BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CI AVETE SCASSATO IL… MORALE

Stadiotardini foto profilo(Claudio Mastellari) – Non sarà certo il miglior Parma del torneo quello visto in campo nelle ultime partite, ma gli score parlano chiaro: i risultati sono sempre in bilico e le partite restano aperte fino al fischio finale.

Alcuni errori andrebbero assolutamente evitati, soprattutto contro le squadre di alta classifica, quelle che con l’invenzione  di un singolo giocatore risolvono la partita, però è anche vero che non si possono pretendere miracoli da una squadra di medio-bassa classifica che gioca in Luglio ogni tre giorni.

Le condizioni sono le stesse per tutti: in questo scampolo di campionato ciò che fa veramente la differenza sono gli obbiettivi e le motivazioni, oltre ovviamente alla condizione fisica.

Ma vogliamo parlare degli arbitri? Si, oggi voglio proprio parlare degli arbitri.

Da quando è ripreso il campionato la sensazione è che le giacchette fischiettanti soffrano il caldo molto più dei giocatori. Il Parma, secondo la mia mera analisi da tifoso sfegatato e parziale, paga 6 rigori molto dubbi concessi contro e 4 rigori lampanti a favore non concessi. Tutto questo solo nelle ultime 7/8 partite, mica nell’intero campionato.

Ieri sera dopo l’ennesima on field review infruttuosa mi sentivo un po’ come Morgan sul palco dell’Ariston: “Che succede?”

La mancanza di obbiettivi ci pone forse come squadra cuscinetto a cui si può negare di tutto? Il continuo silenzio fa pensare “al palazzo” (odio questo termine) che tutto vada e bene e che tutto possa continuare così senza problemi? Se così fosse sarebbe irrispettoso nei confronti di una società seria, dei suoi tifosi che (alcuni) continuano a pagare fior di euro a Sky e Dazn per vedere le partite, ed anche per chi finora si è meritato le posizioni di classifica che occupa.

lucarelli roma stadiotardiniVedere Lucarelli sfogarsi dopo la partita è stato come vedere un’illuminazione divina. Era ora! Soprattutto per i modi e per le parole usate, senza farsi prendere da inutili isterismi (entrare negli spogliatoi degli arbitri…)…

La speranza è che le sue dichiarazioni facciano eco per qualche giornata, in modo da avere arbitraggi imparziali fino a salvezza acquisita, per poi resettare una stagione che da trionfale si è trasformata in anonima. Claudio Mastellari

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CI AVETE SCASSATO IL… MORALE

  • 9 Luglio 2020 in 18:36
    Permalink

    Se il fallo di mani lo avessimo
    fatto noi FABBRI ci avrebbe dicuramente
    fischiato contro il rigore senza
    andare nemmeno a visionare il Var.tanto era palese la cosa.
    Questi arbitracci ci stanno prendendo per il culo, le nostre proteste sono tslmente soft che ci irridono.
    Questo e’poco ma sicuro per cui posso pensare che la cosa è molto sospetta?
    Troppo sospetta credetemi troppo sospetta.
    Un rigore cosi si da nel 100% dei casi.
    Chi vuol capire capisca, chi invece
    la pensa diversamente vive nel mondo delle favole.
    Beato lui.
    RICORDATEVI.
    SUCCEDONO COSE STRANE
    NON SIAMO SALVI
    È UN CAMPIONSTO PILOTATO
    DI SPORT C”E’ BEN POCO.

    • 9 Luglio 2020 in 19:18
      Permalink

      Fabbri non era in malafede, semplicemente non ha la qualità necessaria per arbitrare a livello di Serie A e non ci sarebbe neppure dovuti arrivare

      • 10 Luglio 2020 in 00:10
        Permalink

        Il dipendente che sbaglia viene licenziato. Sarebbe ora di licenziare anche gli arbitri. E che cavolo!

  • 9 Luglio 2020 in 19:18
    Permalink

    Dovuto…

  • 9 Luglio 2020 in 20:28
    Permalink

    Sento dire da qualche
    pazzo da T.S.O
    che D’Aversa deve dimettersi.
    Ma siete pazzi?
    Presumo di si.
    D’Aversa col materiale scadente che ha.
    salvo alcune eccezioni. ( Sepe e.Kulu e pochi
    altri)
    STA FACENDO I MIRACOLI
    altro che esonero
    D’Aversa a vita.

  • 10 Luglio 2020 in 00:11
    Permalink

    A inizio campionato la Società non doveva
    omaggiare con denaro i giocatori solo se
    centravano la salvezza o l’Europa.
    Qui sta l’errore primordiale e MADORNALE.
    Centrata la salvezza e persa l’Europa
    gli obiettivi rimasti erano zero.
    La società è caduta nel tranello dello scorso
    campionato.
    Nessun obiettivo rimasto.
    La società del Parma calcio oveva
    premiare anche il piazzamento.
    Arrivi decimo e ti omaggio con una cifra
    Arrivi nono è ti omaggio con una cifra
    superiore a quello che ti avrei dato
    se arrivavi decimo e così via.
    Non sarebbe andata via la concentrazione
    cosa che il Parma attuakmente non ha.

  • 10 Luglio 2020 in 10:06
    Permalink

    Ho rivisto al rallentatore
    il rigore non datoci da Fabbri
    No, un arbitro non può non vederlo
    addirittura andando al VAR.
    È IMPOSSIBILE
    Qui c’e sotto qualcosa.
    Dovevamo perdere a Roma
    Questi erano gli ordini del Palazzo
    e questa volenti o nolenti è
    LA SCOMODA VERITÀ.
    Poi pensatela come volete.
    Qui ci puzza di risultato già deciso
    dal Palazzo.
    Ha ragione Lucarelli
    CI STANNO PIGLIANDO PER IL CULO
    come lo scemo del villaggio che gliene
    fanno di tutti i colori ma lui essendo scemo
    non è creduto e non reagisce mai.
    E se domenica siamo trattati ancora così,
    via il fioretto e fuori IL CANNONE
    bombardando a parole il corrotto Palazzo.

  • 10 Luglio 2020 in 12:38
    Permalink

    https://www.tuttomercatoweb.com/parma/?action=read&idnet=cGFybWFsaXZlLmNvbS0xNjgzNTY

    Vocalelli ha avuto il mio stesso pensiero, quella di Fabbri è stata una presa di posizione… non voleva che per ben 2 volte il VAR ponesse l’attenzione sulle sue sviste, ha voluto mettersi al disopra di tutto del VAR,del regolamento e del buon senso.

    Concordo nel pensare che per quest’anno il campionato finirà di vederlo dalle televisione, e l’anno prossimo lo farei ripartire dalla B, deve dimostrare di sapere seguire le regole, e capire che non reppresenta solo se stesso ma una categoria.

  • 10 Luglio 2020 in 16:33
    Permalink

    Ma davvero qualcuno pensava/sognava che il campionato farsa potesse cambiare solo perchè dopo il Covid? Non può cambiare alcunchè perchè certe logiche devono continuare a dettare legge. E adesso chissenefrega se Fabbri verrà sospeso per 2 mesi: io preferirei che andasse a fare ancora danni in giro per l’Italia così da far capire a tutti che comandano logiche di “palazzo” per cui gli arbitri scarsi vengono assegnati alle cosiddette “grandi” a discapito delle altre. Non cambierà mai un c….o: il Milan deve andare in Europa altrimenti fallisce e allora si inventano (udite udite) un rigore contro i gobbi con la partita già finita. La Roma deve andare in Europa perchè deve andare e basta. Stanno cercando di salvare il Genoa ma è talmente scarso che non so cosa si inventeranno: è si perchè il Lecce gioca meglio e fa punti, non tanti, ma qualcuno in più. Noi purtroppo paghiamo una rosa corta che se si gioca ogni 7 giorni va anche bene, ma appena devi togliere 2 o 3 giocatori basilari si gioca con l’uomo in meno. Con tutto il rispetto ma Barillà è il fratello di quello dello scorso anno, Caprari non ha senso e Sprocati è un miracolato a giocare in serie A. Ci manca come il pane Bobby English che qualche castagna dal fuoco ce l’avrebbe levata, ma fino al prossimo ottobre lasciamolo guarire bene. Saluti a tutti e sempre forza Crociati

  • 10 Luglio 2020 in 16:45
    Permalink

    Questo Fabbri deve simbolicamente
    APPENDERE IL FISCHIETTO AL CHIODO.
    Non si può sbagliare così.
    Forse nello spogliatoio nell’intervallo si è ubriacato
    con della grappa che si era portato da casa.
    Se non è corrotto non c’e altra,spiegazione o
    forse un’altra spiegazione c’è,
    questo è l’arbitro più scasso d’Europa.
    Ora col Bologna ci vuole un arbitro
    neutrale ma sarà dura trovarne uno, vista
    la pochezza degli arbitri che abbiamo in Italia.
    In quanto ai giocatori andrebbero presi e
    appesi simbolicamente ai ganci degli spogliatoi
    o presi a calci in culo
    Stanno facendo prestazioni da vomito.
    Rischiamo di essere la squadra peggiore
    del girone
    di ritorno.
    Stanno distruggendo quello fatto all’andata.
    Meritano solo biasimo
    Stanno umiliando i tifosi con prestazioni
    vergognose che puzzano di menefreghismo.
    Di questo tradimento statene certi
    ce ne ricorderemo.
    statene certi

  • 10 Luglio 2020 in 16:57
    Permalink

    Se fossimo in Siberia e dovessimo
    giocare a 20 gradi sotto zero
    vi sembrerebbe normale che un giocatore
    giocasse a torso nudo?
    Penso proprio di no.
    Allora come spiegate il fatto che un giocatore
    Gervinho con questo caldo si presenta in campo
    con un orribile cuffiette di lana. che deve tenere
    un caldo apocalittico facendogli fare così
    PRESTAZIONI OSCENE?
    Per me è a livello di quello che gioca a torso nudo.

  • 11 Luglio 2020 in 00:18
    Permalink

    solo arbitro e rigore e nessuno parla della prestazione del gioco della squadra della grinta che ci mettono di come corrono e quanto corrono di quanti tackled vincono eccc
    4 sconfitte e ne arriveranno tante altre ma l attenzione e solo sull arbitro la colpa delle sconfitte e solo dell arbitro la squadra non c entra nulla
    solo il palazzo che c è la con noi !!! furbo d aversa per coprire le sue manchevolezze non va alle interviste a spiegare perché mette kurtic anziché una punta al posto del danese o a spiegare perché non riesce a motivare i giocatori , tanto è colpa dell arbitro lui non c entra

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI