PARMALAND / TELE MOROSKY: MAURO MORONI GUEST STAR A BAR SPORT (12 TV PARMA) – Guarda la clip di Bocelli

Contenuto non disponibile.
Per poter accedere a questa sezione devi accettare l'utilizzo dei COOKIE

Clip a cura di Alex Bocelli

A Lecce si è chiuso il Campionato Covid 2020

Campione d’Italia: JUVENTUS

Champions League: JUVENTUS, INTER, ATALANTA, LAZIO

Europa League: ROMA, NAPOLI, MILAN (preliminari)

Retrocesse Serie B: Spal, Brescia, Lecce

* La Prestazione *

(Mauro “Morosky” Moroni) – Io ritengo che la prestazione delle due squadre sia stata molto condizionata (purtroppo per i salentini) dal risultato di Genova-Verona: al 25′ di gioco gli “zenesi” erano già sul 2-0, mentre a fine primo tempo hanno chiuso e sigillato la gara siglando il 3-0 finale! (va beh, visto che il Direttore mi taccia spesso di essere portatore di complotti, si potrebbe pure aggiungere che Juric è stato per molto tempo sia giocatore che allenatore dei rossoblu e che Miguel Veloso è il genero di quello dei famosi giochi “di valore”... e qui mi fermo perché, essendo un tesserato – P.G.P. Polisportiva Giovani Pensionati –, non vorrei subire nessuna inibizione seguita da conseguente squalifica a tempo nella professione di “profeta”, grazie alla quale visti i successi delle mie previsioni o quasi – cosa sarà mai un punticino… – mi hanno aperto le porte del salotto di Bar Sport a 12 Tv Parma (vedi in alto la clip con i migliori interventi della serata montati dall’ottimo Alex Bocelli); no, così, per dire, come spesso andava citando il nostro Andreotti!). A questa mia “sporca e subdola allusione”, all’uopo, per coloro che intenderebbero salvarsi dalla retrocessione, consiglierei di provvedere almeno 4-5  gare prima del finale di campionato (non all’ultima giornata quindi), periodo nel quale possono succedere cose anomale, cali di concentrazione, diversi (agli antipodi) tipi di motivazione, scivolate, spizzate, falli di confusione, retropassaggi incauti, questa vince, questa perde, palla c’è, palla non c’è, dov’è la palla? Nissciuno accà è fesso, ma le industrie di biscotti, dolcetti, torte e pasticceria assortita, in questo periodo hanno avuto sempre un picco del loro PIL-fatturato! Qui lo penso e qui lo sottoscrivo, esclusi i presenti, naturalmente: ogni riferimento a fatti, misfatti, meline, tiki taka e/o persone, E’ PURAMENTE VOLUTO, non casuale, ci siamo capiti vero? Sappiate che chi lo fa, prima o poi lo riceve: il mondo è la solita ruota che gira e, a volte, la giostra del “calcinculo”, si ritorce su coloro che hanno aderito alla cosiddetta pasticceria precotta (tra parentesi, scusate il bisticcio delle (( )), se fosse retrocesso il Genoa, avrebbe percepito ben 25 milioni di euro che, per uno come il signore dei “giochi di valore”, sarebbe stato un bel salva (gente) presidente, pardon paracadute!

Detto questo, il Parma ha giocato la sua classica onesta gara di fine campionato: in vantaggio meritatamente per 0-2 già al 24′, dopo essersi letteralmente “sgagnato” parecchie volte il terzo gol, complice anche una contraerea molto ariosa (meglio sarebbe dire evanescente!), proprio nei 5 minuti prima di andare al riposo, ha subito il pareggio con i colpi di testa, semi indisturbati, di Barak e Meccariello, 2-2 e  tutti a rinfrescarsi negli spogliatoi!
La ripresa, complice il caldo e la “quasi certa “retrocess-rassegnazione” dei leccesi, ha visto le squadre molto allungate con i conseguenti grandi spazi per il Parma che, con il ritrovato Cornelio ed il redivivo Inglese, si è portato sul 2-4 e, di fatto, ha chiuso la gara anche se, a metà della seconda frazione, l’ex Primavera, Lapadula, accorciava le distanze fissando definitivamente il punteggio della contesa, 3-4.

Parma a quota 49 (solo 1 in meno rispetto alla ProfeziaMorosky) e Lecce in Serie B; la mia quota 50 è stata accarezzata, solo sfiorata, ma sono comunque contento del percorso di crescita globale che hanno effettuato squadra e Società: dal punto zero, 2015, ogni anno, dopo le 3 promozioni e le due buone, tranquille salvezze, con qualche piccola (o grande?) recriminazione, sono stati effettuati piccoli step di miglioramento costante, dapprima il raggiungimento del 14° posto e, proprio quest’anno, 8 punti in più e, di fatto, considerando i soli punti, il 9° posto a pari merito con Fiorentina e Verona, avvantaggiate però sui Crociati per effetto degli scontri diretti a loro favore!

Ed ora, squadra in ferie, ripresa dopo ferragosto e, nel frattempo, come ogni estate non ci facciamo mancare i tormentoni: la cessione ai qatarioti, imminente o lontana?: tutto ciò fa sognare o preoccupare e comunque  arrovellare il tifoso che spera-pensa-vorrebbe che arrivasse la classica AL MANNA (piovuta dal Qatar) e, con essa, un bel tesoretto di ryals alias dollaroni , giusto per iniziare a pensare molto in grande (da tifoso spendi e spandi coi sold ed chietor) andando poi ad acquistare dei presunti ed inarrivabili top players che non ci possiamo permettere né possiamo remunerare con cifre che qui, ad oggi, nessuno percepisce, questo è semplicemente quanto!.

Avanti pure con le trattative, io aspetto, fiducioso per quanto riguarda l’operato dei nostri SETTE che, tramite NUOVO INIZIO, visto cosa & come hanno prodotto ed agito fino ad ora, sicuramente troveranno la formula migliore per “cedere” (senza svendere) coll’avveduto senno, tale da garantire la buona continuità del percorso da loro (non football manager) intrapreso, e così sia!

Una volta determinate e chiuse le trattative, toccherà all’erede di Big Daniele Faggiano – oggi è scoppiata la inaspettata bombetta del suo imminente addio e vedremo chi lo supplirà –  fare come tutte le sagge massaie di necessità virtù, andando a cucinare dei buoni pasti con i soldi che si trova a disposizione, ma, cercando di spendere (senza spandere) ottimizzando gli acquisti, scegliendo le materie prime di stagione, evitando i prodotti scaduti e/o avariati e facendo di conto per arrivare sempre a fine mese, avendo sfamato degnamente la prole, ma, nel contempo, aver tenuto conto del piccolo bilancio famigliare che, come tutte le avvedute massaie sanno, incide sul buon funzionamento della gestione casalinga. Visti anche certi chiari di luna che ho letto oggi sul web circa un rinvio al mese dei morti del famoso closing. (Ma il direttore mi suggerisce sempre di credere fino lì a quel che non è comprovato da notula d’annunzio, che dicono fosse pure un po’ vizioso). Ma ne parleremo meglio più avanti quando le cose saran piuù chiare: il tempo non ci manca e c’è chi sostiene che siamo appena saliti sulla ennesima corsa dell’ottovolante…

* Marcador Croszè (totale siglati 56, subiti 57) *

  • 12 Cornelio
  • 10 Dejan K.,
  • 07 Gervais
  • 06 Kuko
  • 04 Inglese
  • 03 Gagliolo
  • 02 Iacoponi, “Jasmino” Kurtic, Caprari
  • 01 Barillà, autorete Bourabia, Karamosky, Sprochè, Grassi, autorete Bereszinski, Darmian, autorete Lucioni

* I RISULTATI DEL 38° ed ultimo turno

1-1 Brescia-Sampdoria
0-2 Atalanta-Inter
1-3 Juventus-Roma
3-0 Milan-Cagliari
2-1 Napoli-Lazio
1-3 Spal – Fiorentina
1-1 Bologna – Torino
3-0 Genoa – Verona
3-4 Lecce – Parma
0-1 Sassuolo – Udinese

Vi anticipo che nei prossimi articoli, a maggior ragione dopo le novità fresche fresche di giornata, si cercherà di fare il punto della situazione societaria, chi entra, chi esce e chi, come al solito, fa cosa?
Avremo le pagelle di rendimento e, naturalmente, uno degli argomenti miei preferiti (di cui non so nulla e non ho nemmeno imbeccate da nessuno), il consueto Mercatone Morosky 2020, giusto per dare qualche buona dritta al prossimo direttore sportivo che raccoglierà la pesante eredità di Big Daniele che va a cercare altrove gli stimoli smarriti qui. Chi vivrà fino a Settembre inoltrato ne saprà certamente di più!

Auguri a Edoardo Corvi per una pronta guarigione dall’infortunio, giusto per potersi riprendere in tempo per iniziare la preparazione con la squadra (salvo prestiti o cessioni eventuali) e partecipare, se confermato, al prossimo Campionato che inizierà – è ufficiale – il 19 Settembre p.v.

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

39 pensieri riguardo “PARMALAND / TELE MOROSKY: MAURO MORONI GUEST STAR A BAR SPORT (12 TV PARMA) – Guarda la clip di Bocelli

  • 4 Agosto 2020 in 21:14
    Permalink

    Caro Moro
    Faggiano se ne va sostituito
    da un carneade di nome Luca Baccin
    D’Aversa se ne andrà e arriverà
    un allenatore ad minchiam
    Tutti i giocatori migliori se ne andranno
    Molti.li richiederà al Genoa D’AVERSA
    Povero Parma, ti hanno tradito.

  • 4 Agosto 2020 in 21:17
    Permalink

    Excellente prestazione di Mauro en Bar Sport ….
    Va bene li tuo prognostico 55 punti …8 – 10 in classifica …pero
    Io ” Zona Straje ” …. adesso l’acqua turbolenta …. Faggiano …….speriamo che e’ Fantacalcio

  • 4 Agosto 2020 in 21:39
    Permalink

    No caro straje’ non è fantacalcio.
    Altro che 55 punti.
    Caro Moro dai 55 punti con
    il PAPERONE
    togliene minimo una ventina.

  • 4 Agosto 2020 in 22:46
    Permalink

    Ce la faremo senza faggiano ? Per me e come aver perso con la juve su rigore inesistente . Poi ca anche al genoa..

  • 5 Agosto 2020 in 00:32
    Permalink

    Faggiano via non mi fa né caldo né freddo. Il suo operato è stato spesso così così, quindi non lo rimpiangeremo più di tanto.

    Per quanto riguarda D’Aversa, se è veramente ambizioso mica va al Genoa.

  • 5 Agosto 2020 in 01:04
    Permalink

    Ma Luca non hai ancora capito
    che è PAPERON DE PAPERONI
    che non vuole D’Aversa?
    E allora D’Aversa che fa?
    Va anche lui da Preziosi con
    l’amico Foggiano.
    Il Parma è stato assassinato
    da Pizzarotti & Co.
    Come si fa a vendere la squadra
    a un novello
    PAPERON DE PAPERONI che
    per questa squadra non caccera’
    un solo euro.?
    Siamo stati traditi
    Non l’hai ancora capito guaglio’?
    Ma non l’hai ancora capito?

  • 5 Agosto 2020 in 07:49
    Permalink

    Sembra che D’aversa.rimanga.
    Questa è la cosa più importante.

    • 5 Agosto 2020 in 09:47
      Permalink

      Allora: Faggiano AD del Genoa come Leonardi a suo tempo………, sono contento per lui, ma onestamente penso non lo rimpiangeremo, in tutti questi anni non è riuscito a tirare fuori un giovane degno di una buona plusvalenza, per Kulu non ci voleva un genio a capire che era di un altra categoria dopo averlo visto nelle finali primavera di Parma, ma a noi sono toccate le briciole e con Cornelius arrivato come osso per il brodo della carne Kulu, c’e veramente da ridere. Per il resto scommesse, giocatori da recuperare fisicamente, di buona levatura ma costati oltre misura, è vero che l’esperienza e lo spessore morale hanno pagato in questi due anni ma prima o poi l’età presenta il conto, vedi Alves con il Lecce. Ci auguriamo di vedere un DS con della fantasia e una conoscenza del mercato internazionale a 360 gradi, che porti a Parma i Boga’ e i Benaccer pescati dalle giovanili inglesi (per esempio) a basso prezzo per ringiovanire una rosa tra le più vecchie del campionato, anche perché dal nostro settore giovanile per il momento nisba. Per quanto riguarda D’aversa mi auguro rimanga, allenatore di notevole pragmatismo, cresciuto tantissimo nell’ultimo anno che ultimamente almeno per un tempo ci ha fatto anche divertire, penso che sarà costretto con la partenza di Kulu e quella probabile di Gervinho, poiché non penso che riusciremo a trovare giocatori altrettanto efficaci per il gioco di rimessa Daversiano, cercherà di arrivare al risultato attraverso il gioco non scriteriato.

  • 5 Agosto 2020 in 10:34
    Permalink

    “Per quanto riguarda D’aversa mi auguro rimanga, allenatore di notevole pragmatismo, cresciuto tantissimo nell’ultimo anno che ultimamente almeno per un tempo ci ha fatto anche divertire, penso che sarà costretto con la partenza di Kulu e quella probabile di Gervinho, poiché non penso che riusciremo a trovare giocatori altrettanto efficaci per il gioco di rimessa Daversiano, cercherà di arrivare al risultato attraverso il gioco non scriteriato.”
    Well said Cuore GialloBlu

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    P.S. se va Gerviño …. Io personalmente mi piace Chiesa

    • 5 Agosto 2020 in 14:47
      Permalink

      Ho visto che Chiesa prezzo adesso e’ 40 …puodarsi troppo caro per Parma …Insoma prendiamo Falco …prima che prende Faggaino per Genova

    • 5 Agosto 2020 in 12:35
      Permalink

      Con estrema cortesia ed educazione le ho risposto ieri a più commenti, ma vedo che lei reitera con l’offensiva paragone, già formulato più volte, tra le problematiche burocratiche e i bonifici di manentiana memoria. Come spesso ripeto a Velenoso non mi piacciono i commenti reiterati che non aggiungono nulla di nuovo: pertanto quello sopra è l’ultimo che le pubblichiamo con questi contenuti. Ben lieto di ospitare invece altri suoi scritti propositivi. Grazie

  • 5 Agosto 2020 in 12:32
    Permalink

    Sceicco Al Manent interessato al Parma. Nuovo Inizio è disponibile a trattare l’ 80% della società ma vuole controllare il Cda. Advisor Al Borghet che ha garantito sulla piena affidabilità dello sceicco. Pizzarotti &co sono rimasti estasiati dalle parole di Al Manent , il quale si è detto disponibile ad effettuare il bonifico domani. Nuovo Inizio è più prudente, perché fa caldo e bisogna riparlarne con il fresco. Fissato il closing a dicembre 2024.

  • 5 Agosto 2020 in 12:47
    Permalink

    Certo che li scelgono con il lanternino. Solo da altre parti fila tutto liscio. Questo è il mio ultimo post. Vi state illudendo. È una trattativa destinata a morire. Saluti.

    • 5 Agosto 2020 in 13:31
      Permalink

      Se davvero è il tuo ultimo post http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

    • 5 Agosto 2020 in 13:35
      Permalink

      Ci mancherai tantissimo

    • 5 Agosto 2020 in 16:05
      Permalink

      Mi dispiace, sinceramente, che non voglia più contribuire ad arricchire il proficuo dialogo in questo spazio commenti: l’avevo solo invitata a non reiterare il paragone infelice tra i problemi burocratici e i bonifici, evitato quello (lo aveva già scritto anche troppe volte), pur non condividendo gran parte dei suoi contenuti, lo spazio era e resta a disposizione

      • 5 Agosto 2020 in 16:42
        Permalink

        Il paragone con i bonifici di Manenti è per creare un tormentone con gli intoppi che sorgono ogni qualvolta NUOVO inizio si trova a negoziare. Tutto svanisce per ” problema burocratico”. Prima il tormentone era :” il bonifico arriva domani ” , ora si sente parlare di ” problema burocratico “, termine alquanto vago, volutamente direi, per nascondere i reali motivi. Non credo sia un problema di soldi per Al Mana , quindi resta un problema sulle condizioni imposte, o sulle reali intenzioni. Hanno sempre detto che il loro compito era traghettare perché non vogliono fare e non sono imprenditori calcistici? Bene, allora diano modo agli altri di entrare con pieno controllo. Averli in minoranza con il 49% è solo una zavorra , perché sicuramente avranno imposto clausole per tutelare la loro quota per qualche anno, frenando eventuali ambizioni della maggioranza. Personalmente, pur di avere una sola testa al comando, carismatica, mi va bene pure la B, almeno si soffre meno di una salvezza a 4 giornate dalla fine o di un campionato anonimo di metà classifica. Li ringrazio per averci rilanciato ma il loro compito di traghettare credo sia finito. Pure se andasse a buon fine, per me irrealistico, abbiamo buttato un altro anno, perché nel frattempo verrà fatto un mercato di transizione.

        Ps: ho scritto solo perché tirato in ballo.

  • 5 Agosto 2020 in 12:57
    Permalink

    Per me Kulusevsky ora vale
    80 milioni se non di più.
    Diventerà uno dei più forti
    giocatori del mondo.
    Capisco che l’Atalanta
    avendolo pagato solo 90.000
    euro ha voluto fare una
    ciclonica plusvalenza.
    Resto però dell’idea che l’ Atalanta
    finito il campionato a pochi.punti
    dalla Juve, con KULUSEVSKY in squadra
    dall’inizio, la Juventus lo
    scudetto se lo sarebbe sognato.
    Che culo questa Juventus
    e che culo aver preso…….KULU

  • 5 Agosto 2020 in 14:03
    Permalink

    Il closing si sposterà solo di qualche settimana cioè a fine settembre, come dice parmalive. Com

    • 5 Agosto 2020 in 14:16
      Permalink

      Signori, gli organi di stampa non sono Vangeli, al massimo Vangeli Apocrifi. Chi per una ragione, chi per l’altra parla di spostamento in avanti, ma il fatto che non ci siano date che collimino alla perfezione significano che anche le fonti alle quali si abbeverano non sanno con precisione le date.

      Io penso che l’unica cosa seria da fare, a questo punto, sia mettersi il cuore in pace ed affidarsi ancora una volta a Nuovo Inizio che ha dimostrato in questi anni di saperci fare, lasciando lavorare in pace i manopvratrori, i cui risultati sono sintetizzabili nell’ormai antico claim “come noi nessuno mai” cooroborato da due più che onorevoli salvezze, ricordandosi che un 9° posto ex aequo è manna (non al mana) che cola chiunque detenga il pacchetto azionario di maggioranza del club. Con o senza mediorientali in pancia, comunque, gli obiettivi del Parma non credo sarebbero mutati. E sarebbe bene che i nostalgici della grandeur di Calisto si ricordassero come quei trionfi fossero figli di una situazione contingente favorevole ed irripetibile. Essere tra le prime 10 squadre italiane è ragionevolmente il massimo per una piazza come la nostra. I sognatori che non si rendono conto del vero e proprio miracolo sportivo di cui siamo stati beneficati in questo quinquennio e che sperano di rivedere delle Coppe forse farebbero bene a svegliarsi: siamo nel 2020, l’anno del Covid 19… Buon risveglio

      • 5 Agosto 2020 in 14:55
        Permalink

        Majo due domanda però.. Faggiano sicuramente da mesi seguiva dei giocatori con trattative in corso che ora si porterà dietro al genoa.. Mi stupisce solo che un nuovo direttore sportivo partirà da zero con nuove trattative dopo aver anche parlato con società e d Aversa.. Il nome ufficiale deve ancora uscire.. Il problema che il campionato tra un mese e mezzo inizierà.. Lei quindi non crede che c’è il rischio di partite in ritardo con la campagna acquisti?

        La seconda domanda è se secondo lei tutti i prestiti con obbligo di riscatto da pagare in questa sessione avevano già l ok dei qatarioti visto l esborso notevole che ci sarà da fare?
        Grazie

        • 5 Agosto 2020 in 16:01
          Permalink

          Parto con la seconda: è evidente che in una trattativa in corso da mesi ogni aspetto economico/finanziario/sportivo venga passato al vaglio dei professionisti dei compratori, per cui deduco che i qatarioti fossero al corrente (se interessati ad acquistare la maggioranza delle quote) anche della situazioni degli obblighi di riscatto e dei relativi oneri.

          Non voglio sminuire il problema della improvvisa partenza di Faggiano – che ha sorpreso chi in lui nutre massima fiducia e considera al pari di un fratello – ma non credo sia il caso di fasciarsi la testa: siamo rodati ad estati calde e torride e ci siamo sempre saltati fuori con grandi soddisfazioni finali. Il mercato è lungo, ma i colpi importanti li piazzi sempre alla fine e il periodo di attesa è sempre costellato da stucchevoli finti annunci di presunti interessi messi in circolo ad arte da chi deve acquistare, o vendere il “campione” (virgolette d’obbligo) del caso e i mediatori. (E’ noto che non simpatizzo per il CalcioMercato). Quindi, visti i tempi ristretti della stagione alle porte, il logorio della stagione appena conclusa, senza indugio, Nuovo Inizio provvederà ad identificare un nuovo professionista che possa rappresentare la Società. Eviterei quindi panico da cronometro e calendario, anche perché è meglio metterci magari uno o due giorni in più, che aver fretta di riempire subito la casella. Nathan criticava i 20 giorni che ci misero a scegliere D’Aversa dopo la cacciata di Apolloni: io penso che i fatti abbiano dimostrato come quella scelta (come diverse altre di Nuovo Inizio) si rivelò vincente, e oggi il giorno avanti o il giorno indietro non impipa più a nessuno se non a quelli come lui che non hanno in simpatia l’attuale gestione. Altresì va ricordato come Ghirardi ebbe la mano felice nello scegliere Ranieri, ma poi, dopo un lunghissimo casting, sbagliò nell’identificare come suo sostituto l’acerbo e meno gentlemen Di Carlo, poiché abbagliato dai suoi occhi della tigre. Questo per dire che non sempre le scelte sono felici, per cui è necessario, per un ruolo così delicato, non farsi trascinare dagli eventi, ed essere ben freddi e razionali.

          • 5 Agosto 2020 in 16:19
            Permalink

            Concordo con lei.. Ma non è tanto fasciarsi la testa per l addio di faggiano ma la curiosità del nuovo uomo mercato che dovrà cominciare tutto da zero in così poco tempo.. La cosa positiva è che tolto kulusevski adesso abbiamo tutti giocatori di proprietà e quindi l ossatura è già fatta a meno di altre cessioni.

  • 5 Agosto 2020 in 16:08
    Permalink

    Della Partenza di Faggiano sono assai contento..
    Non vedrò più a Collecchio il circo Orfei….

  • 5 Agosto 2020 in 17:42
    Permalink

    A me Faggiano non è mai piaciuto e questa mossa e la destinazione scelta dimostrano chi è. Non aggiungo altro.

  • 5 Agosto 2020 in 17:44
    Permalink

    Spero solo ci sia della pila perché la sola cosa che conta è quella o si fa la fine della Spal.

  • 5 Agosto 2020 in 17:44
    Permalink

    ha ragione Direttore, ma secondo me Faggiano ci pluccava, tenuto conto delle condizioni nelle quali si è mosso. Ha fatto errori? Sì, ma gli altri DS no? ma dai.
    Tra l’altro l’ho conosciuto di persona, un’altra verve umana rispetto al gelido Fassone, l’algido biondino.
    Per non parlare di Mazzarri

  • 5 Agosto 2020 in 18:44
    Permalink

    Fassone verrebbe come AD, non farebbe il mercato per fortuna, Mazzarri anche noooo per favore, comunque tutto da verificare. Giovanni Carnevali è un DS che ci plucca, difficile toglierlo al Sassuolo.

  • 5 Agosto 2020 in 18:50
    Permalink

    Fassone è pelato come una boccia non e’ biondino. Mi chiedo solo la società la dormita che si è fatta a farsi trovare col sedere scoperto col ds che stava trattando con Preziosi e il closing non finito. È come essere il 20 dicembre con le brache giù e la canottiera e stupirsi che c’è freddo.

  • 5 Agosto 2020 in 20:14
    Permalink

    Faggiano si è dimostrato un DS capace, ha sempre raggiunto gli obiettivi con la squadra, ha commesso i suoi errori come tutti quelli che fanno. Morto un papa se ne fa un altro, quindi si va avanti, la garanzia è Nuovo Inizio, fin che ci saranno loro il Parma sarà una società seria Con i conti in ordine ed ambita da tutti i professionisti del settore. La nostra dimensione è quella attuale, fare voli pindarici vuol dire non guardare in faccia la realtà ed ovviamente la società sa fare molto bene i suoi conti, fregandosene dei tifosi che rimpiangono l’era Tanzi.

  • 5 Agosto 2020 in 21:26
    Permalink

    Closing ad ottobre, l’ha detto tv parma

  • 5 Agosto 2020 in 22:19
    Permalink

    Attenti che non sia un chiusing quando i buoi sono già scappati…

  • 6 Agosto 2020 in 05:55
    Permalink

    ………………………………..Buongiorno a tutti

    vorrei cogliere l’occasione,
    ( dopo qualche giorno di pausa-riposo mentale ),

    per RINGRAZIARE pubblicamente il DIRETTORE G. MAIO e,

    soprattutto, il Sig. ALEX BOCELLI ( che saluto con stima ) per il

    prezioso contributo, una sorta di regalo inaspettato che ha

    immortalato, focalizzandola, la mia partecipazione all’ultima

    puntata di BAR SPORT a TV PARMA ( vedi video in apertura

    articolo ciclo style !!! ): tramite questo intervento ho avuto la

    possibilità, a modo mio, di esprimere idee calcistiche e pensieri

    legati a questo nostro PAERMA, PAERMA che, in questi giorni,

    sembra avere molta ROBA che bolle nel pentolone, dalla

    spifferata

    ( da parte dei SITI BABALANI, ovviamente ben

    imbeccati da qualche talpa interna ),

    compravendita che è ormai da un paio di settimane su radio tam

    tam pissi pissi micio micio bau bau; oltre a questa

    importantissima trattativa che lascia sempre una sorta di ansia

    ( dal punto di vista prettamente sportivo, da parte del tifoso

    medio, che, di fatto, si trova spiazzato e senza punti di

    riferimento ben precisi, navigando nell’alto mare dei si dice, delle

    supposizioni, delle BABALANATE …ecc ecc )..SEGUE

    aggiungo che, oltre a questa VITALE ( per il nostro futuro
    societario )

    trattativa in corso ( pare che sia stata prorogata, dilatandola nei

    giorni, settimane e/o mesi ????? a seguire ??? ), come un

    boomerang di ritorno, improvviso ed inaspettato

    ( solo per noi naturalmente in quanto, chi di dovere, a luci

    SMORSZE e con poche orecchie, sicuramente sapeva già da tempi non sospetti )

    la bomba interna del fatto che il DS, big DANIELE FAGGIANO,

    sembra che se ne stia andando in altra società

    E’ in cantiere il mio prossimo articolo che cercherà di spaziare e

    fare chiarezza, con le mie supposizioni ed i vostri preziosi
    ( giochi di valore )

    commenti-contributi al fine di CAPIRE COSA STA

    SUCCEDENDO all’ombra della COOP di Collecchio !!!!

    Ringrazio pure i Direttori di TV PARMA ed i conduttori di BAR

    SPORT, Sig.ra ILARIA NOTARI e Sig. CARLO BRUGNOLI oltre

    ai tecnici in sala regia, “capitanati” da quel gran maratoneta di

    Walter Perotti: è sempre un grande piacere essere ospiti nel

    vostro salotto sportivo, AM SON DIVERTI’ ( coli ) BOMBEN !!!

    as sentima prest, buone ferie-vacanze

    ( crisi post covid permettendo )

    mauro morosky moroni

  • 6 Agosto 2020 in 10:09
    Permalink

    “ Voglio una donna “ di Fellini
    “Voglio un Buon Calciomercato per Parma “ Douglas .

  • 6 Agosto 2020 in 17:06
    Permalink

    Secondo me sta storia dei quatarioti finisce come la telenovela tragicomica portata avanti dal compianto Sanz

  • 6 Agosto 2020 in 17:24
    Permalink

    a preferis ‘na dona, ed boca bonna s’intenda.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI