PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / E ORA SPERIAMO CHE IL GIALLO PARMA NON DIVENTI ITTERO…

(Mauro “Morosky” Moroni) – Diciamo pure che la partenza non è stata esaltante nel senso che, messa in preventivo la sconfitta col Napoli, mi sarei aspettato una sorta di reazione “rabbiosa”, schiumante foga agonistica e ritmi alti a tutto campo: non mi piace invocare assenze più o meno pesanti (3-4 titolari?), ma vorrei rammentare a tutti che, pur essendo la medesima squadra dello scorso campionato, bisogna sempre considerare il fattore Kappa: Kulusewsky Dejan, nel campionato precedente ha siglato 10 gol e proposto 8 assist decisivi, praticamente un terzo delle reti totali dei Crociati. Ciò che mi sorprende in senso negativo è che il campionato del Parma è finito nella medesima giornata di tutte le altre contendenti (ad eccezione di Inter, Atalanta e Spezia che han recuperato ieri la prima giornata) e la preparazione, in termini di tempistiche, è stata uguale per tutti, diciamo un mese intero, giorno più giorno meno, rispetto all’inizio del campionato, giusto?
Mettiamo pure sulla bilancia delle criticità il cambio del manico, in toto: Direttore Sportivo, Allenatore e Proprietà; necessità? Scelte forse dovute? Forzate ? Auto-dimissioni? Tutto questo non è materia che dovrebbe coinvolgere la squadra più di tanto: spogliatoio e campo d’allenamento sono i luoghi deputati per, loro dicono “lavorare”, mentre io scrivo, “giocare”: certamente, il cambio del Mister, dei sistemi e concetti di gioco, è andato a stravolgere un lavoro di circa 4 anni che, forse, dove ha risentito di più, è proprio nella fase difensiva, nel posizionamento, nelle chiusure, nelle marcature preventive e soprattutto, nell’attenzione scrupolosa che, in queste due gare, non s’è vista molto, tant’è! In generale, il cambio del manico, iniziato Martedì 25 Agosto (con la presentazione ufficiale del nuovo “diesse” Carli), proseguito il 1° Settembre con la successiva investitura di Mister Liverani, formalizzato ufficialmente, in via definitiva, con l’avvento di Mister Krause, il 18 settembre, ha sancito 15-20 giorni (complice anche le convocazioni per le rispettive nazionali) di ritardo, di trambusto, di cambiamenti, innovazioni e di fatto, tenendo in stand by le operazioni di compravendita in corso. Tutto questo ha allungato le tempistiche e le normali dinamiche di mercato***, chi va, chi deve andare, chi dovrebbe arrivare e così via: punto a capo, si riparte con zero punti per la terza giornata contro un minaccioso Verona che corre, gioca e copre molto bene il campo.
Ho piena fiducia nei vertici, nello Staff Tecnico e nella squadra: ora arriveranno anche gli acquisti, saremo anche a zero punti, ma in buona e numerosa compagnia: a nin parlema pu avanti!

*** Sicuramente, i vertici del calcio dovranno modificare l’iter attuale dei periodi adeguati per le compravendite: venga stabilito il periodo, ristretto e, a campionato fermo, il tutto deve avvenire a bocce ferme, si chiude e si inizia a giocare, punto e basta!

* I gol ciapè * (sesz)

 Mertens, Insigne, Soriano (2), Skow Olsen, Palacio

* I marcador Croszè *  (von )

1 Hernani

* I nostar cartlen geld *

02 Kucka

01 Darmian, Alves, Pezzella, Laurini

* Recuperi 1° Turno * (mercoledì 30/09)

2-5 BENEVENTO-INTER (ore 18)
0-2 UDINESE-SPEZIA
1-4 LAZIO-ATALANTA (ore 20.45)

* Le gare del 3° Turno *

FIORENTINA-SAMPDORIA  (Venerdì 02/10 ore 20.45)

SASSUOLO-CROTONE (Sabato 03/10 ore 15.00)
GENOA-TORINO (ore 18.00, se si gioca…)
UDINESE-ROMA (ore 20.45) 

ATALANTA-CAGLIARI (Domenica 04/10 ore 12.30)
LAZIO-INTER (ore 15.00)
BENEVENTO-BOLOGNA
PARMA-VERONA
MILAN-SPEZIA (ore 18.00)
JUVENTUS-NAPOLI (ore 20.45 dovrebbe giocarsi)

 A seguito dell’espulsione rimediata, “Simo” Iacoponi è squalificato, altra tegola che si va ad aggiungere alle defezioni del momento: non è mio costume lamentarmi, né per la sfortuna, né contro gli arbitri, insomma, preferisco un atteggiamento sereno e pacato: stringere i denti ed affrontare le reali difficoltà a petto in fuori, da duri!
Non sapendo chi verrà recuperato, provo lo stesso a plasmare una bozza di formazione (con qualche novità strutturale, leggasi Grassi play e Siligardi trequartista) da mettere in campo contro la matricola “co-capolista” terribile:

SEPE

LAURINI   BRUNO   GAGLIOLO (Dermaku)  PEZZELLA

GRASSI

KUKO       KURTIC

SILIGARDI

KARAMOH   GERVINHO

Se dovessimo recuperare uno dei due punteros fisicati bene, altrimenti si continua con la banda bassotti, palla a terra con geometrie, inserimenti degli incursori centrali, imbucate, tagli dall’esterno e quant’altro: in casi come questo (bisogna portare a casa punti, in tutti i modi, senza mezze misure o frivolezze di bel gioco senza i calciatori adeguati, sano vecchio contropiede e via, fino a quando non ci toglieremo dalla…. mer…la ) bisogna proprio fer cmè s pol!, non servono maghi, genialate o finezze fuori luogo: la fame di punti sta diventando astinenza cronica, sveglia Parma, sveglia Marcello, sveglia Fabio, sveglia calciatori, fuori la grinta e les cocones, ca$$o, please, one time, one time please!

Giallo (smort) blu Paerma, gialloblu Verona che arriva da capolista: un solo gol fatto, Favilli, e vittoria a tavolino contro la Roma, Juric ed i suoi gongolano e si godono classifica e campionato giocando un calcio aggressivo, fisico, marcature a uomo e carica agonistica da vendere (quella che vorrei vedere anche nella mia squadra e non solo in Iaco, Gaglio, Kuko, Kurtic e Cornelio, e tutti gli altri cosa fanno? Le mammolette o porgono l’altra guancia? No, io voglio vedere lottare, correre, menare, mulinare, mangiare l’erba e le caviglie avversarie, se c’è pure il pallone, in zona, meglio ancora, ci siamo capiti o no, ca$$o!?).

Veneti che potrebbero schierarsi con il consueto 3-4-2-1:

SILVESTRI

CETIN   GUNTER   LOVATO

FARAONI  TAMEZE  VELOSO DI MARCO

BARAK   ZACCAGNI

DI CARMINE

Formazione ostica, garibaldina, gioca molto in ampiezza sfruttando entrambe le fasce coi cursori Faraoni e Dimarco che agiscono da pendolino continuo in entrambe le  transizioni, aiutando la fase offensiva e difendendo non in possesso palla; altri giocatori a disposizione per Ivan “il terribile”, croato, Juric:

Dawidowicz, Colley, Favilli, Lazovic, Ilic, Terracciano, Salcedo, Lucas, Ruegg, Berardi, Pandur .

Si giocherà alle 15, i ritmi impressi da “Giulietta e Romeo” saranno elevatissimi così come la temperatura: ergo, Paerma, bisogna correre e battagliare, spada e non fioretto, due gare, zero punti, mezzo tiro in porta in 180 minuti, qui lo scrivo e qui lo confermo, “il monopattino è una cagata pazzesca”, si torni alla vecchia cara bici e,  pedalare giovanotti, pedalare: tutto ciò, se volete fare i calciatori, altrimenti, iscrivetevi alla Cepu ed imparate un mestiere!

Non scendo da nessun carro e non salgo nemmeno: voglio solo vedere calcio, grinta, garra, attaccamento alla maglia ed impegno profuso, poi si può anche perdere, ma, solo al 98′, dopo aver reso dura la gara a tutti quanti, dalla prima in classifica all’ultima, casella numero 20! SONO STATO SPIEGATO oppure mando un fax con disegnino allegato a Collecchio?

Un cordiale saluto a tutti,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

66 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / E ORA SPERIAMO CHE IL GIALLO PARMA NON DIVENTI ITTERO…

  • 1 Ottobre 2020 in 08:32
    Permalink

    Buongiorno Moro, dato per scontato che Domenica prendiamo altre 2 pere…speriamo che adesso con Krause Jr in società si inizi a fare sul serio.
    Sono sicuro che quello escogitato dal duo Carli Liverani non vada a genio della nuova proprietà che ha stoppato tutto per metterci il naso.
    Certo che con il loro piano eravamo spacciati, adesso per fortuna abbiamo qualche giorno per fare un buon mercato, ricordandoci che ad oggi siamo a -3 come giocatori (usciti Kulu, Barilla, Caprari, Darmian, entrata solo una scommessa Lautaro 2) con Alves Gagliolo Gervinho e Inglese in rampa di lancio..

  • 1 Ottobre 2020 in 09:41
    Permalink

    In questo Parma ci vogliono 3 centravanti
    in quanto i due che abbiamo SPESSO
    s’infortunano insieme.
    Nemmeno s’infortunano separatamente
    No
    S’infortunano SEMPRE insieme.
    Domenica come ha fatto capire Liverani con
    un sorrisetto ironico nella conferenza stampa
    che dice molte cose, il risultato ultimamente
    è l’ultimo dei suoi pensieri, tanto è scontato il
    risultato finale a favore del Verona,proponendo
    ancora la brutta fotocopia di SEPE il quale come ormai
    da prassi consolidata nel tempo, dovrà raccogliere
    in fondo alla rete minimo due gol essendo stato
    nelle prime due partite di campionato sicuramente
    IL PEGGIOR PORTIERE DELLA SERIE 🅰
    Vuoi andarsene.
    Lasciamolo andare e mettiamo COLOMBI che freme
    in panchina e attualmente tra lui e SEPE non c’è
    partita, vince COLOMBI per getto della spugna.
    Purtroppo però chi dovrebbe buttare la spugna
    ( Liverani) non la butta
    Non so se ci avete fatto caso ma nelle ultime
    8 partite giocate in casa, MINIMO e sottolineo
    MINIMO abbiamo sempre subito 2 gol.
    Per questo prima di scendere in campo
    sappiamo già che partiamo da
    PARMA 0 – VERONA 2
    Abbiamo 90 minuti più recupero per
    capovolgere il risultato ma questa è
    PURA UTOPIA
    È solo un sogno di chi ha passato una triste gioventù.
    È più facile che prendiamo un altro gol.
    Abbiamo in squadra gli stessi giocatori
    che avevamo lo scorso anno.
    Qualcuno dirà che Liverani ha però tante assenze
    per infortunio e io invece dico che è vero ma anche
    il GENIO ha avuto una miriade di volte la squadra
    decimata, eppure
    VINCEVA LO STESSO
    Liverani si vede che non sa dare carica alla squadra.
    Ho visto con il Bologna una squadra da schifo, la peggiore degli ultimi 30 anni.e se questa squadra non da in ogni partita il 110%
    è una squadretta da retrocessione con GIOCATORI SEGA
    che gigioneggiano come ZOMBIE per il campo.

  • 1 Ottobre 2020 in 09:57
    Permalink

    Con Liverani perdi ieri, oggi e domani!

  • 1 Ottobre 2020 in 09:59
    Permalink

    Qualcuno mi sa dire, questo Carli, da dov’è arrivato? Dov’era e cosa faceva prima di arrivare al Parma?

  • 1 Ottobre 2020 in 10:00
    Permalink

    L’unica possibilità che abbiamo per non andare a piombo è che sospendano il campionato !!!

    • 1 Ottobre 2020 in 18:39
      Permalink

      No, l’unica possibilità che abbiamo non è sospendere
      il campionato ma sospendere il DUO MOSTRUOSO
      CARLI. & lIVERANI

  • 1 Ottobre 2020 in 10:02
    Permalink

    Buongiorno a tutti, un ringraziamento al Direttore per la nuova versione di Stadio Tardini. Bella e chiara la grafica. Un piccolo appunto: da cellulare scorrendo tra i commenti è facilissimo cliccare sul tasto “rispondi” del commento aprendo di fatto il form di risposta. A lungo andare diventa frustrante se si scorre molto verso il basso. Occorrerebbe un tasto più piccolo e meno “urtabile casualmente”. Parere personale ovviamente che spero venga apprezzato.

    Detto questo sono molto infastidito dal clima che si sta venendo a creare da parte di taluni verso la nuova proprietà che di fatto sta cercando di fare le cose per il meglio. Sono d’accordo che i tempi sono stati sbagliati tra cessione e cambi tecnici ma da qui a mandare messaggi a Krause dicendo di tirare fuori la pila ed altre amenità fa capire che la maggior parte dei tifosi non sono solo provinciali e superficiali ma anche piuttosto stolti. Nessuno vuole una gestione come quella dell’americano in terra cubica di 3 anni fa ma nessuno deve permettersi di giudicare l’operato di chi sta mettendoci la faccia quotidianamente. Ringrazio Kyle Krause e famiglia per impegnarsi nel Parma Calcio. Auspico inoltre che si circondi di gente competente e con un profilo umano compatibile alla nostra realtà. Credo lui sappia cosa fare, occorre che ci siano persone che vogliano il bene del Parma anteponendolo ad interessi personali. Aiutiamolo, sosteniamolo perchè ora c’è bisogno di questo. Carli e Liverani sono un discorso a parte che vedremo dove porterà. In società mancano delle figure chiave, un segretario, un DG che sia il tramite della proprietà, ed altre figure apicali utili e necessarie. Lo spogliatoio mi sembra disunito per via dello smarrimento del passaggio societario e dell’incertezza che regna in questa fase. C’è bisogno di tutti per rinsaldarci. Vorrei tanto che la tifoseria organizzata si faccia sentire, che comunichi qualcosa alla squadra. C’è bisogno di uno “sbuttone” per cominciare ad ingranare. Non facciamoci partecipi della rassegnazione, anzi, cerchiamo di spronare noi positivamente.
    Il mercato sta per terminare, vedremo chi arriverà. Mi auguro sia tutta gente che voglia fare il bene del Parma, che voglia impegnarsi al massimo e fare gruppo. Questo è importante. Poi dove arriveremo lo vedremo.
    FORZA PARMA.

    • 1 Ottobre 2020 in 13:49
      Permalink

      Per adesso usa la mano sinistra per scorrere, è meno frustrante.

    • 1 Ottobre 2020 in 18:49
      Permalink

      Bravo ….bravo …Bravo Nolan …

    • 1 Ottobre 2020 in 19:25
      Permalink

      Parole sante in mezzo alle gracchiate dei Rockfeller (il pupazzo)

  • 1 Ottobre 2020 in 10:08
    Permalink

    Vorrei fare qualche considerazione sul tema mercato.
    Ad oggi usciti Kulusevski, Barilla, Caprari e Regini (soprattutto i primi due avevano un peso specifico non indifferente), ci sono giocatori dati in uscita da tempo (Darmian e Gervinho), giocatori che per la loro storia di infortuni sono poco affidabili per un’intera stagione (Inglese, Cornelius e Grassi) e giocatori che per caratteristiche o età potrebbero essere fuori dal progetto tecnico (Dermaku, Bruno Alves, Scozzarella, etc). Oltre poi a cessioni inaspettate che potrebbero arrivare se qualcuno offrisse cifre elevate.
    Aggiungo inoltre che per effetto del cambio di modulo c’è una totale mancanza di trequartisti prima non richiesti con gli schemi di D’Aversa.
    In ultimo con i 5 cambi occorrerà avere una rosa di 24-25 giocatori tutti potenzialmente titolari, abbiamo ormai capito che i 5 cambi (vedi partite Napoli, Inter e Juve) possono ribaltare totalmente l’andamento di una partita
    Morale mi sembra che occorrano come minimo 6-7 nuovi giocatori (un terzino, uno o due centrali difensivi, due trequartisti, un regista ed una punta) che potrebbero diventare anche 8-9-10 se si concretizzassero alcune uscite di cui sopra. Attenzione inoltre al tema liste.
    Al momento l’unica ufficialità arrivata è quella di Lautaro Valenti (difensore centrale), al quale mi sento di aggiungere anche Brunetta (trequartista), manca la notula ma praticamente tutti i siti lo danno per concluso.
    Se tra oggi e domani non arrivano almeno altre 2 o 3 ufficialità mi comincio a preoccupare seriamente perché vorrebbe dire che non c’è più il tempo materiale per completare a dovere la rosa dal punto di vista numerico ma anche tecnico/tattico. Non capisco infatti come possa essere possibile in poche ore concludere 15 o forse più operazioni tra entrate e uscite (non scordiamoci tutti i vari giocatori ai margini della rosa) se non è stato possibile concludere nulla in un mese.
    Personalmente ripongo massima fiducia nella nuova proprietà e nell’operato della società e dei suoi uomini ma quest’anno il rischio di essere pesantemente coinvolti nella lotta per la retrocessione è assai concreto e vorrei che il Parma abbia le armi idonee per poter vincere questa sfida.

  • 1 Ottobre 2020 in 10:33
    Permalink

    La prima regola per la salvezza è: mai prendere un allenatore retro-cesso!!!

    • 1 Ottobre 2020 in 11:52
      Permalink

      Tu che tipo di Troll sei?

      • 1 Ottobre 2020 in 12:26
        Permalink

        Evidentemente punta al primato e cerca di superare le altre cornacchie nelle critiche a raffica verso società, ds, allenatore, varie ed eventuali

    • 1 Ottobre 2020 in 15:12
      Permalink

      Condivido Bel Bombe’ quello che di velenoso hai scritto.
      Se si doveva prendere un allenatore si doveva prendere
      un vincente come Italiano che vedo sul gioco della sua squadra ha idee molto chiare e non.uno appena retrocesso che non sa fare la fase difensiva ed ora nemmeno quella in attacco.
      La squadra con lui è in confusione perenne.
      Prendere lui è stato
      UN ERRORE EPOCALE
      Per noi. lui e Carli sono stati come unoTsunami sul.povero Parma
      Il Bologna giocava a memoria, noi invece quando avevamo la
      palla non sapevamo cosa farne.
      Vorrei che Liverani fosse lui a dimettersi dopo la nuova
      sconfitta con.il Verona ma vedrete non lo farai mai
      Non.lo farà nemmeno la società e allora ce lo dovremo sorbire fino a Natale quando la società sarà costretta a farlo trovandoci in fondo alla classifica.
      La Spal….pardon il Parma con.il. DUO MOSTRUOSO ha poche probabilità di farcela.
      Si doveva prendere poi un allenatore che li facesse giocare come giocava D’Aversa dato che causa il Covid non c’era tempo per preparare nuovi schemi di gioco.
      Esonerare D’Aversa per prendere Liverani e
      UN ” NON SENSE.”

      La verità è che nel Parma
      COMANDA CARLI.

      E lui che ha voluto Liverani
      Ha garantito per lui ma ora che tutti attaccano il Mister
      lui non si sente mai.
      Si è nascosto.
      SI È IMBOSCATO.
      NON CI METTE LA FACCIA volendo però comandare.
      Sta facendo un mercato penoso, prenderà solo scommesse.
      Quando è venuto al Parma sapevo che valeva poco
      e infatti quando l’ho saputo ci sono rimasto malissimo
      ma mai avrei pensato che fosse così scarso.
      Poi quando ho sentito il nome di Liverani scelto da lui.
      mi son sentito gelare.
      Mi dicevo che se la società aveva deciso di esonerare
      D’AVERSA sarebbe venuto.uno veramente bravo
      tipo Allegri o similare.
      Non ci credo ancora che si sia preferito Liverani a lui
      preferendo tenere 2 allenatori nel libro paga del Parma.
      Io darei in mano il mercato a LUCARELLI ora.
      Stando con Carli. ho paura che diventi scarso come lui
      l

      • 1 Ottobre 2020 in 19:28
        Permalink

        Retorica a la maison des perroquets

        • 1 Ottobre 2020 in 19:29
          Permalink

          Retour

  • 1 Ottobre 2020 in 12:20
    Permalink

    Bisogna avere fiducia nella società, che ha fissato obiettivi per il medio e lungo periodo. Per quest’anno il traguardo è la salvezza e gli acquisti di Valenti e Brunetta sono molto importanti perché si tratta di giocatori giovani e molto quotati in Argentina. Arriveranno altri elementi e Liverani potrà sviluppare la sua idea di gioco. Nelle prime due partite non siamo stati molto fortunati negli episodi, ma abbiamo incontrato squadre forti che hanno avuto continuità di conduzione tecnica e cambiato pochi giocatori.
    Erano per forza più pronti di noi.
    Contro il Napoli abbiamo in pratica giocato come negli anni scorsi con D’Aversa, contro il Bologna le assenze hanno costretto Liverani a schierare una formazione di emergenza. Perciò le critiche al tecnico mi sembrano prive di logica. Ci sono 36 partite ancora da giocare e sembra per loro che il campionato finisca domenica …

    • 1 Ottobre 2020 in 18:44
      Permalink

      Caro Siberiankusky
      Se il buongiorno si vede dal mattino… so cazzi

      • 1 Ottobre 2020 in 21:57
        Permalink

        Pessimismo fuori luogo. Il campionato è lungo, presto cambierai opinione. Mr. Krause ha la mentalità americana del proprietario di squadre professionistiche, perciò guarda avanti e non all’immediato. Una squadra vincente si costruisce negli anni. L’obiettivo di quest’anno è salvarsi e gettare le basi per un ciclo. Lo ha dichiarato subito

    • 1 Ottobre 2020 in 18:51
      Permalink

      Well said Siber …. your’e right on the mark ….

  • 1 Ottobre 2020 in 14:24
    Permalink

    Speriamo che inglese vada al Torino, non se ne può più….

    • 1 Ottobre 2020 in 15:00
      Permalink

      Per 12-15 mln sono d’accordo… il problema è che dopo devi prendere almeno altri due attaccanti e tra 4 giorni chiude il mercato… se il Torino non l’ha già ceduto avrei provato ad inserire nella trattativa Berenguer, come trequartista sarebbe tanta roba x noi

      • 1 Ottobre 2020 in 18:53
        Permalink

        Benni e LG ma,siete fuori di testa
        Inglese c’e costato 22 milioni e voi lo vorreste quasi
        regalare?
        Io credo a Bobby
        GUAI A CHI ME LO TOCCA.
        Occhio perché se va via non s’infortuna più avendo un altro preparatore atletico.
        Nessuno sa, nemmeno Morosky che ho interpellato e
        nemmeno Major lo sa se il.preparatore atletico è uno.nuobo o è sempre quello dello scorso anno.
        Nessuno lo sa.
        Penso che non.lo sappiano nemmeno in società infatti per i voucher avevo tempo fa telefonato per sapere come farmeli rimborsare.
        Voi non ci crederete ma IN SOCIETA’ e sottolineo per i duri di comprendonio IN SOCIETÀ non ne sapevano nulla.infatti poi me li hanno fregati

        • 1 Ottobre 2020 in 19:29
          Permalink

          Uno con Liverani è cambiato lo staff di preparatori ed il giocatore si è rotto lo stesso… peraltro ricordo che Inglese ha 29 anni (classe 91)… l’anno prossimo sono 30.
          Dopo che è rimasto fermo un anno ci vorranno almeno 6 mesi prima che ritorni ad una forma decente e se non avrà altri seri infortuni.
          Personalmente non è più un giocatore su cui mi sento di puntare, non è possibile avere in rosa qualcuno che se va bene ti fa 10-15 partite all’anno da sano (vedi gli ultimi due campionati) e ti occupa un posto over che potrebbe essere di qualcuno che ti garantisce continuità e prospettive di valorizzazioni future ben maggiori. Anche Cornelius ha avuto problemi muscolari ma meno gravi di Inglese e comunque è più giovane (27 anni).
          Dici che se va da un’altra parte non si fa male? Buon per loro e per il ragazzo, non sono geloso, ma noi non possiamo più aspettarlo.
          Con 15 milioni ci prendiamo sul mercato un giocatore più giovane e sicuramente in grado di fare bene.
          Vedrete Brunetta può essere davvero un top players, forse non ai livelli di Kulusevski, bisognerà un po aspettarlo ma la qualità è tantissima.
          Molto forte anche Caviglia, anche lui dovrebbe firmare a breve.
          Ultima considerazione, magari mi sbaglio, ma tra i riscatti pagati ed i costi dei nuovi giocatori (tutti di proprietà) alla fine il Parma in questa sessione di mercato andrà sotto di quasi 100 milioni… vedrete che ci arriviamo poco lontani da quella cifra

          • 1 Ottobre 2020 in 21:11
            Permalink

            Forse non è chiaro un passaggio di Carli. Ogni giocatore è in vendita. Occorre un’offerta giusta e CHIUNQUE viene ceduto.

          • 1 Ottobre 2020 in 21:49
            Permalink

            Brunetta ha visione di gioco ed un tiro potente e preciso. Dai 20 metri è uno che se ha spazio segna. Questo è uno forte per davvero.

    • 2 Ottobre 2020 in 00:57
      Permalink

      Se va al Torino lo aggiustano bene e non si rompe più!

  • 1 Ottobre 2020 in 15:43
    Permalink

    M’e venuto un sospetto agghiacciante.
    Non è che si è scelto il Mister Liverani
    per andare facilmente in B dato che Liverani è un
    allenatore di A come io sono NAPOLEONR.
    e avere così un un allenatore che in B ha già vinto.
    La risposta l’avrò al termine del mercato
    Se il mercato è fatto solo di scommesse e non
    arrivano 9 giocatori ( 3 per reparto)
    e partono i migliori e palese
    IL MIO SOSPETTO ha colto nel segno.

    • 1 Ottobre 2020 in 18:51
      Permalink

      Certo Velegneso che, con il numero di c*****e al minuto che spari, c’è anche il caso che prima o poi qualcuna la prendi. Per poi magari dire ”Ve l’avevo detto”. A dire tutto e il contrario di tutto si vince sempre, no?

  • 1 Ottobre 2020 in 18:45
    Permalink

    “Se dovessimo recuperare uno dei due punteros fisicati bene, altrimenti si continua con la banda bassotti, palla a terra con geometrie, inserimenti degli incursori centrali, imbucate, tagli dall’esterno e quant’altro:”

    La fai facile con una squadra come la nostra che sembra aver dimenticato come giocare a calcio in maniera elementare.

  • 1 Ottobre 2020 in 21:26
    Permalink

    Giornata tipo del tifoso del Parma: tra le 18 e le 24, legge di 15 trattative. La mattina dopo, legge che 15 squadre hanno chiuso per i nomi usciti il giorno prima.

    Ogni giorno, Carli mi sorprende. Signori, senza molti rinforzi, si va in B. E non credo che Carli arrivi al mercato di gennaio.

  • 1 Ottobre 2020 in 22:43
    Permalink

    VELENOSO SEI RIDICOLO,FAI PENA,SEI PESANTE E SICURAMENTE REPRESSO.
    AVANTI CROCIATI E FORZA MISTER..
    TUTTI UNITI CI SALVEREMO..

  • 2 Ottobre 2020 in 07:51
    Permalink

    Oh ragazzi ma qui nonostante si sia detto che tutti erano in vendita, a quattro giorni dalla chiusura del mercato a parte qualche uscita di giocatori richiesti dalla serie C non si è ancora mosso nessuno e neanche si legge di trattative riguardanti qualche giocatore del Parma, Inglese a parte (ma lo vorranno veramente?). Questo per confermare la “bontà” del lavoro fatto in questi anni dal duo D’aversa Faggiano con l’acquisto di giocatori d’esperienza vecchi e bottati con l’avvallo della società. Spero di essere smentito ma se da un lato il tentativo di abbassare il monte stipendi riuscirà prendendo giovani dall’altro verrà vanificato da quelli che rimarranno. Purtroppo il tempo per lavorare in questo senso è stato poco ma la prossima sessione di mercato è vicina. Sperema beh!!

  • 2 Ottobre 2020 in 08:38
    Permalink

    Per quanto riguarda gli acquisti falliti se si fa una politica di contenimento dei costi sono da mettere in preventivo, se qualcuno offre di più te lo soffia. Poi diciamocelo onestamente il Parma non ha più l’appeal di una volta, ed anche allora molti giocatori preferivano una big a noi.

  • 2 Ottobre 2020 in 09:26
    Permalink

    Noto che si sta avvicinando l’operazione plusvalenze Gervinho / Inglese / Pinamonti…
    Quest’ultimo, dati inter, quest’anno percepisce 1,8 milioni netti.
    Non so se arriverà Pinamonti e se le cose andranno come scritto su alcuni giornali ma se così fosse, mi ricorderebbe molto l’operazione Paloschi + Antonelli / Modesto Palladino. Incasso di soldi immediati vs pagamento dilazionato ingaggi. Fu una delle prime plusvalenze del duo G+L per fare fronte alle necessità impellenti

  • 2 Ottobre 2020 in 11:20
    Permalink

    Il mercato sembra muoversi in modo interessante, questo Mihaila (20 anni), pagato 7/8 milioni, che per caratteristiche ricorda tantissimo Mutu, mi sembra davvero un elemento di grande qualità

    • 2 Ottobre 2020 in 14:15
      Permalink

      Attento a dire certe cose.. Quì si può dire solo che abbiamo l’americano senza dollari, che Carli è in realtà quello che vendeva cocomere sullo stradone, che liverani è un allenatore di eccellenza che ha conoscenze nei piani alti, che i preparatori del Parma sono pagati dalla reggiana, e che il mercato è fallimentare su tutta la linea perché si vuole prendere il paracadute della B (o si vuole fallire)..

      • 2 Ottobre 2020 in 15:31
        Permalink

        Ormai. Siamo abituati alle cornacchie, come sempre, è bastato far seguire i fatti alle parole, L’annuncio di alcuni interessanti (sulla carta) acquisti, li ha fatti dileguare dai commenti, ora stanno pregando di prendere 3 goal dal Verona, per poter tornare a starnazzare, sono in attesa del primo scivolone, per tornare alla carica. Comunque non ti curar di loro guarda e passa. Noi continueremo ad incitare la nostra squadra. La nostra priorità sarà sempre il Parma: i calciatori, gli allenatori, i presidenti passano, il Parma rimane, in barba alle cornacchie.
        Sempre Forza Parma

        • 2 Ottobre 2020 in 16:30
          Permalink

          🤙👏👏👏👏👏👏
          Purtroppo.. ci sono ancora gli haters trolls….
          Sembra che c’e bisogna di visualazioni per il Situ… perche no capisco otra ragione…

  • 2 Ottobre 2020 in 15:44
    Permalink

    Si attendono conferme dei nomi che stanno circolando sui siti specializzati, ma trattasi di vera e propria rivoluzione, la vecchia guardia ha avuto probabilmente tre partite a disposizione per dimostrare di seguire i dettami di Liverani, la strada è tracciata non si torna indietro.

    • 2 Ottobre 2020 in 16:43
      Permalink

      Sono d’accordo sembra ci sarà una vera e propria rivoluzione con grandi investimenti… poi sarà compito di Liverani valorizzare a dovere i nuovi elementi

      • 2 Ottobre 2020 in 19:10
        Permalink

        Se chiudono queste 4 o 5 trattative con giocatori giovani ma già pronti e tutti di proprietà, c’è da dire : Chapeau Mr Krause!

  • 2 Ottobre 2020 in 16:24
    Permalink

    QUOTO RIKMAN.
    AVANTI CROCIATI.

  • 2 Ottobre 2020 in 16:31
    Permalink

    Attendiamo le ufficialità, calma e gesso….

  • 2 Ottobre 2020 in 18:46
    Permalink

    Già pagati al 30 settembre gli stipendi di giugno e luglio, la FGCI aveva spostato la scadenza al 16 novembre. Alla faccia della insolvenza e difficoltà pronostica da alcuni saccenti su questo sito.

    • 2 Ottobre 2020 in 20:39
      Permalink

      Qualcuno tra le 18 e le 24 ha visto qualcuno in entrata??? È da stamattina che vi fischiano le orecchie!!!!!!

  • 2 Ottobre 2020 in 22:06
    Permalink

    Vogliamo abbassare gli ingaggi per poi prendere Pinamonti
    con un ingaggio 1.800.000 superiore a quello di Darmian che era quello che prendeva di piu nel Parma (1’600.000) è
    UN “NON SENSE”

    • 3 Ottobre 2020 in 08:03
      Permalink

      Gnè Gnè, non so più come lamentarmi allora mi lamenterò di quanto prende pinamonti, Gnè Gnè. Come se lo pagassi io. Gnè Gnè. Come se non ci fossero persone deputate a guardare anche i conti. Gnè Gnè. Se perdiamo in emergenza con il Verona torno alla carica con liverani. Gnè Gnè.
      Tranquillo Velegneso, sto solo usando il tuo concetto di satira.

  • 3 Ottobre 2020 in 07:42
    Permalink

    Pinamonti prende uno stipendio da 1.800.000 euro ed è da Inter.
    Il lavoratore prende un sa sa sala salame
    Hahahaha cornaciò

  • 3 Ottobre 2020 in 09:40
    Permalink

    Ad ora presi Valenti (centrale dif.), Brunetta (trequartista), Mihaila (esterno/seconda punta), Cyprien (centrocampista polivalente) e Sohm (centrocampista difensivo che gioca davanti alla difesa)… per una spesa complessiva che i vari siti stimano tra i 35 ed i 40 mln. E il mercato non è finito, penso che arriverà sicuramente un terzino, probabilmente un altro centrale difensivo ed una punta.
    Ovviamente bisogna vederli giocare ma almeno non possiamo dire che i soldi non ci sono e che la nuova proprietà abbia il braccino corto.
    Domani cerchiamo di non perdere con il Verona poi il nostro campionato comincia con il Benevento e ci sarà da divertirsi.
    Avanti così!!
    Sempre e solo Forza Parma

    • 3 Ottobre 2020 in 13:23
      Permalink

      Un momento please. Le cifre riportate comprendono anche gli ingaggi. Si parla di importi complessivi non di cartellini. Poi sono tutti in prestito con obbligo di riscatto. Vale a dire che la spesa è rimandata di un anno. Di certo sono tutti giovani futuribili, mille volte meglio di vecchi rotti. Però ricordarsi bene quanto tempo occorse a Crespo per ambientarsi. Sono giovani, lontani da casa, bisogna avere pazienza. Unico neo la salvezza non aspetta nessuno. Spiegatelo a Liverani visto che per lui il campionato inizia martedì.

  • 3 Ottobre 2020 in 09:42
    Permalink

    Traballante scrivi forse in stato confusionale
    ” il lavoratore prende un sa sa sala salame”
    ? ? che significa ? ?

  • 3 Ottobre 2020 in 10:15
    Permalink

    Due cose mi stanno sul gozzo e non mi vanno giù.

    LA PRIMA
    Domani gioca Darmian un giocatore che
    ha appena firmato con l’Inter.
    Se giocherà, lo farà cercando di non stancarsi troppo
    Cercherà di non sudare
    Cercherà di non fare contrasti
    Cercherà di evitare d’infortunarsi.
    In parole povere, giocheremo in 10.
    E poi che senso ha prendere un giocatore
    dell’INTER evfarlo giocare nel Parma?
    Non si è MAI VISTO.
    Società sveglia, è a tutti gli effetti Darmian.dell’Inter.
    NON È PIÙ NOSTRO
    È UN AVVERSARIO
    Ma scusate, non abbiamo nessuno che lo possa
    sostituire tra i giocatori del Parma a 48 ore dalla
    fine del mercato ?
    Siamo messi così male in difesa?

    LA SECONDA
    Si vuole svendere INGLESE
    Non ha senso è un “NON SENSE ASSOLUTO”
    Un giocatore pagato in tutto 22 milioni viene
    svenduto a 13 milioni al Torino con una plusvalenza
    negativa di 9 milioni?
    Ma non era meglio svendere il preparatore atletico nostro?
    Si SVENDE Bobby per prendere poi PINAMONTI che ha un contratto mostruoso e il Genoa dopo il campionato da brividi che ha fatto risultando tra i peggiori del Genoa non lo ha riscattato dall’Inter.
    Se era buono il Genoa lo riscattata subito, STATENE CERTI.
    È quindi uno scarto del Genoa e ora È ANCHE UNO SCARTO anche dell’Inter
    Anche per l’ingaggio che ha,NON LO VUOLE PROPRIO
    NESSUNO è l’Inter non sa a chi darlo e Conte trema
    pensando che debba rimanere nell’Inter ma
    noi ABBOCCHIAMO ALL’ESCA DELL’INTER e lo prendiamo rinunciando a Inglese per lui?
    SEMPLICEMENTE PAZZESCO.
    Con Pinamonti ci si vuole salvare?
    Ma va…
    Abbiamo un fenomeno Inglese e lo diamo via
    SVENDENDOLO per avere un giocatore sega?
    Rob de mat.
    Ecco io giudichero’ il mercato del Parma solo sulla vendita
    di Bobby e l!arrivo di Pinamonti.
    Se questo dovesse avvenire qualunque giocatore
    dovessimo.acquistare, sarà stato un mercato per me
    FALLIMENTARE alla massima potenza.

    • 3 Ottobre 2020 in 13:26
      Permalink

      Inglese è costato 2+20. Prestito con obbligo di riscatto. 20 pagabili in 5 anni ovvero 4 milioni annui di ammortamento. Oggi il Parma per non perdere dovrebbe vendere a 16 perché un anno è passato. Se fai 1 milione prestito e 12 di obbligo riscatto, chiudi a zero senza minusvalenze . Non viene svenduto.

    • 3 Ottobre 2020 in 15:41
      Permalink

      Tecnicamente la “plusvalenza negativa” viene più correttamente definita minusvalenza. 🙂

  • 3 Ottobre 2020 in 10:18
    Permalink

    Velenoso a volte sei tanto aulico che mi ricordi il “Carducci”.

  • 3 Ottobre 2020 in 12:35
    Permalink

    Vero che si parla di professionisti, per cui se scendi in campo DEVI dare il massimo, ma umanamente parlando – sapendo che l’indomani giochi per un’altra ambiziosissima squadra – potrebbe anche essere che l’impegno e la resa siano un po’… “annacquati”: tradotto in italiano, l’impiego di Darmian domani sarebbe sconsigliabile, ma attualmente non ci sono alternative.
    L’ auspicio, ovviamente, è che i nuovi si integrino velocemente e che si cominci davvero a far punti.

    Sì perchè domani sarà durissima: nonostante (sulla carta) sul mercato si siano indeboliti, i nostri avversari di domani corrono (e bene!) tutti per 90° e pressano in maniera piuttosto efficace. Con la sosta inizierà l’inserimento dei nuovi acquisti. In attesa degli sviluppi sull’incerto svolgimento del campionato..

  • 3 Ottobre 2020 in 15:27
    Permalink

    Dunque parliamo dell’attacco.
    Non ci sono più Kulusevsky e Caprari
    Dovremmo quindi prendere come minimo per l’attacco
    2 ATTACCANTI
    Si mormora che STUPIDAMENTE ci vogliamo
    liberare di Bobby Englich addirittura rimettendoci
    un sacco di soldi.e allora ci vogliono
    3 ATTACCANTI.
    Ci si vuole liberare anche di GERVINHO perché ha 32 anni
    ( Ibrahim ne ha 39…..) e allora ci vogliono
    4 ATTACCANTI
    E se noi sostituiamo solo Kulusevsky & Caprari ?
    NON SAREBBE QUESTA LA SOLUZIONE PIU’ INTELLIGENTE?

    • 3 Ottobre 2020 in 18:12
      Permalink

      I conti tornano, sono andati via Kulu e Caprari ed arrivati Brunetta e Mihaila (oltretutto Cyprien può fare anche il trequartista). Se va via Inglese arriverà una punta, se va via Gervinho arriverà una seconda punta. Se non va via nessuno si resterà così.

      • 3 Ottobre 2020 in 19:29
        Permalink

        Si ma adesso basta fermate il lavapentole del ristorante di Lucarelli non abbiamo più armadietti a Collecchio.

    • 3 Ottobre 2020 in 19:02
      Permalink

      Velegneso tu che proponi la soluzione più intelligente è di per sé un ossimoro.

  • 3 Ottobre 2020 in 18:30
    Permalink

    Tutte scommesse.
    Se le vinci rimani in A
    Se le perdi retrocedi senza “se è senza” ma”.
    Anche Darmi ha chiesto di non giocare col Verona per paura d’infortunarsi
    Giusto così
    La cosa buffa è che Liverani voleva farlo giocare
    in una squadra, la nostra, che non è più la sua.
    L’ho già scritto.
    Ci vogliono minimo 9 innesti validi.
    Tanto sappiamo che col Verona
    c’è una probabilita su 100 per pareggiare e
    0,1 probabilità su 100 che poi è una su mille di vincere per cui
    speriamo almeno di non prendere una goleada.

  • 16 Ottobre 2020 in 14:13
    Permalink

    corvus corone

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI