JOGA BONI(TO) (2^ Puntata) / IL SALTIMBANCO AMARCORD: LA SUA FORMAZIONE E I SUOI FORMATORI

enrico boni oggi(Luca Savarese) – Dove eravamo rimasti? Ah si alla bilancia, che dopo le vicende patite in questi mesi, diceva 75 Kg, Come ai tempi della maturità, che lui fece a Parma.

Ecco il Boni studente alle scuole superiori…

Già allora feci una scelta ben precisa, contro quelli che mi accusano di scarso attaccamento alla città, io rispondo con i fatti. Dopo il triennio professionale a Sant’Ilario, andai in quarta a Reggio, feci bene, ma  fuggii da Reggio e m’ iscrissi a Parma, dove non successe niente di eccezionale; però se io ti dico eravamo in 22 in classe e che io ricordo a memoria, a distanza di anni, era il 1977, siamo nel 2020, fate i vostri conti, io ti snocciolo nome e cognome di tutti i miei 21 compagni, di getto. E’ una cosa fenomenale, come quello show televisivi dove ci sono quelli che rispondono immediatamente alle operazioni, perché poi questo, non è un esercizio mnemonico dove tu mi dai un foglio e non avviene nemmeno perché l’ho studiato la sera prima…”

Ma Boni per comunicare usa la tecnologia?

Adesso mi sono evoluto tecnologicamente: io aborro i social e continuo ad aborrirli. Ho però un nuovo telefono con internet, con WhatsApp, mi risulta comodo per tante cose, probabilmente non avrei mai pensato di acquistarlo, è molto utile per gli accessi, ho la rete fissa in questo periodo, il responsabile del cellulare è Baraye, che me lo ha regalato intorno ad Ottobre scorso: inizialmente ero diffidente, insomma era meglio se mi regalava un buono per il ristorante, invece, poi, mi è diventato uno strumento di aiuto, funzionale, ma non ne abuso.Così come è oggi un obbligo essere membro di Facebook, nel mio caso di scrittore per vedere un regolamento di un concorso, un certo tipo di informazione accedo a Facebook, ma io l’ho fatto anche se concettualmente non mi piace, cioè chissenefrega di Enrico Boni con Bagolone Boni nel campo delle caprette e foto simili, oppure di chi si alza e sta facendo colazione con le uova, non sta né in cielo ne in terra. A parte il Coronavirus, ma lasciamo stare tutte quelle chat invasive di contatti virtuali: i contatti, per me, devono essere reali; io questa scelta non l’ho fatta, posso accedervi, ma non lo faccio quasi mai; non ho foto, non ho informazioni; trovo, ogni tanto, qualcuno che non lo so come risulto aver accettato la sua richiesta di amicizia, perché ho cliccato un tasto sbagliato… C’è un Enrico Boni, a Montecchio Emilia, ha una nota macelleria in centro, è curioso questo fatto. Io mi fermo qui, come tecnologia di Facebook”.

Però Facebook, fortunatamente, ogni tanto rivela anche delle sorprese positive…

Si, conoscendo a memoria i miei compagni del lontano 1977, è utile. In principio, era nato così, per ritrovare i propri compagni di scuola, poi ha avuto un processo degenerativo. Purtroppo, due di loro, sono passati a miglior vita: uno di Viadana, un altro, un caro amico. Digito nome e cognome e il pc intelligente, mi apre un necrologio della GdP, un bravo ragazzo, di Beduzzo frazione di Corniglio. Era il cordoglio per il volontario Tino Miodini, Augustino Miodini, mi ha disturbato tanto la cosa, è morto 5 anni fa per un tumore, mi guastò la giornata questa triste scoperta. L’altro, di Viadana, è Vaccari Gino, stessa parabola con uguale turbamento, non me lo aspettavo, abbiamo da poco superato la sessantina, non siamo ancora all’ultima spiaggia, è una brutta cosa davvero, mi piacerebbe che ci si potesse ritrovare un giorno, la farò io la reunion. Ma comunque ce sono anche altri, come un altissimo funzionario della Pizzarotti, poi altri che operano in aziende inerenti al settore dell’elettronica e della meccanica. Fu insomma una buona buona covata, a parte il sottoscritto che non è che abbia combinato poi molto in un senso o nell’altro…”

Ora eccolo, studente universitario e gran custode di ogni suo insegnamento scolastico

Non so se vincerò i miei concorsi letterari, vedremo, ma io medaglia ce l’ho già e ne vado fiero. All’Università di Urbino, scuola superiore di giornalismo, ero l’allievo prediletto di Gino Pallotta, che era uno dei migliori giornalisti televisivi italiani, era notista politico e conduttore del Tg2, non me ne perdevo una sua edizione, era un eccellente esperto di politica, biografo di Aldo Moro; mi ricordo che alla fine degli anni 70 accettò il mio invito a venire a Sant’Ilario ad un iniziativa che si tenne in biblioteca a parlare di Aldo Moro: fu una serata meravigliosa, lui venne, ma non volle niente, gli venne dato solo l’albergo su sua specifica richiesta, ma non volle nessun gettone. Mi fa davvero piacere ricordarlo. Romano di Roma, autore di innumerevoli saggi, gli è stata intitolata, anche se Roma potrebbe fare qualcosa di più, la biblioteca di Fregene, luogo dove andava d’estate. Era una persona d’altri tempi: quando hai di maestri del genere, hai avuto davvero un grande regalo. Comunque direi che tutte le mie insegnanti di lettere alle medie inferiori e ad alle medie superiori mi hanno lasciato dei segni indelebili. Come le maestre elementari, dei primi tre anni, come l’ Oliveti Petito Letizia, poi dopo sole donne, in quarta e in quinta ecco i maschi, Luigi Gregori in quarta elementare e poi Lucio Guasti, lo ebbi all’ ultimo anno, ma era destinato ad una carriera ben diversa, divenne infatti un noto docente universitario che ha esercitato a Parma.
Poi ti dico pagherei peso d’oro per sapere che fine ha fatto la prof di lettere del triennio di Sant’Ilario: l’ho avuta in prima e in terza, si chiami, spero ancora, Gianna Canali. Invece so che c’è a Parma, perfettamente in vita, perché le morì il marito e lessi sulla Gazzetta, la prof di Lettere Bianconcini”.

Cicerone diceva Historia magistra vitae, ma anche Scuola magistra vitae?

Gli insegnanti di oggi mi auguro siano ancora in grado di trasmettere quello che mi hanno trasmesso: per me l’insegnante è soprattutto quello delle materie letterarie. Fuori da quelle, menzione particolare merita il prof Imerio Cantoni, insegnate di materie tecniche a Sant’Ilario, scomparso prematuramente, apprezzatissimo e fu anche sindaco di Campegine: ci siamo visti in diverse occasioni, io sul giornalino di Campegine ne scrissi l’epitaffio. Aveva una capacità di rapportarsi con tutti fuori dal comune, io ero il più ciuco per le materie tecniche, volevo piantare lì, ad un certo punto: andavo a scuola al mattino a lavorare al pomeriggio. Dopo un’incomprensione con un insegnante di materie tecniche, stetti quindi a casa un paio di settimane. Lui mi cercò, mi convocò e mi disse che mi garantiva la promozione quell’anno: ero un discolo, in terza: però io dovevo garantirgli che sarei andato avanti a studiare, avrei fatto la quarta la quinta e l’università; prevedeva che io facessi lettere. Ma dove lo trovi un professore così? Ecco, questa mia confessione pubblica. Questi sono ricordi che vengono con me nella tomba. Oggi, faccio il Cincinnato, che fu una figura illustre nel panorama romano, finché si ruppe le scatole e decise di andare a ritirarsi in campagna a coltivare l’orto, quando il senato aveva un gran bisogno di lui. Console e dittatore secondo l’accezione romana, ha fatto questo scelta di abbandonare la politica, scelta che dovrebbero fare moltissimi politici di oggi. Però, è citato nella commedia di Dante e addirittura nel Paradiso, come esempio di uomo che si disinteressò del potere”. Luca Savarese (2^ Puntata – Continua)

CLICCA QUI PER LEGGERE LA 1^ PUNTATA

4 pensieri riguardo “JOGA BONI(TO) (2^ Puntata) / IL SALTIMBANCO AMARCORD: LA SUA FORMAZIONE E I SUOI FORMATORI

  • 19 Giugno 2020 in 16:45
    Permalink

    Ma siamo sicuri che Boni stia bene? La foto è inquietante sembra un tomaccaro quando gli portano da firmare gli stipendi degli schiavi catatori su di tomacche alla fine della campagna del pomidoro.

  • 19 Giugno 2020 in 19:38
    Permalink

    Ma è magrissimo!

  • 20 Giugno 2020 in 14:41
    Permalink

    Sembra Inglese a settembre dello scorso anno

  • 23 Giugno 2020 in 11:28
    Permalink

    Ne viene fuori un ritratto molto diverso dal Boni che conosciamo (o meglio, dal Boni personaggio televisivo)
    attendo la terza puntata giovedì e poi vorrei fare una riflessione su Teleducato, Calcio&Calcio etc…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI