PARMA TERZO IN SERIE A NELLA CLASSIFICA COSTO PER PUNTO “VALORE ROSA”

(Robert Giannino) – Champions League. Champions League. Champions League. Parafrasando la mitica esultanza di Nando Martellini che salutava con una triplice ode i nuovi Campioni del Mondo del 1982, noi tutti dovremmo celebrare l’ennesimo traguardo raggiunto in questi ultimi cinque anni dalla squadra Crociata: ci sono infatti classifiche alternative che magari non esaltano i tifosi, ma che sono straordinariamente amate dagli addetti ai lavori: Faggiano potrebbe incorniciarla e metterla in bella mostra nel suo nuovo ufficio a Genova oppure stamparla nel retro del bigliettino da visita, pur dovendone condividere i meriti con Nuovo Inizio, sempre oculati, pur non lesinando l’oltre il necessario quando fissano i budget di spesa, che magari arginano la facoltà di spesa del dirigente, ma ne acuiscono l’ingegno e la fantasia).

Ieri, Giovedì 6 Agosto 2020, il quotidiano Libero ha pubblicato la classifica delle squadre di Serie A in base al costo sopportato per ogni singolo punto conquistato nel Campionato appena concluso, nella quale il costo si riferisce al valore dell’intera rosa all’inizio del torneo.
La squadra Crociata si è piazzata saldamente al terzo posto (valore rosa 86,53 milioni, punti 49, spendendo 1,766 milioni per ogni punto), preceduta dal Lecce e dal Verona, il migliore team nel rapporto quantità-prezzo (valore rosa 47,80 milioni, punti 49, 0,976 milioni per ogni punto). Interessante sottolineare il destino contrastante delle prime 2 in classifica. Pur avendo una quotazione della rosa analoga (47,80 milioni il Verona, 46,38 milioni il Lecce, la metà del solo Ronaldo, oppure, per acuire i nostri rimpianti, poco meno del valore attuale di Kulusevski) i salentini sono retrocessi, seppur con il rimpianto per il gioco propositivo sempre sfoggiato anche se col contrappasso dei troppi gol subiti e determinanti per il declassamento, i veneti invece hanno avuto un campionato decisamente al di sopra delle aspettative, sognando addirittura per qualche settimana il ritorno in Europa.

In coda inevitabilmente le migliori della classe: Juventus ultima (10,410 milioni per punto, ma si sa la rosa faranoica è stata allestita per essere competitivi in Champions League, per lo Scudetto sarebbe bastato molto meno), Napoli penultimo (10,094 milioni per punto), la vera delusione della stagione, nonostante la Coppa Italia comunque in bacheca e terz’ultimo il Milan (7,742 milioni per punto).

Un’occhiata ai nostri vicini: il Bologna è quarto avendo speso 2,038 milioni per punto e il Sassuolo è quinto con 3,111 milioni per punto, quasi il doppio del Parma.

Per dare un’idea del campionato tutt’altro che scontato della squadra di D’Aversa concludo analizzando due team che dovrebbero rappresentare il nostro benchmark, ovvero il parametro di riferimento, ossia Torino e Fiorentina. Quotazioni delle rose decisamente al di sopra della media (251,10 milioni il club toscano, 230,93 milioni i granata) analogo costo per punto (5,124 milioni i viola, 5,773 la squadra del nuovo tecnico Giampaolo), cioè 3 volte il Parma. Chi nello spazio commenti di StadioTardini.it addita ad esempio le ambizioni del presidente Commisso, probabilmente qui trova materia per meditare… Robert Giannino

Stadio Tardini

Stadio Tardini

30 pensieri riguardo “PARMA TERZO IN SERIE A NELLA CLASSIFICA COSTO PER PUNTO “VALORE ROSA”

  • 7 Agosto 2020 in 00:26
    Permalink

    statistiche che valgono zero in toto tutta teoria quelli che conta al limite sono i budjet spesi in campagna acquisti …….. Faggiano in bakeka dovrebbe mettere che in 3 anni non ha fatto una plusvalenza e sa che atro mette in bakeka : ho lasciato a parma
    70 ml di riscatti ripeto se non avesse capito 70 ml di riscatti il doppio di quanto il parma riceve per i contributi televisivi ha impegnato 2 anni una follia . ……a genova se continua così portano i libri in tribunale entro due anni , spero abbia capito perché ci sarebbero altre cose tipo i 70 giocatori di serie c senza una plusvalenza che faggiano può mettere in bakeka

    • 7 Agosto 2020 in 10:00
      Permalink

      Il compianto Vujadin Boskov le avrebbe risposto: “Plusvalenza c’è quando giocatore é venduto.”
      Molti giocatori del Parma hanno subito una rivalutazione, tra cui il più “caldo” sembra essere Gervinho, al centro di una trattativa avviata, almeno stando alle indiscrezioni della stampa specializzata, sulla base degli 8 milioni di euro. 8 milioni di plusvalenza, avendolo acquisito a zero, tra lo scherno e lo scetticismo di molti, forse anche il suo.
      Per smentire ulteriormente la sua affermazione pochi giorni fa evidenziavo in un articolo come in bilancio sia stata messa una plusvalenza di 1,8 milioni per la cessione al Pescara di Galano, che ha trascorso a Collecchio un quarto d’ora.
      Venendo poi ai famosi 70 milioni da lei citati, repetita iuvant, ma dopo un po’ annoiano. Il piano di investimenti era triennale, quindi impatterà su un fatturato complessivo stimato di 185-200 milioni nel triennio, i pagamenti ovviamente non andranno fatti completamente nelle prossime settimane, saranno sicuramente state concordate delle scadenze successive, per non impattare sulla liquidità del club. Stia tranquillo per fortuna il Parma è gestito da persone competenti e misurate, non da avventurieri.

      • 7 Agosto 2020 in 11:46
        Permalink

        guardi che io non ho dubbi sul fatto che il parma sia gestito da gente seria e per bene che fino ad ora ha tappato i buchi di faggiano …….ho piu dubbi su faggiano la mano sul fuoco non la metterei .Comunque la statistica che e’ poco piu che un giochino a cui lei da una grande importanza lo stesso biasin la descrive come una beata ceppa il suo valore.

        In ogni caso i 70 ml che ha lei annoiono vanno a impattare sulla possibilita’ di manovra del prossimo ds in sostanza ha speso gia tutto faggiano ….ma per lei non e’ importante se ha gia impegnato il budjet di 3 esercizi …………..guardi non mi stupirei che faggiano sia andato anche perche’ la propieta l abbia voluto ……….Poi carissimo giannino guardi che e rispputo che faggiano non abbia fatto plusvalenze solo mazzocchi e branzao !! me ne citi un altra se la trova e galano e stato svenduto mi permetta ……..se ha pagato 6 ml scaglia Gervinho mi permetta sono sue sopposizioni con lo stipendio che ha vedremo se lo paga qualcuno 8 ml ( legge troppi giornli lei ) poi rientrerebbero solamente dello stipendio dei 3 anni di gervinho grande affare !! un giocatore che gioca 10 partite e le atre 28 e nullo !! Poi mi spieghi lei visto che nessuno lo fa che plusvalenze ci ha tirato fuori faggiano dal mercato dei giocatori di serie c ? ha fatto plusvalenze qualcuno lanciato in prima squadra ? a cosa servivano quei acquisti che drenavano risoerse magari per una piunta sana ? insomma lasciamo stare il passato ce ne sarebbe da dire come i favori al trapani !!! guardi che ha il pelo sullo stomaco il ns amico lo sanno tutti nel settore e gli addetti ai lavori .

  • 7 Agosto 2020 in 00:33
    Permalink

    il dato in realtà dimostra che ha speso male i soldi se ha speso un budjet molto alto e il valore della squadra e basso vuol dire che ha pagato caro i calciatori ,o non li ha valorizzati …. Quello che conta è il rapporto fra soldi spesi in campagna acquisti e punti quell si i che avrebbe un senso .

    • 7 Agosto 2020 in 00:37
      Permalink

      Magari Giannino le spiegherà meglio (a parte che mi sembrava lo avesse già fatto egregiamente nel suo articolo), ma se il Parma per ogni singolo punto che ha fatto ha speso meno di altre 17 squadre per i loro, vuol dire che i soldi investiti per allestire la rosa sono stati spesi bene, con un ottimo rapporto qualità-prezzo, specie se si considera anche il piazzamento finale

      • 7 Agosto 2020 in 09:56
        Permalink

        MAIO a parte che lo stesso biasin dice che non vale una beata ceppa questa statistica io non mi fossilizzerei troppo poiuttosto le mie precedenti disquisizioni dicono le luci e ombre tante su faggiano ., tanto e’ vero che va al genoa …..mica all inter o alla roma . IN ogni caso la statistica lo specifica bene ha al denominatore IL VALORE DELLE ROSE DELLE SQUADRE e una cosa innanzitutto soggettiva nel senso che io e lei possiamo dare due valori differenti a gervinyo ma non solo entrambi possiamo dare un valore non corrispondente al mercato !! lo legga bene il valore delle rose non quanto hanno speso nel calcio mercato o gli stipendi dei giocatori che avrebbe gia’ piu senso !! loro hanno preso le rose hanno dato un valore ai giocatori ma da li alla reata’ ce ne passa !! e chi ha una valutazione bassa della rosa e’ favorito infatti il lecce risulta ai primi posti a dimostrazione dell impostazione errata ……..se non fosse cosi si sono espressi male compreso giannino perche parla di valore della rosa che in italiano non vuol dire quanto ho speso ma cosa vale oggi la rosa .in ogni caso con 70 ml di riscatti l anno scorso il parma e tra le squadre che ha speso di piu faccia lei …..molto di piu di verona e saassuolo ea livelo di fiorentina di comisso.Poi se mi spiega la differenza tra i tanti giocatori di serie c di leonardi e quelli di faggiano mi fa un favore perche leonardi fu accusato di mercimonio faggiano che e’ stato stoppato dalla societa’ se no batteva leonardi perche’ invece e’ un santo ?

        • 7 Agosto 2020 in 15:46
          Permalink

          Condivido tutto!!
          Poi in ottica futura non c’è un giovane che uno valorizzato !!
          Faggiano bene suulle occasioni (Gervinho, Kucka,kurtic,Darmian)male sulla valorizzazione dei giovani

  • 7 Agosto 2020 in 05:14
    Permalink

    Ne ha uccisi più la bocconi che la spada, etor che canèli, vada a fare il gioco dei tre assi all’area di servizio somaglia

  • 7 Agosto 2020 in 09:04
    Permalink

    Interessante ma non mi è chiaro come siano stati calcolati i valori delle rose. A mio avviso è molto più interessante fare la stessa cosa ma prendendo il monte ingaggi… il risultato è molto più oggettivo e probabilmente più significativo.

    • 7 Agosto 2020 in 09:28
      Permalink

      I valori delle rose sono attinti da siti specializzati proprio in queste valutazioni, tra cui uno dei più autorevoli e consultati é transfermarkt.it, nella versione italiana.

      • 7 Agosto 2020 in 10:13
        Permalink

        ok giannino ma capisce anche lei che il valore delle rose non e’ quanto ho speso per comperare un calciatore ma cosa vale oggi valore ipotetico poi ……. , tra le altre cose e un valore soggettivo perche se lei prende 5 siti specializzati o 5 esperti o solo me e lei diamo valori differenti e magari non reali nel senso che io dico che siligardi vale 3 ml peccato che nessuno me lo prenda a quella ciffra !!! non so se ci siamo capiti e se cambia il denomionatore capisce che cambia tutto !!! come dice altro utente a piu senso sulla base degli stipendi o su quanto speso nel calcio mercato di rafforzamento .
        Consideri che abbiamo 70 ml di riscatti da fare quest anno !! piu’ del doppio dei contibuti telesivisi che il parma prende ( 34) si rende conto cosa ha combinato faggiano e perche’ se ne va velocemente !!! io lo giudico da quuello non dalla sua statistica ..Poi abbia pazienza faggiano non sa vendere per cui non ha mai fatto una plusvalenza per cui qualsiasi valore abbiamo dato alla rosa del parma e’ teOrica perche faggiano ha ancora in carico baraye e nocciolini e dezi e da cruz scaglia!! non riesce a vendere !! bisognerenbbe considerare nella spesa anche quanto speso per tutti i giocatori in prestito gratuito ( spesso pagando parte degli stipendi ) che il parma ha pagato profumatamente ( scaglia e da cruz 6 ml l uno dezi 6 ml ) e il parma in serie c ne ha un centinaio oltre i big ,citati sopra , quello non e’ impoortante ? sono soldi che ha speso anche se non sono nella rosa quindi vede che e molto opinabile la statistica

  • 7 Agosto 2020 in 13:00
    Permalink

    Buongiorno a tutti,
    francamente non condiviso questo accanimento con Faggiano non appena cambia società. Faggiano era stato ingaggiato in serie C (insieme a D’Aversa) nell’ordine per:
    A) promozione immediata dalla C alla B, FATTO
    B) promozione immediata dalla B alla A, FATTO
    C) salvezza al primo anno i serie A, FATTO
    D) consolidamento della squadra in serie A al secondo anno, FATTO

    Tutti gli obiettivi Faggiano li ha raggiunti. Il lavoro è stato ottimo e si deve solo ringraziare. Laciamo stare la questione delle plusvalenze che sappiamo tutti essere fittizie (vedi alcuni scambi tra Juve e Atalanta con giocatori sconosciuti valutati 20mln).

    Rimango della mia opinione, precedentemente espressa, sul perchè Faggiano se ne va. Ovvero, la trattativa con gli Arabi non è più così certa come sembrava e c’è il rischio di ridimensionamento e quindi tanto vale tentare un’altra strada (Genoa) dove tra l’altro avrà un ruole di maggior prestigio.

    comunque sia Faggiano va ringraziato.

      • 7 Agosto 2020 in 15:26
        Permalink

        Insoma ….. adesso cambiare pagina ..
        questo discurso e’ Aqua sotto il ponte …
        Amen

  • 7 Agosto 2020 in 13:53
    Permalink

    Faggiano, come molti colleghi, prima fa i propri interessi personali, poi i suoi interessi e infine quelli del club che gli paga lo stipendio. A me sembra un’operazione perinettiana. E se arriverà baccin a Parma il cerchio sarà chiuso. Baccin comincia a Siena nel gruppo Perinetti e se sarà il sostituto di Faggiano sarà come continuare con le stesse persone

  • 7 Agosto 2020 in 14:14
    Permalink

    Ma la società oltre a fare i colloqui coi Ds come stanno facendo al Barilla per assumere i camerieri da Spirito Divino fare un po’ di chiarezza e dare qualche certezza no? Tra l’altro siamo stati fermi 3 mesi col locdaun e ti ritrovi a oggi a cavalo di due stagioni pericolosissime senza aver chiarito sta storia del passaggio societario. Ma i dottoroni e gli avvocatoni a cosa servono?

  • 7 Agosto 2020 in 14:34
    Permalink

    Si pensava di avere a che fare con una persona seria ma a mio avviso non la è stata per niente.
    Poco tempo fa ha rinnovato per un altro anno e stava già iniziando la nuova campagna acquisti quando tutto d’un tratto se ne va.
    Ma non solo i vari giocatori presi da lui (vedi Karamoh) sono in partenza e i prospetti che piacevano (Falco, Giovinco ecc) se li porta al Genoa…
    Ma co ghema fat ad mel?

  • 7 Agosto 2020 in 15:41
    Permalink

    Il mio posizione Politico – Calcistico Europeo ..
    Stasera : Forza Lione …..
    Forza City di Guardiola

    • 7 Agosto 2020 in 23:10
      Permalink

      Complimenti Lione e Manchester City di Pep Guardiola

  • 7 Agosto 2020 in 16:29
    Permalink

    Finora i fatti dicono che al Parma Calcio 1913 (fondato nel 2015) hanno lavorato tutti bene.
    Non è detto che vada sempre così, ma finora è un dato di fatto.
    Onestamente paragonare Faggiano a Leonardi mi sembra un po’ azzardato. Adesso c’è una società controllata da imprenditori con la I maiuscola e confido abbiano messo gente competente che pianifica budget e redige bilanci.
    Teniamo conto che in questi 4 anni la campagna acquisti è sempre stata fatta per centrare l’obiettivo immediato della promozione (prima) e del mantenimento (ora) delle serie A perché è l’unica serie che garantisce un relativo autosostentamento economico.
    Faggiano poteva fare meglio? sicuramente sì perché, purtroppo, per evitare continui aumenti di capitale servono anche le plusvalenze ma prima di decretare il fallimento, aspetterei…

  • 7 Agosto 2020 in 16:53
    Permalink

    Leggo sempre con interesse tutti gli articoli e (quasi) tutti i commenti.
    Seguo con un pò di apprensione questi ultimi sviluppi, che, devo dire, non mi lasciano tranquillo.

    Secondo me servirebbe una dichiarazione da parte della società, 4 righe, per spiegare un pò cosa sta succedendo.

    Anche perchè (Covid permettendo) ci sarà anche la campagna abbonamenti. Oppure l’apporto di quest’ultima non è più considerato?

    Buon lavoro

  • 7 Agosto 2020 in 18:08
    Permalink

    Tutti i giocatori che stava portando al parma adesso se li porta al genoa, vedi giovinco, lorente e ounes. Grazie Faggiano

  • 7 Agosto 2020 in 19:30
    Permalink

    Vorrei sapere cosa aspettano a dare un calcio nel deretano a Sepe visto che il suo procuratore un giorno sì e l’altro pure dice che qui è sprecato.

    • 8 Agosto 2020 in 08:31
      Permalink

      Quie è sprocato 🤭, siamo arrivati al dunque, col karma non si scherza

  • 7 Agosto 2020 in 19:53
    Permalink

    Anche sepe via…

  • 7 Agosto 2020 in 22:07
    Permalink

    Non solo manderei via Sepe ma anche tutti gli assistiti di quel tipo e non prenderei mai più nessun suo assistito . Ormai non ci rispetta nessuno.

    • 8 Agosto 2020 in 01:42
      Permalink

      Leggevo che Sprocati e Pezzella hanno lo stesso procuratore di Sepe. Perchè no a questo punto? 😉

  • 7 Agosto 2020 in 22:35
    Permalink

    Stiamo dando l’impressione di una società allo sbando. Urge che chi di dovere intervenga

    • 8 Agosto 2020 in 09:25
      Permalink

      Sono impegnati col triturato di pomidoro, la prima delicatissima fase di trasformazione dell’oro rosso nostrano, si vende al barile come il greggio, sti whaabiti catarrioti la sanno lunga, chiesi è avvisato no alla produzione di mucosil a pamma!

  • 7 Agosto 2020 in 22:59
    Permalink

    Nonostante il nono posto in classifica siamo trattati comena merce di scambio ma allora ditello che non ne volete piu sapere cosi almeno ce ne facciamo una ragione !!!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI