PARMA-ATALANTA 1-2 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

PARMA-ATALANTA 1-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-ATALANTA 1-2, IL TABELLINO

Marcatori: 43′Kulusevski, 25′ st Malinovskyi, 39′ st Gomez

PARMA – Sepe; Dermaku, Barillà (38′ st Iacoponi), Kurtic, Caprari (34′ st Siligardi), B. Alves (Cap.), Gervinho (23′ st Karamoh), Gagliolo (38′ st Pezzella), Kucka, Darmian, Kulusevski. Allenatore: Roberto D’Aversa
A disposizione: Colombi; Regini, Laurini, Kosznovszky, Balogh, Adorante, Sprocati

ATALANTA – Gollini; Caldara (16′ st Muriel), Sutalo (1′ st Djimsiti), Palomino (36′ pt Hateboer), Gosens, Gomez (Cap., 40′ st Tameze), Freuler, De Roon, Castagne, Pasalic (1′ st Malinovskyi), Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini
A disposizione: Rossi, Sportiello, Czyborra, Guth, Da Riva, Bellanova, Colley

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Assistenti: Sigg. Stefano Alassio di Imperia e Pasquale Capaldo di Napoli

IV Ufficiale: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

V.A.R.: Sig. Luigi Nasca di Bari

A.V.A.R.: Sig. Giorgio Schenone di Genova

Calci d’angolo: 3-3.

Ammoniti: Sutalo; Darmian, Kucka

Recupero: 3’+5’

LA DIRETTA LIVE di Ilaria Mazzoni

Ultima gara che andrà in scena al Tardini in questo strano campionato, ad affrontare i crociati sarà la squadra di Gasperini, l’Atalanta; entrambe le formazioni hanno già centrato i propri obiettivi ma entrambe cercheranno certamente di concludere al meglio questa annata. Ai gialloblù, dopo stasera, saranno attesi per l’ultima giornata a Lecce.

I due schieramenti si stanno disponendo in quest’istante sul manto dell’Ennio Tardini, saranno i padroni di casa che, nel corso di questa prima frazione attaccheranno da destra verso sinistra, a calciare il primo pallone dell’incontro

PRIMO TEMPO

01′ partita questa penultima giornata di campionato; il Parma prova subito l’affondo guadagnando un calcio di punizione dalla media distanza. Sulla sfera va Bruno Alves, il portoghese prova la conclusione verso la porta atalantina ma il suo tiro si infrange contro la barriera, palla che rimane in possesso dei crociati

02′ prima occasione per la squadra di Gasperini: Zapata si decentra e mette poi il pallone in mezzo per Freuler il quale prova la deviazione di testa. Palla che scivola a lato

04′ il Parma riparte in contropiede dopo un calcio di punizione assegnato ai padroni di casa i quali avevano battuto il calcio piazzato con Gomez il tiro era stato respinto da un colpo di testa del Capitano gialloblù. Crociati che vengono, però, pescati in posizione di offside, si alza quindi la bandierina

05′ prova l’accelerazione Gervinho che viene, però, steso dall’intervento di Sutalo che poi viene ammonito, calcio di punizione per i padroni di casa

08′ il Parma sta provando a pressare, in questi primi minuti, la squadra di Gasperini; Kulusevski riesce a trovare in area Caprari si libera, però, bene, sul secondo palo, Gagliolo, il tiro sembra essere a colpo sicuro ma Gollini riesce a difendere la porta atalantina. Un’occasione importante e nitida per la squadra allenata da D’Aversa

10′ giro palla dei ducali, un avvio, invece, difficoltoso ed anomalo per l’Atalanta che non ha ancora trovato le giuste misure in campo e, per ora, sta subendo il gioco. I ragazzi di D’Aversa dovranno, però, prestare molta attenzione contro una squadra di questa qualità che si può infiammare in qualsiasi momento

13′ gioco momentaneamente sospeso: Darmian è a terra, ma non sembra essere nulla di grave, il calciatore, infatti, si rialza e torna regolarmente al proprio posto

14′ palo colpito da Kulusesvki, il gioiellino, di proprietà crociata ancora, purtroppo, per sole due gare mette in mostra tutte le sue qualità balistiche. Il suo sinistro dal limite batte Gollini ma la sfera si stampa sul legno dell’Atalanta. Ducali vicinissimi alla rete del vantaggio

16′ Parma che prosegue con i propri intenti offensivi, a lavorare la palla è ancora Kulusesvki il quale serve poi Caprari il cui destro è smorzato in angolo da Gomez. Calcio d’angolo dalla destra, la battuta, però, è troppo bassa e troppo prevedibile: interviene ottimamente la difesa atalantina liberando la propria area di rigore

18′ un’altra occasione per i gialloblù che ci provano dalla distanza, circa 25 metri, con un destro a giro di Kucka che termina fuori, ma non di molto

19′ calcio di punizione per l’Atalanta, nulla di fatto si ripartirà con una rimessa dal fondo di Sepe. Il fallo è stato commesso da Darmian che viene anche ammonito. La punizione, battuta da Gomez, è neutralizzata dall’intervento di Kucka che esce efficacemente dalla barriera

22′ un errore di de Roon innesca la ripartenza ducale con Caprari che avanza centralmente, ma il suo destro si spegne tra le braccia dell’estremo difensore dell’Atalanta

26′ Zapata prova ad appoggiare verso Gosens per portare in avanti un’Atalanta che, sino ad ora, non ha di certo mostrato al Tardini quelle che sono le sue indubbie qualità tecniche, il destro di Gosens viene intercettato da Darmian. La difesa ducale riesce ad arginare bene la squadra di Gasperini lasciando veramente pochi spazi in campo

26′ il direttore di gara sospende il gioco per consentire ai calciatori di effettuare il cooling break, fondamentale in questo torrido inizio serata parmigiano

29′ Pairetto, arbitro del match, decreta che il match può essere ripreso le due formazioni rientrano pertanto sul terreno di gioco dopo essersi dissetate

32′ Gervinho arriva sul fondo, senza trovare compagni pronti, però, al centro dell’area

34′ problemi per Palomino, il gioco viene sospeso dall’arbitro il calciatore, poi, chiede alla panchina il cambio: non ce la fa, deve abbandonare il terreno di gioco ad entrare, quindi, al suo posto, è Hateboer

38′ Atalanta in avanti con un cross di Gosens, c’è fallo però in attacco, fischia il direttore di gara

42′ 1-0 GOOOAL GIALLOBLU’, Parma in vantaggio grazie alla rete dell’ex Kulusesvki che insacca il pallone in rete con il suo sinistro grazie alla percussione ducale alimentata da Gervinho

45′ assegnati tre minuti di recupero

46′ entra nel tabellino degli ammoniti anche Kucka per una bruttissima entrata, sarà calcio di punizione per l’Atalanta

Finisce il primo tempo allo stadio Tardini, una grande prima frazione di gioco dei crociati che sono riusciti, dopo aver confezionato diverse occasioni interessanti ed importanti, a passare in vantaggio con la rete dell’ex: Kulusesvki

SECONDO TEMPO

46′ Gasperini effettua un doppio cambio: out Pasalic e Sutalo a cui subentrano Malinosvki e Dkimsiti. Le due formazioni sono ora disposte a centrocampo pronte per dare via a questo secondo tempo

47′ filtrante di Malinovskiy per Freuler che sbaglia il controllo in area. Atalanta che riprende, comunque, in avanti verso la ricerca del pareggio

49′ ancora Atalanta in avanti, sempre con Malinovskiy sulla trequarti, l’atalantino sbaglia poi il passaggio per Zapata

52′ prima azione offensiva della ripresa anche per la squadra di casa che si affida, ancora una volta, a Kulusesvki, pallone che arriva infine a Kucka il quale viene chiuso dall’intervento del difensore atalantino, si tratta di Castagne

54′ calcio di punizione assegnato all’Atalanta, a battere il calcio piazzato è Malinkovski; interviene la difesa ducale che devia con la propria barriera il sinistro dell’attaccante avversario in calcio d’angolo

56′ galoppata verso l’area atalantina di Kulusevski che poi serve Caprari, l’attaccante crociato prova la conclusione verso la rete, tiro che termina abbondantemente sopra la traversa avversaria si era, ad ogni modo, alzata la bandierina dell’assistente: fuorigioco

59′ terzo corner della partita assegnato alla formazione di Gasperini, sarà battuto dalla destra. Nulla di fatto, poi cambio per l’Atalanta che sostituisce Caldara con Muriel, il tecnico atalantino prova a potenziare il proprio arsenale offensivo

60′ Atalanta che, in questo avvio, è padrona del campo, ha alzato il proprio baricentro e conduce, almeno per ora, il gioco. Alla squadra ospite, però, manca lucidità negli ultimi metri. Parma che si difende bene e che si affida solamente alle proprie ripartenze

63′ altra occasione per l’Atalanta che sciupa quella che sembrava una nitida opportunità; Zapata verticalizza per Muriel che libera il proprio destro riuscendo, però, a colpire solo l’esterno della rete, fortunatamente per il Parma. Campo libero poi per il Parma che viene guidato in avanti da Kulusesvki, l’estremo difensore dell’Atalanta, però, esce dalla propria area per anticipare il crociato, pallone, quindi, che torna in possesso della squadra avversaria

65′ prima sostituzione anche per Roberto D’Aversa: esce dal campo Gervinho che nel secondo tempo è sembrato affaticato e lascia il posto al numero sette gialloblù, Karamoh

68′ calcio di punizione per l’Atalanta a seguito di un fallo di Kurtic su Gomez. Posizione pericolosa

70′ 1-1 GOOOOAL, l’Atalanta pareggia grazie alla punizione battuta da Malinovskiy, Sepe spiazzato non può che guardare il pallone mentre si insacca alle sue spalle

71′ secondo cooling break della gara, poi si ripartirà con il punteggio che, qualche minuto fa, è cambiato: il tabellone del Tardini annuncia ora il pareggio per 1-1

75′ occasione per il Parma su calcio di punizione battuto dalla distanza da Caprari, la palla rimbalza davanti a Gollini che la devia oltre il palo. Brivido per l’Atalanta

77′ crampi per Caprari, gioco momentaneamente sospeso per consentire ai sanitari di prestare soccorso al calciatore gialloblù il quale, secondo i dettami del regolamento, lascia poi il campo. Caprari non ce la fa: sostituito da Siligardi, D’Aversa impiega così quella che è la sua seconda sostituzione

82′ doppia sostituzione per i crociati: out Barillà e Gagliolo che lasciano spazio a Pezzella e Iacoponi

83′ 1-2 GOOOAL; l’Atalanta si porta in vantaggio grazie al sinistro a giro di Gomez che lascia letteralmente basito il portiere gialloblù. L’autore della rete, dopo aver esultato, abbandona il terreno di gioco lasciando spazio a Tameze. Si è ribaltato, quindi, il risultato sul tabellone al Tardini, dopo un primo tempo all’arrembaggio la squadra ducale ha affrontato più mestamente la ripresa lasciando inevitabilmente spazio alle incursioni atalantine

90′ assegnato l’extra time: cinque minuti, nel frattempo si registra un’occasione per l’Atalanta, Zapata entra in area di rigore, Sepe gli serra il passaggio chiudendo lo specchio

91′ punizione per il Parma battuta da Siligardi, Gosens si rifugia in corner

92′ ancora una chance per i crociati con Kulusesvki che sfonda sulla destra, appoggia per Dermaku a colpo sicuro ribatte verso la rete, ma Hateboer salva l’Atalanta intervenendo sulla linea. Grande rammarico per i gialloblù; Kulusevski sfoga la propria rabbia contro i cartelloni pubblicitari

94′ Gosens si mangia veramente un pallone invitante, solo davanti alla porta prova la conclusione, gran parata di Sepe che si allunga e con i guantoni ribatte la sfera in calcio d’angolo evitando così la terza rete atalantina

Il Parma, nella sua ultima apparizione al Tardini di quest’annata, esce sconfitto dall’incontro contro l’Atalanta; il goal di Kulusesvki realizzato nel corso del primo tempo aveva entusiasmato gli animi crociati. Doccia fredda, invece, nella ripresa durante la quale la squadra di Gasperini riesce prima a rimettere in pari i conti e poi a sferrare il colpo mortale con Gomez condannando quindi i ducali a raccogliere un’amara sconfitta. Parma che proverà a chiudere in bellezza domenica prossima, nel posticipo che si giocherà a Lecce, poi calerà il sipario su questa particolare annata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

15 pensieri riguardo “PARMA-ATALANTA 1-2 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

  • 28 Luglio 2020 in 19:20
    Permalink

    Forza!

  • 28 Luglio 2020 in 19:34
    Permalink

    Vamos Ragazzi….💪💪💪⚽️⚽️⚽️⚽️

  • 28 Luglio 2020 in 20:24
    Permalink

    Per ora miglior Parma della stagione. Avanti così!

  • 28 Luglio 2020 in 21:03
    Permalink

    A Brescia si è composta finalmente la coppia Cellino Perinetti. Era un matrimonio che prima o poi s’aveva da fare. Dopo Tacopina, Preziosi e con Zampa al gabbio restava solo il sardo con la chitarra.

    • 28 Luglio 2020 in 21:24
      Permalink

      E dagla… sempre la solita fola. Premesso che gli altri sono di un’altra categoria, però dopo un buon primo tempo siamo andati in vacca nel secondo.
      È incredibile come i cambi di D’Aversa siano dannosi, mette su la difesa a 5, 30 secondi e becchiamo gol. Assurdo.

      Comunque nonostante 10 (dieci) sconfitte in casa ci siamo salvati. E quindi va bene cosi. Siamo oltre le nostre possibilità.
      Ma sarà un campionato duro il prossimo.

  • 28 Luglio 2020 in 21:25
    Permalink

    Che palle! Meritavamo il pari. Come sempre, siamo stati polli.

    • 28 Luglio 2020 in 21:52
      Permalink

      No, dai, non è questione di essere polli, qui c’è un allenatore con mentalità sbagliata che porta la squadra a chiudersi eccessivamente anche quando non ce ne sarebbe bisogno. Continua a sbagliare inconsciamente e non si rende conto che molte sconfitte sono causa sua. Ma possibile chiudersi tutte le volte come dementi anche se mancano ancora 60min alla fine??
      Detto questo, fino al gol del vantaggio siamo stati super… peccato per la solita zampata del mister

  • 28 Luglio 2020 in 21:38
    Permalink

    Con 10 sconfitte in casa salvarsi è stata una vera impresa. Non so se negativa o positiva. Speriamo che arrivi un po’ di pila per prendere qualche zogador possibilmente sano e non claudicante o peggio convalescente o rotto.

  • 28 Luglio 2020 in 21:58
    Permalink

    Il pestone di Kurtic in occasione della punizione del pareggio, lo puoi fare se difendi a 30m dalla porta, non al limite dell’area! Questo errore è frutto del giocare troppo chiusi anche quando non ce ne sarebbe bisogno! Errore dell’allenatore che trasmette questa mentalità.

  • 28 Luglio 2020 in 22:15
    Permalink

    Speriamo negli arabi

  • 28 Luglio 2020 in 22:24
    Permalink

    Gli arabi? Il sultano? Il Qatar? Bah… finché non vedo non credo.
    E mi fido poco… cosi su due piedi. Poi chi vivrà vedrà.
    Sempre forza Parma.

  • 28 Luglio 2020 in 23:02
    Permalink

    Dalle parole di D’Aversa, si evince che la trattativa per la cessione va avanti senza intoppi, in quanto ne ha parlato come se fosse a buon punto.

  • 29 Luglio 2020 in 08:37
    Permalink

    La partita di ieri dimostra ancora una volta che se il Parma avesse avuto un organico al completo ieri sera avremmo sicuramente vinto la partita. Atalanta ridestata da due episodi che come ben sappiamo sono quelli con cui le grandi squadre ti infilano e ti puniscono se non la chiudi prima. Pazienza,la voglia e il modo di giocare di ieri sera mi sono piaciuti molto. Fermo restando che gli organici delle due squadre differivano di parecchio il Parma ha tenuto testa agli orobici salvo quelle due amnesie…Peccato poi per il “rigore” da 4 metri di Dermaku bloccato da Hateboer…il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Se non altro abbiamo fatto smettere di sorridere il canuto allenatore orobico per 65 minuti buoni. Mi sta antipatico ma ammetto che ci sa fare.
    Ora, capitolo Parma, io mi rivolgo alla proprietà, teniamoci stretti il Mister e cerchiamo (con l’aiuto di chi dovrebbe arrivare in società) di rinforzargli ulteriormente la squadra. Proviamo gradualmente ad alzare il livello. Fermo restando che sostituire Kulu mi pare impresa improvvida dovremmo pensare a sfoltire qualche nome in varie parti del campo e sostituirli con ragazzi da affermare o con qualche nome di livello a prezzi umani. Difficile. Ma non impossibile. Punti saldi tra i titolari: Sepe, Brunone Gagliolo e Iacoponi per la difesa, Kuco e Kurtic per la mediana, Cornelius e Inglese davanti.
    Gli altri per un motivo o per l’altro potranno essere sostituiti sperando in un upgrade in ciascun reparto.
    Un nome caldo? Falco del Lecce. Potrebbe essere un buon acquisto in prospettiva. Nomi altisonanti? li lascio ad altri. Auspicherei un percorso come quello dell’Atalanta se fosse possibile. Rinforziamo gli scout in giro per il mondo e poniamo le basi per un progetto di ampio respiro.
    Infine ultima considerazione, massima fiducia nei Magnifici 7 e nello staff tecnico (D’Aversa in primis). Mettiamo l’allenatore in grado di gestire un organico completo ed affidabile e vediamo che ne scaturirà.
    Ora l’ultima partita a Lecce e poi il rompete le righe.
    Un grazie immenso a Kulusevski, un ragazzo a cui auguro ogni bene nonostante la nuova maglia che indosserà mi faccia personalmente pena. 20 ed in doppia cifra per gol e assist al primo anno di Serie A, a memoria non ricordo un talento simile.

    FORZA PARMA

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI