DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (63^ puntata) – DAL BRASILE STRARIPANTE DEL 1970 A QUELLO AGONIZZANTE DEL COVID 19

luca savarese auto 15 05 2020(Luca Savarese) – Quattro anni prima, nel 1966, in Inghilterra, non ci aveva capito poi molto. A parte la vittoria alla prima partita contro la Bulgaria, era stato fatto fuori, in rapida successione, dall’Ungheria e dal Portogallo. Il Brasile, doveva rialzarsi. Ci voleva un nuovo ordem, un nuovo progresso. Vicente Feola, il commissario tecnico che riuscì a riscattare un intero popolo, ancora ferito dal disastroso mondiale casalingo perso nel 1950, all’ultimo atto contro l’ Uruguai, portando in dote la prima coppa del mondo in Svezia, nel 58, non riuscì a ripetere l’impresa. Serviva cambiare, resettare le teste di chi, ha sempre messo, più che le mani, i piedi avanti. Il primo tassello del nuovo mosaico, iniziò a metterlo Joao Saldanha, unì Tostao con Pelè, aumentando il peso specifico della fantasia. Saldanha, testa molto calda e militante comunista, era inviso da Havelange, quindi dalla Federcalcio e da Emilio Garrastazu Medici, sotto il cui comando versava il governo. Durò poco. Al suo posto ecco Mario Lobo Zagallo, che la coppa del mondo la conosceva, che l’aveva vissuta ed alzata da giocatore nel 58 e nel 62. Dopo un breve periodo in seminario, seminò zizzania in campo, all’ala. Formiguinha lo chiamavano, formichina, per il suo fisico esile. Ma da neo cittì, altro che formichina, dimostrò subito un coraggio da leone: plasmò, la sua novella nazionale, su una colonna vertebrale altamente creativa: Pelè del Santos, Jairzinho del Botafogo, Gerson del San Paolo, Tostao del Cruzeiro e la new entry tutta sua, Rivelino del Timao. Cinque numeri 10, cinque bocche da fuoco e ben amalgamati nel rettangolo di gioco: Tostao giostrava, sulla falsa riga del modello ungherese del 1954 di Hidegkuti, da attuale falso nueve. Rivelino, andò ad abitare sulla fascia sinistra, Jairzinho si prese la destra, Gerson un attimino più avanti. E Pelè? O rey andava dove cascava la palla, lui in quello abile, fin da giovane, quando si allenava col papà Dondinho, a colpire i grossi manghi che cascavano dagli alberi. Gli avversari pensavano di marcarne uno, ma poi rimanevano frustrati quando la palla finiva, in un amen, ad un altro. Lo facevano con intelligenza e quando magari si perdevano qualcosa o qualcuno, niente paura, dietro c’era Clodoaldo, il volante basso, quello che in gergo sudamericano chiamano la cabeza de area, il cervello basso, cerniera pronta, chiusure garantite. L’audacia di Zagallo fu premiata, il Brasile, straripante, vinse il suo terzo mondiale nella finale dell’Azteca contro l’Italia. Poi arriveranno altri due titoli, nel 1994 sempre contro gli azzurri (ai rigori) e nel 2002. Ma questa è un’altra storia. mondiali 1970 brasile italia 4-1La storia di questi giorni, in Brasile, è davvero drammatica: altro che samba, giocate e pallone. La nazionale del dribbling, non riesce a dribblare il coronavirus, ala esiziale. Emergenza totale, terzo, per numero di contagi, dietro a Stati Uniti e Russia. 271.885 i positivi, 17.983 i morti dicono i dati della Johns Hopkins University. Il governatore però, altro che Zagallo nel 70 che restaurò la nazionale. Prima, ecco un autogol, quando ebbe a definire il covid 19 un’influenzetta, ora continua a deprezzare la grave situazione. Il pericolo è ovunque, anche tra le popolazioni indigene, già di per sé stesse poco inclini ad essere civilizzate. Il confronto, tra la forza dirompente del Brasile del 1970 e la vulnerabilità dell’attuale nazione divorata dal virus, è stridente. “Oggi sono vecchia così come desidero essere, senza alcun imbarazzo”, diceva la poetessa brasiliana Adelia Prado. Già, tornerà, da quelle parti, il tempo per sperimentare una nuova giovinezza di vita, di pallone e di futebol bailado, ma ora è bene affrontare, senza snobbare, questa partita, così come si presenta. Adesso, i pentacampeao, sono chiamati a vincere questo particolare mondiale. Luca Savarese

#Sessantatreesima puntata Giovedì 21 Maggio 2020

2 pensieri riguardo “DIARIO DI UN’ITALIA IN(CORONA)TA, di Luca Savarese (63^ puntata) – DAL BRASILE STRARIPANTE DEL 1970 A QUELLO AGONIZZANTE DEL COVID 19

  • 21 Maggio 2020 in 23:51
    Permalink

    Che paragone….si sono scelti loro Bolsonaro, eh.

  • 22 Maggio 2020 in 19:21
    Permalink

    Gli Ayatollah del Regime dopo i runner e la gente a fare la spesa hanno individuato un nuovo e pernicioso nemico: la movida. Nel wend prossimo venturo saranno intensificati controlli a tappeto nelle vie dello struscio e nei pressi dei locali amati dai giovani e un po’ meno giovani per l’ape. Non vorrei essere nei panni dell’Aperol perché temo che la teocrazia gerontofila dell’attuale dittatura (che ha auto prorogato di sei mesi lo stato di emergenza in perfetto stile Orban ed Erdogan) punterà a distruggere uno dei riti più amati (non dagli over 70 ovvio) del nostro povero paese. Il nostro peritino per non essere da meno ha già addirittura fatto sopralluoghi in prima persona accompagnato dal fedele Assessore alle attività produttive (che in teoria dovrebbe farle aprire e non chiudere le botteghe ma da chi ha chiuso in casa cittadini onesti e liberato ergastolani al 41bis è chiaro che non si può pretendere la normalità) in perfetto stile Podestà del Ventennio. Chiusure, restrizioni, misure draconiane sono la minaccia con cui il Regime punta a mantenere il potere della pantofola di lana. Ma il popolo fino alla mezza età è oramai gonfio e le pantofole saranno sostituite dalle infradito come è giusto che sia.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI