PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / MERCATO, SPERANZE DI UN BUON AUTUNNO

(Mauro “Morosky” Moroni) – In tutti i casi, non siamo “malvestiti”: continuo ad avere una grande fiducia sia in Nuovo Inizio che nella squadra, indipendentemente da chi se ne andrà e da chi arriverà: il “blocco legato”, quello dello zoccolo duro che provo a “confermare” qui sotto, è formato da gente caratterialmente tosta, fisicamente forte e, quasi sempre presente, con buon rendimento costante e, pur non essendoci né fuoriclasse né fenomeni, forma un buon gruppo compatto che, con gli opportuni correttivi, rinforzi e/o aggiustamenti tattici, potrebbe fare ancora meglio di quanto fatto fino ad ora: bisognerà lasciare, sia al nuovo allenatore, sia ai nuovi che arriveranno, il tempo di entrare a far parte dello spogliatoio, assimilando, di seguito, tutti quanti, i diversi dettami tattici di Fabio!

 A parziale modifica dello status precedente, anche in base all’avvento del nuovo “diesse” e dei nominativi apparsi sui siti specializzati, oltre ai sempre preziosi suggerimenti di Siberianhusky e di LucaDena, amici di StadioTardini.it e appassionati tifosi del Paerma (nonché particolarmente competenti in materia di conoscenza calciatori), vado a rimodulare il prospetto dei nostri potenziali, possibili ed auspicati nuovi acquisti, sempre nell’ottica della fattibilità (sia economica che del rapporto  qualità-resa/prezzo) delle operazioni di compravendita.

* COSTO DELLA MANODOPERA*

Anzi, dei piedi (d’opera)! Prima di cimentarmi nella lista della spesa vorrei ricordare ai lettori quelli che sono gli ingaggi netti dei nostri attuali pedatori (fonte di acquisizione dati: StadioTardini, recente articolo di Robert Giannino sul tema)

  • 1 portiere, nel caso questi servisse: Gabriel (28), Carnesecchi (20), Plizzari (20), Meret (23), Scuffet (24), Di Gregorio (23)
  • 1 terzino destro: Sabelli (27), Cistana (23), Bellanova (20)
  • 1 terzino sinistro: Murru (26) Martella (28), Reca (24), Tripaldelli (21), Bettella (20)
  • 1 centrale sinistro: Ogbonna (32), Bonifazi (24), Gabbia (21), Vicari (26), Pirola (18), Varnier (22)
  • 1 interno sinistro: Vignato (20), Barak (26)
  • 1 play centrale: Cigarini (34), Viviani (20), Agoumè (18), Traorè (18), Frattesi (21)
  • 1 trequartista: Mancosu (32), Saponara (29), Falco (28) quest’ultimo può giocare pure esterno destro a piede invertito; un tutto Lecce retrocesso, ex feudo di Fabio “Ciccio” Liverani: Mister, perdonami il “Ciccio”, non vuole essere un’offesa, ma chissà perché, qui ti vorrebbero in campo e, di conseguenza, bisognerebbe “cacciare” via una trentina di kg, più o meno! Sorridi Fabio e tola su dolsza! Fat spiegher co vol dir da tut chi pramzan che ghet atorna…
  • 1 attaccante esterno dx: Bisoli (26), Strefezza (23), Valoti (27), Zaccagni (25), Colley (20 – Atalanta)
  • 1 attaccante centro – esterno sx: Torregrossa (28), Donnarumma ( 30), Farias (30), Sebastiano Esposito (18), Sottil, Scamacca, Pinamonti (gli ultimi tre sono tutti 21 enni), Parigini (24), Diaw (28), Millico (20), Vlahovic (20)

Sinceramente, sono curioso di seguire (giorno dopo giorno) le operazioni che si andranno a perfezionare: momento importante a cavallo tra una stagione e l’altra, giusto per rinforzare, puntellare e/o implementare, migliorandolo, un gruppo che, di fatto, ha conseguito la nona posizione in classifica. Un gruppo che verrà necessariamente ritoccato, ma anche se dovessero partire (per chiare esigenze di bilancio) alcuni big, io non sono minimamente preoccupato: ritengo che ci siano dei giocatori chiave, imprescindibili per il Parma, che vogliono assolutamente blindati e, a mio parere, potrebbero essere costoro, con discreta certezza di azzeccarne parecchi:

    • COLOMBI, che parta o meno Sepe, lui rimane un valido portiere il quale, fatte le opportune scelte, potrebbe pure partire titolare, senza infamia né lode! CORVI: Edoardo, e mi ripeto, una volta ristabilita la piena efficienza fisica post operatoria, a mio avviso sarà il terzo guardiano (chiaramente Under)
    • IACOPONI, GAGLIOLO, DERMAKU (tre quarti di difesa, diciamo pure titolare, per ora, deve essere mantenuta come punto di forza della squadra)
    • KUCKA, KURTIC, GRASSI, HERNANI: altro blocco di centrocampo titolare da rinfoltire con innesti freschi che possano dare il cambio agli attuali senatori (faccio presente che serviranno sempre 6 elementi minimo in quanto il prossimo sistema di gioco dovrebbe essere il 4 3 1 2, pertanto, difesa e centrocampo, giocheranno come l’anno scorso).
    • CORNELIUS ha parecchie richieste e molto mercato, quindi, è evidente che, se ci offrono oltre 10 milioni, si debba valutare bene il da farsi; INGLESE, è nostro, è costato circa 20 milioni e non si sa mai se terrà botta fisicamente, incognita variabile che pregiudica la sua disponibilità completa e relativo rendimento! KARAMOH, idem come sopra, grosso investimento per portarlo a casa, prima stagione da dimenticare, costui, giusto per usare una frase fatta e retorica, deve essere recuperato diventando il nostro acquisto migliore, in fondo, se le doti le ha (e non ci sono dubbi), le deve tirare fuori lui altrimenti, pregiudicherà carriera e futuro, a lui la scelta: io ci conto, ragazzo, metti la testa a posto e fai le scintille, sia in allenamento che in campo, gli esempi non sono né “Balo” né Kean, prova a imparare da Coman o da Mbappè, e fam a ment ca t’insign pral to ben, nador mut! Rimane nel reparto il giovane ADORANTE che, in quanto Under, non inciderà sulla formulazione del pacchetto offensivo.

Di conseguenza, oltre ai suddetti da confermare, i potenziali cedibili (senza che nessuno si strappi i capelli) potrebbero essere i seguenti:

  • SEPE: tutto parte dalle “piazzate megafonate” del procuratore che ha “boffato” gettando benzina sul focherello, ma, come scrissi anzitempo, vogliono andare via? Portare qui squadra con 10 milioni e via pedalare, senza tanti problemi, senza anima né core!
  • DARMIAN: alla tifoseria non è piaciuto, lo si evince dai commenti arrivati anche nello spazio commenti di StadioTardini, ma se fosse per me lo terrei anche se, visto che ha buone richieste, come altri, pure lui non è su nessun piedistallo (anche se a me convince parecchio in quanto duttile ed eclettico nel senso che ricopre parecchi ruoli!), ergo, per chi lo richiede, please, portate the money a Colecc!
  • LAURINI: se parte Matteo rimane lui, ne sarei quasi certo (esiste un recentissimo ritocco di un anno, 2023, sulla scadenza contrattuale precedente, primo atto del nuovo DS Carli, dopo, logicamente, l’esonero di D’Aversa…).
  • BRUNO ALVES: un centrale si doveva già acquistarlo l’anno scorso e, in tutti i casi, il medesimo serve pure quest’anno, quindi, nel caso lui voglia partire, ne serviranno due e, visto che ha 39 anni, dopo averlo ringraziato, lo saluteremo con affetto e grande stima! Magari ritirando la maglia numero 22…
  • PEZZELLA: qui dipenderà dal Mister e dalla sua idea di calcio: lo vogliamo recuperare? Lo vogliamo rivitalizzare? Se si giocherà a 4, serviranno adeguate coperture soprattutto nelle marcature preventive, una volta persa palla in fase offensiva si dovrà essere adeguatamente protetti per non subire contropiedi (ripartenze, per il mio lessico, è proprio da “fighette”).

In tutti i casi, in questo ruolo, servirà un bell’Under, Marcello, pensaci tu !!

  • SCOZZARELLA, come già anticipato, potrebbe essere sacrificato per tenere Brugman, ma qui dipende dal Mister (lui, a Lecce, in quel ruolo aveva il sosia di Modric, Petriccione)
  • BRUGMAN: vedi sopra, roba di Marcello e Fabio
  • GERVINHO: altro pezzo di valore del nostro mercato out: idem come Sepe, chi lo vuole deve portare la pila cash, senza tante menate, Italia od estero che sia, arrivederci e grazie a tutti! Anche alla sua scofia che tanto piesa a Vlinos…
  • SPROCATI: per me è sempre no: se si giocherà con due punte, una sarà un ariete, boa centrale e l’altra, uno veloce e guizzante con dimestichezza verso il gol (dal manuale si narra che, per fer gol, bisogna, almeno, tirer in porta)
  • SILIGARDI, anche per lui (contratto a tutto Giugno 2022), o lo si ricicla trequartista fra le linee, o lo si tiene come un buon rincalzo che può stare in ogni zona del campo, su tutto il fronte dell’attacco, pronto a ripiegare dando man forte al centrocampo: io sto con Luca, sempre, da quando è arrivato a Collecchio!

A fronte di queste piccole considerazioni personali, tutto ruoterà su chi verrà richiesto, su chi andrà realmente via e, soprattutto, con quale rete di conoscenze, calciatori, procuratori e Direttori Sportivi sia in contatto il nostro Marcello che, come ha anticipato in conferenza stampa, fino al 15 settembre si muoverà poco e niente: tgnema dur e strichema el ciapi, mel cla vaga, 40 pont a ia fema con na man in sacossa, qui lo scrivo e pure lo confermo! (teniamo duro e stringiamo le “chiappette”, mal che vada, 40 punti li facciamo con una mano in tasca, aggiungo anche, con sufficiente tranquillità…)

* TRATTATIVE VENDITA SOCIETA’ *

Per chi ha ancora  in memoria cosa è stato dichiarato in conferenza stampa, vorrei ricordare che Marco Ferrari, oltre ad avere affermato che, ALLO STATO ATTUALE, pur rimanendo in vendita la società, non ci sono accordi, trattative o tempistiche, tali da ritenere Nuovo Inizio in sella ancora per 15 anni: quindi, dopo aver smentito ciò che, proprio dall’interno (telefilm LA TALPA), era trapelato a proposito di AL MA(N)NA da Doah, subito nel pomeriggio stesso, un simpatico paparazzo invitato, sempre dalla TALPA, all’interno del Centro Sportivo, dopo aver suonato regolarmente il campanello e depositato il documento di identità, ha “coronamente” foto-spaparazzato, con dovizia di particolari, un’allegra comitiva statunitense di produttori di “ campari, merendine e biscotti della nonna”, mo che lavor, mo che lavor, e po’ i diszen lor ed drover ed la riservatezza, dopo desz minud il seven bèle in tri, omi, donni e ragasz!
Ad ogni modo (si scherza Marco, Presidente Ferrari, ti godo un casino!), “ti manda avanti la trattativa, femos der un bel accont, tgnema un per ed clausoli a garanszia e chi rispeton el scadenszi, miga chi tiron indrè la man e chi seron su i rubinett!”: poi, che siano qatarioti, statunitensi o russi, sinceramente, a me interessa poco; ciò che conta è il presente ed il futuro a medio lungo termine dal Paerma Calcio 1913, sti miga buter via al proget ca t’è partorì in prima persona e date continuità ai vostri sforzi economici, anche riducendo ingaggi e costi fissi, tranquillo, vale più il Parma Calcio 1913, tranquillamente salvo in Serie A, che tante utopistiche pseudo manie di grandezza da parte di una certa fetta di tifosi fin troppo esigente (coi sold ed chietor! Cioè vostri…).

Ancora buon lavoro a Marcello e Fabio: un saluto a tutti i ragazzi che cambieranno maglia, grazie a tutti: ognuno ha dato il proprio contributo, per come poteva in base alle capacità che aveva: sicuramente, l’impegno globale non è mai venuto meno, anche se, in certi secondi tempi, mi hanno fatto inca$$are parecchio, proprio di brutto! Signore del calcio (o Signora Eupalla), guarda cosa fai, ogni tanto!

Sti ben ca vò vist,

cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

41 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / MERCATO, SPERANZE DI UN BUON AUTUNNO

  • 31 Agosto 2020 in 08:11
    Permalink

    Cambiare Cornelius per
    prendere Pinamonti che nel
    Genoa ha fallito alla grande
    è UN DELITTO CROCIATO
    E’ la classica
    PISTOLA FUMANTE che
    dimostra che i soldi sono
    strafiniti e allora si capisce
    la fuga sia di Foggiano e sia
    di D’Aversa.
    Inglese farà un terzo delle
    partite è nel suo DNA per cui
    PINAMONTI che oltretutto
    arriverà solo in prestito come
    dicevo al posto dello
    stratosferico Cornelius
    è UN DELITTO CROCIATO.
    Un’altra PISTOLA FUMANTE
    anche perché prenderemo dall’Inter
    per lui, un giocatore Pinamonti
    che non vale nemneno un unghia
    di Cornelius.
    In attacco se ne andranno
    KULUSEVSKY
    GERVINHO
    CAPRARI
    CORNELIUS.
    In parole povere escluso Bobby
    tutto l’attacco.
    Se ne sarebbe andato anche
    BOBBY ENGLISH ma chi si
    fida delle sue condizioni fisiche
    e poi si dovrebbe fare una
    plusvalenza molto negativa
    per cui rimane e io dico
    fortunatamente che rimane
    anche se farà. a essere molto ma
    molto ottimisti. un terzo delle
    partite.
    Rimarranno a un milione di
    ingaggio la nullità Karamok
    SPROCATI giocatore di
    cadetteria e SILIGARDI.
    Verranno presi giocatori
    nettamente inferiori ai
    giocatori che partiranno.
    Chi rimarrà dovrà adeguarsi
    al nuovo sistema di gioco
    di Liverani e molti non
    assimileranno subito il nuovo
    sistema di gioco di Liverani
    oppure lo assimileranno nel tempo.
    Io sono molto scettico su tutto.
    Capisco che se non si faceva
    così si falliva ma per lo meno
    si rimarrà perennemente in B
    e non si fallirà.
    SEPE penso che se ne vorrà
    andare,anche perché avrà
    capito che con la fase difensiva di
    LIVERANI gli sarebbe venuto
    IL MA DI SCHIENA nel raccogliere
    tutti i palloni. in modo industriale nella
    propria rete per i gol subiti.
    Ah Calisto Calisto come mi manchi.

  • 31 Agosto 2020 in 10:00
    Permalink

    Che forza questo Parma
    Ha soldi da vendere.
    Può permettersi il lusso di
    pagare due allenatori
    D’AVERSA e LIVERANI
    Unica nota positiva è che
    a Natale quando LIVERANI
    molto probabilmente
    trovandosi quasi ultimo
    in classifica verrà esonerato
    insieme a Carli che ha
    garantito per lui, potremo
    sempre contare su D’Aversa
    detto ” IL GENIO”
    che è ancora, a quanto
    mi risulta nel libro
    paga del Parma

  • 31 Agosto 2020 in 11:23
    Permalink

    Liverani non arriva a natale

  • 31 Agosto 2020 in 11:56
    Permalink

    Potremmo coinvolgere Corrado, magari due soldi è ancora disponibile a metterli, sempre meglio di niente. C’è anche da dire che con Galli ancora a starnazzare in tv e Speranza con la mascherina a cono e il pubblico che conseguentemente non si sa quando e SE mai tornerà negli stadi la stagione o meglio pseudo stagione che va ad iniziare è l’ideale per un’eutanasia programmata, anche perché l’attenzione per forza di cose già più bassa scemerà al passare dei mesi. Ci fosse stata una campagna abbonamenti ad esempio i numeri sarebbero stati risibili, oggi è sicuramente molto più facile prendere una piega “spallina”. Come oggi crisi che si rispetti sarebbe l’occasione per il rilancio in grande stile sfruttando le difficoltà altrui e chi avrà coraggio e rilancerà in questa fase prenderà la distanza. Noi facciamo l’esatto opposto e le facce cineree e lugubri dei tre soci presenti alla sepolcrale conferenza della settimana scorsa credo siano più eloquenti di mille pippotti. Poi è chiaro che al popolino si cerca di vendere merda per cioccolata e miseria per “progetto”, ma le cannelle hanno le gambe e il passo dell’UPI, quindi molto molto corto e già a novembre si vedranno i “frutti” della decrescita felice o della povertà col sorriso.

  • 31 Agosto 2020 in 12:21
    Permalink

    L’unica speranza sono gli arabi o gli americani

  • 31 Agosto 2020 in 12:21
    Permalink

    Altra cosa leggo di Colley in prestito secco. Ma non si doveva bla bla bla

  • 31 Agosto 2020 in 12:55
    Permalink

    Questo però è un discorso da Grillo e Casaleggio e prevede un assistenzialismo di Stato. Qui quali sarebbero Stato e assistenzialismo?

  • 31 Agosto 2020 in 12:58
    Permalink

    Buongiorno Mauro,

    intanto ti ringrazio per la citazione…

    Io non son convinto, al contrario di altri, che siamo così messi male.

    La struttura della squadra è già molto buona e se a questa andiamo ad affiancare dei giovani di prospettiva, anzichè qualche big mezzo infortunato (alla Ceravolo/Inglese), magari faticheremo un po’ all’inizio ma, in prospettiva sarebbe una gran roba.

    Certo che dar via Cornelius per arrivare a Pinamonti non mi sembra una mossa giusta. Proverei ad arrivare a Pinamonti sfruttando Darmian, a questo punto è chiaro che andrà via, è anche l’ingaggio più pesante della rosa.

    A Plizarri non avevo pensato, effettivamente potrebbe essere una buona scommessa, fatto salvo che vada via Sepe…perchè dopo la presentazione di Carli, l’annuncio di Liverani…io non sento più tutta questa voglia di “esodo”…che il nuovo progetto piaccia ai ragazzi?

    Io sull’altare del bilancio metterei

    – Gervinho (a volte è un valore aggiunto…ma troppo raramente…e non se inizieremo a giocare col baricentro alto)
    – Darmian (mi dispiace…perchè mi piace molto, ma un terzino non può avere l’ingaggio più alto della rosa)
    – Scozzarella e/o Brugman (ma solo se arriva un regista di livello, tra i due terrei scozzarella)
    -Sepe (questanno finalmente mi ha convinto…ma sono permaloso, se vuoi andare altrove vai, basta che paghino.)
    -Inglese (Nulla da eccepire sulle qualità…ma se gioca 4 partite all’anno non può costare cosi ed occupare spazio).

    Ovviamente poi ci sono i vari Sprocati, Siligardi, Pezzella…ma a mio parere dei 3 partirà solo Sprocati, magari nemmeno a titolo definitivo.

  • 31 Agosto 2020 in 13:05
    Permalink

    Mi permetto di dire che la situazione sia chiara anche agli orbi.
    E’ inutile insistere e pestare i tasti del computer , perchè nulla cambierà.
    La società e la squadra sono di alcune persone che possono decidere di farne ciò che vogliono.
    A mio avviso, come si dice a Parma, ci sono rimasti dentro, ma ritengo siano c…loro.
    Ci si faccia una ragione della cosa, dopo di che si tifi se la passione per il Parma calcio supera il cervello, si ignori squadra e situazione se il cervello batte la passione.
    Non capisco a cosa serva urlare a un mondo che non lo richiede, un malessere interiore.
    D’altro canto, a Parma allo stadio , vanno si e no 12.000 persone compresi i tiosi ospiti.
    Veramente si crede che il Parma calcio possa essere strategico e profittevole per qualsivoglia imprenditore? Ma nemmeno per Mutti e Rodolfi ( così cito le tomacche tanto care a Davide) il Parma calcio sarebbe un asset importante. Figuriamoci per dei pseudo catarrati o dei tedesco-americani. Il Parma è e resterà dei soci attuali, finchè le cose non cambieranno, con buona pace loro e dei tifosi.
    Buona austerity a tutti ( che per inciso riguarda ogni squadra di calcio italiana).

  • 31 Agosto 2020 in 14:02
    Permalink

    Bravo Davide.
    Finalmente uno con le palle.
    Mi ha colpito una tua frase che sembra uscita
    dal dizionario dal premiato VELENOSO.
    ” Al popolino si cerca di vedere merda per cioccolata…”
    Finalmente uno senza prosciutto davanti agli occhi.
    Piccoli VELENOSO crescono…..

  • 31 Agosto 2020 in 14:15
    Permalink

    Sassuolo, colpo dall\’Atletico Madrid: fatta per Schiappacasse. Domani le visite mediche Colpo per il Sassuolo. Secondo quanto riportato da SkySport il club emiliano avrebbe chiuso con l’Atletico Madrid per l’arrivo a titolo definitivo di Nicolas Schiappacasse, esterno offensivo classe 1999. L’uruguaiano è atteso domani per le visite mediche.

    Ora vediamo se è scarso come diceva qualcuno su queste pagine 😜

  • 31 Agosto 2020 in 14:20
    Permalink

    Cari signori industriali, ci state togliendo anche il diritto di sognare…se il Parma non vi interessa e volete farlo retrocedere, prendete le vostre funeree e depresse facce da funerale e ANDATEVENE! lasciatelo a chi non abbia paura di avere ambizioni in linea con la nostra tifoseria! Arabi, americani, russi, chiunque pure di uscire da questo scenario di miseria e rassegnazione!

    • 31 Agosto 2020 in 14:43
      Permalink

      A me sta bene così. Se a te no ,sei libero di acquistare la squadra, di tifare un’altra squadra o di non rompere chi cerca di lavorare come meglio riesce

    • 31 Agosto 2020 in 15:54
      Permalink

      Beh oddio chi andava allo stadio (bei tempi) si sarà reso conto che le facce funeree erano piu che altro quelle dei tifosi, l’atmosfera sicuramente
      Ci si fascia la testa prima di essersela rotta

  • 31 Agosto 2020 in 14:41
    Permalink

    Caro direttore Majo, non se ne può più di leggere commenti inutili e privi di qualsivoglia forma di intelligenza elementare di una buona parte delle persone che scrivono sul Suo blog.
    Da velenoso a Dante ecc ecc.
    Anziché consultare i molti articoli interessanti dei suoi collaboratori mi ritrovo a dover digerire elucubrazioni cervellotiche di pseudo esseri umani.
    Non potrebbe bloccarli del tutto?
    Va bene la libertà di pensiero ed espressione ma c’è un limite a tutto.
    Grazie

    • 31 Agosto 2020 in 16:18
      Permalink

      Abbiamo problemi molto seri con la stessa struttura del sito, come potete capire vedendo le pagine senza foto ed altri effetti. Sarei quindi molto tentato di chiudere baracca e burattini, visto che per sistemarlo servono quattrini che debbo mettersi io. Pertanto evitate di tirarmi per la giacchetta con lo spazio commenti, che già ho risposto al riguardo nei giorni scorsi

  • 31 Agosto 2020 in 15:35
    Permalink

    Dante amico mio sono con te però con una postilla. Tutti vanno bene piuttosto che questa trojka lacrime e sangue in stile Monti e Regime della decrescita felice, però tranne cinesi (e albanesi). Abbiamo già dato.

  • 31 Agosto 2020 in 15:55
    Permalink

    domanda su Sprocati: è un fuori lista, essendo cresciuto nel vivaio? se sì, lo terrei, anche perchè mi pare che la sua migliore stagione l’ha fatta a Salerno come trequartista dietro 2 punte. Giusto?

    • 31 Agosto 2020 in 16:14
      Permalink

      Non credo che Sprocati possa essere considerato un calciatore bandiera. Egli, infatti, fece le giovanili quale calciatore del fu Parma FC, che è matricola diversa rispetto al Parma Calcio 1913. Situazione che già avevamo conosciuto qualche anno fa con Lucarelli che non venne considerato dalla Lega un “calciatore bandiera”, proprio per questa motivazione. Il numero di matricola è estremamente importante: i nostri tifosi sono molto affezionati alla grandeur di Calisto, ma questa non vale nulla ai fini di certi benefici come ripartizione diritti tv e soprattutto paracadute (decide lega e non figc), perché ogni diritto in questo senso è legato alla matricola di iscrizione federale. Secondo me, dunque, Sprocati, per il suo passato nel vivaio, non può essere considerato una “bandiera” ma un semplice “over” come gli altri

    • 31 Agosto 2020 in 16:27
      Permalink

      Qualcuno scrive che SPROCATI
      è la bandiera del Parma?
      Sono d’accordo
      PERÒ È UNA BANDIERA……BIANCA.
      La bandiera della resa incondizionata.
      La bandiera dei perdenti

  • 31 Agosto 2020 in 15:57
    Permalink

    Quando ho letto che si voleva
    scambiare con l’inter Cornelius con
    Pinamonti , non ci credevo.
    Pensavo.a un errore e tutto questo
    per avere una piccolissima. plusvalenza.
    Sappiamo il valore di Cornelius
    e la sua freddezza sotto rete ma
    per una miseria, lo si vuole dar via.
    Pazienza per Darmian che prende il
    doppio di Cornelius ma ” quasi regalando”
    un simile giocatore la società dimostra che
    la nostra è una squadra in saldo con
    sconti fino all’80%. e questi saldi
    vengono fatti per non fallire.
    QUESTA È LA TRISTE VERITÀ.
    SIAMO ALLA CANNA DEL GAS.
    Visto che Karamok prende.un milione
    netto a stagionene visto che si
    vogliono portare gli.ingaggi
    abbondantemente sotto il milione,
    perché non diamo via lui.che nel Parma
    ha dimostrato ” tutto il suo valore?”
    Per quello che ha fatto in questo campionato
    al massimo dovrebbe prendere 100.000 euro
    non al netto ma al lordo.
    È lui da dar via altro che Cornelius.
    Il problema è che non.lo vuole nessuno
    NEMMENO GRATIS per cui,
    CARA SOCIETA’ pur capendo i vostri
    problemi in fatto di denaro
    se non volete che.i tifosi s’imbestialiscono
    come bestie da macello
    NON DATE VIA CORNELIUS.
    Un ultima cosa.
    Basta valorizzare giocatori di altre società.
    Abbiamo valorizzato BASTONI ora in nazionale
    e cosa ci abbiamo guadagato?
    NIENTE, neanche un fico secco.
    Abbiamo valorizzato KULUSEVSKY e cosa ci
    abbiamo.guadagnato?
    NIENTE nemmeno.una cicca di sigaretta fumata.
    B. A. S. T.A. !!!!!!!!!!!!

  • 31 Agosto 2020 in 16:09
    Permalink

    E’ UNO SCHIFO UNA VERGOGNA NON E’ POSSIBILE CHE LA TIFOSERIA DEL PARMA DEBBA SOPPORTARE QUESTE COSE!

    TUTTI ZITTI CON LE FETTE DI PROSCIUTTO SUGLI OCCHI E SOLO POCHI COME DAVIDE E VELENOSO CHE HANNO IL CORAGGIO DI CHIAMARE LE COSE CON IL LORO NOME: PIOCIONI!

    CI FACCIAMO UMILIARE NON DICO DA BOLOGNA O UDINESE MA PERSINO DAL SASSUOLO O DAL VERONA!!!! NOI CHE DOVREMMO STARE TRA LE 7 SORELLE!

    BUFFONI

    • 31 Agosto 2020 in 16:32
      Permalink

      Commenti offensivi di questo tipo dovrebbero finire nel cestino. Se non ce li butto è per evitare che arrivi qualcuno a parlare di censura. Ma come fa a parlare di piocioni quando sono stati iniettati del parma tanti soldi come nessuno mai (a parte Calisto ovviamente). A fine mercato, anzi a fine stagione vedremo:poi come da 5 anni a questa parte lei e gli altri sarete smentiti.

      • 31 Agosto 2020 in 18:11
        Permalink

        Qualcuno dice che la società è “PIOCCIONA”
        NON SONO ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO.
        La società ha speso tanti soldi ma li ha spesi
        male comperando scamorze a prezzi folli
        ( vedi KARAMOK) e ha dato stipendi folli a
        giocatori che non lo meritano ( vedi sempre Karamok )
        e poi ha sbagliato nel non pretendere quando
        un giocatore veniva dal Parma valorizzato
        ( vedi Bastoni e kulusevsky) un giusto
        compenso per aver valorizzato un giocatore
        facendogli fare quell’esperienza che nella
        casa madre mai avrebbe potuto fare e
        molto probabilmente
        MAI AVREBBE POTUTO DIVENTARE
        QUELLO CHE È DIVENTATO SENZA
        L’ESPERIENZA gialloblu.
        La societa’ su questo deve cambiare sistema.
        Noi dobbiamo valorizzare certi giocatori
        MA NON GRATIS.
        DOBBIAMO.PRETENDERE IL GIUSTO COMPENSO.
        altrimenti gli altri fanno una figura eclatante
        mentre noi facciamo la figura degli scemi del
        villaggio o se preferite della serie A.
        È arrivato Kulusevsky pagato dall’ATALANTA
        90.000 euro e poi venduto grazie a noi che
        l’abbiamo valorizzato a 44 milioni.
        Non ci abbiamo guadagnato nemmeno un euro.
        VI SEMBRA GIUSTO?
        Certo, se Foggiano si era accontentato….
        Così non va.
        PER NIENTE.
        Speriamo che Carli sia….. più furbo.

  • 31 Agosto 2020 in 16:29
    Permalink

    Il lunedì arrivano gli arabi di Al Meno, il martedì gli americani di Kaiser Group. Per foruna coi cinesi abbiamo già dato. Almeno Manenti faceva ridere. Mi sembra di rivivere il 2015 con lo sfacelo e i saldi a Collecchio e gli avvoltoi che svolazzano.
    A Reggio Emilia si sbellicano già dalle risate: che brutta fine Parma!

  • 31 Agosto 2020 in 16:41
    Permalink

    Ripeto passare dall’ufficio facce e guardare quelle di Pizzarotti, Ferrari e Malmesi martedì scorso. Non c’è bisogno di aggiungere altro. Ho visto facce meno funeree al Cibus quando ai bei tempi gli industrialotti alimentari dovevano regalare la roba agli avventori. I Della Valle avevano la stessa voglia di mollare ma non hanno mai smesso di investire finché c’erano e almeno in modo serio e veloce hanno trovato Commisso senza tante balle. Non Lizhnag, Al Manà e via di caravan serraglio.

  • 31 Agosto 2020 in 16:48
    Permalink

    Direttore, a malincuore ma devo ammettere che, qualora decidesse di chiudere baracca e burattini farebbe la cosa giusta. E’ incredibile leggere certe cose. Ho come l’impressione che siano tifosi infiltrati di altre squadre, perchè altrimenti non mi spiego certi commenti deliranti e patetici. Fortunatamente sono in pochi che scrivono certe cagate, almeno in questo sito, ma la capisco, anch’io avrei voglia di chiudere tutto piuttosto che dare voce a certi personaggi.

    • 31 Agosto 2020 in 17:25
      Permalink

      Certo Velenoso che di tempo da perdere a scrivere minchiate ne hai davvero parecchio… Ogni tanto un commento costruttivo o equilibrato potresti sforzarti di scriverlo, senza spammare sotto ogni articolo continuando a scrivere le solite boiate. All’inizio fai ridere ma poi diventi pesante e dubito che qualcuno si prenda la briga di leggere quello scrivi dall’inizio alla fine.
      Consiglio da amico.
      ciao

  • 31 Agosto 2020 in 16:59
    Permalink

    Laurini ha fatto un finale di stagione migliore di Darmian, quindi è da confermare. Darmian invece tolta la partita d’esordio contro il Cagliari, ha sempre fatto il compitino, se non peggio.

  • 31 Agosto 2020 in 17:07
    Permalink

    https://www.youtube.com/watch?v=ZL_UpjP5TnI&t=578s guardate qui’ . Come dice Davide basta passare dall’ufficio facce.
    Faccia di Lucarelli, tristezza in acquarelli
    Faccia di Ferrari, i denari sono rari
    Faccia di Carli, i pensieri di sghei sono tarli
    Faccia di Pizzarotti, qui’ facciamo i botti
    Faccia di Malmesi, i soldi li abbiam tutti spesi

    NO TENGO DINERO OHOHOHO

    • 31 Agosto 2020 in 17:32
      Permalink

      Faccia di Dante 👺

  • 31 Agosto 2020 in 17:48
    Permalink

    Vomitare tutta la rabbia, che io credo dipenda da altre vicende perchè coi problemi che ci sono in giro il Parma calcio non è nulla, fa stare meglio le persone protagoniste?
    Se anche il Parma ha le pezze al culo, se anche retrocede, se anche vende tutti e fa giocare gli under 15, non siamo noi a perdere soldi, al massimo guarderemo il Parma calcio in B . Sai che dramma esistenziale!!!!
    Ci penseranno i proprietari a far fronte ai loro problemi, come noi affrontiamo i nostri ogni giorno.
    Hanno fatto bene ? merito loro. Fanno male, problemi loro.
    Va bene commentare, dissentire, criticare, ma perdere il lume della ragione e sfogare in questa sede frustrazioni mestruali, anche no.
    Si parla di calcio non di vita personale.

  • 31 Agosto 2020 in 23:21
    Permalink

    BENVENUTI NELL ASILO STADIO TARDINI.IT

  • 31 Agosto 2020 in 23:32
    Permalink

    Vorrei che Liverani più che il bel gioco facesse
    punti anche giocando da schifo anche perché
    se si perde giocando bene fa ancora più rabbia.
    SE SI GIOCA MALE E SI VINCE SI GODE MA SE SI PERDE
    GIOCANDO BENE CI SI INCAZZA COME AQUILE REALI.

  • 1 Settembre 2020 in 01:16
    Permalink

    Secondo me la. Liverani
    dura poco.
    D’AVERSA ancora sotto contratto
    prendera’ il posto di LIVERANI
    presumo verso fine anno

  • 1 Settembre 2020 in 08:30
    Permalink

    Volevo fare i complimenti al direttore per la nuova veste del sito e tornando a noi aggiungo che è inutile che il reggiano che scrive un commento ogni 10 secondi continui con le sue lagne , oggi inizia il calciomercato e finisce il 5 ottobre , alla fine potremo tirare le somme in modo obiettivo .. se vogliono vendere devono rimanere in A e non si fa con le promesse.

    • 1 Settembre 2020 in 09:19
      Permalink

      quoto

  • 1 Settembre 2020 in 11:56
    Permalink

    Sono cinque stagioni che la proprietà raggiunge gli obiettivi prefissati, certi commenti sono surreali. Il campionato deve ancora iniziare e già siamo retrocessi, anzi, visto che l’inadeguatezza della rosa a fine campagna acquisti sarà eclatante ci retrocederanno d’ufficio…. le altre società spendono e spandono, mentre la nostra proprietà ha il braccino …. Liverani non arriva a Natale ( infatti il campionato comincia prima e lui è già qui ) …..
    Mi ricordano quello spettatore in curva che a suo tempo non poteva sopportare Crespo, vedevo la partita sempre nella zona dove si sedeva lui. Una volta stabilì il suo record personale insultandolo per come aveva battuto il calcio d’inizio

  • 1 Settembre 2020 in 12:35
    Permalink

    Caro Luca detto con affetto dagli amici di borgata TESTAQUADRA,
    queste critiche che faccio giuste o no spero li recepisa qualcuno
    in società e magari qualche critica che ho fatto vengano da questi
    accettate facendolo riflettere
    La mia è come una prevenzione.
    Meglio prendere un aspirina subito che essere costretto poi con febbre a prendere antibiotici.
    Per me è meglio PREVENIRE CHE CURARE
    Non so se hai capito o se come penso sei duro di comprendono
    Ciao Luca

  • 1 Settembre 2020 in 13:58
    Permalink

    Credo in Karamoh… la qualita’ ha …questo stagione con Liverani sale…
    Adorante…puo essere la sorpresa che vogliamo vedere…
    🕵️‍♂️👁

  • 1 Settembre 2020 in 15:14
    Permalink

    Caro Straje’ credi in Karamok
    come io credo in Rocky Marciano
    Dai come si fa a credere in lui.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI