PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / 40ENA O 60ENA?

mauro morosky moroni 08 04 2020(Mauro “Morosky” Moroni) – Dopo circa un mese dall’inizio dello stato di “clausura”, #hastag.in.ca#, io credo che il periodo di quarantena (40ena in cifre) potrebbe diventare, come minimo, una 60ena che, a conti fatti, ci porterebbe circa a metà maggio, salvo ulteriori complicazioni, proroghe e/o in caso di ulteriori misure preventive legate alla sicurezza; in questi giorni, (ancora una volta sono da stigmatizzare), come riscontrato dagli Organi competenti, ci sono ancora troppi cani sciolti in giro: ogni 5 persone controllate, 1 non è in regola con l’uscita (producendo giustificazioni assurde e non veritiere) che, rammento, dovrebbe essere per soli motivi autorizzati, la spesa alimentare, la farmacia, il lavoro, diciamo pure che un 20% della popolazione continua a cercare di fare la parte del furbetto di quartiere, eludendo la serrata, uscendo, infischiandosene incoscientemente della propria e dell’altrui salute!

Io sto in casa,

Tu stai in casa,

Egli sta in casa,

Noi stiamo in casa,

Voi state in casa e

Loro ESCONO!!!

cinzia ferraroni profilo facebookLoro, noncuranti del pericolo, noncuranti dei continui appelli, noncuranti, ancora una volta, delle regole, della sicurezza, del contagio a catena, della propria salute, ma soprattutto di quella del prossimo, LORO CONTINUANO AD USCIRE ed io continuo a vedere, tutti i giorni, quattro pagine di deceduti negli ultimi fogli del giornale. Sono morti medici, uomini di culto, sportivi, 50enni, sono morti uomini e donne, il vicino di casa, il collega di lavoro, qualcuno ha avuto il lutto in casa e, in parecchi casi, non erano sempre persone anziane, in tanti casi persone comunissime, sane e senza particolari patologie pregresse, in un modo o nell’altro, sono state contagiate e, nei casi più sfortunati, dopo il calvario del ricovero ospedaliero, non ce l’hanno fatta!

parma piazza duomo vuotaChi ha voglia di mettere a repentaglio, rischiando, la propria vita, faccia pure: io non ti incontrerò perché resto locato tra soggiorno, angolo cottura e terrazzo: cucino, scrivo, leggo, ascolto musica e tutto ciò, assordato dal rumore del silenzio esterno, città deserta (a parte i furbetti “sensa conission”), città morta, desolata, chiusa dentro le case: io non ti incontrerò, ma, se dovesse succedere, ti piglio per il coppino e ti porto io in caserma oppure in questura, visto che le multe ed il rischio del carcere non inibiscono quei pochi, stai a vedere che troviamo rimedi ancor più convincenti: sono un ragazzo pacifico, ma quando serve bisogna usare il pugno duro, o si rispettano le regole o si cazziano i trasgressori, con tutti i mezzi legali possibili, soldi in primis e detenzione (ricordo che viene considerato un reato penale) a seguire: vi insegneranno a fare i furbi, proprio dietro una comoda stanzetta con le sbarre verticali!

achille mezzadri italia unitaMa noi siamo italiani, orgogliosi del tricolore che esponiamo trionfalmente sul davanzale, orgogliosi della nostra arte, storia, cultura, eccellenze geografiche, turistiche, il prosciutto, il parmigiano, la Bella Italia, la pizza, il mandolino, cosa manca tra le nostre eccellenze o tra i prodotti di nicchia? Le mafie, le cosche, la camorra, la n’drangheta, le cooperative consenzienti, il lavoro nero, la manovalanza importata dai barconi, un euro all’ora, lo sfruttamento di tutto quello che è circondato da miseria, povertà e fame, poi, naturalmente, da sottocultura, da abbondanza di ignoranza!

morosky pastaIo l’ho già scritto, ma, lo vado a ripetere: non so cosa succederà prima dell’out, prima che la parola fine sia posta sopra la parola Covid 19 e, con essa, su tutti i danni collaterali che ha combinato e continuerà a provocare, ecco, dopo il “tana libera tutti”, ho già ben chiaro in testa cosa succederà: orde assatanate, fameliche, assetate, in astinenza dal sociale, ma non dal virtuale, si riverseranno nelle strade, bar ristoranti, pub, circoli, discoteche e quant’altro: torneranno tutti a lavorare, produrre, costruire, commerciare, vendere, offrire, assumere, distrarre, girare in bici col favore delle tenebre, soprattutto nelle zone più prolifiche consigliate morosky anolinianche dall’ AssoPusher Freelance, Pilotta, San Leonardo, Oltretorrente nonché in tutti i parchi cittadini (ora chiusi) i quali, riaprendo i battenti, torneranno ad essere frequentati da passeggini, mamme e bambini: naturalmente riapriranno i chioschi e pure le panchine torneranno ad essere occupate (sia dalle badanti che portano a passeggio i loro assistiti, sia dalle signore anziane che torneranno a fare le loro chiacchiere) e, naturalmente, da loro, i ragazzi terribili, i badboys che smerciano roba che, a lungo giro, o tiro, provoca danni quanto il suddetto killer Covid 19!
La nostra vita tornerà normale, come prima e nulla, naturalmente, cambierà, in meglio intendo!

aggressione via trentoQui apro una lunga parentesi e chiamo in causa il nostro lettore Davide (che saluto con affetto e simpatia immutati): il tuo duplice concetto, in parte è SACROSANTO, la seconda, quella che DOVEVA ESSERE PRE CONTAGIO e quella che DOVRA’ ESSERE POST CONTAGIO : una normale, capillare, sana ed energica ATTENZIONE, nonché LOTTA SERRATA ALLE  ATTIVITA’ DI CUI  ACCENNI… tanto per capirci, SPACCIO, MICRO CRIMINALITA’ e SCRUPOLOSO CONTROLLO DEL TERRITORIO!
Il sistema è molto marcio e fallato: oggi funziona così, li arrestano di mercoledì e, il giorno dopo, sono già fuori, ai domiciliari, hanno già il loro pool di avvocati e, dopo 30 secondi che sono in caserma o in questura, hanno già chiamato il loro legale che provvede subito ad attutire l’impatto dell’arresto e dell’accusa cercando immediatamente, tra le pieghe (oscure, cavillose e contorte, sempre a favore del crimine e di chi delinque) della legislazione la gabola, la scappatoia pseudo legale per potere evitare carcere e vita grama!

Su questo punto sono perfettamente d’accordo con Davide, la mia non vuole essere una critica alle Istituzioni e/o alle Forze dell’Ordine, ma solo a quella legge (che fa acqua da qualche parte, non da tutte, solo alcune toppe da mettere, giusto per evitare di colare a picco) che, applicata dalla Magistratura, consente ai “potenziali delinquenti” di aggirare ed evadere la normale legalità proprio per quei cavilli misteriosi che vengono sempre addotti: vizio di forma, decadenza dei termini, insomma, tutte le scappatoie inimmaginabili che consentono a costoro di farla franca (maria, giovanna, daniela, rossana, claudia ecc), si diceva della legge:

  • 1) non è vero che è uguale per tutti
  • 2) tutela i venditori di sostanze illegali (i cavallini dicono che vengono lasciati liberi, in attesa di arrivare ai pesci più grossi, ma quando arrivano gli squali e le orche, il codice penale, da solo non serve, ma questa è un’altra storia, credetemi!
  • 3) ma vi rendete conto che, gli uomini preposti, infiltrati, coloro che lavorano in borghese, sottotraccia, anonimamente, “vestiti” nei panni e con le sembianze di consumatori o potenziali addetti commerciali alle vendite, giusto per entrare nel giro, vedono vanificati i loro sforzi, il lavoro continuato, e, nel contempo, vengono pure derisi dai medesimi con un “tanto domani esco”: a tale proposito, avete mai visto cosa succede ai “venditori ambulanti” che vengono pizzicati senza regolare licenza? Non so con certezza quanto corrisponda al  vero, ma parlando di Turchia e Thailandia, se ti “lamano” ( termine usato nella pesca allo spacciatore), tanto per cominciare ti portano subito in cella e poi, se fai il bravo,  ti fanno parlare con l’avvocato, dopo 6 mesi, ma, nel  frattempo, se va bene, acqua e “ponghe=topi”!

venturiTornando all’”amico” Davide, non sono d’accordo, invece, nel modo più assoluto, sul concetto delle attuali (e giuste) norme restrittive  applicate con estrema e ferrea decisione da parte delle categorie preposte, esercito compreso (almeno, visto che sono pagati, diano un contributo attivo alla collettività) : egli scrive di regime sovietico, di forze militari alla caccia dei runners, ai carrelli di coloro che fanno spesa, ma, credimi Davide, pur apprezzando la tua ironia (strumento del quale mi avvalgo anch’io spesso), in questo caso e, per questi fini vitali, ma non la mia o la tua vita, quella di tutti gli altri: io esco al mattino presto, sotto casa ho l’edicola (regolarmente aperta fino alle 13.00), 100 metri dietro c’è la panetteria ed il supermercato; piccola spesa, veloce, rigorosamente munito di guanti e mascherina protettivi, torno a casa nel più breve tempo possibile, chiudo la porta e sto rintanato al sicuro!

morosky bonardaRammento che sono in pensione, che vivo solo e che devo sopravvivere pertanto, a parte questa mini fuga all’esterno, non sto certamente in giro a ca$$eggiare (i ragazzi, i promoters di cui sopra, loro non ci sono fuori, hai controllato? I mini concerti dei “nomadi” sono sospesi, anch’essi, nelle loro molteplici attività costruttive, non stanno lavorando, non sono stati annoverati tra i beni di prima necessità i loro prodotti, giusto?): invece, alcuni cittadini acefali, continuano ad uscire, macinano kilometri, consumano battistrada e benzina, si inventano le stranezze più assurde e fasulle, per cosa poi, per non stare in casa? Ma se fuori non c’è quasi nessuno, bar e ristoranti sono chiusi, così come i circoli, i ritrovi, ma in do “supercazzola” vai, a cercare cosa, del freddo per il letto ? Oppure un ipotetico contagio con ricovero ospedaliero, il tutto, senza nemmeno sapere come andrà a finire? Vuoi arrivare, tu stolto soggetto che esci a tutti i costi (quel che costi? Avanti prego, avanti un altro!), vuoi arrivare a Ferragosto? Elora sta in ca’  (si ma miga Agostino, a proposito, con il fermo, blocco forzato delle attività sportive, avremo tutto il tempo per tornare su Matri, Borriello, Balotelli, ma, un piccolo pensierino lo farei anche su tal Pesenti, in antica memoria di quella mitica disfida (ci poteva stare pure la effe vero JDM?)

ELORA STA IN CA’ INCOSCIENTE, # IN CA”, TESTINA, PICIU, E GONDON, ti e chi an tal disz miga! SEMO

mascherine morosky varieCome scrivevo oggi su WhatApp, una volta passata la strizza in the middle of chapettes, torneremo ad essere noi stessi, prepotenti, boriosi, misantropi, egocentrici, “sboroni, sbrega verszi e strasa mudant”, ecco dove andranno a parare tutti i falsi attuali sentimenti, buonismo, aiuto del buon vicinato, tolleranza (anche la casa omonima), educazione, rispetto, buone maniere…tutto ciò andrà proprio a finire lassù, nella casa di cui sopra! Eh già, conosco i nostri polli, “polastar d’alevament”!

ET CAPI’ CHE  BISOGNA STER IN  CA?

Augurando buona salute a tutti, con moderato e ragionato pessimismo,

cordiali saluti,

 Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / 40ENA O 60ENA?

  • 8 Aprile 2020 in 19:42
    Permalink

    Grande Morosky che dire di più

  • 8 Aprile 2020 in 19:54
    Permalink

    Quello che abbiamo qui è un esistenzialismo contemporaneo stilizzato e personalizzato … si potrebbe dire una sorta di indiretto o diretto .. comunque si può guardare a “Survival Kit” …. da una persona poetica che guarda a modo suo 360 gradi la situazione che ci troviamo di fronte in questo momento …
    Chapeau Moro … per aver scavato a fondo e condividere la tua esperienza nel gestire la situazione con noi ….

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 8 Aprile 2020 in 20:15
    Permalink

    grazie, in tempo di quarantena si fanno tante cose …

  • 8 Aprile 2020 in 20:18
    Permalink

    Scusi Moro, ma hai preso ad esempio uno stato (la Turchia) in cui ci vanno a finire in carcere anche gli innocenti solo per il fatto di aver criticato Erdogan.

  • 9 Aprile 2020 in 06:00
    Permalink

    Si, certo, credo tu abbia detto giusto ma ….
    ..
    prova a chiederlo agli italiani che hanno “pescato” con la roba addosso …

    ..vaglielo a spiegare ….
    ….
    in questa nostra bella e magnifica Italia, forti delle conquiste fatte, dopo due guerre mondiali …
    ..
    dopo la ripresa…il boom economico…
    ..la DEMOCRAZIA..

    con tanto di mega costituzione ..
    …noi siamo liberi, di pensiero, di parola, di muoverci ..

    … tutto vero …
    qui tutto è lecito e consentito …
    ..
    ed infatti …da … 30…40 anni a questa parte ….si vedono i risultati ottenuti …

    ….prova un pò a guardarti intorno ,,,
    …E NON STO PARLANDO DELLA PANDEMIA …

    chi siamo .. ?
    chi ci governa..?

    DEBITO PUBBLICO …
    ….
    ECONOMIA
    ISTRUZIONE
    STATO SOCIALE

    CRIMINALITA’ ….micro, media e maxi …( quella che c’è ma non si vede ad occhio nudo )

    …POLITICA ESTERA
    POLITICA FINANZIARIA…
    ….IMMIGRAZIONE SELVAGGIA, …incontrollata …

    REGIME FISCALE ….
    ….
    all’estero ci vedono come l’ITALIA DEI FURBETTI ..

    con delle RISORSE PAZZESCHE, CON DELLE ECCELLENZE

    MERAVIGLIOSE, CON DEI LUOGHI TURISTICI, ARTISTICI,

    CULTURALI, CON L’INTELLIGENZA, LA SCIENZA, LA

    MEDICINA, LA TECNOLOGIA, ….

    …. ma…probabilmente, NON TUTTO FUNZIONA BENE …

    prova a guardarti intorno ….nella vita di tutti i giorni …

    osserva tutto con visuale aperta, 360°…

    … SE LA GUARDO A TITOLO PERSONALE ….E LO FACCIO SPESSO …sono costretto a farlo …..

    io non mi lamento …

    sono cresciuto in campagna, famiglia normalissima, proletari operai, …

    EDUCAZIONE SEMI RIGIDA, …CIVICA …NORMALE, SENZA ECCESSI, RISPETTO …SEGUIRE LE REGOLE …
    …..
    lo sport
    il diploma
    il lavoro stagionale estivo
    l’inizio dell’attività professionale a 19 anni ..2 mesi dopo il diploma ..

    inizia la vita …tra governi, politiche, disastri ambientali, ribaltoni,

    liberalizzazioni, la vita di tutti i giorni, quella NORMALE che accettano di vivere in tanti …
    ..
    seguendo regole e consuetudini, senza soluzioni strane o facili scorciatoie …

    …dopo 44 anni di lavoro ..diciamo onesto e normale …anche tra alti e bassi, anche dettato dalle scelte personali, dalle svolte e/o vicissitudini della vitta…della famiglia, del carattere, del proprio io,

    …ho raggiunto la “meritata” soglia pensionabile …
    scrivo meritata…spero di non aver ecceduto a mio favore ..
    ..
    POTREI DIRE CHE STO BENE ,,,
    salute …famiglia…affetti …

    .. credo di avere …nulla di + di ciò che mi sono ..si può dire ..?
    guadagnato col frutto del mio lavoro …
    tra alti e bassi …da formichina..da cicala …da un tipo di vita vissuta, compatibilmente con le risorse e le situazioni ..
    ..
    A MODO MIO ….MY WAY ..

    …..io posso dire …sono sereno ..appagato ..sono tranquillo ..
    IN PACE CON ME STESSO …

    e questo è il concetto dell’io …QUELLO CHE CONOSCO BENE

    per il resto …SIAMO L’ITALIA, CE LA FAREMO … e

    …PER FORTUNA, dico forte, PER FORTUNA che c’è ancora

    MOLTA, TANTA GENTE CHE HA VOGLIA DI LAVORARE, DI FARE, DI ESPORSI, DI AIUTARE, DI LOTTARE ..

    facendo il proprio dovere, eseguendo il proprio lavoro, a testa bassa ma, di fatto, A TESTA ALTA …

    ….poi, a lato, nel rovescio della medaglia …( esiste sempre un lato opposto, da una parte è dorata e pregiata mentre, dall’altra,
    ..è un pò meno nobile …FERRO ARRUGGINITO DICIAMO )

    …a lato ci sono gli UOMINI POLITICI

    ci sono i VENDITORI DI FUMO, DI PAROLE

    e, naturalmente, ci sono

    gli UOMINI CHE PREGANO, che INVESTONO LE LORO

    PREGHIERE PER AIUTARE IL PROSSIMO…per aiutare tutti voi ,,

    io mi aiuto da solo …senza tanti grossi sforzi,

    CREDO CHE BASTI ESSERE

    NORMALI
    ONESTI
    LAVORATORI, operai, impiegati, dirigenti, manager, dall’uomo

    addetto alle pulizie al

    CEO della + importante azienda presente

    all’ interno dell’italico suolo ..rispettivamente

    PAPA e VATICANO…

    …poi ci sono le nostre ISTITUZIONI, LO STATO, IL GOVERNO,

    IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

    IL PRIMO MINISTRO

    SILVIO

    LA JUVENTUS

    ….poi ci sono alcuni personaggi cari a tutti voi ( chi tiene per l’uno, chi per l’altro/a, chi tifa sopra, chi sotto, chi di fianco ..ecc )

    salvini, renzi, zingaretti, grillo, di majo, meloni…

    sono in ordine alla rinfusa, come mi sono usciti dalla tastiera….

    ( dovevo forse scriverli in ordine alfabetico e in MAIUSCOLO ???? ……NON CREDO PROPRIO ….
    ..
    la scelta dei suddetti candidati ….non ha nessun tipo di colorazione o connotati politici …

    IEN TUTT UGUEL…chi da una parte e chi dall’altra …

    tutti hanno sete di potere, di scranno politico,

    di visibilità, di parola e di suffragi ….perché la politica, la loro,

    aiuta a VIVERE MEGLIO …con elevate risorse, con molti benefits

    e parecchi optionals-bonus, oltre ai privilegi e/o esenzioni

    spettanti ai diplomatici….

    PER ME E’ QUANTO ….non so come e se finirà tutto bene …

    me ..ve lo auguro ..per tutti noi …

    dal cittadino numero 60 MILIARDI

    al cittadino numero UNO ….

    coloro che sono abusivi, non censiti, quindi, in nero …

    vedano un pò loro come fare ….

    mauro morosky moroni

  • 9 Aprile 2020 in 06:08
    Permalink

    a me piace vivere in Italia, dove sono nato ma…

    potrei vivere tranquillamente bene anche al Nord … ****

    oltrepassata la Germania ..

    Olanda, Norvegia, Svezia, Finlandia, diciamo che…quell’area li mi ha sempre ispirato molto …da lontano e senza nemmeno sapere come vive la gente normale, il popolino ….

    perchè è PROPRIO QUESTO CHE FA TESTO …
    come vivono le persone ….

    I POTENTI ed I RICCHI ….vivono bene dappertutto …anche perchè, essendo in pochi a spartirsi la ricchezza, ce n’è di + per ognuno di loro ….
    e chietor ?

    dig chi sburlon !!!!

    ****non esortatemi ad emigrare altrove , sto bene qui ma,

    GLI ALTRI ???

    VOI ???

  • 9 Aprile 2020 in 16:32
    Permalink

    Parlando di immigrazione …. molti anni fa … quando studiavo per un anno a Firenze …. bisogna tenere conto del fatto che era il mio primo viaggio in Italia … e dai miei precedenti commenti qui a Stadiotardini.it Non mi sento dimenticato di parlare della mia storia di imigrazione … Voglio solo parlare di una particolare esperienza che ho avuto a Cassio Parmense … Ogni volta che potevo lasciare Firenze … i miei studi a volte andavo visitare la mia famiglia a Cassio …. Un pomeriggio dopo aver pranzato meravigliosamente con la mia famiglia …. bisogna immaginare …. che da giovane scultore … la mia ambizione non aveva limiti (e lo è ancora no) …. ho detto che volevo realizzare un’importante scultura per tutte le principali città del mondo …. La prima risposta è arrivata dalla migliore amica di Antonia Saia, sorella di mia nonna Maria Saia .. … Ha detto Douglas … nipote del nostro Scalplen Giacomo Guernieri … che è venuto qui dall’America … per continuare la tradizione del Scultore ….. qui non c’è bisogno di andarsene qui … perché caro Douglas “Tutto il Mondo e ‘un Paese”

    • 9 Aprile 2020 in 16:59
      Permalink

      Dopo mi ha detto il mio secondo cugino che Lei ha visuto a Cassio tutta la sua vita …solamente ha andato fuori di Cassio una volta …. per andare a Fornovo

      • 9 Aprile 2020 in 17:39
        Permalink

        chepi’ moro ? vai fuori dal cassio 🙂

  • 9 Aprile 2020 in 18:28
    Permalink

    Tra gli altri POSSIBILI …

    scrivendo il numero della popolazione italiana ho CANNATO

    dovremmo essere circa 60 MILIONI di persone e non 60 miliardi …
    ….anche perchè ..su tutto il pianeta terra ….se non ricordo male …

    ammontiamo a 7, 5 MILIARDI di persone ..

    …..delle quali 1,6 solo in Cina ….non so se mi spiego ….

    ….apprezzerei molto sentire cosa ne pensano …

    – coloro che sono iper attivi sui face book

    ..coloro che, in questo periodo sono diventati VIROLOGI,
    ..
    dopo che avevano già conseguito i suddetti patentini:

    CALCIATORE
    ALLENATORE
    DIRIGENTE SPORTIVO
    FOOTBALL MANAGER
    AMMINISTRATORE-CONSIGLIERE DELEGATO
    CEO

    tifoso, osservatore, talent scout ….

    ARBITRO…4° UOMO, ADDETTO VAR, …VAR ….GIUDICE SPORTIVO …

    in genere, costoro, conoscono benissimo tutto di ogni argomento,

    dalla politica alla finanza
    dall’immigrazione all’economia
    dal manzanarre al reno
    dagli appennini alle ande
    …..
    europa, bruxelles, merkel, putin, trump, silvio, cina, corea …giappone …

    ……io per primo, NOI ITALIANI, quelli di oggi, anni 2020,

    SIAMO DEI PECORONI, SARDINE, bla bla bla …
    solo su FB, solo sui social, ….

    …………………………….chi ha le palle,

    SE NON GRADISCE,

    RISCHIA DI SUO,

    SCENDE IN PIAZZA

    BLOCCA LAVORO, SERVIZI, ECONOMIA E BANCHE ….
    ..
    per 3 giorni ….avete visto in Francia ???

    ….queste prese di posizione sono rischiose, a muso duro, anche se non si tirano fuori le armi …non serve ….

    …tu blocca, SOLO PER 3 GIORNI ….la vita del paese….

    dalla A alla zeta

    da Bolzano ( ma questi sono italiani o tedeschi ?? )
    all’ultima isoletta a sud della Sicilia …

    certo che …

    se accendiamo le fiaccole
    …spegniamo la luce in contemporanea per un minuto …alle 20..in punto su tutta la penisola..

    se esponiamo la bandiera italiana o facciamo i concerti live dal nostro balcone …

    secondo me …STIAMO FRESCHI ……

    CE LA FAREMO, CE LA FAREMO ?? ma con quale tipo di pensiero razionale si va ripetendo questa frase …..
    ..
    forse ..!!

    …forse, se tutto andrà benino, ….ce la faremo ma….
    ..tra 4..5 mesi …
    preparatevi …
    questo lasso di tempo …si intende quello ritenuto idoneo per scongiurare …..anche l’eventuale fase seconda …

    … STATE CALMI E SERENI ….ma usate il cervello …a volte funziona…se va in moto subito …poi..è come un diesel…

    …in fondo …se ce l’ha fatta
    L.A.P.O.
    non dovete disperare …

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI