CARMINA PARMA di Luca Savarese / I CROCIATI SI ILLUDONO, MA POI E’ BUM BUM MILAN CHE RIEMPIE IL VUOTO DI SAN SIRO

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

luca savarese milan parma san siroMILANO – nostro servizio – Luca Savarese –Arrigo che qui mostrò il suo mondo delle idee calcistiche, la punizione a sorpresa di Tino Asprilla: quante storie nel romanzo di Milan – Parma. Quella di ieri, 15 Luglio 2020, tempo al solito preposto alle prime sgambate dei ritiri pre campionato, inserita nella cornice del pallone al tempo del Covid 19, inizia con il pullman del Parma, che diversamente dalle altre volte, dove i pullman entrano dal parcheggio, fa il suo ingresso direttamente dai cancelli, quasi fosse una persona, dello stadio Giuseppe Meazza in San Siro. milan parma ingresso pullma crociato allo stadio meazza 15 07 2020Quando invece il Parma entra in campo, prima che la sfida abbia inizio, si sentono cose che nella normalità pre lockdown erano impensabili, come lo schioccare delle mani dei giocatori che si incitano prima del via, come il cinguettio dei volatili, come Jasmin Kurtic che urla “Dai raga!”. Il Parma inizialmente fatica a frequentare la metà campo rossonera, il Milan ha verve, il Parma, come da copione daversiano, lo aspetta. milan parma 15 07 2020 cerimoniale inizioCornelius, deve subito rinunciare al palcoscenico della Scala del Calcio: al suo posto, Karamoh. Intanto, Ibra, stende Gagliolo con una punizione al vetriolo, colpito il difensore ma non affondato il Parma. Ogni palla che passa dalle sue parti il puntero svedese, la tratta benone, la impreziosisce, le fa fare un giro sulla sua giostra di giocate. Il Milan sfonda a destra e a manca, ma non riesce a capitalizzare in gol. Si sveglia Gervinho, coast to coast, ma sul più bello, davanti a Donnarumma, spara un tiro che finisce direttamente nei pressi di piazza del Duomo… milan parma 15 07 2020Capitalizza, però, alla grandissima poco dopo il Parma, che in una delle sue prime sortite, al 43’ del primo tempo, con molti meno sforzi del Milan, si trova avanti: Gervinho, crea il vuoto, si decentra, si riaccentra, poi imbecca Grassi, che sul lato corto destro dell’area di rigore serve l’accorrente Kurtic: palla bassa alla sinistra di Donnarumma. Ecco perché prima del fischio d’inizio di Irrati, gridava “Dai raga” ai suoi compagni. I Crociati, galvanizzati dal vantaggio insperato, iniziano con un altro piglio la seconda parte di gara e la palla, adesso, è quasi sempre tra i loro piedi ed i loro desideri d’incidere. Kurtic con un fendente, va vicino al raddoppio. Kessie, invece, con un missile, di destro, indovina il pari. Sepe sente solo il sibilo veloce della stadio meazza san siro milan parma 15 07 2020camera d’aria del pallone. Il Milan si porta in avanti, il Parma arretra un pochino il baricentro. Romagnoli, di testa (proprio di testa segnò il suo primo gol in serie A in un Sampdoria-Parma) trova il gol del sorpasso. E’ benzina per il diavolo, è un altro schiaffo, dei tanti recenti per il Parma. Kulusevski, con un numero dei suoi – lo svedesino (ino si fa per dire…) vuole essere all’altezza dello svedesone e suo mito da bambino, Ibra – coglie l’incrocio e Gervinho, ancora una volta, si fa prendere dalla precipitazione e produce un tiro sbilenco e storto. Inglese, risolutivo col Bologna, ha anche qui la palla buona, ma forse pensa troppo e la calcia addosso a Donnarumma, davvero in giornata di grazia e subito ripresosi dai mezzi passi falsi di Napoli. stadio san siro milan parma 15 07 2020Ma se sbagli nel calcio, si sa, poi subisci. Così il tris lo cala per il Milan Hakan Calhanoglu con un destro rasoterra all’angolino. Il Parma non ha ripetuto, per intero, la prestazione di spessore compiuta in questo impianto lo scorso autunno quando costrinse l’Inter al 2 a 2. Del resto lo stesso mister D’Aversa, nelle inedite conferenze stampa trasmesse dal tabellone centrale, afferma: “Prima del lockdown era difficile farci gol e ribaltare la partita, adesso, è una cosa che capita più frequentemente”. Infine mister Pioli, alla domanda postagli dal sottoscritto: “Ieri avevi anticipato che questo Parma poteva mettervi in difficoltà, oggi, come lo hai trovato?” Risponde: “Ha fatto una buona partita, ci ha messo in difficoltà, ci ha reso la partita difficile dal punto di vista tattico, noi abbiamo avuto la forza di rispondere specie con un atteggiamento mentale”. Quello che dovrà ritrovare il Parma da qui alla fine del torneo. Luca Savarese

san siro slide milan parma 15 07 2020

10 pensieri riguardo “CARMINA PARMA di Luca Savarese / I CROCIATI SI ILLUDONO, MA POI E’ BUM BUM MILAN CHE RIEMPIE IL VUOTO DI SAN SIRO

  • 16 Luglio 2020 in 09:04
    Permalink

    Stavamo facendo un campionato
    fantastico fino all’ottantatreesimo
    IN CASA con l’Inter.
    Quella è stata la partita spartiacque
    come fu l’anno scorso la partita
    IN CASA con la Spal.
    Come con l’Inter anche con.la Spal
    stavamo vincendo a pochi minuti
    dalla fine ma poi abbiamo perso.
    Da quel momento la notte nera e
    quest’anno la notte è ancora b più nera
    Senza stimoli
    Giocatori demotivati
    Giocatori che sembrano imbrocchiti
    Un campionato che da fantastico sta
    divenendo più che deludente.
    UN VERO HORROR
    Non c’e un reparto che si salva
    Non c’e un giocatore che si salva
    L’allenatore è nel pallone
    Se non si vince con la Sampdoria
    bisogna cambiare.
    RESETTARE TUTTO
    CAMBIARE MEZZA SQUADRA.
    Cambiare pure D’Aversa che non
    sa far capire ai giocatori come ci
    si difende dai calci da fermo e dai
    tiri fuori area.
    Anche lui è in confusione.
    Non li sa motivare.
    Gli avversari hanno capito che se
    ci mettiamo tutti in difesa l’ideale è
    tirare da fuori area dato che SEPE
    con i tiri da fuori area è vulnerabile
    Con questi giocatori è finito un ciclo.
    Se con la Sampdoria è la stessa fola
    bisogna cambiare se non si
    vuole il prossimo anno fare la fine della Spal.
    Società se ci sei batti un colpo

  • 16 Luglio 2020 in 10:45
    Permalink

    Quando Faggiano dice che vanno bene 40 punti ovvio che la squadra dopo il “locdaun” arriva già scarica. Infatti abbiamo adesso i punti della Samp che anzi domenica può superarci. Se non alzi l’asticella le motivazioni vengono meno. Speriamo finisca presto questa tortura bisettimanale e pensiamo alla campagna delle tomacche che ormai ci siamo anche se sono un po’ asfittiche secondo me i tomaccari hanno piocionato col sisso.

    • 16 Luglio 2020 in 12:04
      Permalink

      Già. Un quieto vivere e nulla di più.

  • 16 Luglio 2020 in 11:55
    Permalink

    Tranne che per aver sempre dichiarato come obiettivo la salvezza, senza dare stimolo ad alzare l’asticella, io credo che la società non abbia colpe, anzi, ha investito molto per una squadra che ha 40 punti. Quindi, o ha sbagliato Faggiano in fase di mercato, sopravvalutando i giocatori, o D’ Aversa è il problema. Di certo bisogna risolvere anche il problema infortuni, quindi o Faggiano prende giocatori con problemi storici, azzardando, oppure il problema è lo staff atletico.

    • 16 Luglio 2020 in 12:52
      Permalink

      Io non vedo tutti questi problemi. Mica siamo la Juve… Un calo mentale è fisiologico di qui alcuni errori pagati a prezzo anche troppo elevato. Ma lamentarsi del brodo grasso ~ e tale è da considerarsi comunque questa stagione del Parma ~ è da ingrati e presuntuosi

      • 16 Luglio 2020 in 17:46
        Permalink

        Corretto. Non siamo la Juve. E il nostro obiettivo stagionale è stato centrato, cioè salvarci.
        Ma quello che si vede non è un semplice calo motivazionale, o un banale appagamento, no, questo è un tracollo completo.
        Non si salva più nessuno, sbando totale.
        Nessuno chiede i miracolai nè tantomeno l’Europa League (qualche pazzo la ha più volte evocata), ma una volta arrivati a 39 era lecito pensare a un bel torneo in cui ci si toglieva qualche soddisfazione, tipo battere l’Inter.
        Invece… è notte fonda. Ele analogie con lo scorso campionato sono tante; meno male che quest’anno siamo già salvi.

  • 16 Luglio 2020 in 14:50
    Permalink

    Fonti certe mi hanno confermato che lo sceicco dovrebbe chiamarsi Al ibabà, ha uno staff di 40 persone e domani farà il bonifico. Non è andato ancora a Collecchio perché ha un fermo amministrativo sull’auto. Si contraddistingue per la sua eleganza nell’abbigliamento e pur avendo una collezione di 2 mila giacche, è affezionato alla stessa. Parlando seriamente , se fosse stata vera la trattativa, non credo ci sarebbe stato solo un articolo della Gazzetta, ripreso da altri siti.

  • 16 Luglio 2020 in 15:29
    Permalink

    Scusate ma sapendo che
    raggiunti certi obiettivi
    la squadra inconsciamente molla la presa e
    va in vacanza facendo prestazioni
    inqualificabili, per il prossimo campionato
    io avrei una soluzione che ho già
    scritto in altri post e che vorrei che
    la società per risolvere questo.proonlema
    ormai cronico ( vedi anche lo scorso anno)
    la prendesse in
    SERIA CONSIDERAZIONE.
    Quest’anno l’obiettivo era la salvezza
    e raggiunta quella si poteva mirare.all’Europa.
    Giusto alzare l’asticella
    Giusto mirare all’Europa
    la cosa fa sempre bene al gruppo ma sfumato
    quell’ultimo obbiettivo che fa la squadra.?
    Inconsciamente raggiunto
    l’obiettivo della salvezza e sfumato l’altro
    per l’Europa, la squadra si è fermata essendo
    Il bonus in denaro per la salvezza raggiunto
    L’Europa è sfumata a 5 minuti dalla fine con.l’Inter
    e la squadra pensa inconsciamente che non.ha senso
    tirarsi il collo, rischiare un.infortunio.e sputare sangue
    Per che cosa?
    Per niente.
    Se poi alla fine il bonus in denaro è sempre lo
    stesso sia che si arrivi diciassettesimi e sia
    che si arrivi noni.meglio IMBOSCARSI.

    ECCO LA MIA SOLUZIONE PER LA SOCIETÀ.
    La squadra nel prossimo campionato
    dovrà avere il bonus principale per la salvezza
    e poi un bonus in denaro che
    aumenterà a seconda della posizione
    che otterremo a fine campionato.
    Se arrivi tredicesimo avrai un bonus.
    Se arrivi ottavo un bonus ovviamente
    superiore a un decimo posto e così via.
    In poche parole la squadra avrà interesse
    pecuniaria ad arrivare sempre più avanti in
    classifica anche perché più la squadra
    avanzera’ in classifica e più ci guadagnerà.
    Ci guadagneranno.in 3.
    Ci guadagneranno i giocatori che prenderanno
    più denaro, ci guadagnerà la società che
    dalla Lega prenderà più soldi e ci
    guadagneranno pure i tifosi che non assisteranno
    più a questi spettacoli horror essendo i
    giocatori motivati.
    Lo sa la società che se non avevamo tutti
    quei punti fatti nel girone di andata, quando
    i giocatori erano motivati perché avevamo
    un obiettivo, quest’anno rischiavano veramente la B?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI