UFFICIALE / ROBERTO D’AVERSA SOLLEVATO DALL’INCARICO: “VENUTI MENO COESIONE, UNITA’ DI INTENTI, SINTONIA ED ENTUSIASMO RECIPROCO”

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 comunica di aver sollevato Roberto D’Aversa dall’incarico di allenatore della Prima Squadra.

Nelle ultime settimane sono infatti venute meno quella coesione, unità di intenti, sintonia ed entusiasmo reciproco alla base dei successi raggiunti insieme negli ultimi quattro anni.

Nulla potrà comunque cancellare i traguardi indelebili scolpiti nella storia del club anche grazie al fondamentale contributo del Mister e del suo staff, a cui va il ringraziamento della società per quanto realizzato in questi anni e un in bocca al lupo per il proseguimento della carriera.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

37 pensieri riguardo “UFFICIALE / ROBERTO D’AVERSA SOLLEVATO DALL’INCARICO: “VENUTI MENO COESIONE, UNITA’ DI INTENTI, SINTONIA ED ENTUSIASMO RECIPROCO”

  • 23 Agosto 2020 in 11:34
    Permalink

    Mi dispiace, però non ne faccio una dramma, lui ha dato tanto al parma, ma anche parma ha dato tanto a lui. Se arrivasse liverani mi piacerebbe https://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 23 Agosto 2020 in 11:45
    Permalink

    Grazie per tutto Bobby

  • 23 Agosto 2020 in 11:47
    Permalink

    Anche io sono un po’ preoccupato però credo che nuovo inizio merita un po’ di fiducia visto quanto fatto in questi 5 anni, sappiamo bene che il loro modo di tranquillizzare i tifosi non sono parole ma fatti è ne hanno fatti tanti,in Italia un allenatore per qualsiasi motivo non dura più di 4-5anni , Faggiano e D’Aversa hanno fatto benissimo e vanno ringraziati ma anche loro devono ringraziare la
    Società mer averli messi in condizione di far bene specie l’allenatore (che io stimo tantissimo al contrario di buona parte di voi)dove dopo la partita di Empoli in b oppure contro la Sampdoria quest’anno non è stato esonerato cosa che molti presidenti avrebbero fatto

  • 23 Agosto 2020 in 12:03
    Permalink

    Mazza che comunicato stringato. Devono essere volate parole grosse.

    • 23 Agosto 2020 in 14:20
      Permalink

      Io non credo. I cicli finiscono, lui ha capito che qui più di una onesta salvezza non possiamo andare, ha (giustamente) ambizioni diverse e credo che la naturale conclusione sia questa.
      Nessun rancore, io personalmente lo ho contestato più volte (gestione della partita, cambi, ecc.), ma non gli manco di rispetto e lo ringrazio per le due promozioni e le due salvezze, ha fatto davvero il massimo possibile.
      In particolare però il ricordo più bello del Parma di D’Aversa sarà la vittoria nel derby a Reggio, da vecchio crociato rimane la goduta più bella.

  • 23 Agosto 2020 in 12:08
    Permalink

    Beh dai, almeno D’Aversa non ha tirato in ballo la famiglia ☺️
    A parte le battute, un cambio dopo 4 anni ci sta, anzi, nel calcio d’oggi è quasi anomalo.
    Semmai l’anomalia è che nel giro di 2 settimane venga azzerata la direzione tecnica (ds e staff tecnico) che rappresenta il punto di riferimento per la squadra ed a complicare le cose c’è la stagione compressa con tempi di assestamento ridotti..
    Ho l’impressione che la prossima stagione sarà una specie di terno all’otto per tutti. Come diceva l’Arrigo, speriamo di avere un po’ di bus del c….

  • 23 Agosto 2020 in 12:42
    Permalink

    Per Majo, è da escludere che alla conferenza di martedì possa esserci qualche annuncio a sorpresa riguardo alla società? Mi sembra strano che oltre Carli ci sia a presiedere tutta la società

    • 23 Agosto 2020 in 15:08
      Permalink

      Credo stiano lì solo per parlare del riassetto tecnico. Non fai annunci positivi/negativi riguardo la cessione della società, durante la presentazione di un dipendente.

      • 23 Agosto 2020 in 16:52
        Permalink

        Potrebbero però chiarire molti dubbi e magari confermarci che stiano a buon punto con la trattativa…

        • 23 Agosto 2020 in 23:10
          Permalink

          Io sono occupato chiamate i GUARDIANI DELLA GALASSIA

  • 23 Agosto 2020 in 12:42
    Permalink

    Premessa: non ho mai amato D’Aversa. Sono per un’altra idea di calcio.

    Mettetevi nei panni di D’Aversa. Dopo aver raggiunto gli obiettivi richiesti per 4 anni, si siede a tavolino e gli si fa capire chiaramente che bisogna arrangiarsi ed invece di migliorare, si deve vendere . Cosa avreste fatto? Se ne va da vincitore. Io avrei fatto la stessa cosa. Gli stimoli ci sono se ci sono obiettivi di crescita. Ha fatto benissimo a non voler continuare e la società ha dovuto esonerarlo. Liverani viene da una retrocessione. Restare in A è già un passo avanti.

  • 23 Agosto 2020 in 13:40
    Permalink

    vedremo piu’ gioco e meno sconfitte interne…..

  • 23 Agosto 2020 in 14:07
    Permalink

    Insomma visto quanto detto da D‘Aversa dopo la partita di Lecce, non mi stupisce, lui ha dichiarato la sua ambizione a migliorarsi chiedendosi se altri avevano le stesse ambizioni e la volontà di investire, questo dopo che aveva perso 6 partite di seguito. Non so in quale società sarebbe rimasto dopo 6 sconfitte consecutive, senza contare il girone di ritorno della scorsa stagione, per non parlare della promozione diretta in Serie A, grazie al tafazzismo del Frosinone e dopo aver perso con tutte le retrocesse e con squadre nettamente inferiori al nostro organico. Vogliamo parlare della stagione in serie C a 10 punti dal Venezia ed una sofferenza esagerata con il Pordenone.
    Grazie per gli obiettivi raggiunti, ma credo che lui debba ringraziare questa società che gli ha messo a disposizione i mezzi per farsi conoscere in Serie A. Magari arriverà in un Top Club vincerà un mondiale, ecc.ecc. Ma io per quanto mi ha fatto vedere nel tempo che è rimasto a Parma non lo rimpiangerò sicuramente.

  • 23 Agosto 2020 in 14:49
    Permalink

    se vi pare normale che uno che è stato preso quando era sconosciuto ai più e licenziato dal lanciano !! dopo 2 anni di serie A possa essere non entusiasta o non stimolato ad allenare il Parma squadra di serie A ripeto serie A quando ci sono decine di ottimi allenatori che farebbero le carte false o venire in ginocchio per avere un opportunità del genere e il sign d aversa dopo solo 2 anni non è più stimolato a fare un campionato di serie A con obiettivo salvezza dice della pochezza del personaggio !!!! evidentemente si è montato la testa pensa di essere l amico conte ! ma passi per conte che a una storia alle spalle ma lui ? comunque a mio avviso il COMUNICATO e durissimo chi è il presidente che prenderà un allenatore che dopo 2 anni di serie A si demotiva o pensa di valere un grande club chi si impegnerà con un personaggio del genere che NON HA LE PALLE per DIMETTERSI se non crede nel progetto !! invece se ne guarda bene ………… molto riconoscente vediamo che altre piazze accettammo in silenzio i suoi finali di campionato e ciò dimostra quello che ho sempre detto le 6 sconfitte erano colpa sua che non
    motivava la squadra infatti non era motivato lui la verità esce sempre fuori ….

  • 23 Agosto 2020 in 15:01
    Permalink

    comunque la società dice che è venuto meno l entusiasmo reciproco !!! ripeto reciproco e parla anche di coesione che è venuta meno ….. insomma mi sembra più traumatico rispetto a faggiano !! qui la società denota anche una sua volontà di rompere l accordo con faggiano no ….. come dire anche a noi d aversa aveva rotto gli zibidei !!!! dopo le sue larvate accuse a fine campionato alla conte …….ora il pirla cosa crede di fare o segue l amico conte in inghilterra o l amico faggiano a genoa che non mi pare squadra ambiziosa …. ( con il peggior bilancio di serie A per cui nel giro di due anni rischia molto con faggiano agli acquisti si giocherà subito tutto il budjet …. ) se no dovrà salire in corsa sulla panchina di una squadra che andrà male e dovrà salvarsi !!! cosa pensa che grandi club pensino a lui 😂😂 ma per favore ….. tanto valeva stare a parma

  • 23 Agosto 2020 in 15:02
    Permalink

    Mi sorge un dubbio ma è solo un mio pensiero e potrebbe essere tranquillamente una stronzata: quando si sono incontrati in Sardegna, si è parlato della conferma di D’Aversa e gli erano stati illustrati i piani societari. Perché far passare 7 giorni ed interrompere il rapporto? É cambiato qualcosa nel frattempo? Forse in questo lasso di tempo, è arrivata notizia che Al Mana ha rinunciato e così non c’erano più prospettive di migliorare?

  • 23 Agosto 2020 in 16:05
    Permalink

    Ma chissenefrega di D’Aversa….la conferenza stampa ci sarà Martedi e parlerà Carli.
    Domani inizia il ritiro, senza un allenatore e con un progetto da squadra da oratorio, non si sa nemmeno chi si presenterà dato che oramai i procuratori lanciano mine vaganti.
    Mi chiedo ma tutto questo scempio avrà mai fine?

  • 23 Agosto 2020 in 16:19
    Permalink

    VELENOSISSSIMISSIMO. 19 Luglio 2020 alle 19:03
    Ora D’Aversa si deve dimettere
    Spiace ma il suo ciclo a Parma e finito.
    Caro Majo questo tecnico avrebbe vinto il
    mondiale con la Nazionale?
    Ma mi faccia il piacere.

    • 23 Agosto 2020 in 20:15
      Permalink

      Ora è tutto chiaro, avevo da tempo un piccolo velato sospetto, Velenoso è bipolare e Morosky è il suo psichiatra

  • 23 Agosto 2020 in 18:42
    Permalink

    Ho appena letto una dichiarazione di Calaiò che a proposito di Liverani lo ha etichettato come un predestinato, capace di fare bel gioco. Speriamo bene io ho fiducia,

    • 23 Agosto 2020 in 20:59
      Permalink

      ci puoi scommettere

  • 23 Agosto 2020 in 19:13
    Permalink

    capito barone ?,si parlava di cantoni ma secondo me il comunicato del parma e la lettera di d’aversa hanno lo stesso autore; stopaj

  • 23 Agosto 2020 in 19:38
    Permalink

    Teatrino insulso

  • 23 Agosto 2020 in 19:48
    Permalink

    Facciamo un po di chiarezza. D’aversa era stato esonerato dopo Brescia perché i quatarioli volevano un nuovo allenatore. Il problema e’ che poi i quatarioli sono spariti e quindi i magnifici sette hanno chiesto a d’aversa di rimanere chiaramente con un progetto meno ambizioso che punta a un ringiovanimento della rosa e ad una speranza di salvezza. A questo punto il buon Roberto non ha accettato nonostante Lucarelli lo abbia incontrato in Sardegna. Il mercato sarà fatto con circa 6 milioni di euro e verranno venduti i giocatori con mercato. La priorità è vendere ma non c’e Nessun compratore….

  • 23 Agosto 2020 in 20:26
    Permalink

    liverani e stato premiato con panchina d argento e di bronzo negli ultimi anni …….. ovvero miglior allenatore di categoria !!! d aversa zero manco negli anni delle promozioni come vedi la considerazione che hanno i colleghi su liverani e nettamente superiore anche quest anno e stato considerato uno dei miglior calcio della serie a poi se hai dei brocchi retrocedi che scoperta ……… per fun calaio ha fatto capire che è un predestinato

    • 23 Agosto 2020 in 20:49
      Permalink

      Si ma Pablo dogni tant lesa scrivor quel anca a Pedro

  • 23 Agosto 2020 in 20:45
    Permalink

    A proposito di mercato, tutti i giocatori accostati al PARMA dai giornali sportivi e dai siti ben informati si stanno accasando al Monza che sarà una squadra di A in B, per rispondere a Velenoso alcuni giocatori del Lecce non li disprezzerei se arrivassero : FALCO, BARAK,PETRICCIONE potrebbero darci una mano per la salvezza.

  • 23 Agosto 2020 in 23:19
    Permalink

    Direttore ma come e la verita? Qui si legge di tutto … ninte compratori budget con 6 milioni.. ve diamo tutti quelli con mercato..chi piu ne ha piu ne metta.. ma i 7 sono ancora attaccati al larma o ci hanno scaricato ?

  • 24 Agosto 2020 in 00:24
    Permalink

    su gita inizia un nuovo corso la società appoggia carli e liverani in pieno come ha fatto con i due fuggitivi abbiate fiducia gino ad ora non hanno sbagliato un colpo io di d aversa e faggiano ne avevo gli zibidei pieni

  • 24 Agosto 2020 in 10:03
    Permalink

    Amici cari, abbiate fiducia e prima di rompervi gli…zibidei, aspettiamo con ansia martedì.
    Se lo meritano o no i magnifici 7?
    Personalmente ne avevo le palle piene di D’Aversa e Faggiano.
    Quanto hanno sbagliato e quanto hanno comprato male?
    Guida tecnica senza la testa, preparazione sportiva con giocatori che fanno solo 1 tempo, giocatori rotti acquistati, soprastimati, etc.
    Ricordate tutti le ultime 6 sconfitte su 7 partite, ma in questi 4 anni quante sconfitte, quanto non gioco, promozioni vinte anche con uno stellone lassù, magari era il nostro amato Ceresini che pregava per noi. Meriti? pochi.
    Eallora? Si volta pagina, perchè i soldi sono buoni e se qualcuno ci sputa su, peggio per lui. CHI LASCIA LA STRADA VECCHIA NON SA QUELLO CHE TROVA.
    Ve lo immaginate un Preziosi dopo 6 sconfitte consecutive che fine faranno i nostri exeroi?
    Cxxxi lori. Amen..

    • 24 Agosto 2020 in 18:52
      Permalink

      Onestamente mi sembrano critiche troppo ingenerose.
      E lo dice uno che a un certo punto aveva chiesto ”la testa” di D’Aversa…
      Non mi straccio le vesti per il cambio, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare.

  • 24 Agosto 2020 in 10:26
    Permalink

    se non va al Genoa a metà ottobre allenerà il Monza al posto di Brocchi….

  • 24 Agosto 2020 in 10:34
    Permalink

    Gli arabi si sono tirati indietro mettendo in difficoltà i Soci che credevano d’aver già venduto.. questo ovviamente ha fatto sì che via sia stato un ridimensionamento della squadra necessario per poter rientrare a livello economico e poter rendere più appetibile la squadra alla vendita sempre che gli arabi si rifacciamo avanti.. ora mi chiedo ma gli unici arabi piccioni li abbiamo presi noi…?
    Forse è meglio così altrimenti facevamo la solita brutta fine che magari facciamo lo stesso ma in modo più graduale.e meno traumatico… questa ahimè è la realtà ovviamente Faggiano e D’aversa nasata la situazione hanno detto grazie ed arrivederci poi per carità forse è anche meglio così visto che in tot anni il tanto osannato Faggiano non è riuscito a fare una che sia una plusvalenza .. almeno si provi a cambiar modus operandi così forse riusciamo a sopravvivere.

  • 24 Agosto 2020 in 11:22
    Permalink

    Ho molto apprezzato la lettera di commiato di D’Aversa alla città di Parma. Ha riconosciuto i meriti di questa piazza e di questa società nei traguardi raggiunti insieme in questi anni, anche grazie al suo lavoro.
    Spesso è stato criticato e a volte anche con pieno merito.
    Ma la forza del Parma Calcio è stata quella di credere negli uomini scelti e di saper aspettare nei momenti bui (cosa più unica che rara nel mondo pallonaro italico).

    Credo che il ciclo fosse arrivato al termine sia per D’Aversa che per Faggiano, e ci possa stare un addio in questo momento.

    Personalmente lo avevo pensato e sottolineato anche qui nel sito già da diversi mesi e non mi sorprende più di tanto.
    Quello che mi ha infastidito è stato solamente il silenzio da parte della società in tutta questa situazione che si è ingarbugliata a seguito della diffusione della notizia del passaggio agli Arabi.
    Il caos mediatico generato da questo presunto scoop ed i conseguenti addii di DS e Allenatore, hanno spiazzato l’ambiente e consentito la speculazione giornalistica che abbiamo visto, generando pessimismo in tutti i tifosi.

    Finalmente domani ci saranno le prime dichiarazioni e mi auguro che ci verrà fornita maggiore chiarezza.

    Un grazie a mister D’Aversa per tutti i risultati raggiunti insieme e buona fortuna per la sua carriera futura.

    • 24 Agosto 2020 in 18:54
      Permalink

      Analisi perfetta della situazione.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI