PARMA-NAPOLI 0-2, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

PARMA-NAPOLI 0-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-NAPOLI 0-2 – IL TABELLINO

Marcatori: 8′ st Mertens, 32′ st Insigne

PARMA – Sepe; Iacoponi, Pezzella, Grassi (44′ st Siligardi), Cornelius, Brugman (24′ st Dezi), B. Alves (Cap.), Hernani Jr, Kucka, Darmian, Inglese (24′ st Karamoh). Allenatore: Liverani
A disposizione: Alastra; Balogh, Laurini, Dermaku, Ricci, Simonetti, Kasa, Sprocati, Adorante

NAPOLI – Ospina; Demme (17′ st Osimhen), F. Ruiz (38′ st Elmas), Lozano (38′ st Politano), Mertens (43′ st Petagna), Zielinski (43′ st Lobotka), Di Lorenzo, Hysaj, Insigne (Cap.), Koulibaly, Manolas. Allenatore: Gattuso
A disposizione: Meret; Contini, M. Rui, Luperto, Maksimovic, Ghoulam, Rrhamani

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani della Sezione A.I.A. di Aprilia

Assistenti: Sig. Emanuele Pressa di Molfetta) e Sig. Damiano Margani di Latina

Quarto Ufficiale: Sig. Riccardo Ros di Pordenone

V.A.R.: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

A.V.A.R.: Sig. Stefano Del Giovane di Albano Laziale

Ammoniti: Demme, Darmian, B. Alves, Pezzella, Kucka

Angoli: 4-2

Recupero: 0’+6′

LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

Buongiorno a tutti i tifosi crociati; in “zona pranzo”, al Tardini, alla presenza non solo di mille tifosi ma anche del nuovo Presidente, Mr Krause, il Parma incomincia questo suo nuovo campionato e lo fa affrontando la squadra di Gattuso: il Napoli. Una partenza di campionato impegnativa…
Stanno per essere ultimate le ultime fasi di riscaldamento, a breve inizierà una partita che vanta un curioso primato: quello di essere la gara disputata alla distanza minore di tempo rispetto alla stessa sfida del campionato precedente. Un record destinato a durare come un battito di ciglia: verrà battuto domani dalla Juventus che, dopo soli 56 giorni, tornerà ad affrontare la Sampdoria.
Le due compagini sono appena entrate sul terreno di gioco, il pubblico accoglie l’ingresso con un lungo applauso, quanto sono mancati, negli scorsi mesi “al chiuso” questi suoni, anche se pochi.

01′ Il match è iniziato all’Ennio, Parma che, con la classica maglia crociata, attaccherà da destra verso sinistra durante questi primi quarantacinque minuti

03’ Di Lorenzo si spinge lungo la linea di destra poi indirizza la sfera verso Lozano; quest’ultimo spazfalloso, il gioco proseguirà quindi con la rimessa dal fondo del portiere gialloblù

05′ sono già passati cinque minuti dal fischio iniziale; il Parma prova a farsi vedere in avanti imbastendo la propria prima azione offensiva del match e lo fa con Pezzella che penetra in area ma senza trovare lo spazio giusto per provare la conclusione

07′ il Parma prova a spingere, ancora con Pezzella che si intrufola nell’area napoletana discendendo lungo la fascia di sinistra, arrivato sul fondo viene chiuso da un ottimo intervento di Manolas, il difensore della formazione di Gattuso è cos’ preciso da riuscire a negare al Parma anche la chance di usufruire di un calcio d’angolo. Parma frizzante in questi primi minuti

10’ allo scadere dei primi dieci minuti di gioco il Napoli si crea un’ottima occasione da rete: Hysaj cerca il taglio in area per Lozano ma interviene il Capitano crociato, Bruno Alves, che, con un colpo di testa, allontana il pallone dalla propria area. Brivido per il Parma in quest’occasione

12’ i crociati stanno ora leggermente subendo il giro palla della formazione che oggi gioca ospite al Tardini; Insigne prova in questo momento l’uno-due con Mertenz. Fraseggio interrotto da Iacoponi che riconquista il pallone

14’ gli azzurri di Gattuso hanno aumentato il possesso palla, la squadra di casa, per ora, si limita a difendersi in modo ordinato. Gioco fermo, poi, per qualche istante per consentire ai sanitari di prestare le cure necessarie a Lozano. Il giocatore del Napoli sembra comunque in grado di riprendere il proprio posto in campo

17’ punizione guadagnata dalla formazione di Gattuso, a tirarla va uno specialista: Insigne, cross rasoterra che viene spazzato via da Pezzella. Crociati che sono schiacciati troppo dal pressing avversario: la squadra di Liverani deve provare assolutamente ad alzare il proprio baricentro per evitare di essere succube del fraseggio avversario

20’ ancora Insigne che, dalla fascia di sinistra, prova ad imbeccare la conclusione di Lozano. Lancio intercettato da Bruno Alves.

22’ sono trascorsi i primi venti minuti di questa prima giornata di campionato; i ritmi non sono elevatissimi, i due portieri, per ora, non sono stati chiamati in causa: nessuna occasione da rete all’Ennio

24’ occasione per il Parma innescata da un errore di Fabian Ruiz, prova ad approfittarne Roberto Inglese ma il suo tiro verso la porta azzurra è smorzato dall’intervento di Manolas, sulla deviazione interviene poi il portiere del Napoli che fa proprio il pallone

25’ il Napoli fraseggia all’interno della metà campo crociata, poi Mertenz prova a verticalizzare per Lozano ma un Sepe reattivo riesce ad intervenire prima

28′ i crociati provano ad approfittare di una disattenzione della difesa partenopea; arrivano al traversone con Hernani ma Ospina, estremo difensore degli ospiti, agguanta la sfera sovrastando lo stacco di Cornelius e Kucka

34′ ancora zero a zero al Tardini quando è da poco stata oltrepassata la prima mezz’ora di gioco e mentre lo speaker ricorda ai presenti le norme comportamentali per contrastare il Covid

35’ primo cartellino giallo del match; ad essere sanzionato è Demme che entra in ritardo su Kucka, il minuto dopo finisce sul taccuino dell’arbitro anche il crociato Darmian

40’ sono trascorsi quaranta minuti al Tardini, ancora nessuna delle due contendenti è riuscita a portarsi in vantaggio sull’altra, il Napoli prova ora a duettare nello stresso con Insigne e Merttens. Bruno Alves è vigile e puntuale si frappone tra i due; pallone che rimane tra i piedi partenopei. Sullo sviluppo dell’azione prova la conclusione Fabiàn Ruiz: il suo sinistro finisce abbondantemente alto sopra la traversa gialloblù

42’ parte un applauso dalla tribuna del Tardini ed un grido: “Parma”; il pubblico prova ad incitare i propri campioni che stanno subendo il lungo possesso palla del Napoli anche se, ad onor del vero, la formazione di Gattuso non è riuscita a rendersi realmente pericolosa

Il direttore di gara ha deciso che non serve tempo di recupero e fischia il finale di questi primi quarantacinque minuti; le due formazioni rientrano negli spogliatoi con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Nel corso di questa prima frazione di gioco la partita si è caratterizzata per un lungo possesso palla dei partenopei che non sono, però, a rendersi veramente pungenti e pericolosi. i crociati, dal canto loro, si sono sempre difesi in modo ordinato provando anche qualche incursione verso l’area avversaria. Vedremo se, nel corso di questa pausa, i due tecnici decideranno di cambiare qualche pedina e provare a ravvivare una gara che non ha, sino ad ora, entusiasmato i mille tifosi presenti al Tardini oggi.

SECONDO TEMPO

Le due squadre si sono nuovamente disposte sul campo, pronte a dare vita a questo secondo tempo di Parma-Napoli, prima giornata del campionato 2020-2021

46’ è cominciata la ripresa, nessun cambio durante l’intervallo: si riparte con gli undici scesi in campo. Subito fraseggio del Napoli che organizza il proprio gioco palleggiando a centrocampo

47’ il Parma guadagna il suo primo calcio di punizione di questo secondo tempo: Napoli reo di essere intervenuto fallosamente su Kucka che stava discendendo verso l’area attaccando lungo la fascia di destra. Punizione battuta da Hernani troppo alta, prova, lo stesso, a deviare il pallone Kucka di testa, ma il direttore di gara arresta il gioco: il crociato è infatti entrato irregolarmente su Ospina, colpendolo involontariamente al petto. Gioco momentaneamente sospeso per permettere al portiere azzurro di riprendere letteralmente fiato, si riprenderà con un calcio di punizione, questa volta a favore della formazione di Gattuso

51’ gialloblù che si sono dimostrati più propositivi nell’arco di questi primi minuti del secondo tempo; ora prova la ripartenza il Napoli con Insigne che crossa verso Zielinski. Il pallone è impreciso e l’azione, per i partenopei, inevitabilmente sfuma. La squadra di Gattuso continua a dominare il possesso palla ma il Parma prova ad alzare il proprio baricentro

53’ Zielinski spinge sulla sinistra ma la difesa ducale raddoppia sul calciatore del Napoli: nulla di fatto

54’ bell’occasione per i crociati che ci provano dalla media distanza (circa 25 metri) con Kucka, potente la sua conclusione verso la porta avversaria. Pallone che sfiora la traversa anche se Ospina avrebbe probabilmente comunque chiuso bene lo specchio della propria porta

56’ Insigne mette in mezzo un pallone invitante per Zielinski; fortunatamente quest’ultimo sbaglia il controllo perdendosi all’interno dell’area crociata e concedendo, in tal modo, il tempo a Iacoponi di intervenire e sventare il pericolo

57’ i crociati, con il passare dei minuti, stanno acquisendo sempre più coraggio; provano, ora, ad innescare un contropiede, nulla di fatto perché il tentativo viene smorzato dall’intervento della difesa di Gattuso. Il pubblico, comunque, apprezza il momento vivace dei gialloblà ed applaude convinto nel tentativo di supportare l’azione della propria squadra

59’ ammonizione per Burno Alves, reo di aver ostruito fallosamente il gioco di Lozano. Calcio di punizione da ottima posizione per il Napoli; sul pallone Insigne che batte direttamente verso Sepe. Il portiere crociato esce bene e fa suo il pallone; la conclusione era troppo centrale per impensierire l’estremo difensore ducale

60’ Gattuso effettua la sua prima sostituzione: fuori Demme che lascia il posto al debuttante Osimhen

63’ 0-1: GOOOAL! Sblocca la partita Mertenz con un bel destro che spiazza Sepe; la squadra ospite ora conduce. La gara si mette in salita per il Parma che è ora costretto a bucare la rete avversaria per riportare in equilibrio l’incontro

65’ il cambio effettuando da Gattuso ha cambiato la partita

68’ sostituzione anche per Liverani: esce dal campo un applaudito Inglese che lascia il posto a Karamoh. Esce anche Brugman che lascia il posto a Dezi. Doppio cambio che, tecnicamente, non stravolge l’assetto tattico del Parma

73′ il Parma sciupa l’occasione di rimettere in parità il risultato sul tabellino; bell’azione dei crociati che si spingono in area lungo la corsia di sinistra con Dezi che poi serve Karamoh; l’attaccante gialloblù è accerchiato e non riesce a concludere verso la porta avversaria, decide di scaricare la sfera verso Kucka che, dal limite, prova a gonfiare la rete. Nulla di fatto ma Parma che ha trovato, dopo la rete di Mertens, la reazione giusta

74′ ammonizione per Pezzella per un fallo tattico commesso su Lozano

75′ cartellino giallo anche per Kucka

77′ 0-2 GOOOAL, il Napoli raddoppia. A mettere la firma sul tabellino di questa prima giornata di campionato è anche Lorenzo Insigne. E’ davvero arduo, ora, per i padroni di casa, riuscire a rimettere sui binari giusti quest’incontro

79′ gli ospiti sfiorano i pali (e la rete del tre a zero) con una bell’azione di Osimhen; Parma in affanno che ha certamente subito il contraccolpo della seconda rete del Napoli messa a segno da Insigne qualche minuto fa

81′ Pezzella arriva al limite e prova il traversone verso Cornelius che incorna il pallone di testa: pallone che termina direttamente tra le braccia di Ospina

82′ calcio d’angolo per i crociati dalla bandierina di sinistra. Pezzella era sceso lungo la fascia arrivano sul fondo, Manolas è intervenuto concendo, in tal modo, il corner ai ducali; sugli sviluppi del calcio piazzato il Napoli si chiude ma i crociati mantengono il possesso del pallone

83′ cambio per il Napoli: Gattuso richiama Fabiàn Ruiz e Lozano ed inserisce Elmas e Politano

85′ a cinque minuti dal termine del tempo regolamentare la squadra di casa conquista un calcio di punizione da posizione invitante. Batte Hernani ma interviene di testa Osimhen: il calciatore partenopeo si rifugia in calcio d’angolo. poi ribaltamento di fronte: è il Napoli ora a premere l’area crociata. I ducali si chiudono concedendo all’avversaria solamente un calcio d’angolo dalla bandierina di sinistra

86′ prima di calciare il corner Gattuso effettua una sostituzione: fuori Mertenz, inizia la gara per Petagna, esce anche Zielinski per Lobokta Il Napoli batte male questo corner, crociati che tornano in possesso della sfera

87′ cambio anche nelle fila crociate: Siligardi prende il posto di Grassi

88′ Cornelius penetra all’interno dell’area partenopea; scarica poi il pallone verso Karamoh ma la difesa avversaria è ben disposta e non lascia alcun spiraglio per la manovra gialloblù

90′ decretato il tempo di recupero: 6 minuti ancora da giocare al Tardini

94′ cross di Hernani, prova la conclusione al volo dal limite Kucka, palla che carambola lontano dallo specchio della porta del Napoli

Termina in questo momento al Tardini il primo match di questa stagione, il Parma soccombe al Napoli incassando la sua prima sconfitta. Delusi i mille tifosi accorsi allo stadio per salutare l’inizio di questa stagione, tifosi che, comunque, applaudono l’uscita dal campo dei crociati, delusione anche per il neo presidente del Parma, oggi tra gli spalti. Difficile vincere contro una squadra di qualità e che, in questi anni, ha sempre occupato posizioni di vertice in classifica. Il Parma rimanda la conquista dei tre punti.

 

 

16 pensieri riguardo “PARMA-NAPOLI 0-2, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 20 Settembre 2020 in 12:48
    Permalink

    Vamos Ragazzi 💪💪💪⚽️⚽️⚽️

  • 20 Settembre 2020 in 13:39
    Permalink

    Partita bloccata, nessuna delle due è ancora in forma. Ottimo così.

  • 20 Settembre 2020 in 14:13
    Permalink

    Due squadre quasi identiche alla scorsa stagione. La differenza è che loro si sono rinforzati, noi no. Da qui si spiega il 2-0 finale.

  • 20 Settembre 2020 in 14:18
    Permalink

    Secondo me Iacoponi con liverani giocherà poche partite, due sue cagate 2 goal loro

  • 20 Settembre 2020 in 14:27
    Permalink

    Dai va bene così. Ci vuole tempo. Unica richiesta: non cominciamo con previsioni da cornacchie, serie b bla bla bla.. ecc

  • 20 Settembre 2020 in 14:36
    Permalink

    Poco da dire, non sono queste le partite in cui noi possiamo fare punti.
    Troppo pochi giorni per dare a Liverani il tempo di dare una sua impronta, occorrono cambi di alcuni giocatori, vediamo cosa accade di qui alla fine del mercato senza aspettarsi che arrivi Messi (e nemmeno Kulusewsky, di giocatori così ne imbrocchi uno ogni tanto).
    Nessun dramma, andiamo avanti e vediamo.
    Migliore in campo: Kucka
    Peggiore: Hernani
    Critiche: nessuna. Magari si poteva provare a mettere su Karamoh al posto di Inglese sullo 0-0, ma è solo una idea, probabilmente finiva così lo stesso.
    Nota: aver confermato i 5 cambi con la scusa del Covid19, ha decretato una porcata mostruosa che ci danneggerà parecchio. Chi ha 22 giocatori “veri” potrà giocare due partite diverse, chi come noi solo 14 o 15 (forse) nei secondi tempi sarà destinato a soccombere, anche se magari nel primo tempo avevi fatto la tua porca figura.

  • 20 Settembre 2020 in 14:37
    Permalink

    Mancano due difensori centrali un esterno basso un regista un trequartista e una punta rapida. Vale a dire che servono sei titolari. Se Carli li trova a un costo ragionevole il Parma può fare un campionato dignitoso, se non li trova ha scarse speranze. Liverani oggi ha dimostrato di saper fare la fase difensiva bene. Ma quando hai la coperta corta non puoi fare anche quella offensiva. Al Parma manca qualità in tutti i reparti e senza kulusevski e Gervinho non segni mai. Spero a Bologna di vedere qualche nuovo acquisto di valore, diversamente inizia molto male.

  • 20 Settembre 2020 in 14:49
    Permalink

    Abbiamo cominciato alla grande

  • 20 Settembre 2020 in 14:51
    Permalink

    Sulla seconda son d accordo, sulla prima mi domando chi marcava martens che era solo, poi quando giocavo io dentro una punta e di riflesso dentro un difensore o qualcuno scala….

  • 20 Settembre 2020 in 14:52
    Permalink

    Il problema lo abbiamo in mezzo… Come l anno scorso, d altronde la squadra è la stessa.

  • 20 Settembre 2020 in 15:00
    Permalink

    Loro nettamente più forti visto che si sono rinforzati, però senza le due Perle di Icoponi (due errori che alla scuola calcio li segnavano con la matita rossa) loro hanno trovato due goal. Sinceramente prima non è che avessero fatto chissà che partita, anzi quando è entrato il nigeriano e sono passati al 4231 io ero quasi sollevato. Avevamo la possibilità di avere molto spazio davanti, ma andava messo karamoh che va bene non essere veloce come gervinho ma ha più gamba di inglese e cornelius .

  • 20 Settembre 2020 in 15:02
    Permalink

    La differenza l’ha fatta la panchina, loro hanno messo in campo gente del calibro di Osimhen, Petagna, Politano, Elmas e Lobotka… noi abbiamo potuto fare 3 cambi mettendo su Dezi, Karamoh e Siligardi… la differenza è abissale. Inoltre gli altri erano primavera o reduci della C.
    Il mercato deve portare 4 o 5 giocatori di livello.
    Lato nostro assenze pesanti (kurtic, Gervi e Gagliolo, tre titolari) e diverse cose che non hanno funzionato: le due prime punte non si sono integrate ma ostacolate, Kucka da trequartista è sembrato fuori zona autoannullandosi, Brugman contro una grande fatica ed in difesa sono stati fatti troppi errori individuali.
    Il lavoro da fare è tanto ed il tempo è poco, per cui tirarsi su le maniche… per me la nostra stagione inizia da domani.
    Sempre e solo forza Parma

  • 20 Settembre 2020 in 15:24
    Permalink

    L’anno scorso con D’Aversa
    PARMA – NAPOLI 2-1
    Quest’anno con Liverani
    PARMA 0 – NAPOLI 2
    Stessi giocatori ma…..nuovo modulo.
    Stessi giocatori ma…..nuovo allenatore
    A difesa di Liverani non c’era Gervinho
    che avrebbe fatto sicuramente con la differenza
    ma dimenticavo
    GERVINHO E’ IN VENDITA alla concorrenza
    a prezzi di saldo.

  • 20 Settembre 2020 in 15:31
    Permalink

    Dimenticavo.
    A me
    Questo modulo
    Questo LIVERANI
    Questo CARLI
    Non mi piacciono per niente
    Mi piace solo il nuovo presidente
    Spero di sbagliarmi ma se la,squadra
    non viene rinforzata
    SI VA IN B….IN PICCHIATA.

  • 20 Settembre 2020 in 15:58
    Permalink

    Liverani per me dura fino a Natale
    a essere MOLTO ma MOLTO OTTIMISTI
    Se ci troveremo in fondo alla classifica
    il nuovo presidente che non è uno stupido
    ma è uno che di calcio se ne intende,
    richiamerà sicuramente D’Aversa che è
    ancora nel libro paga del Parma.
    Liverani non è tecnico da,serie A.
    Due partite fatte da Liverani con il
    Napoli in casa con il Lecce e oggi con il Parma
    SEI GOL SUBITI E DUE SCONFITTE
    Con D’Aversa vittoria sia in casa e sia
    in trasferta col Napoli…..e questo la dice lunga.
    Scommettiamo che dopo il trittico
    Napoli
    Bologna
    Verona
    saremmo ancora a 0 punti?
    Accetto scommesse e….cene.

  • 20 Settembre 2020 in 16:51
    Permalink

    Velenoso, sei falso. Senza Kulusevski e Gervinho questa squadra perde troppo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI