L’insostenibile leggerezza del pallone, anno terzo / MARCATURE SBAGLIATE, DISTRAZIONI, ATTEGGIAMENTO DI SUFFICIENZA

(Luca Tegoni) – Nel primo pomeriggio di Domenica arriva la notizia che nel Parma c’è un ulteriore contagiato. Se facessero i tamponi la sera stessa sembrerebbe strano che il giorno dopo non ci siano altri infetti.

Comincia la partita, al Virus ci penseremo poi.

Fine della partita, il Virus ci sta colpendo, implacabile, inesorabile. Una delle partite più brutte degli ultimi anni.

Una squadra confusa senza una conduzione, non c’è traccia di novità rispetto alla precedente gestione tattica, solo uomini meno determinati e giocatori contati.

Al cinquantacinquesimo, dopo il tiro di Pezzella, ad mentula canis, da trenta metri ho avuto l’impulso, resistibile, di spegnere la televisione. Considero comunque Pezzella uno di quelli da salvare.

Liverani continua a proporre un quattro tre tre cambiando le posizioni degli attaccanti. Purtroppo continua a far giocare Kuçka in attacco riducendo le possibilità di costruire gioco a centrocampo dove le due mezzali continuano ad essere insufficienti, nonostante i goals fin qui segnati. Kurtic peggiora a vista d’occhio e Hernani conferma la sua scarsezza.  Poi è vero che la difesa non ha subito particolarmente il gioco dell’Udinese, squadra che non ha impressionato, però marcature sbagliate, distrazioni e atteggiamento di sufficienza generano passivi pesanti.

Purtroppo anche uno dei baluardi della difesa dell’anno scorso, Iacoponi, capitano di giornata per l’assenza di Bruno Alves, improvvisa ed inattesa, sbaglia troppi interventi, soprattutto quello sul contropiede finale dove sbaglia la marcatura su Pussetto e poi quando si accentra non mette nemmeno il piede per contrastarne il tiro. Manca la concentrazione o la determinazione.

La squadra appare poco tranquilla, e, d’altra parte, visto il Virus alle porte di Collecchio, è comprensibile. Credo comunque che più si andrà avanti, almeno nell’immediatezza dell’inverno, le condizioni per poter continuare un campionato in sicurezza saranno sempre più incerte. Difficili saranno da dominare le emozioni, non sarà un bel vedere. Per quanto riguarda la parte strettamente calcistica non è il momento di aver paura che c’è ancora tutto il tempo per ricominciare. Magari con un po’ più di lucidità.

Parma perde ad Udine tre a due

Stadio Tardini

Stadio Tardini

5 pensieri riguardo “L’insostenibile leggerezza del pallone, anno terzo / MARCATURE SBAGLIATE, DISTRAZIONI, ATTEGGIAMENTO DI SUFFICIENZA

  • 19 Ottobre 2020 in 13:46
    Permalink

    am sa che chilù al magna miga al paneton

  • 19 Ottobre 2020 in 15:03
    Permalink

    Condivido Luca TEGONI tutto.
    Chapeau veramente per,aver detto
    PANE,AL PANE E VINONAL VINO
    C’è ne sono pochi come lei
    Finalmente uno tosto
    FUORI DAL CORO.

    La squadra infatti ieri ha giocato
    In modo
    Imbarazzante
    Abulica
    Vomitevole
    Spaventata
    Senza palle
    Senza testa
    Senza voglia
    Senza mordente
    Zombizzata
    Assente.
    Imprecisa
    Rincretinita
    Spenta
    In stato confusionale
    Impreparata
    Lenta
    Spaventata.
    Imbrocchita
    Infastidita
    Dormiente
    Indisponente
    Molti di questi giocatori con D’Aversa e con il sui gioco sembravano fenomeni mentre con Liverani sembrano divenuti
    GIOCATORI SEGA
    Vedi JACOPONI un tempo insostituibile, ora inguardabile
    Vedi KURTIC ora modesto anzi modestissimo mestierante.
    Vedi KUKO che gigioneggia per il campo senza sapere quello che vorrebbe fare
    Vedi HERNANI che sembra un giocatore al rallentatore
    Vedi BRUGMAN l’invisibilita’ fatta uomo
    Vedi GERVINHO.chevcon LIVERANI corre come mio nonno.
    Prima correva come Bolt
    Vedi GAGLIOLO che sembra non.un atleta ma un.impiegato
    di banca nelle partitelle settimanali tra scapoli e ammogliati.
    Vedi SEPE che addirittura s’inginocchia alla sconfitta e sembra dire in modo mistico alla palla che lentamente sta per entrare
    ” Prego palla si accomodi”
    Tutti giocatori fondamentali con D’Aversa diventati con
    LIVERANI non dico brocchi che sarebbe per loro quasi un complimento ma questi mangiapani.a tradimento sono
    CRISTALLI FRAGILI
    VERI GIOCATORI SEGA o se preferite GIOCATORI PUGNETTA.

  • 19 Ottobre 2020 in 18:52
    Permalink

    Bravo Luca. Siamo stati imbarazzanti, pochi cavoli. Liverani vive sulla luna se pensa che quella di ieri è una bella prestazione.

  • 19 Ottobre 2020 in 21:32
    Permalink

    Nelle dichiarazioni del dopo match Liverani sembrava Cagni … e questo non è bello

I commenti sono chiusi.