LE STRADE DEL PARMA CALCIO E DEL DIRETTORE SPORTIVO DANIELE FAGGIANO SI SEPARANO UFFICIALMENTE

(www.parmacalcio1913.it) Le strade del Parma Calcio e del Direttore Sportivo Daniele Faggiano si separano. La Società comunica infatti di aver raggiunto un accordo per la risoluzione consensuale del contratto in essere tra le parti.

Dal 7 dicembre 2016, giorno in cui gli è stata affidata la direzione sportiva della squadra, sono stati conquistati insieme risultati che entrano di diritto nella storia della società: le due promozioni e le due salvezze portano senza dubbio anche la sua firma.

Le nostre strade prendono cammini differenti – ha dichiarato Pietro Pizzarotti, Presidente del Parma Calcio 1913 – ma l’affetto e l’amicizia resteranno per sempre. In questi quattro anni con il Direttore c’è stato un rapporto particolare. Schietto, sincero, intenso. Anche questo è stato uno dei fattori che ci ha permesso di crescere insieme. Quando Daniele ci ha fatto capire di voler cercare nuovi stimoli e di volere mettersi alla prova in un progetto dove avrà responsabilità ancora più ampie, seppure con dispiacere, abbiamo pienamente compreso la sua scelta. Gli auguriamo di continuare a togliersi soddisfazioni nelle sue future esperienze professionali, con la consapevolezza da parte di entrambi che il lavoro svolto insieme rimarrà per sempre nella storia del Parma”.

Questa società, dalla proprietà a tutti i dipendenti, rappresenta per me una famiglia. Per questo non è stata una scelta facile – ha dichiarato Daniele Faggiano – ma dopo un’attenta riflessione ho ritenuto fosse la più corretta nei confronti di me stesso e delle persone con cui ho condiviso questi anni lavorativi. Ritengo sia giusto salutarci al termine di questa stagione dopo il lungo cammino intrapreso insieme, ricco di ostacoli ma soprattutto di grandi gioie. Quando sono stato chiamato dal Parma non ho pensato alla categoria, ma a quello che mi avrebbe dato dal punto di vista emotivo un’esperienza come questa: ho detto sì senza pensarci un secondo, perché credevo assolutamente che ci fossero le basi per quello che poi abbiamo ottenuto meritatamente stagione dopo stagione. Dopo quattro anni intensissimi ho capito che avevo bisogno di una nuova sfida perché sento di aver dato tutto me stesso, e non riuscirei a trovare dentro di me quel qualcosa in più che ritengo necessario per svolgere al meglio il mio lavoro. Con grande trasparenza l’ho comunicato ai soci di Nuovo Inizio, che hanno compreso la mia scelta e mi hanno dato l’ennesima prova che questa è una famiglia che porterò sempre nel cuore

Nei prossimi giorni il Parma Calcio 1913 comunicherà la scelta del nuovo Direttore Sportivo.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

28 pensieri riguardo “LE STRADE DEL PARMA CALCIO E DEL DIRETTORE SPORTIVO DANIELE FAGGIANO SI SEPARANO UFFICIALMENTE

  • 8 Agosto 2020 in 13:17
    Permalink

    non un a accenno ai tifosi o alla città o ai giornalisti lecchini che lo hanno sempre appogiato nelle sue conferenze dove non si capiva un babà solo alla società che lo ha lasciato libero pur avendo il contratto citata come famiglia Amen riposa in pace ops scusa buon proseguimento a genova li troverai un altra famiglia sopratutto tifosi che perdoneranno le cazzate

  • 8 Agosto 2020 in 13:53
    Permalink

    Si deve ricordare Faggiano che i tifosi del Genoa si incazzano un po’ di più rispetto ai tifosi del Parma

  • 8 Agosto 2020 in 13:56
    Permalink

    Mo co dit Pablo, svarioni?

    • 8 Agosto 2020 in 23:18
      Permalink

      pencrof licenza teatrale

  • 8 Agosto 2020 in 14:18
    Permalink

    Purtroppo sarà di nuovo un campionato di transizione, in attesa di qualcuno che prenda la maggioranza. Nuovo Inizio dovrà avviare un programma di ringiovanimento, cercando di fare plusvalenze dove è possibile, liberarsi di esuberi e di quelli sempre soggetti ad infortuni. E liberandosi di Sepe e di tutti gli assistiti del suo procuratore, che è comunque gente di bassa classifica. Con Al Mana avremmo avuto probabilmente altri orizzonti nel medio lungo periodo ma purtroppo è andata così, per motivi che non verranno mai resi noti. Personalmente, il risultato sportivo passerà in secondo piano. La cosa fondamentale è trovare un compratore, evitando cordate con 2 o più teste.

    • 8 Agosto 2020 in 17:14
      Permalink

      Perché liberarsi di Sepe ? Che cosa c’entra lui se ha un procuratore che parla a ruota libera ? Attualmente non esistono clubs Italiani di livello superiore al Parma che possano garantire a Sepe la maglia di titolare e, se il giocatore ha qualche ambizione di entrare nel giro della Nazionale, immagino voglia essere in campo per giocarsi le sue chances e non stare in panchina

      • 8 Agosto 2020 in 18:52
        Permalink

        Penso come Tu … Siber ,

        https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 8 Agosto 2020 in 21:43
      Permalink

      A me non tornano i conti. Oggi il procuratore di Sepe ha detto che il suo assistito merita di meglio del Parma, Damiani che assiste il calciatore dei campetti di via zarotto ha detto che andando via Faggiano bisogna capire come si metteranno le cose. I catarrati ci sono o non ci sono? Arrivano a agosto (TV Parma oggi) a ottobre ( Gazzetta di Parma articolo Brugnoli che riferisce che i tifosi non hanno capito il timing) o novembre? Esiste un difetto di comunicazione del club visto che tutto il mondo dice quello che vuole o c’è il caos assoluto? Sembra adesso che il Parma fosse Faggiano. Una specie di garanzia per tutti gli operatori di mercato. Perché qualche rappresentante della proprietà non fa chiarezza e zittisce tutte queste notizie destabilizzanti?

      • 9 Agosto 2020 in 02:28
        Permalink

        Che?

        Arrivano ad agosto?

        Fino ad ottobre ci sarà un misto di chiacchiere dei giornalisti locali ( perché i nazionali non parlano del Parma) , qualche miacuggginata ed alla fine parmalive o simili darà in anteprima la notizia dell’ interruzione della trattativa per problemi burocratici, che poi significa tutto e niente.

        Pensiamo alla realtà piuttosto. Basta seghe mentali. C’è una stagione da affrontare. Sarà difficile , probabilmente molto più difficile di questa, dato che mancherà Kulusevski, che da solo ci ha portato almeno 10 punti. Ci sarà molto lavoro per il nuovo Ds e sinceramente non mi dispiacerebbe Carli. Ci sono molti esuberi sotto contratto e bisogna abbassare l’età media. È indispensabile vendere perché ci sono i riscatti e servono molti soldi. Inizierà poi la ricerca ad un compratore, fondamentale almeno quanto il risultato sportivo.

    • 9 Agosto 2020 in 11:14
      Permalink

      Nathan liberarsi di Sepe?
      Dai liberiamoci pure di Cornelius
      e tanto che ci siamo pure di Gervinho
      Teniamo imvece Sprocati
      Karamok e mezze seghe varie.
      Ma fammi il piacere.
      Vuoi che andiamo in B!
      Ho capito sei un TESTAQUADRA.

  • 8 Agosto 2020 in 14:46
    Permalink

    Quanta tristezza, te mort al gat?

    • 8 Agosto 2020 in 16:49
      Permalink

      Fili, mo’ che lavor!
      Finti tifosi degni solo della Peggiana!

  • 8 Agosto 2020 in 18:02
    Permalink

    Cherubini, che comunque era il nome più difficile da raggiungere, rimane alla Juventus. A questo punto spero in Baccin.

  • 8 Agosto 2020 in 21:58
    Permalink

    Baccin o carli per me pari sono, basta che si sbrighino

  • 8 Agosto 2020 in 23:16
    Permalink

    E i vaucher arrivano o non arrivano.
    NESSUNA NOTIZIA A RIGUARDO.
    Non un cenno daparte della società.
    NIENTE DI NIENTE.
    Sta a vedere che la società ancora
    una volta ( dopo la Spal) c’è la mette
    ancora…..dove non batte il sole

    • 9 Agosto 2020 in 11:37
      Permalink

      A me sono arrivati puntualmente

      • 9 Agosto 2020 in 21:28
        Permalink

        A me non sono arrivati.
        Ma arrivano per posta?
        Io ho fatto tutto quello
        che dovevo fare.
        Se non mi arrivano
        vado per vie legali.

  • 8 Agosto 2020 in 23:26
    Permalink

    Capisco Foggiano.
    Non aveva a Parma più stimoli.
    Brutti pensieri gli offuscavano
    la mente è sportivamente voleva
    suicidarsi.
    Andando al Genoa
    ha deciso di fare il macabro gesto e si è
    sportivamente SUICIDATO.

  • 8 Agosto 2020 in 23:42
    Permalink

    baccin e cherubin non vengono a parma rimane solo farli ma meglio così a fatto bene a empoli senza soldi per cui 0

  • 9 Agosto 2020 in 10:43
    Permalink

    Intanto che sfogliamo la margherita direttore sportivo, gli altri stanno cercando di portarci via allenatore e mezza squadra, con il ritiro alle porte questo vuoto di potere non ci voleva, alla faccia della grande famiglia, a Faggiano la proposta del Genoa non è arrivata sicuramente il giorno dopo la salvezza, in una annata particolare come questa e con gli elementi da sostituire ci voleva un po’ di programmazione, e costui lavorava già per il Genoa a me sembra una coltellata alle spalle. E noi perdiamo tempo con Cherubini e Baccin, Carli DG subito con Lucarelli DS.

  • 9 Agosto 2020 in 10:50
    Permalink

    P.S. Basta con questa storia degli arabi, se arrivano bene, se non arrivano io mi fido del nostro presidente, basta che si sbrighi non c è tempo da perdere.

  • 9 Agosto 2020 in 12:59
    Permalink

    Condivido. Ma la notizia non arriva certo dai tifosi. E sappiamo che la pravdazzetta non agisce motu proprio. Occorre una dichiarazione chiara e univoca di chi è proprietario. Magari in occasione della presentazione del nuovo DS.

    • 9 Agosto 2020 in 20:44
      Permalink

      Se posso esprimere una opinione sulla questione passaggio di proprietà, direi che vi è un silenzio imbarazzato da parte della società per la notizia trapelata prematuramente, che visto l’evolversi della situazione potrebbe essere stato un boccone avvelenato.

  • 9 Agosto 2020 in 13:17
    Permalink

    Alla presentazione del nuovo ds esigo da parte della società un’aggiornamento sulla trattativa con gli arabi

    • 9 Agosto 2020 in 13:54
      Permalink

      alla presenza dei giordano e dei sorcini,per dire che “il carrozzone va avanti da se”

  • 9 Agosto 2020 in 20:47
    Permalink

    Se posso esprimere una opinione sulla questione passaggio di proprietà, direi che vi è un silenzio imbarazzato da parte della società per la notizia trapelata prematuramente, che visto l’evolversi della situazione potrebbe essere stato un boccone avvelenato.

  • 9 Agosto 2020 in 22:29
    Permalink

    ma basta abbia raggiunto gli obiettivi con gli arabi chi se ne frega magari non venissero !!! mi sembra che la vecchia proprietà di sia sempre comportata bene e raggiunto gli obiettivi ..

I commenti sono chiusi.