E INTANTO IL GENOA HA PRESENTATO FAGGIANO: “MI SON SCRITTO IL CONTRATTO DA SOLO E NON HO INSERITO IL PREMIO SALVEZZA…” (VIDEO)

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

(Luca Tegoni) – Costretto in una giacca che non si abbottonerà mai, si presenta stazzonato sotto il sole rivierasco e, mentre suda inevitabilmente, sciorina parole consumate.

Daniele Faggiano dà l’impressione, a me, visto il video della presentazione, di essere capitato tra i tifosi più camalli a sua insaputa. È piombato qui all’improvviso, in un frangente estraneo al raziocinio. Una non scelta confortata dal fatto di aver trovato un’altra famiglia. Simpatica l’idea, a domanda su quale possa essere il suo ruolo in società, che ognuno fa un po’ di tutto, ma ognuno con la propria responsabilità e poi principalmente si occuperà di calcio mercato. Tanto ci pensa il Grande Giocattolaio a scegliere e decidere (non l’ha detto lui).

D’altra parte il Genoa è Genoa e questo è il grande punto fermo. Dalle tante domande banali sgorgano involute risposte di grande apparente saggezza. Le solite frasi ad effetto magari senza soggetto, con predicato verbale impreciso e complementi assenti.

I giornalisti presenti cercano di estorcere la visione del Genoa che sarà, ma l’impressione è che nemmeno lui lo sappia, eppure l’uomo grosso, grande e bonario ispira simpatia e con soldi a disposizione non esita a spenderli, spesso bene.

Nonostante l’ultimo anno il Genoa si sia salvato all’ultima giornata, Faggiano non prende nemmeno in considerazione la possibilità di rimanere così tanto in lotta per non retrocedere.

Grande rispetto per tutti, per il passato, per gli errori, per gli uomini che li hanno commessi. Faggiano è rassicurante, prende tempo e concede la previsione di colpi di mercato imminenti, come prima, negando, lasciava intendere che il nuovo allenatore sarà Maran, ma fino a che non firma non lo dirà mai (mentre il suo successore Marcello Carli, ieri, pescando all’amo gettato con nonchalance da Alberto Rugolotto, ha risposto parlando dell’ancora non ufficializzato Liverani, finito a propria volta nel mirino dei tifosi leccesi per aver portato a cena con la dirigenza del Parma il suo staff ancora sotto contratto coi salentini e non liberato).

Faggiano si presenta così a Genova sponda Grifone tenendo la bocca chiusa, ma lasciando intendere parecchio. Sollecita curiosità e interesse, non parla più del Parma (solo un po’ all’inizio, con quell’accenno alla famiglia lasciata per accasarsi nella nuova, e poi verso il 20° minuto allorché spiega: “Tra i premi del mio contratto, che mi sono scritto da solo, come può testimoniare il dottore – l’AD che lo affianca durante la presentazione Alessandro Zarbano, chiamato con lo stesso titolo con cui si riferiva temporibus illis a quello ducale Luca Carra – non c’è quello salvezza, ma solo a salire e spero che mi vada bene. E’ un obiettivo che mi sono prefissato dopo aver lasciato due anni di contratto in un’altra squadra dove avevamo costruito bene e dunque per darmi ulteriori stimoli professionali ed emozionali per dare qualcosa in più”) proprio come piace a me, saluta e se ne va… Luca Tegoni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

58 pensieri riguardo “E INTANTO IL GENOA HA PRESENTATO FAGGIANO: “MI SON SCRITTO IL CONTRATTO DA SOLO E NON HO INSERITO IL PREMIO SALVEZZA…” (VIDEO)

  • 26 Agosto 2020 in 22:28
    Permalink

    Non capisco perché essere astiosi. Non dobbiamo temere Faggiano. A meno che, dopo la conferenza stampa di ieri di presentazione della grande liquidazione, non soffriamo di invidia per preziosi. La società ha scelto Carli. Vediamo cosa porta e quanto sia bravo. Poi lo paragoneremo a Faggiano. Di certo Carli non è mai squalificato per omessa denuncia nel calcio scommesse. E questo è già un buon inizio. Poi mi pare sappia usare i congiuntivi e qui un mega balzo in avanti.

  • 26 Agosto 2020 in 23:03
    Permalink

    A parte i congiuntivi e i passati remoti azzeccatissimi, meno male cla ciapè ed l’aria!

  • 27 Agosto 2020 in 00:31
    Permalink

    con lo sfascia conti re delle non plusvalenze ….. in due anni il genoa si ritrova in serie D dovrà il scappare di notte il leccese inseguito dai portuali , comunque preziosi gli ha fatto capire cosa sia carta bianca a genoa a chiamato lui liverani e a scelto lui maran e non ha voluto d aversa alla faccia di faggiano poi dove troveranno i soldi non si sa il gatto e la volpe molto simili al leo e al ghiro ( come aspetto naturalmente ogni riferimento a perso i o fatti reali e casuale e non veritiero

  • 27 Agosto 2020 in 07:34
    Permalink

    Faggiano non azzeccava I congiuntivi ed I passati remoti , ma le ” acca” le metteva al posto giusto !!! HA chiamato HA scelto !!! E la punteggiatura alla cazzo !!! Ma do s’iv andè a scola ??? Da la Dirce ???

    • 27 Agosto 2020 in 09:01
      Permalink

      JdM, Mario Scarpa…tutti la stessa penna mi sa…
      Ci manca Bonci per fare il filotto dei nickname…
      O magari anche Turella e Garito…

        • 27 Agosto 2020 in 21:38
          Permalink

          nolan ha pestato ,il mio idolo era furlan (sigh)

          • 28 Agosto 2020 in 08:30
            Permalink

            Valà che ho capito chi sei…

  • 27 Agosto 2020 in 10:22
    Permalink

    Faggiano come tutti quei buontemponi uscita dalla scuola di
    Perinetti…che coraggio….

    A Parma ha fatto solo danni e tutti a ringraziarlo….mamma mia….

  • 27 Agosto 2020 in 10:34
    Permalink

    Da un lato è meglio che il Genoa non fallisca visto che a Luglio ha ricevuto un prestito di 7 milioni garantiti da “Pantalone” aka Stato.

    FORZA PARMA

  • 27 Agosto 2020 in 10:43
    Permalink

    Non pensi che non possa essere tutto negativo come pensi tu? Non credi che la direzione aziendale possa aver influito sulla sua opera o che comunque l’abbia “sorvegliata” e quindi approvata passo per passo come fa ogni seria direzione aziendale nei confronti dei delegati? No eh?

  • 27 Agosto 2020 in 11:34
    Permalink

    Iga al s’è scrit al contrat da lù, al sarà Faggiano ed nòm mo miga èd fat…

  • 27 Agosto 2020 in 11:35
    Permalink

    https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

  • 27 Agosto 2020 in 13:11
    Permalink

    Consiglio di leggere l’articolo di Parma Repubblica.
    Qualcuno del sito aveva detto tempo fa che mana mana potesse essere un messaggio rivolto a suocera perchè intendesse nuora…

    • 27 Agosto 2020 in 13:46
      Permalink

      Stefano ma cambia poco, Qatarioti/Americani/RussoCipriota ecc… il discorso è sempre quello, e l’hanno detto durate la conferenza stampa il casting è sempre aperto. Ma nessuno di noi, direttore a parte (ho la vaga impressione che lui si aspettasse più americani che Arabi) può sapere quanti contatti, interessamenti, due diligence e perlustrazioni delle strutture sono stati fatti in questi anni. A parer mio il problema della fuoriuscita della notizia su Al Mana è stato un altro, si fatto passare un interesse o qualcosa di più per closing immediato, perché la società Parma ha abituato tutti, giornalisti compresi, che la voce arriva quando è tutto fatto. Ma probabile che questa volta qualcuno dall’interno, se non le fanno uscire loro queste notizie non so chi possa essere, ha toppato in pieno.

  • 27 Agosto 2020 in 13:41
    Permalink

    Basta che la nuora abbia i soldi perché qui dal borsellino esce la mosca.

  • 27 Agosto 2020 in 13:42
    Permalink

    Arrivano gli americani

  • 27 Agosto 2020 in 13:48
    Permalink

    Maio lei tempo fa aveva detto che gli interessati a comprare il Parma le risultava fossero di altre latitudini?? Americani?

    • 27 Agosto 2020 in 14:30
      Permalink

      Stavolta, perdonatemi, ma mi trincero dietro un no comment. Fino alla conferenza di martedì ho cercato, come tradizione nei momenti più complessi, di offrire chiavi di lettura che potessero essere di conforto al lettore disorientato, ma ora non ho altro da aggiungere.

      • 27 Agosto 2020 in 15:50
        Permalink

        Durante la presentazione, Ferrari disse che “normalmente ” a loro riesce fare trattative in segreto e chiese rispetto per non voler commentare le voci su Al Mana, che i bravi giornalisti avevano svelato. Poi si fanno fotografare nel centro sportivo con una carovana di gente al seguito e si sa pure dove hanno mangiato , chi c’ era e dove hanno svolto gli incontri. Sembra quasi voluta come cosa.

        Non ho mai visto Majo trincerarsi dietro un no comment. O la società ha ordinato ciò oppure la pentola sta bollendo parecchio.

        Di solito scrive ” calma e gesso”

      • 27 Agosto 2020 in 16:14
        Permalink

        Si ma Majo io nn mi spiego solo una cosa e spero che lei mi dia la risposta.. Ma com è possibile che nella conferenza Ferrari abbia chiesto rispetto per avere riservetezza e poi si fanno fotografare con tanto di dettagli addirittura sulla cena?! Quando escono prima tutte ste voci fa male in quanto non si concretizza mai nulla.
        Io dico solo che Commisso l anno scorso era uscita l indiscrezione alle 10 della mattina e alle 12 è arrivata l ufficialità dei viola! Queste sono trattative segrete veramente che vanno poi a buon fine!
        Che ne pensa Majo? Grazie

        • 27 Agosto 2020 in 16:47
          Permalink

          Come già detto prima, a sto giro preferisco astenermi da ogni tipo di commento sulla questione

          • 27 Agosto 2020 in 16:59
            Permalink

            Ok va bene.. E questo lo vedo come un buon segno.. Però mi dice come mai non c’è ancora l ufficialità di Liverani? Grazie

    • 27 Agosto 2020 in 15:57
      Permalink

      Dopo il kebab e gli involtini primavera, una bella bistecca texana! Evvai!

    • 27 Agosto 2020 in 16:01
      Permalink

      Grande Paerma …
      Parma siempre speciale …sempre Magico ..
      Vamos …

      https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

      • 27 Agosto 2020 in 16:33
        Permalink

        Per fortuna Straje’ non ha scritto che il
        Parma è come……… ROCKY MARCIANO

        • 27 Agosto 2020 in 17:22
          Permalink

          Parma e’ come Rocky Marciano quando gioca ….ricordi le famose parole di Gagliolo ….
          ” Non Molliamo Mai ” ..
          podarse che con Liverani …gioco tecnico di palotta ….all attacco ..bello di vedere ( si vero deve mettere a posto la difensa ) ….
          si puo’ dire che il nuovo Parma ( metaforicamente parlando ) e’ un misto di Mohammed Ali e Rocky Marciano .
          Cordialmente ,
          Sugar Ray Robinson

  • 27 Agosto 2020 in 14:38
    Permalink

    Considerazioni sul presunto interessamento degli americani:

    – Questo significa che con Al Mana è saltata? ( cosa che ripeto da 20 giorni)

    – pure se fossero interessati, attendo i problemi burocratici.

    – pure se fossero interessati, ho letto che la holding ha un fatturato di 500 milioni di dollari. Per dare un metro di giudizio, la Pizzarotti fattura più di 1 miliardo e la Barilla 3,5 miliardi. Ferrari ha sempre detto che è loro intenzione vendere solo a chi può garantire risultati migliori dei loro. A me sembra che vogliano vendere a chi gli porta quanto chiedono.

    • 27 Agosto 2020 in 14:59
      Permalink

      Il paragone fatturato non regge, i soci di Nuovo Inizio, ci sono a titolo personale, non con le rispetttive aziende,la differenza è sostanziale

      • 27 Agosto 2020 in 15:02
        Permalink

        Ok, fermo restando che Pizzarotti è socio sia a titolo personale che come impresa, il solo Barilla ha un patrimonio personale stimato intorno al miliardo

      • 27 Agosto 2020 in 15:03
        Permalink

        Grazie a Dio c’è ancora qualcuno che ragiona

    • 27 Agosto 2020 in 15:26
      Permalink

      E questo cosa vuol dire? Se un giorno Bill Gates decidesse di comprare il Parma non significa mica che ci butterebbe tutti i suoi 100miliardi di dollari di patrimonio personale…

      • 27 Agosto 2020 in 15:44
        Permalink

        Se li hai, può essere che tu ne metta molti o pochi. Se ne hai pochi, di certo non puoi metterne molti. Non è difficile.

    • 27 Agosto 2020 in 16:31
      Permalink

      Nathan io invece l’ho scritto da quasi 2 mesi
      che era tutto un bluff la pista che portava a
      Paperon de Paperoni

  • 27 Agosto 2020 in 14:43
    Permalink

    Ma basta con queste voci di presunti interessi a destra e sinistra, tenete il becco chiuso finché non ci sono le firme nero su bianco. Tutte voci che vanno a destabilizzare ulteriormente un ambiente già in equilibrio precario.

  • 27 Agosto 2020 in 15:31
    Permalink

    E’ il contentino per il “popolino”………un’altra fregata…..

    • 27 Agosto 2020 in 16:16
      Permalink

      NON CIELO DIKONO!!11!!

  • 27 Agosto 2020 in 16:13
    Permalink

    Estate 2005: si iniziò con Valenza e si finì con Sanz

    Estate 2020: da Al Mana a Krause

  • 27 Agosto 2020 in 16:15
    Permalink

    E intanto liverani non è ancora ufficiale… Siamo gli unici a non avere un allenatore.. Bha..

  • 27 Agosto 2020 in 16:26
    Permalink

    Sulla gazzetta di Parma c’e. scritto che nel nuovo
    stadio verranno COPERTE LE TRIBUNE.
    Forse voleva scrivere”LE CURVE”
    Le tribune sono già coperte.
    Un altro errore grossolano.
    Forse r.s. ( non si firma col nome intero )
    era in stato confusionale.

    • 27 Agosto 2020 in 18:11
      Permalink

      r.s. della Gazza, non è altro che

      Redazione Sportiva

  • 27 Agosto 2020 in 16:31
    Permalink

    Quello che non capisco è il perchè una proprietà dovrebbe immettere a babbo morto tutti gli anni decine di milioni di Euro per creare una realtà drogata rispetto a quella effettiva (che siano essi italiani, arabi, russi o americani). Come ho sempre scritto è obbligo per una società di calcio normale e sana imparare a camminare con le proprie gambe mediante un proprio autofinanziamento derivante tanto dai ricavi tipici ricorrenti quanto da quelli straordinari del player trading.
    E’ qualcosa di utopico pensare che ci sia qualcuno che ogni anno butta milioni di Euro nel giochino. Non mi sembra che altre società in Italia paragonabili al Parma beneficino di considerevoli e regolari aumenti di capitale.
    Poi nel mondo sicuramente ci sono casi di squadre che ricevono consistenti aiuti finanziari dalle proprietà ma sono casi molto particolari di realtà non paragonabili al Parma.

  • 27 Agosto 2020 in 16:33
    Permalink

    Figa Nathan se at sì fort, at sev belè tut!
    Ora preoccupi perché attendi “problemi burocratici”…

    Veh Tortelli, co portot sfiga?! Sei n tortello di Parma, con pasta porosa, o di Reggio con quella assurda pasta liscia che non trattiene niente?

  • 27 Agosto 2020 in 16:35
    Permalink

    LG: per “player trading” intendi il mercato calciatori? Io non parlo inglese…

    • 27 Agosto 2020 in 18:13
      Permalink

      Certo ormai occorre famigliarizzare con l’inglese viste le nuove voci sui potenziali compratori

  • 27 Agosto 2020 in 16:51
    Permalink

    Dopo le manifestazioni di interesse, si presume che ci siano anche le trattative, se poi andranno a buon fine si vedrà.
    Per quanto riguarda la famiglia indicata nell’articolo, sempre che siano loro, si sa per certo che è molto legata all’Italia, posseggono vigneti e case vinicole in Italia dove hanno investito oltre 100 milioni di euro, molto tifosi di calcio, strano per degli americani, anche se mi pare di aver letto che hanno parenti italiani, un po’ troppo juventini come gusti, vabbè nessuno è perfetto.
    Per quanto riguarda il loro patrimonio, ho letto che solo la catena di supermercati che posseggono lo scorso anno ha fatturato 2,6 miliardi di dollari, non ho guardato cosa fatturano le altre società che posseggono, però mi sembra che non abbiano le cosiddette pezze al culo.
    Con questo non vuol dire nulla, le trattative non sempre si concludono.
    Questa notizia credo sia stata fatta trapelare dall’AUSL di Parma, perché non ha abbastanza psicologi per la depressione attuale di massa che colpisce in questi giorni i tifosi del Parma.

  • 27 Agosto 2020 in 17:27
    Permalink

    veramente vogliono comprare la coop li di fronte,ahahahah

    e’ il loro mestiere di fare i supermercatari mighe al fulbol,huhuhuhu

  • 27 Agosto 2020 in 17:54
    Permalink

    Voglio fare concorrenza alla LIDL………….

  • 27 Agosto 2020 in 19:15
    Permalink

    Avete notato che la pagina Facebook del Parma ha postato in inglese le ultime due volte, mettendo anche la foto di Inglese ? I messaggi subliminali fatti bene… ahah

  • 27 Agosto 2020 in 19:31
    Permalink

    Basta con Faggiano e D’Aversa, li ho apprezzati ma acqua passata non macina più . Lasciatemi passare questa frase fatta e bucolica.
    Pensiamo al futuro, qualunque sarà, e speriamo bene. Noi peones non possiamo che assistere senza poter far nulla di concreto se non seguire la squadra.

  • 27 Agosto 2020 in 21:17
    Permalink

    Majo, rispetto il Suo no comment. Può almeno dire se è perché non può commentare o non vuole commentare?

  • 27 Agosto 2020 in 21:44
    Permalink

    come fa uno scoglio ad arginare il mare ? come uno scoglione fa col marone ,si sentte piu’ scoglione o marone ? 😀

  • 28 Agosto 2020 in 14:56
    Permalink

    Figa ma conosot sol c’la cansò lì?
    Taca con Nilla Pizzi va”

  • 29 Agosto 2020 in 07:03
    Permalink

    Faggiano un direttore sportivo bravo ad acquistare giocatori con i soldi sborsati dalla proprietà del Parma, attribuendo a tutti loro ingaggi superiori alla media, ma adesso che si trattava di venderli per rientrare dalle spese se n’è scappato via. E allora dove stanno le sue qualità?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI