Stadio Tardini

Stadio Tardini

26 pensieri riguardo “FASSONE PER FAGGIANO? (Video Papirus Ultra)

  • 4 Agosto 2020 in 19:52
    Permalink

    Cambio societario a novembre? Mi sembra strano….

    • 5 Agosto 2020 in 00:42
      Permalink

      Dove? Chi fa nel frattempo il mercato? Lo farebbe seguendo le indicazioni della nuova società o no?

  • 4 Agosto 2020 in 20:00
    Permalink

    perché i giornalisti di parma pur essendo a contatto con l ambiente sanno le notizie dai siti web e da di marzio ? ieri sera a calcio calcio tutti erano sicuri della coppia d aversa faggiano e commentavano come semplice comunicazioni le continue affermazioni di d aversa sul ambizionibdell allenatore se la società e ambiziosa come se non avesse un contratto …..poi oggi si sa di faggiano e nessuno ieri sera ha accennato la cosa vuoi vedere che ci va anche d aversa anche se sembra voglia liverani n , comunque sempre secondi comunque

  • 4 Agosto 2020 in 20:38
    Permalink

    Se arriva,FASSONE io non rinnovo più l’abbonamento.
    LO GIURO.
    perché chi L’arabo porterà a Parma sia che sia il D.S,
    l’allenatore e i giocatori faranno sicuramente
    rimpiangere chi abbiamo ora.
    Si caro PAPIRUS, D’Aversa se ne va e con lui Foggiano
    ed è una notizia sicura al 100% e poi ti spiego il perché
    Entrambi se ne vanno per una ragione molto semplice.
    Preziosi a Foggiano e a D’Aversa gli da il doppio di quello
    che entrambi prendono al Parma e il contratto Preziosi
    glielo fa per tre anni a Foggiano e due a D’Aversa.
    Faggiano e D’Aversa prima di accettare la corte di
    PREZIOSI giustamente hanno chiesto al futuro
    presidente arabo del Parma che volevano un
    aumento spiegando che erano entrambi richiesti
    dal Genoa ma PAPERON DE PAPERONI
    che viene al Parma solo per guadagnarci non ha
    accettato ed è andato su FASSONE che non lo
    vuole proprio nessuno avendo fatto disastri su disastri.
    Se il nuovo.proprietario voleva rinforzare la squadra
    avrebbe acconsentito ad un aumento di stipendio
    dato che entrambi rispetto ad altri colleghi prendono
    poco ma il nuovo PAPERON DE PAPERONI non vuole
    spendere per la squadra.
    VE NE ACCORGERETE QUANDO I MIGLIORI DEL PARMA
    ANDRANNO VIA SENZA ESSERE SOSTITUITI DEGNAMENTE.
    Queste cose le so perché qualcuno che è in società
    sa queste cose e me le ha confidate ma ovviamente chi
    mi ha confidato tutto, non posso dire chi è nemmeno lo dirò
    sotto tortura.
    Occhio tifosi perché questi arabi ci vogliono.portare in B
    altro che Europa.
    Per l’allenatore decidera’ FASSONE e vedrete
    cosa costerà il nuovo allenatore o in alternativa porterà
    un brocco.
    Vedrete quanti calciatori che ora sono nel Parma andranno
    da D’Aversa.
    La grossa delusione caro PAPIRUS è che i MAGNIFICI 7
    ci hanno tradito.
    Non dovevano dare il Parma a questa gente
    che di calcio non sanno niente.
    Hanno soldi ma da noi spenderanno come
    DEI MISERABILI.
    Questo arabo che nemmeno so come si chiama
    è tale e quale PAPERON DE PAPERONI
    tanti soldi come lui ma tirchio come di più non si può
    L’unica differenza rispetto a PAPERON DE PAPERONI
    è che invece delle penne e delle piume ha il velo.
    Fidati di me PAPIRUS.
    Vedrai che disastro
    Mi sento tradito da Pizzarotti & Co.

    • 4 Agosto 2020 in 21:35
      Permalink

      se non rinnovi l abbonamento fasso e piangerebbe dai non farlo velenoso sii buono

  • 4 Agosto 2020 in 21:19
    Permalink

    Più che torturarti per farti parlare, lo farei per farti stare zitto, vecchia uccellaccia.

  • 4 Agosto 2020 in 21:33
    Permalink

    forse i vecchi e storici soci confindustriali pensano di fare come con il cinese lui il cinese ci mette i soldi 20 ml e ottiene la promozione in serie b e serie A loro prendono la gloria , poi lo ……..e arrivati in A con visibilità e forti contributi televisivi riappaiono !! mettendoci per carità un ottimo presidente nulla da dire sul presidente ottimo penso che siamo tutti d accordo ma gli arabi sono soliti metterlo loro in the back attenzione

  • 4 Agosto 2020 in 22:56
    Permalink

    Fassone? Mo mama….dalla padella alla brace…
    Chiedetelo ai milanisti..gran brava persona….
    Certo che in giro di professionisti seri ce né….
    Nessuno che voglia sposare il progetto Parma?
    Non ci credo….mi sa che in società qualcuno debba cambiare
    spacciatore. …..

  • 5 Agosto 2020 in 00:33
    Permalink

    L’ interpretazione è semplice: la trattativa sta saltando per ” motivi burocratici ” che sarà il nuovo ” il bonifico arriva domani ” e Faggiano è scappato perché la società gli ha detto che l’obiettivo è la salvezza. Se ne va da vincitore e va a Genova a guadagnare di più e dove può solo migliorare la situazione. Le trattative di cessione con NUOVO inizio sono come i contratti di de Laurentiis. Per quando hanno finito di porre le condizioni, gli altri scappano. Con loro questo è. Al massimo salvezza e trattative che fanno ridere l’ Italia , come il circo cinese.

  • 5 Agosto 2020 in 00:35
    Permalink

    Tranquilli, i qatarioti non arrivano.
    Già oggi si legge che il closing sarà a novembre… Faggiano ha “nasato lo straccio” ed ha preferito cambiare aria.
    Quindi avanti con i 7, che fin qui hanno fatto benissimo e sono solo da ringraziare. Aspetteremo fiduciosi il prossimo acquirente.

    • 5 Agosto 2020 in 00:43
      Permalink

      Davide, se legge con attenzione l’articolo di Simone Lorini, direttore di Parma Live troverà una plausibile ricostruzione del perché Faggiano andrà via (ovvero ricerca di nuovi stimoli) indipendentemente dagli sviluppi dell’operazione Qatar. Nessuno straccio nasato, solo l’ambizione di tuffarsi in una nuova avventura come far risorgere il Grifone. Qui aveva obiettivamente raggiunto tanto, difficile poter far di meglio. Dal suo punto di vista ha scelto il momento migliore.

      • 5 Agosto 2020 in 01:12
        Permalink

        Infatti, sa che non può fare meglio perché la speranza di poter ambire ad un nuovo progetto era legata alla cessione. Lui ha atteso qualche giorno dalla richiesta di Preziosi, mettendolo in standby, e quando in società gli hanno detto che la trattativa è bloccata o peggio saltata, ha preferito il certo all’ incerto o meglio una società da rilanciare ad una dove non può fare di più, anzi può solo scendere di posizione in classifica. Guarda caso, proprio lo stesso giorno in cui esce la notizia che la cessione avrà tempi lunghi. Per me saltata addirittura, dato che non ci sono motivi di allungarla ulteriormente, se si parlava di accordo raggiunto.

        • 5 Agosto 2020 in 07:22
          Permalink

          Lei ha la sua verità in tasca preconfezionata dai suoi pregiudizi. Faggiano aveva comunicato le sue intenzioni in anticipo (probabilmente era scelta legata alla certezza della permanenza in A del Genoa) e poi è uscita ieri pubblicamente. E la successiva indiscrezione, priva di ogni fondamento, della presunta interruzione delle operazioni di cessione della società trae vita dalla interpretazione (fallace) di qualche giornalista dei fatti. E con questo chiudo

          • 5 Agosto 2020 in 07:55
            Permalink

            Sarò il primo a festeggiare l’arrivo di Al Mana, sia per la sua forza e sia perché nuovo inizio si fa da parte . Spero solo che dopo i cinesi, non ci sia un’altra trattativa circense. Dall’ estate del 2014 siamo finiti sui giornali troppo spesso per vicende extra campo , che spesso hanno alimentato l’ ilarità delle altre tifoserie. Grazie nuovo inizio per la rinascita ma fateci l’ ultimo regalo, fate spazio a qualcuno che ci dia nuove ambizioni. Dal primo giorno avete detto che ci volevate traghettare. Bene, trattate senza pretese e lasciateci andare, così saremo felici noi e soprattutto voi.

          • 5 Agosto 2020 in 09:08
            Permalink

            Majo concordo con lei, però le chiedo se a questo punto come dice lei Faggiano aveva avvisato la società da tempo, i 7 soci da tempo staranno cercando un degno sostituto oppure è una scelta che va condivisa con i qatarioti e serve il loro ok?

          • 5 Agosto 2020 in 09:51
            Permalink

            “Da tempo”, relativamente, intendiamoci e probabilmente fino a ieri si poteva anche credere che potesse ripensarci. Da ieri è iniziato il casting e, come scrive a mio avviso correttamente la Gazzetta di Parma, “decisione che, in attesa della firma per la ces￾sione delle quote di maggio￾ranza (si andrà dopo il 15 di agosto) alla famiglia qatariota Al Mana, spetta ai soci di Nuo￾vo Inizio.”

  • 5 Agosto 2020 in 00:44
    Permalink

    Velenoso, sei meglio di Di Marzio! Cornacchia.

  • 5 Agosto 2020 in 10:06
    Permalink

    Sulle notizie degli ultimi giorni, non vedo nulla di cui preoccuparsi, sarà che sono ottimista di natura, ma non capisco tutta questa ansia.
    Il passaggio di proprietà, se deve avvenire, avverrà quando le parti troveranno le giuste intese, non mi pare che i futuri proprietari siano imprenditori sportivi e che posseggano altre società sportive, è normale che il passaggio della gestione sportiva della società avverrà in modo graduale, pertanto presumo che la prossima campagna trasferimenti verrà gestita dall’attuale proprietà, ora non credo che la squadra verrà stravolta, considerato anche l’alto numero di obblighi di riscatto, si dovrà sostituire il fenomeno e rafforzare la difesa, la parte più difficile sarà trovare qualcuno in attacco.
    Per quanto riguarda la partenza di Faggiano, non mi straccio le vesti, i tempi sono corretti finito il campionato ognuno è libero di fare le proprie scelte lavorative e soprattutto credo che la società non sia impreparata all’evento, già D’Aversa si lamentava che le colpe le prendeva sempre lui e mai qualcun altro, considerati gli sforzi economici della società l’unico che doveva prendersele era chi gli aveva acquistato giocatori a mezzo servizio.
    I nomi che circolano fanno parte dello spettacolo, molti vengono messi in giro dai procuratori altri dagli stessi interessati, la mia opinione è che serva uno esperto che ascolti l’allenatore e prenda quei 3-4 giocatori titolari necessari a completare l’organico, pertanto eviterei promozioni interne ed acquisti esterni (Palmieri) di gente attualmente inesperta. Poi se quei 3-4 giocatori avessero anche un’età inferiore ai 30 anni sarebbe meglio.

  • 5 Agosto 2020 in 10:41
    Permalink

    oggi come oggi preferisco una battuta di Fassona piuttosto che una di Fassone…
    A me ricorda Johnny Dorelli
    però è solo una battuta, perdonatemi

  • 5 Agosto 2020 in 10:47
    Permalink

    L’importante è che in sostituzione di Faggiano venga scelta una figura che conosca già il mestiere. Ho letto anche di soluzioni interne (Lucarelli) ma, con tutta la stima che ho per lui, non credo ci si possa improvvisare in un ruolo così fondamentale.

  • 5 Agosto 2020 in 11:14
    Permalink

    Grande scatto in avanti di carriera di Faggiano. Al Genoa di Preziosi a raccogliere l’eredità di Perinetti e Capozucca noti Ds di prestigio internazionale. Società sana con tantissima liquidità (soprattutto in contanti nelle valige). Vai Faggiano, li almeno sarà quello che parla meglio nelle conferenze stampa.

  • 5 Agosto 2020 in 12:34
    Permalink

    Provate a ragionare:
    – l’anomalo campionato è terminato e tra soli 40 giorni inizierà il prossimo. Quindi il tempo per fare la squadra è molto poco;
    – ormai 20gg fa si parlava di closing e passaggio si quote ai qatarioti subito dopo il termine del campionato;
    – a campionato terminato il closing viene posticipato ed il dg va al Genoa;

    Non ci vuole un aquila per capire che la nuova proprietà nel migliore dei casi tarderà ad arrivare e ciò implica un periodo di transizione in cui regnerà l’incertezza. Ovvio che un dirigente che ha mercato come Faggiano faccia le valige appena possibile.
    Ora ci troviamo a dover iniziare un mercato senza un direttore sportivo quando normalmente questo sarebbe solo il momento di raccogliere i frutti di quanto precedentemente seminato.
    Sarà un mercato avaro di soddisfazioni e temo che anche D’Aversa se ne andrà se ne avrà la possibilità.
    L’attuale società era convinta di chiudere il passaggio delle quote al termine del campionato e sono rimasti spiazzati dal posticipo e quindi non erano pronti a sostituire Faggiano, da qui il ritardo nella nomina del nuovo ds. La nuova stagione inizia sotto i peggiori auspici a causa di una gestione dilettantesca del passaggio di proprietà. Questo ovviamente si rifletterà sul mercato e sul prossimo campionato. Chi vorrebbe venire a Parma in questo momento in una situazione di tale incertezza? Chi è in grado di fare un mercato partendo da zero in soli 20 giorni?

    • 5 Agosto 2020 in 14:48
      Permalink

      Ti quoto su tutto al 100% questi 20/25 giorni saranno cruciali per. Il nostro futuro, io cercherei di tenermi stretto almeno D Aversa…

  • 5 Agosto 2020 in 17:38
    Permalink

    Speriamo che chi di dovere a prendere un Ds non sia come Faggiano a prendere le punte o arriva a Natale e infortunato

  • 6 Agosto 2020 in 07:35
    Permalink

    Quando sarà il closing del casting?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI