INFORMATIVA DEL PREMIER CONTE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “SPETTA A NOI TRASFORMARE QUESTA EMERGENZA IN OPPORTUNITA’” (VIDEO)

INFORMATIVA DEL PREMIER CONTE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “SPETTA A NOI TRASFORMARE QUESTA EMERGENZA IN OPPORTUNITA'”

Montecitorio, 21/05/2020 – Informativa del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alla Camera dei Deputati sulle misure per la nuova fase dell’emergenza Coronavirus

VIDEO INTEGRALE DA DIRETTA STREAMING

(www.ansa.it) – “Se il peggio è alle spalle lo dobbiamo ai cittadini che hanno modificato i loro stili di vita”. Così il premier Giuseppe Conte alla Camera durante l’informativa sull’emergenza Covid-19 Ora, si tratta di “riavviare il motore economico e produttivo dopo aver superato la fase più acuta dell’emergenza ma la sfida è ancora più difficile”.

“In questa fase più che mai resta fondamentale il rispetto delle distanze di sicurezza e ove necessario l’uso delle mascherine. Non è il tempo dei party, delle movide, e degli assembramenti”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa in Aula alla Camera sulla fase 2.

“Con la stessa determinazione” usata nella fase 1 “ritengo possibile, anzi doveroso, compiere una scelta coraggiosamente indirizzata verso un rapido ritorno alla normalità. Siamo nella condizione di affrontare la fase 2 con fiducia e responsabilità”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa in Aula alla Camera sulla fase 2. Il premier Conte annuncia che ‘dal 25 maggio test sierologici volontari’

“In questa fase sono importanti test molecolari. Il 25 maggio partiranno i test sierologici gratuiti per 150mila cittadini per esclusiva finalità di ricerca scientifica”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa in Aula alla Camera sulla fase 2. Per farli “occorrerà uno sforzo che si basa sul lavoro di volontari sul territorio” e ci sarà “una struttura nazionale di coordinamento”, prosegue

Non confidiamo solo nell’autodisciplina dei singoli, abbiamo definito un articolato sistema di controllo degli andamenti epidemiologici. Stiamo potenziando i controlli tramite i test molecolari e sierologici. L’Italia è primo posto per numero di tamponi per abitanti”, che sono stati pari “fino a oggi a 3, 17 milioni”. Lo dice il premier Giuseppe Conte. Il Contact tracing è “il secondo pilastro” per il controllo epidemiologico nella fase 2 e “il governo ha introdotto una disciplina per realizzare la app Immuni nel pieno rispetto della privacy e della sicurezza nazionale. Nei prossimi giorni partirà la sperimentazione su questa nuova applicazione, i dati verranno usati solo per la tracciabilità del virus”.

Ma la Fase 2 è soprattutto il rilancio dell’economia. “Siamo consapevoli che la riapertura non è sufficiente a riattivare il motore dell’economia e davanti allo choc serve un’azione costante, efficace dello Stato. Con il dl Rilancio abbiamo messo le basi per la ripartenza”.

Per questo il presidente del consiglio in vista dell’estate, rivolge un appello agli italiani:’Quest’anno fate le vacanze in Italia , scoprite tante bellezze sconosciute’. Il premier elenca anche i provvedimenti presi per il rilancio del settore come il ‘bonus vacanze’ e annuncia il taglio dell’Imu per gli alberghi. “Non mi sfugge la gravità di questa crisi, testimoniata anche da gesti forti come la consegna delle chiavi da parte dei piccoli imprenditori. E’ una prova molto dura dalla quale ci rialzeremo in fretta se ognuno farà la propria parte”.

Ad esempio, cita il premier, “Il sistema bancario può e deve fare di più per erogare i prestiti” sostenendo, tra i brusii dai banchi dell’opposizione, che “si possono erogare prestiti nel giro di 24 ore”. “Il compito della politica tutta è quello di elaborare un ampio programma di rinascita economica e sociale. Il primo tassello non può che essere una drastica semplificazione burocratica. A tal proposito stiamo lavorando a un dl che introdurrà molti elementi di novità per offrire all’Italia uno shock, in particolare sul tema delle infrastrutture”. Nel decreto ci sarà “un iter semplificato su un elenco di opere strategiche con poteri derogatori ma senza che ciò faccia venir meno i controlli più rigorosi che assicurino piena trasparenza ed evitino infiltrazioni mafiose”.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “INFORMATIVA DEL PREMIER CONTE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “SPETTA A NOI TRASFORMARE QUESTA EMERGENZA IN OPPORTUNITA’” (VIDEO)

  • 21 Maggio 2020 in 12:12
    Permalink

    Come avevo ipotizzato, avendo trascorso molti mesi delle lunghe estati della mia infanzia (nella bassa a casa di mia zia (quando ancora il Regime e la teocrazia degli Ayatollah delle terapie intensive esistevano solo nei romanzi distopici, c’erano ancora le scuole e di conseguenza le vacanze),conosco bene i pantani e i nadari che li popolano. Quando la settimana scorsa è partito Sala a starnazzare su apertivi e “assembramenti” era scontato che nadari, oconi e tutti i pennuti dello stagno non potessero restare indietro. Avevo pronosticato che il peritino Topo Gigio non avrebbe resistito e così puntualmente è stato. Il nostro Rambo anti contagi, indossata la mimetica ha coraggiosamente fotografato dall’altro un poveraccio di barista sputtandolo senza ritegno e starnazzando di morti, terapie intensive e “richiudo tutto”, un novello ducetto col naso a punta e la cioma fresca di barbiere. Come in ogni pantano che si rispetti, è stato un crescendo, perché si sa che i nadari e gli oconi essendo tali alla starnzzata dei primi devono rispondere allungando il collo in un crescendo rossiniano. Così tale Casa a rincarare le minacce, poi ovviamente Massari, primo cittadino di Fidenza e fedayiin anti runner e fra i primi a minacciare qualche settimana fa “la troppa gente in giro” fino a sproloquiare quotidinamente di morti, terapie intensive e via solite geremiadi dei mullah del Regime. Ovviamente il quotidiano Upino di Via Mantova, essendo ormai venduto solo agli abbonati interessati solo alle ultime due pagine e la cui età media è quella di Mattarella, ha ovviamente un taglio gerontofilo nettamente allineato al regime e di conseguenza da ampio risalto a partire dai gobbi (non quelli strisciati bianco neri) al “pugno duro” anti giovani del dittatore perito Topo Gigio. I giovani e il popolo fino alle mezza età devono tenere duro ancora un po’, ma prima o poi arriverà la liberazione defintiva e la massaia che prenderà i nadari e gli oconi starnazzanti e gli tirerà per bene il collo mettendoli in casseruola per un bel arrosto.

  • 21 Maggio 2020 in 23:52
    Permalink

    Ma come si fa a dire “tutti in vacanza in Italia” se non abbiamo un euro? Meno propaganda e più atti concreti. Grazie.

  • 23 Maggio 2020 in 19:59
    Permalink

    Ovvianente nelle colonie del popolo, il nuovo ventennio

I commenti sono chiusi.