REGGIANA IN B DOPO 21 ANNI E FRANCO TOSI IN TRASMISSIONE SFOGGIA LA CROCIATA: “NON DIRO’ MAI ABBASSO PARMA O SASSUOLO…”

IMG-20200723-WA0072

INTERVISTA DI LUCA SAVARESE

La Reggiana di nuovo in B: per Franco Tosi, è una poesia inattesa, un dipinto che aspettava di vedere o il sogno, anzi la realtà di una notte di mezza estate?

Ma innanzitutto un buon pomeriggio a tutti e un saluto! Era inaspettata la promozione: all’inizio della stagione eravamo stati ripescati dalla serie D, si prospettava quindi un campionato con obiettivo Play Off, poi strada facendo ci siamo accorti che Doriano Tosi, il direttore sportivo, aveva messo su una squadra niente male, poi, l’ appetito vien mangiando, si è pensato di lottare per la promozione, quindi il Covid ha interrotto i giochi quando la Reggiana era seconda e poteva giocarsi le sue carte, poi da lì, è storia ormai risaputa, sono iniziati i ecco i Play off ed è andata come doveva andare…”.

Ultima volta in B, Giugno 1999, dove, pur in un finale di stagione con quattro vittorie consecutive – ultima quella contro la Luccese – la squadra, in concomitanza con il successo del Cosenza su un Cesena già salvo, piombò in C…

Si, è proprio così esatto, sono passati ventuno anni, anzi noi diciamo, un secolo fa… Nel secolo scorso, per renderla ancora più eclatante, eravamo in B ed in questo secolo ci siamo ritornati, perché eravamo ancora nel secolo scorso, il 1900, ventuno anni, si, sono troppi”.

Massimiliano Esposito, ieri sulle nostre colonne, ha tracciato un paragone tra la formazione che nel ’94 con un suo gol a San Siro contro il Milan raggiunse la salvezza in A e questa che con un Kargbo bum bum riabbraccia la B, due gruppi, secondo, l’ex bomber, solidissimi: tu, sei d’accordo?

Si, condivido, la sorpresa più che dal gioco e dai risultati, è nata proprio dal gruppo, si è capito subito che era un gruppo affiatato, con un allenatore che faceva di tutto per crearlo questo gruppo. Sai, il calcio è uno sport di gruppo, l’unione e la coesione tra i vari giocatori è elemento determinante, e se non hai quello, non vai da nessuna parte. Il gruppo è stata quindi la nostra arma vincente, anche perché avevamo buonissimi giocatori ma nessuna stella tra i 23 della Reggiana”.

Il salto di categoria, l’approdo in Cadetteria val bene una messa in onda… con la Casacca Crociata, per una promessa, un fioretto?

Allora: dieci anni fa nella trasmissione classica del lunedì sera, arrivò un messaggio, “Tosi cosa sei disposto a fare, anche a presentare con la maglia del Parma, pur di vedere la Reggiana in B?”, “Assolutamente si, pur di andare in B, ci mancherebbe altro”. Poi si è trascinata così col tempo, quasi come una presa in giro. Quest’anno, a ridosso delle ultime gare decisive, mi dicevano “Ricordati la promessa” e nella festa di mercoledì sera, ho ricevuto non meno di duemila, tremila inviti a presentarmi, all’indomani, con la casacca del Parma, e l’ho fatto volentieri. Il calcio è una cosa molto seria però, ogni tanto, qualche ironia–goliardia, ci può stare. Ripeto ho rispettato una promessa, non una scommessa. Ho ricevuto tanti messaggi simpatici, carini, anche da Parma, mi spiace solo, che qualche tifoso del Parma, l’abbia trovato come offensivo, dicendomi: “Non puoi offendere la maglia del Parma”. Ma, ripeto, era un gesto assolutamente simpatico, è un aspetto goliardico, da sfottò da campanile, per l’amor del cielo, figurati se mi permetterei di prendere in giro il Parma, a proposito, come va con lo sceicco?…”

A proposito di Parma la tua voce ha narrato negli anni 70 una decina di gare dei Crociati, compreso lo spareggio vicentino con la Triestina del 1979, con terza rete siglata da Carlo Ancelotti?

Certo, con la seconda rete di fatto propiziata da una deviazione decisiva dell’arbitro (D’Elia, nda), ricordo benissimo, allora non c’era nessuna tv a Parma che seguiva il Parma, ed allora come TeleReggio ci chiamavamo Tr Canale 40, proprio per togliere il Reggio, riprendevamo anche il Parma, mi ricordo anche una telecronaca di un Olbia-Parma, al di là del mio tifo reggiano, in quel momento fatidico dello spareggio, ho cercato di essere professionale e di svolgere al meglio il mio lavoro”.

Oggi hai modo di seguire e magari di simpatizzare per le sorti Crociate?

Ma certo che le seguo le sorti Crociate e sai io ho un modo un po’ strano di essere tifoso: dico forza Reggiana ma non sono di quelli che dicono abbasso Parma, certo dico Forza Reggiana, ma non dico abbasso Sassuolo, puoi capire perché dico Sassuolo… Concepisco il tifo sempre per mai come contro (prospettiva del resto condivisa ampiamente da queste colonne, motivo per cui stiamo aprendo queste finestre sull’altra sponda dell’Enza, ndr). Tifo Reggiana certo e gli altri non mi interessano, ma cerco di non essere mai contro gli altri. Circa sette mesi fa ero a Parma per la presentazione di un avvenimento sportivo, e chiesi a qualche collega parmigiano, se mi vendevano Kulusevski, che non era ancora così straripante e mi risposero “cucu”. Quanto è poi cresciuto questo giocatore, poi avete fatto un campionato sopra le righe, al di qua Dell’Enza, nessuno si aspettava un campionato Crociato così, e poi un giorno che avrete voglia e tempo, mi spiegherete perché ce l’ avete tanto con il non gioco di D’aversa: in fin dei conti, ciò che conta è il risultato…”.

IMG-20200502-WA0055Durante il lockdown, noi di StadioTardini.it abbiamo cercato di esserci sempre, con la rubrica quotidiana, creata dal sottoscritto, Diario di un’Italia in(corona)ta, cercando di andare al di là delle mere vicende sportive: anche voi di TeleTricolore – molto seguiti anche a Parma – al posto dello spazio del quotidianoTtg sportivo, avete dato ampio spazio alla trattazione del Coronavirus con te in studio?

Si abbiamo ovviamente sospeso lo sport ed alle 17 iniziavamo la trasmissione in diretta con gli aggiornamenti sui dati, con il commissario dell’Emilia Romagna Venturi: è stato un momento difficile, la conducevo io e ti assicuro che è più facile fare una telecronaca che parlare di decessi, è stata dura, un impegno notevole, che abbiamo svolto con passione, cuore e cura, tre mesi senza sport, dove apparivano solo notizie di contagi e decessi, un brutto periodo, che ci siamo lasciati alle spalle e speriamo che finisca tutto quanto prima”.

Ma che sapore avrà il nuovo viaggio di questa macchina Reggiana nell’autostrada della serie B?

Sai il problema è che noi questa autostrada, non la conosciamo proprio. Sono passati 21 anni, c’è una generazione intera che non sa neanche cose’ la B, io con tutti gli anni che ho sulle spalle, conoscono la B, la A, la C ed anche la D, grazie all’americano che ci ha fatto fallire. Molti interpreti della promozione, la B, non l’ hanno mai fatta affrontata, ma sono fiducioso, per ora siamo al casello, e speriamo che sia un’ autostrada dritta, ci vuole un po’ di esperienza, in tanto, ci siamo arrivati”. Luca Savarese

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

REGGIANA-BARI 1-0, GRANATA PROMOSSI IN B DOPO 21 ANNI, I VIDEO DI VANNI ZAGNOLI

DALL’ALTRA SPONDA DELL’ENZA / MAX ESPOSITO, CHE A SAN SIRO FIRMO’ IL GOL SALVEZZA DELLA REGGIANA ’94 IN A, ALLA PROMOZIONE DI IERI IN B

RIASCOLTA LA RADIOCRONACA DI GIAN CARLO CECI SU RADIO EMILIA DEI SUPPLEMENTARI DEL MITICO SPAREGGIO DI VICENZA DEL 17.06.1979

2 pensieri riguardo “REGGIANA IN B DOPO 21 ANNI E FRANCO TOSI IN TRASMISSIONE SFOGGIA LA CROCIATA: “NON DIRO’ MAI ABBASSO PARMA O SASSUOLO…”

  • 24 Luglio 2020 in 22:42
    Permalink

    Ammazza quanto spazio alla Reggiana! Parliamo più noi di loro che loro di noi.

  • 25 Luglio 2020 in 08:55
    Permalink

    Franco Tosi un odio cordiale reciproco dal 1973,altri tempi altra gente

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI