VINTA DA TEAM”

  • 5 Aprile 2020 in 23:48
    Permalink

    Consiglio di leggere l’intervista a Cacciari sull’HP. Finalmente qualcuno che si scaglia contro l’ipocrisia del “che bello stare tutti a casa” e “cambierà tutto”.

  • 6 Aprile 2020 in 15:23
    Permalink

    Grande Luca, l’ho letta anch’io e trovo sia il primo dopo due mesi a dire qualcosa di sensato oltre “tutti ai domiciliari per aiutare i nonni” (domiciliari che non possono durare ancora molto….il popolino come i cani deve pisèr…).

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI