DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (48^ puntata) – 5 MAGGIO: LORO FURONO SI’ COME IMMOBILI: NAPOLEONE NEL 1521, L’INTER NEL 2002

Luca Savarese(Luca Savarese) – Prima nel 1821 fu un generale, Napoleone Bonaparte, poi nel 2002, fu il turno di una squadra, l’Inter. Storie di due 5 Maggio tristi, eclatanti e proprio per questo, celebri. La prima fine, quella del comandante francese, avvenuta esule nell’isola di Sant’Elena, fu poi riqualificata dalla poesia di Alessandro Manzoni. La seconda, al netto del triplete che il 22 maggio corrente compirà dieci anni, brucia ancora in seno alle cose della famiglia nerazzurra. Con la Lazio bastava vincere e il tricolore era fatto, conquistato, portato a casa. Invece ecco il patatrac, Hector Cuper che non capisce più un tubaccio, Ronaldo, ei fu fenomeno, che non si dà pace e piange amaramente, abbondantemente. Sant’ Elena per l’Inter si chiama stadio Olimpico, domenica 5 maggio 2002. Nessun Manzoni però in seguito che ne riabilitò quel pomeriggio da tregenda. Ma come mai Alessandro Manzoni volle scrivere quell’ode? Bisogna un attimo riannodare i fili della storia. 17 luglio 1821, don lisander è in vacanza nella sua villa di Brusuglio. Mentre è in giardino, legge le pagine della Gazzetta di Milano e lì apprende della morte di Napoleone, avvenuta sull’isola di Sant’Elena, il 5 maggio dello stesso anno. No, non c’era ancora la connessione veloce e le notizie mica viaggiavano al ritmo dell’H24… La dipartita del transalpino, che aveva conosciuto appena il generale era appena quindicenne alla Scala di Milano e subito ne rimase colpito per lo sguardo luminoso, lo turba profondamente, facendogli percepire, molto forte, la voglia di scriverne qualcosa. Ecco il genio, proprio quando il silenzio della scomparsa sta facendo breccia tra quella persona, lo trasforma in personaggio, lo eternizza. Manzoni, è un po’ come Ronaldo quel 5 maggio 2002 dopo che si accorse che lo scudetto era finito sulle maglie della Juve: nemmeno lui si da pace. Poi gli cade l’occhio sul pezzo dell’articolo che racconta la conversione di Napoleone avvenuta appena prima del trapasso. Manzoni riprende fiato, e mette mano al calamaio. Va di getto, sembra un fulmine, lui al solito così più incline ad una quercia. In tre giorni ha composto il suo 5 maggio: 108 versi raggruppati in strofe da sei settenari. Diventerà il 5 maggio. Resistette a vari tentativi di plagio, finché il 5 maggio 2002 dovette arrendersi: l’harakiri dell’Inter ricordava il mesto canto del cigno dello stratega. Fu una debacle corale, nessuna conversione in corso, ma un lento spegnersi di squadra. L’Inter ha un punto di vantaggio sulla Juve seconda e due sulla Roma, terza. Però più che prepararsi a giocare una partita di calcio, la formazione di Cuper va nella Roma laziale in una specie di gita premio, si ma senza aver ancora ottenuto il premio. Tanto le due tifoserie son gemellate, tanto la Lazio è fuori dalla corsa Champions. Insomma tra un tanto di qui ed uno di là, la presunzione la fa da padrona. Anche se, come avviene in tutte le tragedie che si rispettano, l’inizio è buono. Vieri porta avanti la beneamata. Poborsky, il ceco, al suo ultimo giro sulla giostra Lazio, pareggia i conti. Di Biagio riporta avanti l’Inter. Sta per finire il primo tempo. Sta. Perchè Vratislav Gresko, lo slovacco transitato anche da Parma, commette un erroraccio da matita blu: Poborsky,ancora lui, fa 2 a 2. L’Inter che entra nello spogliatoio per l’intervallo, di fatto, in campo, specie con la mente, non ci entrerà più. 5 maggio 2002Simeone il Cholo fa 3 a 2, Inzaghi Simone servirà il poker. Nessuna voce consolatoria come quella del Manzoni per Napoleone, ma solo quella di Livio Forma, che in un calcio che non era ancora appannaggio delle sole tv satellitari, annunciava, da Udine, la vittoria di madama per 2 a 0 con squilli di Trezeguet e Del Piero ed il conseguente scudetto. Mentre Riccardo Cucchi assieme a Bruno Gaentili, notificavano il disastro nerazzurro dell’Olimpico. A volte c’è qualche poeta che ti rivaluta, a volte qualche radiocronista che rende il tuo dolore ancora più stridente…Comunque una cosa è certa: 5 maggio, loro furono siccome immobili, nel 1821 Napoleone, nel 2002, l’Inter. Luca Savarese

#Quarantottesima puntata Martedì 5 Maggio 2020

7 pensieri riguardo “DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (48^ puntata) – 5 MAGGIO: LORO FURONO SI’ COME IMMOBILI: NAPOLEONE NEL 1521, L’INTER NEL 2002

  • 5 Maggio 2020 in 23:32
    Permalink

    Grande paragone! Azzeccatissimo! 😀

  • 6 Maggio 2020 in 11:27
    Permalink

    Bei tempi andati quando c’era il calcio e si poteva andare in stadi decrepiti. Quando i colonnelli della tutela degli anziani e i loro pasdaran non avevano ancora preso il potere e il popolino era libero anche di comportamenti non salutisti. Sembra un secolo fa, ma come nella “Nacht der langen Messer” – la notte dei lunghi coltelli – di germanica memoria in un sabato sera italiano di soli due mesi fa il popolino mezzo addormentato si è trovato prigioniero dei Grandi Timonieri della povertà felice e della miseria domiciliare col sorriso. I vari topi gigio e peritini si sono trovati, senza nemmeno credere ai loro occhi, investiti di una straordinaria autorità e forza mediatica e al popolo salutista sono dati in pasto nemici quali runner, gente che fa la spesa e poveracci in spiaggia, da attaccare con elicotteri, mezzi anfibi e carri armati. Nadari starnazzanti ci hanno fracassato i maroni h24 (in attesa come la storia insegna che arrivi la massaia a tirargli il collo) e così oggi 6 maggio siamo ancora ad aspettare Bosi che finisca di contare i “forni” (mia nonna che era previdente lo acquistò nonostante le proteste di tutti 80 enne e scampò altri 15 anni perché convinta come in effetti è stato che portasse bene) e apra la Cittadella che ricordo è bene pubblico e non il giardino di Topo Gigio.

  • 6 Maggio 2020 in 18:14
    Permalink

    tenga duro che la varieta’ san marzano ,quest’anno impiantata nella bassa colornese, promette bene, quindi coi proventi dell’oro rosso come minimo nei cessi della petitot i buslottari ci fanno installare delle jacuzzi

  • 6 Maggio 2020 in 19:25
    Permalink

    A rendere ancora peggiore questo ferale periodo di dittatura la notizia del ritiro di Matri. Evidentemente il Sassuolo ha trovato il sostituto e su questo non ci piove, però Faggiano che farà fini agli ultimi istanti delle prossime campagne acquisti? Gli restano Iturbe, Sala, Rispoli e Viviano.

    • 6 Maggio 2020 in 21:14
      Permalink

      con ciccio caputo “andra’ tutto bene” stavolta

  • 7 Maggio 2020 in 00:26
    Permalink

    Quest ‘anno è la volta di Giovinco e Bonaventura

  • 7 Maggio 2020 in 10:24
    Permalink

    Giovinco lo vedo anch’io il nuovo Matri. Purtroppo cicciocaputo siccome va tutto bene deve stare a casa e da lì non può venire a Collecchio.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI