IN MEMORIA DEL TIFOSO CROCIATO CLAUDIO ZANARDI, LO “ZANCLAUS” DI PARMAFANS

PARMAFANS ZANCLAUS

claudio parmafans 1(Luca Russo) – La notizia della tua scomparsa rende questo momento ancor più drammatico. Mi è giunta stamattina, quasi casualmente, mentre facevo “zapping” tra una pagina web e l’altra. Non ero a caccia di notizie sul virus che ti ha strappato a questa vita che, per la conoscenza che avevo di te, hai sempre vissuto sul filo dell’allegria. Volevo solo distrarmi dai numeri, neri, di queste giornate piene di sole ma con poca luce, e pensare ad altro. E invece il virus si è ripreso la scena. Lo ha fatto alla sua maniera, riportandomi alla realtà dura e cruda, che qui dalla mia terra, la Campania e Napoli, si percepisce di striscio perché qui questo nemico invisibile ha sì colpito, ma non con la stessa virulenza devastatrice manifestata altrove. “Ciao Claudio” mi è bastato leggere per capire cosa era appena successo. Ed è stato come ricevere un pugno nello stomaco, un destro in pieno volto. Un colpo di claudio parmafans 4quelli che inevitabilmente fissano un prima e un dopo. Un colpo che ho incassato “grazie” al forum di Parmafans… sì, lo stesso forum che quasi quindici anni fa mi diede la possibilità di conoscere te e tanti altri tifosi Crociati. Uno spazio virtuale che ci ha uniti per tanto tempo, prima che la vita di ognuno di noi esprimesse priorità diverse, e che sapeva farlo al di là delle distanze che ci separavano e delle diverse provenienze geografiche. Di te ricordo quella volta che giocammo insieme a calcetto a Basilicanova. Di te ricordo i pranzi prepartita insieme, giravi attorno al tavolo, saltellando di “forumista” in “forumista”, chiacchierando amabilmente con l’uno, scherzando con l’altro: eri un intrattenitore nato e in quei momenti il papà del gruppo, il collante di una banda di ragazzini, di ragazze e di ragazzi e di signori un po’ più attempati uniti dalla passione per il Parma. Di te ricordo quelle volte in cui, cavalcando le mie origini partenopee, approfittasti dei nostri capannelli che dopo un pranzo o prima della partita si claudio parmafans 3formavano spontaneamente per intonare insieme a me i brani più famosi della canzone napoletana, e lo facesti con interpretazioni degne del Festival di Napoli. Credo che avessi una passione per la musica, forse anche per il canto, probabilmente pure per la canzone napoletana. Di te ricordo quella volta insieme da Walter: tra le mie perplessità ordinasti per me un Supermillino. Me ne innamorai, come era naturale che accadesse vista cotanta bontà, e non sarebbe mai potuto succedere se non ci fosse stato il tuo consiglio, la tua mano. Ecco, vedi, parlando di te la parola insieme ricorre spesso. E non è un caso. Tu la declinavi mettendo a proprio agio chiunque capitasse nei tuoi paraggi, si trattasse anche di una persona conosciuta 5 minuti prima: un campione di empatia e di simpatia.
Erano anni che non ci si vedeva e che non ci si sentiva. Ma di te ricordo tante cose, perché avevi il dono tipico di chi sa lasciare il segno in ogni vita che sfiora. Una bella Z, ma non la Z di Zorro, piuttosto quella di Zanclaus, il tuo nickame sul forum. È stato un onore, una fortuna e un piacere conoscerti.

Ciao Zan…

Ciao Claudio…

claudio parmafans 2

3 pensieri riguardo “IN MEMORIA DEL TIFOSO CROCIATO CLAUDIO ZANARDI, LO “ZANCLAUS” DI PARMAFANS

  • 8 Aprile 2020 in 17:38
    Permalink

    😥 Cosi è anche se non ci pare

  • 8 Aprile 2020 in 19:52
    Permalink

    Conosciuto anch’io di persona. Una persona davvero squisita e alla mano, un parmigiano verace.

  • 8 Aprile 2020 in 20:23
    Permalink

    R.I.P. 💛💙

I commenti sono chiusi.