I 50 ANNI DELLA PARTITA DEL SECOLO: ITALIA-GERMANIA 4-3, CON LE VOCI DI AMERI E MARTELLINI (VIDEO)

Luca Savarese(Luca Savarese) – Ne stanno facendo speciali a manetta, riempie, con quel suo sapore vintage, ogni tipo di rotocalco, è senza ombra di dubbio, la partita di una manifestazione però poi persa all’ultimo atto, più cliccata, visionata, mandata a memoria. Del resto, risponde appieno al nostro dna di italiani: facciamo una festa incredibile per il prima, ma poi, satolli, ci perdiamo spesso sul più bello.
Non potevamo dunque anche noi di stadiotardini.it rimanerne indifferenti, specie dentro questi mesi nei quali, certo anche rischiando, abbiamo proposto non solo questioni prettamente legate al Parma, ma cercando anche di andare, per amore della plurivocità, e per il piacere di portare il lettore, costretto a casa nella fase più dura del lockdown, a nuove scoperte, fuori dal seminato Crociato.
Ne parleremo quindi, ma non lo faremo rievocando i protagonisti, sul campo, di quella sfida epica: ne faremo un resoconto diverso, provando a ripercorre come le gesta di quei protagonisti arrivarono alle orecchie ed agli occhi di milioni di italiani quel 17 Giugno del 1970. Guardando, alla partita del secolo, da un’altra prospettiva, quella del racconto, diverso, ma egualmente coinvolgente, che ne fecero, per le frequenze radio Enrico Ameri e per quelle televisive Nando Martellini. Ovviamente, per la Rai. Anche perché, all’epoca, altre emittenti radio televisive, non ce n’erano.,,

enrico ameriEnrico Ameri a quel tempo ha 44 anni. Da dieci anni è voce di Tutto il Calcio minuto per minuto, Nando Martellini, di anni ne ha 49, ma quel giorno, non doveva, all’inizio dei giochi, essere lui al microfono per la diretta televisiva. Il titolare era Nicolò Carosio. Il vate dei narratori sportivi, colui che sul calco dell’inglese goal in pieno regime fascista coniò rete, dopo un passato radiofonico, fece anche la tv. Eseguì infatti lui le telecronache delle prime tre partite del Girone, quella vinta contro la Svezia e quelle pareggiate a reti bianche contro Uruguay ed Israele. In quest’ultima gara, ci fu la controversa vicenda di un suo presunto insulto al guardalinee etiope, che ne decretò, dai vertici Rai l’allontanamento, episodio poi rivelatosi un falso storico. Ecco quindi subentrare ex abrupto, per la tv, la voce di Martellini, che negli anni addietro impegnato su più fronti con cronaca e cultura, aveva allenato una preparazione maniacale di ogni suo servizio.

nando martelliniMa diamo spazio ai loro racconti, che animarono quello strambo, tremendo e affascinante pomeriggio di cinquant’anni esatti fa, una partita iniziata alle 16 e finita alle 18 dell’altura dello stadio Azteca. Rete, l’Italia è in vantaggio, Boninsegna finalmente ha segnato. Settimo minuto a voi Gudalajara”. Al solito veloce è il timbro o meglio il treno, che scorre sul binario di Ameri, che non ha poi tanto tempo per descrivere perché deve dare la linea all’altra semifinale in contemporanea a Guadalajara, tra Brasile ed Uruguay. In diretta via satellite dal Messico”, così esordisce, di consueto serafico, Martellini, che così notifica il vantaggio azzurro: “Rete ha segnato Boninsegna, lo splendido tiro di sinistro”.

Le cose insomma si erano messe bene. Ma la zona Cesarini aveva in serbo per gli azzurri uno scherzetto. “Un minuto di recupero, un altro cross e rete segnata da Schnellinger, entrato in tackle scivolato” comunica Ameri.

Grabowski cross, pareggio di Schnellinger”, commenta in modo asciutto Martellini, aiutato anche dalla cortesia del replay.

Si deve ricorrere ai supplementari. Ameri ora è più libero di indugiare sui particolari, perché nell’altra semifinale, il Brasile, ha liquidato, nei novanta minuti e senza fatica, la pratica uruguagia.

Rete, rete, rete, un’anafora con climax discendete e quasi disperato, quella di Martellini. “Muller approfittando di un malinteso, Muller ha segnato”,

La Germania è in vantaggio” secco come un necrologio Martellini.

Burgnich, tiro, reteee, retee, reteee, il climax ameriano questa volta è ascendente ed euforico “Burgnich ha pareggiato al nono minuto, si è trovato davanti al portiere ed ha insaccato: partita entusiasmante, drammatica, meravigliosa” non poteva che aumentare, quasi stimolata dagli eventi, anche l’aggettivazione.

Sentiamo invece Martellini: “Pareggio di Burgnich, due a due, ha restituito alla Germania il gol del difensore Schnellinger”. Così tende a precisare, quasi a dire tiè pan per focaccia.

La partita è una giostra anzi una gabbia di sensazioni, il pathos, altro che il pubblico, è il dodicesimo uomo in campo.

Ameri: “LItalia scende, in questo momento Bertini allunga per Domenghini, poi Riva al limite, rasoterra, reteee, l’Italia ha segnato, esattamente al 14’minuto del primo tempo supplementare”. Ecco il radiocronista, che pur nell’arrembaggio di azioni così concitate, non rinuncia a comunicare il tempo preciso.

Gol, Riva, ha segnato, 3 a 2 per l’Italia” quasi incredulo qui Martellini.

Palla ad Ameri: Libuda pallone in area, stacco di testa e rete per i tedeschi con Muller, è veramente una partita che non ha mai fine questa, Muller al quinto minuto, non sappiamo più cosa dire”, qui quasi rassegnata, ma sempre descrittiva, la voce di Enrico.

Martellini:”La palla è in fondo alla porta, 3 a 3…” Nando è molto amareggiato.

Ma poi succede un altro imprevisto, pronto a rompere di nuovo la torre dei precedenti imprevisti

Ameri: “Boninsegna controllato da Schulz, scappa a a Schulz, entra in questo momento in area, traversone, reteeeee (decibel che impennano) ha segnato ancora l’Italia, emozioni a non finire, 4 a 3 per l’Italia, di Rivera la rete”

Anche Martellini si sbottona un po’: “Rivera ancora 4 a 3, gol di Rivera, che meravigliosa partita ascoltatori italiani, non ringrazieremo mai abbastanza i nostri giocatori per le emozioni che ci offrono”L’epilogo, è roba da consegnare alle scuole superiori, quando si ricomincerà, negli anni post covid, a fare i temi di maturità…

Ameri: E in questo momento l’arbitro decreta il finale dell’incontro, è finito, l’Italia disputerà con il Brasile la finalissima della Coppa Rimet 1970: è stato un trionfo per i nostri azzurri, sono stati bravissimi, li stringiamo anche noi tutti quanti, noi della radio, al nostro cuore in quanto ci hanno dato una prova superba, magnifica”. Questo il verso finale di Ameri.

Fischio finale, telespettatori italiani al termine di due ore di sofferenze e di gioie, vi possiamo annunciare che l’Italia è in finale per la coppa Rimet”. Liberatorio invece Martellini.

Si, quel giorno oltre a Bonimba, Burgnich Riva e Rivera, l’Italia in finale, la spinsero un po’ anche le loro voci. Luca Savarese

ITALIA-GERMANIA 4.3, I GOL RACCONTATI DA ENRICO AMERI

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

ITALIA-GERMANIA 4.3, I GOL RACCONTATI DA NANDO MARTELLINI

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

I TEMPI SUPPLEMENTARI DI ITALIA-GERMANIA 4-3

Telecronaca di Nando Martellini

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

LA STORIA DI ITALIA-GERMANIA 4-3

di Giuseppe Monda (Video Papirus)

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

2 pensieri riguardo “I 50 ANNI DELLA PARTITA DEL SECOLO: ITALIA-GERMANIA 4-3, CON LE VOCI DI AMERI E MARTELLINI (VIDEO)

  • 18 Giugno 2020 in 00:19
    Permalink

    L’unica semifinale che si ricorderà più di una finale.

  • 18 Giugno 2020 in 09:54
    Permalink

    Come mai Mattarella non era con tanto di mascherina a uovo di ordinanza ad assistere alla orrenda finale di Coppa Italia? Paura di infezioni polmonari latenti nell’aria mefitica dell’Olimpico? Per dare al popolo l’esempio che è sempre meglio “stareacasa”?Per il timore che Mancini o Gravina potessero infettarlo?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI