LE STRADE DEL PARMA CALCIO E DEL DIRETTORE SPORTIVO DANIELE FAGGIANO SI SEPARANO UFFICIALMENTE

(www.parmacalcio1913.it) Le strade del Parma Calcio e del Direttore Sportivo Daniele Faggiano si separano. La Società comunica infatti di aver raggiunto un accordo per la risoluzione consensuale del contratto in essere tra le parti.

Dal 7 dicembre 2016, giorno in cui gli è stata affidata la direzione sportiva della squadra, sono stati conquistati insieme risultati che entrano di diritto nella storia della società: le due promozioni e le due salvezze portano senza dubbio anche la sua firma.

Le nostre strade prendono cammini differenti – ha dichiarato Pietro Pizzarotti, Presidente del Parma Calcio 1913 – ma l’affetto e l’amicizia resteranno per sempre. In questi quattro anni con il Direttore c’è stato un rapporto particolare. Schietto, sincero, intenso. Anche questo è stato uno dei fattori che ci ha permesso di crescere insieme. Quando Daniele ci ha fatto capire di voler cercare nuovi stimoli e di volere mettersi alla prova in un progetto dove avrà responsabilità ancora più ampie, seppure con dispiacere, abbiamo pienamente compreso la sua scelta. Gli auguriamo di continuare a togliersi soddisfazioni nelle sue future esperienze professionali, con la consapevolezza da parte di entrambi che il lavoro svolto insieme rimarrà per sempre nella storia del Parma”.

Questa società, dalla proprietà a tutti i dipendenti, rappresenta per me una famiglia. Per questo non è stata una scelta facile – ha dichiarato Daniele Faggiano – ma dopo un’attenta riflessione ho ritenuto fosse la più corretta nei confronti di me stesso e delle persone con cui ho condiviso questi anni lavorativi. Ritengo sia giusto salutarci al termine di questa stagione dopo il lungo cammino intrapreso insieme, ricco di ostacoli ma soprattutto di grandi gioie. Quando sono stato chiamato dal Parma non ho pensato alla categoria, ma a quello che mi avrebbe dato dal punto di vista emotivo un’esperienza come questa: ho detto sì senza pensarci un secondo, perché credevo assolutamente che ci fossero le basi per quello che poi abbiamo ottenuto meritatamente stagione dopo stagione. Dopo quattro anni intensissimi ho capito che avevo bisogno di una nuova sfida perché sento di aver dato tutto me stesso, e non riuscirei a trovare dentro di me quel qualcosa in più che ritengo necessario per svolgere al meglio il mio lavoro. Con grande trasparenza l’ho comunicato ai soci di Nuovo Inizio, che hanno compreso la mia scelta e mi hanno dato l’ennesima prova che questa è una famiglia che porterò sempre nel cuore

Nei prossimi giorni il Parma Calcio 1913 comunicherà la scelta del nuovo Direttore Sportivo.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

28 pensieri riguardo “LE STRADE DEL PARMA CALCIO E DEL DIRETTORE SPORTIVO DANIELE FAGGIANO SI SEPARANO UFFICIALMENTE

  • 8 Agosto 2020 in 13:17
    Permalink

    non un a accenno ai tifosi o alla città o ai giornalisti lecchini che lo hanno sempre appogiato nelle sue conferenze dove non si capiva un babà solo alla società che lo ha lasciato libero pur avendo il contratto citata come famiglia Amen riposa in pace ops scusa buon proseguimento a genova li troverai un altra famiglia sopratutto tifosi che perdoneranno le cazzate

  • 8 Agosto 2020 in 13:53
    Permalink

    Si deve ricordare Faggiano che i tifosi del Genoa si incazzano un po’ di più rispetto ai tifosi del Parma

  • 8 Agosto 2020 in 13:56
    Permalink

    Mo co dit Pablo, svarioni?

    • 8 Agosto 2020 in 23:18
      Permalink

      pencrof licenza teatrale

  • 8 Agosto 2020 in 14:18
    Permalink

    Purtroppo sarà di nuovo un campionato di transizione, in attesa di qualcuno che prenda la maggioranza. Nuovo Inizio dovrà avviare un programma di ringiovanimento, cercando di fare plusvalenze dove è possibile, liberarsi di esuberi e di quelli sempre soggetti ad infortuni. E liberandosi di Sepe e di tutti gli assistiti del suo procuratore, che è comunque gente di bassa classifica. Con Al Mana avremmo avuto probabilmente altri orizzonti nel medio lungo periodo ma purtroppo è andata così, per motivi che non verranno mai resi noti. Personalmente, il risultato sportivo passerà in secondo piano. La cosa fondamentale è trovare un compratore, evitando cordate con 2 o più teste.

    • 8 Agosto 2020 in 17:14
      Permalink

      Perché liberarsi di Sepe ? Che cosa c’entra lui se ha un procuratore che parla a ruota libera ? Attualmente non esistono clubs Italiani di livello superiore al Parma che possano garantire a Sepe la maglia di titolare e, se il giocatore ha qualche ambizione di entrare nel giro della Nazionale, immagino voglia essere in campo per giocarsi le sue chances e non stare in panchina

      • 8 Agosto 2020 in 18:52
        Permalink

        Penso come Tu … Siber ,

        https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 8 Agosto 2020 in 21:43
      Permalink

      A me non tornano i conti. Oggi il procuratore di Sepe ha detto che il suo assistito merita di meglio del Parma, Damiani che assiste il calciatore dei campetti di via zarotto ha detto che andando via Faggiano bisogna capire come si metteranno le cose. I catarrati ci sono o non ci sono? Arrivano a agosto (TV Parma oggi) a ottobre ( Gazzetta di Parma articolo Brugnoli che riferisce che i tifosi non hanno capito il timing) o novembre? Esiste un difetto di comunicazione del club visto che tutto il mondo dice quello che vuole o c’è il caos assoluto? Sembra adesso che il Parma fosse Faggiano. Una specie di garanzia per tutti gli operatori di mercato. Perché qualche rappresentante della proprietà non fa chiarezza e zittisce tutte queste notizie destabilizzanti?

      • 9 Agosto 2020 in 02:28
        Permalink

        Che?

        Arrivano ad agosto?

        Fino ad ottobre ci sarà un misto di chiacchiere dei giornalisti locali ( perché i nazionali non parlano del Parma) , qualche miacuggginata ed alla fine parmalive o simili darà in anteprima la notizia dell’ interruzione della trattativa per problemi burocratici, che poi significa tutto e niente.

        Pensiamo alla realtà piuttosto. Basta seghe mentali. C’è una stagione da affrontare. Sarà difficile , probabilmente molto più difficile di questa, dato che mancherà Kulusevski, che da solo ci ha portato almeno 10 punti. Ci sarà molto lavoro per il nuovo Ds e sinceramente non mi dispiacerebbe Carli. Ci sono molti esuberi sotto contratto e bisogna abbassare l’età media. È indispensabile vendere perché ci sono i riscatti e servono molti soldi. Inizierà poi la ricerca ad un compratore, fondamentale almeno quanto il risultato sportivo.

    • 9 Agosto 2020 in 11:14
      Permalink

      Nathan liberarsi di Sepe?
      Dai liberiamoci pure di Cornelius
      e tanto che ci siamo pure di Gervinho
      Teniamo imvece Sprocati
      Karamok e mezze seghe varie.
      Ma fammi il piacere.
      Vuoi che andiamo in B!
      Ho capito sei un TESTAQUADRA.

  • 8 Agosto 2020 in 14:46
    Permalink

    Quanta tristezza, te mort al gat?

    • 8 Agosto 2020 in 16:49
      Permalink

      Fili, mo’ che lavor!
      Finti tifosi degni solo della Peggiana!

  • 8 Agosto 2020 in 18:02
    Permalink

    Cherubini, che comunque era il nome più difficile da raggiungere, rimane alla Juventus. A questo punto spero in Baccin.

  • 8 Agosto 2020 in 21:58
    Permalink

    Baccin o carli per me pari sono, basta che si sbrighino

  • 8 Agosto 2020 in 23:16
    Permalink

    E i vaucher arrivano o non arrivano.
    NESSUNA NOTIZIA A RIGUARDO.
    Non un cenno daparte della società.
    NIENTE DI NIENTE.
    Sta a vedere che la società ancora
    una volta ( dopo la Spal) c’è la mette
    ancora…..dove non batte il sole

    • 9 Agosto 2020 in 11:37
      Permalink

      A me sono arrivati puntualmente

      • 9 Agosto 2020 in 21:28
        Permalink

        A me non sono arrivati.
        Ma arrivano per posta?
        Io ho fatto tutto quello
        che dovevo fare.
        Se non mi arrivano
        vado per vie legali.

  • 8 Agosto 2020 in 23:26
    Permalink

    Capisco Foggiano.
    Non aveva a Parma più stimoli.
    Brutti pensieri gli offuscavano
    la mente è sportivamente voleva
    suicidarsi.
    Andando al Genoa
    ha deciso di fare il macabro gesto e si è
    sportivamente SUICIDATO.

  • 8 Agosto 2020 in 23:42
    Permalink

    baccin e cherubin non vengono a parma rimane solo farli ma meglio così a fatto bene a empoli senza soldi per cui 0

  • 9 Agosto 2020 in 10:43
    Permalink

    Intanto che sfogliamo la margherita direttore sportivo, gli altri stanno cercando di portarci via allenatore e mezza squadra, con il ritiro alle porte questo vuoto di potere non ci voleva, alla faccia della grande famiglia, a Faggiano la proposta del Genoa non è arrivata sicuramente il giorno dopo la salvezza, in una annata particolare come questa e con gli elementi da sostituire ci voleva un po’ di programmazione, e costui lavorava già per il Genoa a me sembra una coltellata alle spalle. E noi perdiamo tempo con Cherubini e Baccin, Carli DG subito con Lucarelli DS.

  • 9 Agosto 2020 in 10:50
    Permalink

    P.S. Basta con questa storia degli arabi, se arrivano bene, se non arrivano io mi fido del nostro presidente, basta che si sbrighi non c è tempo da perdere.

  • 9 Agosto 2020 in 12:59
    Permalink

    Condivido. Ma la notizia non arriva certo dai tifosi. E sappiamo che la pravdazzetta non agisce motu proprio. Occorre una dichiarazione chiara e univoca di chi è proprietario. Magari in occasione della presentazione del nuovo DS.

    • 9 Agosto 2020 in 20:44
      Permalink

      Se posso esprimere una opinione sulla questione passaggio di proprietà, direi che vi è un silenzio imbarazzato da parte della società per la notizia trapelata prematuramente, che visto l’evolversi della situazione potrebbe essere stato un boccone avvelenato.

  • 9 Agosto 2020 in 13:17
    Permalink

    Alla presentazione del nuovo ds esigo da parte della società un’aggiornamento sulla trattativa con gli arabi

    • 9 Agosto 2020 in 13:54
      Permalink

      alla presenza dei giordano e dei sorcini,per dire che “il carrozzone va avanti da se”

  • 9 Agosto 2020 in 20:47
    Permalink

    Se posso esprimere una opinione sulla questione passaggio di proprietà, direi che vi è un silenzio imbarazzato da parte della società per la notizia trapelata prematuramente, che visto l’evolversi della situazione potrebbe essere stato un boccone avvelenato.

  • 9 Agosto 2020 in 22:29
    Permalink

    ma basta abbia raggiunto gli obiettivi con gli arabi chi se ne frega magari non venissero !!! mi sembra che la vecchia proprietà di sia sempre comportata bene e raggiunto gli obiettivi ..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI