18 MAGGIO, IL PRIMO ALLENAMENTO COLLETTIVO DEL PARMA POST-CORONAVIRUS. IL DOTT. GUIDETTI A REPUBBLICA: “PER I DUE POSITIVI SEGUIAMO LE INDICAZIONI DEL’AUTORITA’ SANITARIA TERRITORIALE”

alenamento 18 maggio parma calcio

(ST) – Come documentato sui profili social del Parma (‘Let’s start again’), che rimandano ad una ampia fotogallery pubblicata sul sito ufficiale www.parmacalcio1013.com (clicca qui per vederla integralmente), la prima squadra del Parma Calcio 1913 ha sostenuto oggi, Lunedì 18 Maggio 2020, la prima seduta di allenamento non individuale post emergenza Coronavirus. Il “gruppo squadra” composto da dirigenti, tecnici e calciatori (una cinquantina di persone circa), si è trovato attorno alle 8.30 al Centro Sportivo di Collecchio, con i giocatori che, dopo la colazione assieme, poi hanno lavorato – distanziati – in gruppetti sui vari campi della struttura, secondo le indicazioni di Mister Roberto D’Aversa e del suo staff, senza pallone, ma con mascherine e DPI e in serata hanno iniziato il ritiro in camere singole seguendo il rigido protocollo elaborato sulle prime indicazioni del Cts e della FIGC (poi rimangiato e in attesa di ulteriori modifiche) e riadattato dal Direttore Operativo Stefano Perrone. Il direttore sportivo Daniele Faggiano, attraverso Sky Sport, ha spiegato: “il ritiro non è una sfida contro gli altri”, e ammettendo: “I ragazzi non sono entusiasti ma ci eravamo già organizzati…”. Ovviamente fermi i due calciatori trovati positivi al Covid 19 dopo il primo tampone (e negativi al secondo), per i quali, come ha dichiarato il Medico del Lavoro e Medico Competente del club Federico Guidetti, autore dei test, in una intervista a Repubblica: “Stiamo ora seguendo le indicazioni dell’autorità sanitaria territoriale”. I due calciatori restano in isolamento e il monitoraggio è continuo. “Entrambi i calciatori sono in ottime condizioni fisiche e asintomatici. Al momento non possono fare gli allenamenti individuali come avevano da poco iniziato a fare su base volontaria. Una volta dichiarati guariti potranno aggregarsi al gruppo per il quale è prevista l’esecuzione di tamponi ad intervalli regolari, sulla base del protocollo per le squadre di serie A, che speriamo sia approvato in settimana. Dopo la positività sono entrati in carico all’autorità sanitaria. Presumibilmente dopo una settimana dovranno rifare i tamponi. Mentre per gli altri calciatori e membri dello staff si aspettano le disposizioni della società Parma Calcio per effettuare nuovi tamponi e test che dovranno comunque essere fatti”, ha aggiunto Guidetti, che ha spiegato di avere iniziato a collaborare con la Società Crociata già da fine febbraio quando “quando il club ha messo in atto il modello di prevenzione del contagio, sia per i dipendenti sia per i calciatori, elaborato dalle varie figure responsabili per la salute e la sicurezza aziendale. Nell’ultima partita di campionato ho coordinato il controllo degli accessi mediante la rilevazione della temperatura in ingresso dei giornalisti e degli operatori televisivi oltre che di tutti gli staff”.
La FIGC, intanto, ha ufficializzato, attraverso una nota, che il Campionato di Serie A non potrà riprendere il 13 Giugno 2020, data precedentemente indicata: “Preso atto delle determinazioni assunte nel DPCM del 17 maggio recante “misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale” e preso atto della sospensione sino al 14 giugno 2020 degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, di cui al citato Decreto, nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti a riguardo, ha prorogato la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno 2020”. In un altro precedente  comunicato la FIGC ha fatto sapere che La riunione del Consiglio Federale è stata convocata per le ore 12 di mercoledì 20 maggio. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, oltre all’approvazione dei verbali delle riunioni del 24 febbraio e 10 marzo e alle comunicazioni del Presidente, i seguenti punti: informativa del Segretario Generale; modifiche regolamentari; nomine di competenza; decreto Presidente Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020: provvedimenti conseguenti; circolare UEFA n. 24 del 24 aprile 2020: determinazioni in ordine alle modalità di conclusione dei campionati stagione sportiva 2019/2020; competizioni ufficiali professionistiche e dilettantistiche stagione sportiva 2019/2020: provvedimenti conseguenti; Licenze Nazionali stagione sportiva 2020/2021; termini tesseramento in ambito professionistico stagione sportiva 2020/2021; ratifica delibere di urgenza del Presidente Federale; varie ed eventuali”. Qualora si decidesse di giocare i play off per lo Scudetto sarebbe in lizza, incredibilmente, anche il Parma…

Stadio Tardini

Stadio Tardini

19 pensieri riguardo “18 MAGGIO, IL PRIMO ALLENAMENTO COLLETTIVO DEL PARMA POST-CORONAVIRUS. IL DOTT. GUIDETTI A REPUBBLICA: “PER I DUE POSITIVI SEGUIAMO LE INDICAZIONI DEL’AUTORITA’ SANITARIA TERRITORIALE”

  • 18 Maggio 2020 in 23:36
    Permalink

    Oh, quando la Germania finisce forse noi iniziamo.
    Il calcio europeo è come l’Europa politica: un covo di individualisti dove ognuno fa come cacchio gli pare senza mostrare un minimo spirito comunitario.

    • 19 Maggio 2020 in 09:58
      Permalink

      Io invece mi chiederei se la Germania potrà continuare ad andare avanti…Ho visto immagini di abbracci, baci e sputi e riaccendere il contagio è un attimo. Senza considerare che la prima giornata ha registrato 8 infortuni muscolari per ovvie ragioni. Per ora solo loro hanno provato a giocare, gli altri tutti stupidi o cagasotto?

        • 19 Maggio 2020 in 15:32
          Permalink

          se era una risposta a me era fuori tema e fuori luogo. Cha cacchio c’entra la resistenza e bandiera rossa?

          • 19 Maggio 2020 in 16:13
            Permalink

            Andare avanti….
            Che filosófica e políticamente…..pesa molto…..anche puoi pensare del relazione Hitler e Benito….su gioco di Tiki Taka política……..

      • 19 Maggio 2020 in 18:15
        Permalink

        Assumersi la responsabilità significa anche prendersi dei rischi. Solo in Italia essere responsabili fa rima con non fare niente.

  • 19 Maggio 2020 in 12:28
    Permalink

    Chiedilo a Davide, il Masaniello del liberi tutti

  • 19 Maggio 2020 in 13:57
    Permalink

    Io dico che c’è troppa gente in giro con la gente che muore negli ospedali!E come diceva anche Casa dovrebbero richiudere tutto non so cosa stia aspettando lo sceriffo Topo Gigio.

  • 19 Maggio 2020 in 14:40
    Permalink

    Lorenz,

    nel Decreto Rilancio sembra (dico sembra…perchè dopo la televendita dell’altra sera 13 maggio il testo ancora il testo non c’è), dicevo sembra che l’Avvocato del Sud abbia inserito un articolo che prolunga l’emergenza sanitaria per altri 6 mesi , da luglio 2020 a fine gennaio 2021.

    Se così fosse significa che saremo inondati ancora dai famosi/famigerati DPCM (quelli dei “congiunti” per capirci…), in cui poche persone il decideranno il da farsi. Il tutto naturalmente sentito il comitato tecnico-scientifico che il 27 del mese prende però lo stipendio regolare e dispone cosa puoi fare e non puoi fare.

    Il DPCM di sabato sera ha quindi stabilito che fino al 14 tutto è fermo e la FIGC si è subito adeguata :

    https://www.sportparma.com/parma-calcio/la-figc-gela-la-serie-a-niente-ripartenza-il-13-giugno.html

    Può darsi che tu abbia ragione sulla Germania, ma è evidentemente un modo per cercare di tornare alla normalità anche considerando che il loro sistema sanitario sulla prevenzione, tamponi e tracciamento e molto più avanti del nostro (…su questo punto specifico ci vuol poco però perchè noi dopo 3 mesi non abbiamo fatto niente).

  • 19 Maggio 2020 in 17:34
    Permalink

    Caro Straje, questo non è un forum politico, perciò con il tuo post l’hai fatta fuori dal vaso. Qui c’è gente che la può pensare in modo differente ma il tuo filmato rischia di generare una catena di giudizi politici, contrari allo spirito di questo sito. Penso che il moderatore doveva intervenire per il rispetto di tutti gli utenti.
    Oppure alcune cose si possono dire e altre no?
    Dear Straje I think you miss the point and it’s better, in the future, that you keep for yourself your political ideas. That’s all.

    • 19 Maggio 2020 in 18:32
      Permalink

      a me che non sono sinistrorso non ha dato fastidio,se vuoi per contrappasso ti faccio metter su faccetta nera o giovinezza

      • 20 Maggio 2020 in 12:22
        Permalink

        🤙🕵️‍♂️

    • 20 Maggio 2020 in 12:24
      Permalink

      🤔🕵️‍♂️

  • 19 Maggio 2020 in 21:29
    Permalink

    E i grillini? Li lasciamo fuori?

    • 20 Maggio 2020 in 07:09
      Permalink

      Direi di no, che c`é già troppa gente in giro, gente viaggi e gente motori gente di mare 🤭

  • 20 Maggio 2020 in 11:22
    Permalink

    c’è gente e ggente
    co fet veh, edicole anni 80?
    Carlè in piasa svè ai du brasè?

    • 20 Maggio 2020 in 14:00
      Permalink

      Pen … come diconno a Cassio – Parmense ..
      ” Tutto il Mondo é un Paese ….
      Vamos …..

I commenti sono chiusi.