TELE MOROSKY – MAURO MORONI CONVERSA COI “TIFOSI PANCHINARI” DINNANZI AL TARDINI (VIDEO)

67
41

TELE MOROSKY – MAURO MORONI CONVERSA COI “TIFOSI PANCHINARI” DINNANZI AL TARDINI (VIDEO)

1

2

3

67 Commenti

  1. Siamo così messi male che persino il Presidente del Cittadella mostra i muscoli e ci tratta a pesci in faccia. Cittadella…il ds dovrebbe essere qui lui in ginocchio a chiedere di essere assunto non il contrario.Dopo 10 giorni di no grazie da tutti il prossimo tentativo sarà per Perinetti forse lui viene. Siamo tornati ai tempi di Minotti e Galassi quando l gente preferiva andare a Rovigo o Sanbenedetto del Tronto. Mi chiedo cosa sia successo

  2. Di seguito un primo articolo preso dal sole 24 ore e uno da milano e finanza.
    Giusto per opera di diovulgazione

    ———————————————————————————–
    Vale il commento fatto da un noto banchiere italiano un anno fa, prima della cessione della Fiorentina a Rocco Commisso: «C’è mezza Serie A in vendita». Così dopo la Roma, passata a Dan Friedkin e che ieri a Piazza Affari è sprofondata del 30% portandosi al prezzo dell’Opa residuale, ora i riflettori vanno su tutti gli altri club su cui si vocifera da oltre un anno di un possibile passaggio di proprietà.

    L’offerta per il Grifone

    Gli ultimi rumors sono sul Genoa con l’offerta, svelata ieri dall’Ansa, da parte di una cordata italiana, guidata da Andrea Radrizzani e Matteo Manfredi per acquistare il club più antico d’Italia: una proposta di acquisto del club di Enrico Preziosi, da parte di una cordata la cui capofila è Gestio Capital, un family office con base a Londra fondato da Matteo Manfredi, e che coinvolge in quota minoritaria anche Aser Ventures, la holding sportiva di Radrizzani, proprietario del Leeds che ha riportato il club inglese allenato da Marcelo Bielsa in Premier League dopo 16 anni. Tra i proponenti, in quota minoritaria, anche un fondo statunitense di private equity.
    Tuttavia l’offerta viene rispedita direttamente al mittente: «Si tratta di un’offerta ridicola» spiega al Sole 24 Ore il presidente Enrico Preziosi, che chiude in questo modo lo spazio a qualsiasi trattativa, almeno alle condizioni prospettate.

    Del resto, della vendita del Genoa si parla ormai da anni ma nessuno è mai riuscito a convincere il presidente del gruppo giochi Preziosi: ci hanno provato con proposte sempre ritenute prive di sostanza personaggi del mondo finanziario come Giulio Gallazzi, ma anche l’imprenditore Giovanni Calabrò che dichiarava l’amicizia con Erdogan e di avere fortune economiche sterminate grazie all’estrazione del nichel in Turchia.

    L’altra metà di Genova

    E sempre sotto i riflettori per una cessione è anche la Sampdoria di Massimo Ferrero. Proprio negli ultimi mesi Er Viperetta avrebbe ridiscusso con i suoi consulenti sull’intenzione di cedere il club, dopo il fallimento delle trattative con la cordata Vialli per una differenza enorme di valutazione: circa 50 milioni di euro.

    11 agosto 2020
    Ferrero ha sempre messo l’asticella alla cifra di 100 milioni (esclusi i debiti), ma resta da capire se questa valutazione resta tuttora nella mente del presidente blucerchiato.

    CalcioInvest, la società veicolo capitanata dall’ex campione e sostenuta finanziariamente da due uomini d’affari, l’americano Jamie Dinan e il russo Alex Knaster, aveva invece offerto circa 80-85 milioni, compresi i debiti.

    Le voci sul Milan

    Da tempo si parla anche dell’intenzione di Elliott di cedere il Milan. Ma per il fondo della famiglia Singer, che finora ha profuso tra finanziamenti ed equity circa 700 milioni di euro, non ci sarebbero al momento sul tavolo offerte concrete. Quella del re del lusso Bernard Arnault è stata più volte smentita, mentre l’ultima proposta a fare capolino sarebbe quella dello sceicco saudita Bin Salman.

    Su piazza anche il Parma

    Tra i club in vendita c’è anche il Parma, per il quale le indiscrezioni indicano la cessione del 51% delle quote a un investitore del Qatar con la graduale uscita degli attuali azionisti: da Barilla a Pizzarotti, il top dell’imprenditoria locale che hanno firmato il ritorno in Serie A.

    L’As Roma vale 63,4 milioni, il resto è debito. Interviene la Consob
    Il titolo oggi non apre dopo il crollo del 30% di ieri in seguito all’operazione di Friedkin Group sull’86,6% del capitale dell’As Roma al prezzo di 0,1165 (ora sospeso a 0,28). Delisting non certo
    di Elena Dal Maso11/08/2020 11:30

    L’As Roma vale 63,4 milioni, il resto è debito. Interviene la Consob

    L’As Roma vale 63,4 milioni, il resto è debito. Interviene la Consob
    Su richiesta della Consob, Friedkin Group ha confermato oggi in una nota che il corrispettivo pattuito per l’acquisizione dell’86,6% dell’ As Roma è di 63.414.047 euro corrispondenti a un prezzo unitario di 0,1165 euro per azione. Dopo che ieri l’azione ha perso il 30,92% a 0,28 euro, il titolo oggi non ha ancora aperto. Friedkin ha già precisato nei giorni scorsi che l’Opa obbligatoria potrebbe portare al delisting da Piazza Affari. Ma la decisione finale a tale riguardo sarà comunicata più avanti.

    E quindi, una volta perfezionato il contratto di acquisto, scrive Friedkin, il cui closing è previsto per il 17 agosto, sarà promossa, in base agli articoli 102 e 106 del Tuf, un’offerta pubblica di acquisto sull’intero capitale della società, sempre al valore di 0,1165. Nello specifico, l’operazione sarà effettuata attraverso una cessione a Friedkin dell’intera partecipazione detenuta da As Roma Spv nel Club pari all’86,6% del capitale sociale del club, di cui in forma diretta per il 3,3% e una indiretta dell’83,3% detenuta da As Roma Spv attraverso la controllata Neep Roma Holding Spa.

    In base agli accordi, Friedkin dovrà rilevare il 100% del capitale di Neep e il 100% del capitale di Asr Soccer LP Srl e di Asr Retail Tdv Spa. L’operazione, che sul fronte delle azioni a Piazza Affari vale 63,41 milioni di euro, secondo As Roma è una transazione nel complesso di 591 milioni di euro.

    MEDITIAMO BENE SU COSA SIGNIFICHINO QUESTE COSE CHE NON SONO CHIACCHIERE DA BAR…

  3. Finalmente ” Tele Morosky ” ……
    The birth of a Superstar Pramzan Parma Calcio Man ….
    Complimenti Mauro …..

    https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    Forsa Paerma

  4. Majo ho letto che gli arabi ed il Parma hanno firmato una maxi clausola in favore dei nostri di penale di 25 mln di euro in caso di mancato closing.. Be se così fosse sarebbe un bel segnale non crede? Per accettare una penale di questo tipo vuol dire che gli arabi son più che convinti! Lei come la vede?

    • L’ho pensato anch’io, anche se poi è tutto da verificare.
      Di certo c’è anche da dire che se la società Qatariota ha i capitali di cui si vocifera, per loro pagare 25milioni di penale è come per me comprare un pacchetto di caramelle..

  5. ..anca me zio al gheva un much ed sold,ma al ma mei dè nient!!
    Se hanno tanti soldi bisogna vedere se e come li vogliono investire.
    Io mi fido dell attuale proprietà..finora hanno fatto bene.(parlo dei risultati sportivi)
    AVANTI CROCIATI

    • Assolutamente Rico, con Barilla e Pizzarotti (mica il sindaco però ahha) mi sento tranquillo. Speriamo che sia la volta buona e che si possa finalmente zittire qualche gufo

  6. Figa quanto ne sai Stefano! Tutti i dati sciorinati lì, davanti a noi ignorantoni. E via, private equity, fondi di London, nichel in Turchia, family Office sul Tamigi. Sembra di leggere il Sole 24 ore. Manca la Spectre. Ricorriamo a M e Daniel Craig…
    Che poi il pallone è sempre quello, la bala la va dentor o no.
    Troppo per me, vecchio appassionato che si illuminava ad un passaggio, spesso l’unico, del vecchio Mimmo. Mimmo è stato il più grande calciatore che mi ha servito il caffè in via Farini. Non volevo credere che tanta classe mi portasse la tazza e le bustine di zucchero

  7. Magari…tutto bene con Qatar…
    Per caso … no viene in tempo…
    prendiamo il 25 … iguale che il 7 di Sanz e il 30 di LiZang..
    Intanto… Io no preocupo. perche Nostro 7 Magnifici hanno tutto ditto controllo e hanno fatto sempre il migliore…
    Forza Parma

    • Comunque vada con gli arabi sarà un successo, e speriamo sia felice anche la scelta del DS che sarà determinante per questa annata, ma sono fiducioso i magnifici sette finora hanno sbagliato pochissimohttps://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gifhttps://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  8. MI AUTOBANNO A TEMPO
    INDETERMINATO.
    stanco di essere cestinato
    e di non avere mai risposte
    alle mie domande da Majo.

    • Lei, nei suoi interventi, continua a reiterare informazioni false e tendenziose che in questo preciso momento storico turbano la già poco tranquilla comunità Crociata, insinuando ulteriori dubbi, spacciandole per certezze. Senza dimenticare anche la forma di esposizione contraria allo spirito dello spazio commenti che la ospita. Ecco il motivo dei due o tre suoi scritti che personalmente ho cestinato oggi, stufo di leggere inesattezze e messaggi già anche troppo reiterati

        • Che quesito? Su D’Aversa avevo glissato volutamente. Un dipendente non può esprimersi su queste tematiche. Io, nei momenti topici, cerco sempre di esserci per i lettori di stadiotardini.it, però sempre nel rispetto dei limiti di buon senso e di coscienza considerato il lavoro che faccio…

          • No mi riferivo a questo quesito..
            Majo ho letto che gli arabi ed il Parma hanno firmato una maxi clausola in favore dei nostri di penale di 25 mln di euro in caso di mancato closing.. Be se così fosse sarebbe un bel segnale non crede? Per accettare una penale di questo tipo vuol dire che gli arabi son più che convinti! Lei come la vede?

          • So che Nuovo Inizio è molto brava nell’inserire clausole di protezione, però non ho idea se sia effettivamente vero quanto sostenuto nell’articolo in questione, dove peraltro si legge di closing in due settimane, mentre l’ultima vulgata parla di due mesi…

  9. Direttore, su un forum si parla di una mail di ppc, con la quale viene indicato ottobre come termine. Le risulta ?

    Chi ha parlato di penale, ha parlato anche di preliminare firmato.

    È tutto strano. Accordarsi prima del mercato e finalizzare dopo. Spostare soldi dal Qatar non è problematico. Solo a noi si parla sempre di tecnicismi da sistemare.

    • Cerchi di non avere la mania denaro-centrica di Davide: i problemi tecnico burocratici possono anche essere di natura differente rispetto al volgare e prosaico trasferimento di fondi.
      Io non sono socio PPC quindi non ho ricevuto alcuna mail, però penso che divulgare pubblicamente i contenuti “riservati” di una missiva del genere non sia il massimo.

      • Sul fatto della missiva, non l’ho divulgata io. Io non sono socio né tantomeno conosco soci. L’ho letto su un forum pubblico, consultabile da tutti e dato che le mio cuggginate sono in agguato, ho chiesto . A me sembra una mio cuggginata di qualcuno . Sui problemi burocratici, ormai a Parma se n’è parlato spesso. Ricordo quando fu costituito nuovo inizio, si parlò anche di parmalat ma poi lessi, su questo forum, in qualche commento, che c’erano stati problemi burocratici. Per i cinesi si parlò di problemi con il governo ma altri hanno investito lo stesso. Ora altri problemi. È un accanimento.

        • Io non mi riferivo a lei quanto a chi ha divulgato su altro forum. Per quanto concerne i problemi tecnico burocratici ogni volta possono avere diversa natura, del resto siamo nel paese degli azzeccagarbugli. In compenso dove non c’è democrazia, vedi la Cina, possono insorgere diktat che limitano la libera impresa, specie a chi è meno colosso di altri. Si aggiunga poi la loro tendenza, come già le scrissi giorni fa, a non capire l’importanza della perentorietà dei termini, motivo per cui Nuovo Inizio dovette supplire ai soci di maggioranza per evitare guai peggiori. L’amico Trapani difeso dall’avvocato Chiacchio (quello che riuscì a Novar cadere la responsabilità oggettiva del Parma nel processo del pippein e del cazzein) è retrocesso per due punti di penalizzazione comminati per mancati adempimenti in tempi perentori. Infine la Parmalat: in effetti era previsto inizialmente che i soci di Nuovo inizio fossero otto, ma la casa madre francese non dette il benestare alla filiale locale per ragioni di visual loro. Problemi del tutto differenti che non ha alcun senso accomunare ed unire con un fil rouge

          • L’articolo in cui si parla della penale, riporta anche la chiusura posticipata di 2 settimane. La domanda è: 2 settimane a partire da quale data? Non il massimo della precisione nel riportare notizie.

  10. Per quanto riguarda la email di PPC, credo che sia più un criterio scelto da parte degli attuali soci di comunicare ai tifosi il messaggio,
    la chiusura dell’operazione avverrà ad ottobre è inutile che per due mesi vi facciate delle paranoie.
    Mandare una email ad oltre 800 persone vuol dire che dopo mezzora, tutta la provincia di Parma, ne sarebbe venuta a conoscenza, è per questo motivo che penso che non sia stata casuale.
    PPC ha sempre fatto comunicazioni ai soci concordando il contenuto con i soci di Nuovo Inizio, non vedo perché questa volta debba essere diverso.

  11. Metà serie A in vendita? e ci credo… Un imprenditore serio in Italia sta alla larga dal calcio dove al 90% c’è da smenarci soldi ed in Lega ti ritrovi a fianco personaggi del calibro di Preziosi, Cellino, Zamparini & C…
    I 7 Big parmigiani l’hanno fatto veramente per amore della città e della comunità e di questo c’è solo da ringraziarli.

  12. Ciao a tutti,
    Vorrei solo esprimere alcune preoccupazioni su ciò che si legge in questi giorni.
    Da ormai una settimana si sa che Faggiano sarebbe andato al Genoa e pur essendo di fatto in pieno calciomercato e con una stagione alle porte e pochi giorni per fare la squadra siamo ad oggi senza ds. A quanto si legge il casting è andato male. Dei 4 nomi, in ordine di gradimento: Cherubini, Baccini, Marchetti, Carli solo quest’ultimo arriverà e solo perché svincolato. Tutti gli altri hanno preferito rimanere dove sono in ruoli da comprimari.
    Questo mi fa dire che in questo momento nell’ambiente del calcio intorno al Parma aleggia un alone di mistero accompagnato da scetticismo da parte di tutti, leggasi ad esempio le dichiarazioni del procuratore di Sepe.
    Credo che il closing sia lontano ed i 7 (da ringraziare vita natural durante per ciò che hanno fatto) si siano trovati in netta difficoltà ed ora un po spaesato e con la voglia di mollare la patata bollente a causa di costi che probabilmente stanno diventando per loro non sostenibili. Da qui la voglia di ringiovanire la squadra ed abbassare il monte ingaggi (già tra i più bassi). Attenzione che abbassando troppo il monte ingaggi si rischia di far squadre pericolanti.
    Un ultima nota sul closing. Si parla di chiusura ad ottobre. Tempistiche quanto mai strane. Ad ottobre la nuova proprietà si troverebbe con in mano una patata bollente a cui sarebbe difficile porvi rimedio in quanto un eventuale mercato al risparmio avrebbe già messo i bastoni tra le ruote alla salvezza.
    Spero di sbagliare ma la vedo una situazione molto complicata e che ogni giorno mi da conferma di quanto scritto. Speriamo bene…

    • Mi scusi ma secondo lei se avesse preso in mano già da subito la squadra un arabo con credenziali da Paperon de Paperoni, non pensa che la cosa avrebbe fatto lievitare i prezzi sia degli acquisti che degli ingaggi, e la cosa poteva essere controproducente anche per i soci che devono ricapitalizzare per il 49 per cento anche per i prossimi cinque anni, per quanto riguarda il ringiovanimento con inserimenti mirati di giovani di valore e possibilmente di proprietà penso che sia l’obbiettivo ormai di un po’ tutte le squadre medio piccole per sopravvivere. Per quanto riguarda Sepe, le dichiarazioni del procuratore, con voci di interessamento di altre squadre, fanno parte del gioco delle parti, per strappare un ingaggio più alto, e se così non è che portino una quindicina di milioni, che di portieri ne possiamo trovare anche altri. Massima fiducia nella proprietà.

      • Non ho detto di non avere fiducia nella proprietà. Ho detto che devono essere ringraziati.
        Non concordo sul discorso che lei fa sulle tempistiche. Se un nuovo proprietario arriva, indipendentemente dalle disponibilità economiche, il suo obbiettivo sarà quello di prendere in mano la situazione il prima possibile e non dipendere da scelte fatte dalla precedente gestione che potrebbero non essere più rettificabili.

      • Il signor Al Mana che non abbiamo ancora avuto l’onore di sentire direttamente, ma a cui i soliti ben informati attribuiscono un progetto modello Ajax con Fassone dietro la scrivania e Mazzarri in panca, non entra con il 100% delle azioni ma con il 51 che valutando il Parma 65 milioni corrispondono a 33 milioni circa, valutazione da società mediopiccola, quindi mi sembra tutt’altro ingresso rispetto ad un Rifkin che investe di botto 600 milioni per l’acquisto del 100%. leggendo il CV si denota una totale mancanza di esperienza nell’ambito calcistico, ed entrando da neofita nel calcio italiano non vedo perché non dovrebbe affidarsi alle capacità ed alla esperienza accumulata in questi anni dai suoi futuri soci per cinque anni che direi hanno operato al meglio.

  13. Fratelli il caro VELENOSO non c’e più.
    È stato ammazzato, era troppo scomodo.
    Ci ha lasciato e ora ci guarda dal cielo.
    Subentro se volete io che sono il
    Quasi Papà Giovanni 24*

  14. Come quasi PAPA GIOVANNI 24*
    mi sto.attivando.nelle sedi ecclesiastiche
    opportune del Vaticano affinché VELENOSO
    venga proclamato Santo e venga ricordato
    da tutti come San Velenoso martire.
    Non escludo però che un giorno.da Santo
    possa risorgere e fare miracoli tipo
    tenere il Parma in serie 🅰 anche
    per la prossima stagione nonostante
    i migliori giocatori del Parma si
    accaseranno altrove.
    Vi benedico fratelli con acqua di
    mare francese.
    Dormite in pace, il quasi San Velenoso martire
    vegliera ‘ sui vostri sonni.

  15. dei 3 no ricevuti senz alto quello di marchetti e il più inquietante se un ds di serie B non vede prospettive a venire a parma qualcosa e successo o meglio all esterno hanno idee preconcette e non buone della situazione parma …..tutti sappiamo che se un calciatore o ds vogliono andare alla fine riescono ad andare o solo noi li lasciamo liberi senza penali ? il cittadella blocca marchetti !!! possibile che invece con noi i contratti valgono zero ? anche il cittadella poteva ringraziare dopo anni di ottimo lavoro marchetti invece si sono imposti , probabile che sia una scusa di marchetti non vedo nel parma attuali prospettive e non si capisce il perché

    • Inquietante sarebbe stato l’ingaggio di questo DS di belle speranze, che i giocatori di serie A finora li ha visti con il binocolo, e del quale non ricordo vendita di qualche giovane interessante per la serie superiore.

  16. inutile negarlo gli addetti ai lavori ovvero ds calciatori procuratori giornalisti vedono la situazione parma senza prospettive ( perinetti dice faggiano a fatto bene ad andare era impossibile migliorarsi perché mai poi ? giuffredi sepe ci vuole piazza migliore barilla che improvvisamente se ne va in serie b vede più prospettive li !) il che vuol dire 2 cose o pensano che faggiano fosse la trave portante ma la cosa mi fa ridere o l arrivo degli arabi lo vedono come una cosa destabilizzante e non positiva …. o non credono al loro arrivo una delle tre ma attualmente ci danno per spacciati e anche fra i calciatori inizierà un tana libera ..tutti ….

    • A costo di passare per negazionista, io, invece, lo nego. Nel senso che non mi accontento del semplicistico “tre indizi fanno una prova” (che qualsiasi magistrato di buon senso smonta), ma cerco di andare un po’ più in là delle interpretazioni più classiche dei fenomeni. Intanto senza concatenarli tra loro: ripeto, a sfinimento, che non c’è (a mio modo di vedere) alcun concatenamento tra la decisione personale di Daniele Faggiano di mettersi alla prova altrove, dopo aver raggiunto il massimo qua, e l’evoluzione della operazione di passaggio della maggioranza delle quote da Nuovo Inizio al terzista qatariota. Vieppiù non aggiungerei le dichiarazioni del procuratore di Sepe, il quale, ovviamente, cerca di fare quello che lui ritiene possa essere il meglio per il proprio assistito, cioè trovare il sistema di fargli avere più soldi (e di conseguenza anche per sé che è poi l’aspetto principe per chi detiene procure): soldi che possono arrivare o con un trasferimento o ritoccando l’ingaggio là dove si è. Nulla di nuovo sotto il sole. Si aggiunga, poi, che i procuratori intessono un certo feeling con determinati dirigenti, per cui, magari, ritengono architrave anche chi è trave importante ma non archi, perché è palese che a Parma l’architrave è Nuovo Inizio. Quindi il tifoso medio del popolino dovrebbe evitare di fasciarsi la testa come fa ipotizzando grandi fughe (e in ciò facendo finendo per arrecare danno, alimentando, cioè, situazioni che non esistono, ma che a furia di ripeterle c’è poi chi ci crede, perché specie le corbellerie sul web sono virali e contagiose più del covid): nessun tana libera tutti. Basta esser razionali. Perinetti, ribadisco, che conosce bene Faggiano, ha ben spiegato come a Parma il suo discepolo avesse raggiunto il massimo: e ha ragione, perché razionalmente il Parma – anche lo avessero nel frattempo acquisito i qatarioti, basta vedere che la Fiorentina dell’entusiasta e spendaccione zio d’America Commisso ha chiuso con gli stessi 49 punti dei ducali – potrà migliorare posizioni; viceversa Faggiano, a Genoa, piazza comunque blasonata per mille motivi,sia pure in decadenza, non potrà che far meglio rispetto ai due quart’ultimi posti con affanno delle ultime due stagioni. Per tacere dell’aspetto economico personale e del diverso “grado” che gli è stato garantito. Infine Barillà: l’operazione mi pare di capire fosse stata imbastita dallo stesso Faggiano prima di salutarci e si va perfezionando ora. Operazione che ha la sua logica nel senso che il centrocampista, che tanto ha dato per la nostra causa e che va per questo ringraziato, inizia ad avere una certa età ed è giusto un rinnovamento, visto l’anelato ringiovanimento della squadra. Il fatto, poi, che vada alla corte di Berlusconi (Monza) rende palese ed evidente come pure lui possa avere l’occasione di cavarsi nuove importanti soddisfazioni, come essere protagonista di una nuova promozione, e quindi riprendersi la massima serie.

  17. ma una domanda l avrei il casting per il direttore sportivo chi lo fa ? spero non il figlio di pizzarotti ovvero il presidente in carica se no molte cose si spiegherebbero ……..anche tutti quei no

  18. Calma e sangue freddo…fino a prova contraria da quando c’è Nuovo Inizio non ci hanno mai dato modo di dubitare del loro operato, anzi… Non vedo per quale motivo adesso ci debba essere tutto questo scetticismo. Vedrete che a tempo debito sapremo tutto quello che ci sarà da sapere e credo che rimarremo piacevolmente sorpresi. Buona giornata a tutti quanti!

    • Parole sante: purtroppo però, c’è chi dubita di Nuovo Inizio per partito preso (per invidia o non so…), se no non si capirebbe tutto questo scetticismo imperante sempre, solo in parte giustificato dalle precedenti brutte esperienze, anche se, come si suol dire, le colpe dei padri non debbono ricadere sui figli…

      • In effetti in passato (molto recente come passato) ci si è scottati più volte per cui in parte posso capire che qualcuno particolarmente allarmista si metta sul chi va la, però diamo tempo al tempo e cerchiamo di essere un po’ più positivi.
        Mi piace pensare che in quest’anno “sciagurato” forse il tornare a discutere di problemi come l’acquisizione del Parma o il calciomercato sia segno che stiamo superando il momento di paura che ha investito tutti quanti come un treno, anche se purtroppo pare non sia tutto finito.

  19. “Demo11 Agosto 2020 alle 13:27
    Majo ho letto che gli arabi ed il Parma hanno firmato una maxi clausola in favore dei nostri di penale di 25 mln di euro in caso di mancato closing.. Be se così fosse sarebbe un bel segnale non crede? Per accettare una penale di questo tipo vuol dire che gli arabi son più che convinti! Lei come la vede?”

    CERTO TUTTI A PARMA…..CHE BUTTANO SOLDI A VALANGA
    MA SIAMO SERI….UNA BUONA VOLTA….

    QUESTE NOTIZIE TENDENZIOSE FANNO SOLO MALE
    ALL’AMBIENTE…E I TIFOSI “NADARI” CI CREDONO…

    • La “notizia” mi pare sia uscita solo su un canale e non abbia trovato molti rilanci. Certo che 25 milioni sarebbe una bella sommetta: guarda caso esattamente quella che servirebbe per i vari obblighi di riscatto e comunque in zona mercatale…

  20. Siccome personalmente credo abbastanza poco a molte delle notizie pubblicate dai giornali sportivi o dei vari siti internet dedicati, in quanto spesso confezionate ad arte per vendere o ottenere visualizzazioni, ritengo che dei papabili nomi per il ruolo di DS quello di Carli sia il migliore, in quanto figura di esperienza da affiancare a Lucarelli ed il cui CV parla da solo.
    Poi aggiungo che se ci sono i soldi anche io sarei un bravo DS, la differenza la fa chi vede un talento prima che lo facciano gli altri o chi sa cogliere le occasioni al momento giusto.
    Nell’attesa di sapere il nome del futuro DS mi stupisco invece che nessuno parli del tema stadi chiusi ed abbonamenti bloccati ma probabilmente alla gente va bene così.
    Sempre e solo forza Parma

  21. ieri il buon GdM ha dato per affare fatto l’ingaggio di Carli. Se così, c’è tutto il tempo per affrontare la campagna acquisti (che termina a Ottobre).
    Sul passaggio di proprietà non mi preoccuperei più di tanto. Se c’è una trattativa ha i suoi tempi e Nuovo Inizio non abbandona la barca finché non ha una ragionevole certezza che sia approdata in mani sicure. E abbiamo anche visto che laddove le mani sicure non si siano rivelate tali hanno fatto in modo di riprendere il timone.

    Sul tema stadi sarebbe interessante sapere se i progetti di ristrutturazione del Tardini annunciati da Pizzarotti a fine 2019 sono ‘work in progress’ o in stand by. Il Direttore sa qualcosa?

  22. A Pencroff ho mandato l’ESORCISTA.
    Ne ha bisogno anche se sinceramente
    come quasi Papa Giovanni XXIV non penso
    di poter far molto per lui avendo Pencroff
    smarrito fin dall’eta giovanile la via
    maestra.
    Pencroff Ha 90 anni e prestisdimo
    vista cv l’età ormai al tramonto, l’inferno.lo
    accoglierà tra le sue fiamme.
    Questo lui lo sa e si scaglia sul Santo
    in quanto v avrebbe voluto.iessere come lui.
    Cercate di capirlo.
    Non potrà vedere Velenoso in quanto
    lui in Paradiso sta per divenire Santo.
    In quanto al Parma state tranquilli
    STA PER ARRIVARE GIOVINCO.
    Non ci credete?
    Tranquilli arriverà. me n lo ha detto in modo
    confidenziale il……….mio padrone.

  23. Majo ma come fa uno scoglio ad arginare il mare, esattamente come uno scoglione fa col marone

  24. Majo, dica la verità. Della trattativa qualche info interna, anche indirettamente, l’ha avuta. Non credo proprio che i dipendenti non parlino tra di loro. Le credo se dice che non conosce le tempistiche . Secondo Lei, è plausibile che sia stato già firmato un contratto preliminare, come scritto nell’articolo di ieri ?

    • Eccolo qui, il primo scoglione che frange è pieno di mitili, mi sei cascato sulla risacca, tipico

  25. Caro fratello Pencroff
    sei in stato confusionale
    Ormai non sei più in grado
    d’intendere e di volere
    Satana è dentro di te.
    Ormai nemmeno più
    l’esorcista può fare qualcosa.
    De profundis fratello

  26. Buonasera, sono una fedele, assidua lettrice del vostro sito…vorrei semplicemente esprimere, al di fuori dei discorsi tecnico/sportivi…la mia sincera ammirazione nei confronti del Direttore G.Majo, per la disponibilità, l’ obiettività, la trasparenza e pure la pazienza profusa nel gestire e smussare i vari toni (a volte fuori dalle righe) con abile maestria!!! Con simpatia,
    Malu’

Comments are closed.