GENOA-PARMA 1-2: HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

GENOA-PARMA 1-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

GENOA-PARMA  1-2, IL TABELLINO

Marcatori: 10′ e 2′ st Gervinho, 5′ st Shomurodov

GENOA – Paleari; Zapata, Goldaniga, Lerager (24′ st Zajc), Scamacca, Bani (44′ st Destro), Ghiglione (37′ st Pjaca), Sturaro, Badelj (37′ st Parigini), Shomurodov (24′ st Pandev), Pellegrini. Allenatore: Rolando Maran
A disposizione: Zima, Behrami, Radovanovic, Masiello, Rovella, Czyborra

PARMA – Sepe, Scozzarella (17′ st Hernani), Gagliolo (19′ pt Laurini), Karamoh (29′ st Grassi), Cornelius, Kurtic, B. Alves (Cap.), Osorio, Gervinho, Kucka, Busi (29′ st Iacoponi). Allenatore: Fabio Liverani
A disposizione: Colombi; Brugman, Valenti, Ricci, Brunetta, Camara, Nicolussi Caviglia, Inglese.

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani della Sezione A.I.A. di Aprilia

Assistenti: Sig. Emanuele Prenna di Molfetta e Sig. Tarcisio Villa di Rimini

Quarto Ufficiale: Sig. Antonio Di Martino di Teramo

V.A.R.: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

A.V.A.R.: Sig. Stefano Liberti di Pisa.

Ammoniti: Busi, Karamoh; Badelj, Bani

Angoli: 2-2

Recupero: 2’+5′

A chiusura di questa nona giornata di campionato scenderanno in campo stasera Genoa e Parma, fischio di inizio al Marassi, palcoscenico di uno scontro fondamentale per la lotta salvezza, atteso per le 20.45.

I crociati di Liverani, che hanno guadagnato un solo punto in queste prime quattro trasferte stagionali, dovranno cercare di continuare la tradizione di questa gara: il Parma ha, infatti, vinto gli ultimi quattro scontri di serie A contro i rossoblù.

I liguri di Maran si trovano, invece, al momento, al penultimo posto della classifica con cinque punti mentre i ducali occupano la quart’ultima posizione grazie ai sei punti sino ad ora conquistati. Partita speciale per Kucka, grande ex di questo incontro che con la squadra ligure ha disputato ben 122 gare con nove reti all’attivo.

Prima di iniziare la gara le due formazioni, scese sul terreno di gioco in questo momento, si raccolgono in un minuto di silenzio, come in tutti i campi di serie A, per onorare la memoria di Diego Armando Maradona; il campionissimo argentino sarà ancora ricordato al decimo minuto, quando il gioco si fermerà qualche istante

01′ Partiti!! primo pallone in possesso dei padroni di casa che creano immediatamente la prima occasione del match: Scamacca con il suo destro prova a mettere in difficoltà Sepe ma, anche se da ottima posizione, il calciatore ligure calcia debolmente

04′ si fa vedere in avanti anche la squadra crociata con un’accelerazione splendida di Gervinho che prova l’affondo lungo la fascia di sinistra, mette poi il pallone in mezzo ma il tentativo dell’ivoriano viene arrestato dal portiere del Genoa. Nulla di fatto, Parma che conquista il primo calcio d’angolo del match

05′ calcio d’angolo battuto dai ducali: Bruno Alves svetta di testa e mette dentro un pallone invitante su cui prova ad avventarsi Cornelius, quest’ultimo entrando in scivolata riesce ad anticipare la difesa avversaria e a colpire il pallone con il suo sinistro trovando, da due passi, il palo. Grandissima occasione per i gialloblù

07′ ancora Parma in avanti: in questi minuti la formazione di Liverani sembra essere in grado di offendere l’avversaria. Ci prova al settimo minuto Kucka, grande ex della serata, che riesce, con un ottimo filtrante, a mettere in porta Cornelius. Bravissimo anche in questa occasione Goldaniga che anticipa la possibile conclusione a rete dell’attaccante crociato

10′ 0-1 Parma GOOOOOAL!! Allo scoccare del decimo minuto di gioco i ducali riescono a passare in vantaggio grazie alla rete siglata da Gervinho che sfrutta nel migliori dei modi l’avanzata inarrestabile alimentata da Kucka. Terza rete dell’ivoriano in questa prima fase della stagione; si ferma poi il gioco per ricordare ancora l’immenso Maradona

12′ la partita è ancora estremamente aperta; il Genoa non si arrende anche perché il match è davvero agli albori. Prova il cross in mezzo la formazione di casa ma respinge ottimamente la difesa crociata che interviene con il proprio Capitano, Bruno Alves

13′ Genoa in avanti con Pellegrini che riceve palla da Sturaro, suggerimento al centro per lo stesso centrocampista, molto bravo Busi a sbarrare la strada verso Sepe

15′ ancora Genova che in questa fase di gioco sta provando a spingere nel tentativo di recuperare immediatamente il risultato. Shomurodov dopo aver superato Scozzarella (che si fa inaspettatamente trovare impreparato) si trova in solitaria davanti a Sepe; il portierone crociato iptonizza il calciatore negandogli la gioia del primo goal in serie A

19′ cambio forzato per Liverani: dopo quasi venti minuti Roberto Gagliolo non ce la fa, sostituito in campo da Laurini che si va a posizionare lungo la fascia di destra

23′ nonostante il vantaggio il Mister crociato sa bene che la partita è troppo lunga e un goal di vantaggio è troppo poco; per questo continua ad incitare i suoi a spingere lungo le fasce, anche perché il Genoa, in questi minuti, ha il pallino del gioco tra le proprie mani

24′ prendono campo i padroni di casa; dopo un’azione intensa i rossoblù provano la conclusione con Badelj. Tiro altissimo che termina abbondantemente sopra la traversa. Il Parma, chiuso ora in difesa, chiude le iniziative del Genoa per poi ripartire in velocità con i suoi tre attaccanti

28′ Pellegrini salta la difesa crociata e crossa in mezzo per Shomurodov che viene, però, anticipato da uno stacco imperioso di Laurini. Pallone che rimane lì, Badelj lo raccoglie e prova la conclusione al volo. Pallone alto sopra la traversa, brivido, però, per la squadra di Liverani

30′ clamoroso errore di Scamacca che, dopo un’azione intensa di un Pellegrini che si sta, stasera, dimostrando particolarmente in palla, sbaglia, non si sa come, a due passi da Sepe. Parma graziato, in quest’occasione

32′  risposta dei ragazzi di Liverani che ci provano con il suggerimento di Kucka per Cornelius nel cuore dell’area di rigore, Zapata rimedia in angolo. Pericoloso poi il Parma da calcio piazzato: Laurini cerca sul secondo palo la sponda di Bruno Alves, la deviazione del portoghese viene, però, spazzata via dalla difesa rossoblù (anche se con qualche apprensione da parte dei padroni di casa)

35′ è ancora Pellegrini  tenere in vita la manovra offensiva del Genoa: conquista il pallone e punta Busi per poi mettere il pallone in mezzo. Interviene Bruno Alves ed anticipa tutto il reparto d’attacco della squadra di casa

39′ il Parma prova ad offendere con le proprie ripartenze senza riuscire, però ad impensierire realmente la difesa della compagine genoana

41′ nuova ripartenza dei gialloblù: Kurtic dalla sinistra prova a servire Gervinho che prova a mettere a segno la propria doppietta con sinistro di prima intenzione. Palla alta sopra la traversa, occasione sprecata per la formazione di Liverani che aveva creato un’ottima chance per portarsi sul doppio vantaggio a pochi minuti dallo scadere del tempo regolamentare

42′ un’altra occasione super ghiotta, ancora per Gervinho. Karamoh aveva servito Cornelius sulla fascia destra, quest’ultimo invita il numero 27 crociato alla conclusione che, clamorosamente, manca, ancora, l’appuntamento con la doppietta. Parma che in questi minuti ha creato due nitide chanche per migliorare il risultato sul tabellino; un Parma che deve essere più cinico

44′ al Ferraris manca un minuto al termine del tempo regolamentare, Parma che, ricordiamo, sta conducendo la gara per una rete a zero, a mettere a segno la rete che sta decidendo momentaneamente il risultato è stato Gervinho

45′ traversa di Gervinho! Ancora lui che, dopo un paio di finte, calcia di potenza, tentativo deviato sul palo, ma che occasione per i ducali!! Il direttore di gara, nel frattempo, segnala l’extra time assegnato: ancora 2 minuti

Giunge in questo momento il fischio dell’arbitro che richiama le due formazioni negli spogliatoi. Parma che conduce la gara per una rete a zero, grazie alla realizzazione di Gervinho. Un Parma che, però, specialmente nei minuti finali di questa prima frazione di gioco, si è dimostrato un pò troppo “sciupone” gettando al vento almeno due nitide occasioni per guadagnare il doppio vantaggio. I gialloblù dovranno trovare il cinismo giusto per capitalizzare al meglio le proprie occasioni e poter chiudere al più presto quest’importante gara in chiave salvezza.

SECONDO TEMPO

46′ è giunto il tempo di vivere questo secondo tempo di Genoa-Parma: le due formazioni si sono disposte a centrocampo. Arriva in questo momento il fischio di inizio: al via questi ultimi quarantacinque minuti della nona giornata di campionato

47′ 0-2 Parma GOOOOOAL!! Gervinho raccoglie l’invito di essere più cinici e mette in rete quello che, praticamente, è stato il primo pallone giocato dai ducali in questa ripresa. Grande azione personale di Kurtic dalla sinistra che mette in mezzo un cross perfetto per la deviazione dell’ivoriano

50′ 1-2 Genoa GOOOOOAL! rimane a terra Cornelius, ma il Genoa continua a giocare e infine riesce a segnare con Shomurodov; scintille sulla panchina del Parma con un Liverani che si infiamma, da una parte, contro i rossoblù rei di non aver messo il pallone fuori per consentire ai sanitari di verificare le condizioni di Cornelius dall’altra con il direttore di gara, colpevole, secondo il tecnico, di non aver fermato il gioco al momento del fallo sull’attaccante ducale. Tutto regolare, però: i padroni di casa si portano ad una rete dal Parma

54′ partita che si è improvvisamente accesa al Marassi dopo il goal realizzato dai padroni di casa che ora guadagnano oltre che campo anche un calcio d’angolo con Sturaro. Sugli sviluppi del corner è lo stesso Sturaro a provare la conclusione verso la porta presidiata da Sepe; il pallone si gira bene rischiando di beffare l’estremo difensore gialloblù. La sfera esce, ma di poco. Brivido per il Parma

58′ prima ammonizione della gara; sanzionato il crociato Busi che stende Pellegrini che stava provando la ripartenza

59′ ammonito anche il tecnico del Genoa: per il direttore di gara ha protestato in modo troppo accalorato per il direttore di gara che lo punisce con il cartellino giallo

63′ seconda sostituzione per Liverani: Scozzarella abbandona il terreno di gioco zoppicando anche per lui, come per Gagliolo, problemi muscolari. Inizia la partita di Hernani

65′ buona palla di Karamoh (che stasera non si è messo particolarmente in mostra) per Cornelius, l’attaccante mette poi la palla all’indietro. Interviene la difesa rossoblù, l’azione era, comunque irregolare: fuorigioco

66′ ammonito anche Karamoh: intervento in ritardo e scomposto del gialloblù

67’Genoa all’arrembaggio: sponda per Badelj che calcia dal limite dell’area di rigore: Sepe para in due tempi ma brividi lungo le schiene gialloblù

69′ doppio cambio per Maran che sostituisce Lerager e Shomurodov (autore della rete genoana) con Pandev e Zajc

71′ Pandev, entrato da due minuti, prova subito a rendersi pericoloso: recupera palla e serve Scamacca. Esce bene (e provvidenzialmente) Sepe, nulla di fatto per i padroni di casa

73′ pronto un altro doppio cambio tra le fila crociate: Liverani sceglie Grassi e Iacoponi mentre si accomodano in panchina Busi e Karamoh (che, a parte l’occasione di qualche minuto fa, non si è messo particolarmente in mostra stasera)

74′ tentativo dalla distanza del Genoa; è Ghiglione a provare la conclusione, non riuscendo a impensierire Sepe che raccoglie tra le proprie braccia il pallone. I padroni di casa non rinunciano a pressare i ducali ma peccano in convinzione determinazione

82′ doppia sostituzione tra le fila genoane: fuori Ghiglione e Badely al loro posto Pjaca e Parigini

84′ ammonizione anche per il rossoblù Bani

85′ mancano cinque minuti al termine del tempo regolamentare; prova a sfruttarli il Genoa che cerca l’affondo con Zapata ma la palla scivola oltre la linea di bordocampo. Sembra che l’ultimo tocco sia stato rossoblù ma il direttore di gara non la pensa in questo modo e assegna la rimessa laterale, in zona d’attacco, al Genoa

88′ in campo anche Destro per il Genoa; sostituisce Bani. Maran aumenta ancor di più il peso del suo attacco tentando in questi minuti finali il tutto per tutto

89′ allo scadere del tempo regolamentare Pandev sciupa una buona occasione nata dal cross di Pellegrini: palla alta, Parigini chiedeva la palla alle sue spalle

90′ Grassi a terra, spalla sinistra dolorante dopo una scivolata su Parigini: l’ex Atalanta piange dal dolore; sfortunato ancora una volta il crociato che abbandona il campo sulla barella degli assistenti sanitari dopo che il medico gli ha immobilizzato la spalla. Cinque minuti di recupero che i crociati dovranno affrontare in inferiorità numerica

93′ i ducali conquistano una punizione importantissima; fondamentale per cercare di far scorrere il tempo e raggiungere il finale di questa partita. Poi i padroni di casa provano quello che, probabilmente, sarà l’ultimo affondo del match

Termina in questo momento questo posticipo della nona giornata di serie A; Parma conquista, ancora una volta, Marassi, confermandosi “bestia nera” della formazione rossoblù. I ducali acquisiscono tre punti guadagnati e soprattutto fondamentali, non solo in ottica salvezza, ma anche sul piano del morale. I ducali dovranno attingere la giusta dose di autostima da questa gara, il giusto livello di consapevolezza per poter affrontare un’altra partita delicata e importante: quella di Domenica prossima contro il Benevento di Pippo Inzaghi.

 

 

 

19 pensieri riguardo “GENOA-PARMA 1-2: HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 30 Novembre 2020 in 20:53
    Permalink

    Vamos Ragazzi…
    ⚽️⚽️⚽️💪💪💪💪

  • 30 Novembre 2020 in 20:58
    Permalink

    Vamos!

  • 30 Novembre 2020 in 21:33
    Permalink

    Allora:

    – Molto bene in attacco, anche se spreconi. Kucka e Cornelius sugli scudi;
    – Bene anche nel pressing alto;
    – Male sui terzini e sulle uscite palla al piedi.

  • 30 Novembre 2020 in 22:43
    Permalink

    Evvai! Fortuna che il Genoa era più scarso di noi. Secondo tempo in apnea pura, anche se loro hanno creato poco.

  • 30 Novembre 2020 in 22:46
    Permalink

    Complimenti Ragazzi e Mister ,,,,,
    Mission completed …..

  • 30 Novembre 2020 in 22:48
    Permalink

    Vai velenoso.. aspettiamo con ansia i tuoi commenti..
    AVANTI CROCIATI E FORZA MISTER!!

    • 30 Novembre 2020 in 23:00
      Permalink

      Fantastico!!

  • 30 Novembre 2020 in 22:49
    Permalink

    Missione compiuta ma arbitraggio scandaloso… Vittoria che vale tripla!!!
    Avanti così occorre continuare a crescere

  • 30 Novembre 2020 in 22:50
    Permalink

    Oggi conta il risultato. Abbiamo fuori per infortunio sohm cyprien mihaila gagliolo scozzarella pezzella e grassi. La rosa lunga serve eccome. Si lasciano sempre troppe occasioni da gol ma la vittoria dà fiducia e morale. Bravi tutti a partire dall’allenatore che spero avrà idee più chiare e riuscirà a far bene. Ma soprattutto si evitano pensieri strani tipo faggiano e d’aversa di nuovo a Parma. Specie il primo. E a me Carli non convince!

  • 30 Novembre 2020 in 22:50
    Permalink

    doppia gioia, la vittoria del Parma e la scivolata dalla scala della Wanda Osiris delle Terme.

  • 30 Novembre 2020 in 22:51
    Permalink

    PS. Per l’ennesima volta quando scozzarella sta bene e gioca il Parma vince. È uno dei giocatori più determinanti. Solo che gioca una volta ogni due mesi

  • 30 Novembre 2020 in 22:51
    Permalink

    Bravi ragazzi dai che stiamo crescendo, ancora qualche sbavatura ma siamo sulla strada giusta.

  • 30 Novembre 2020 in 22:53
    Permalink

    3 punti d’oro. ma contro questo Genoa non vincere sarebbe stato sacrilego.
    C’è ancora tanto da fare, siamo una squadra piena di giocatori rotti, ma perlomeno ci siamo sollevati un po’.
    Gervinho croce e delizia, migliori in campo Kucka e Bruno Alves.

  • 30 Novembre 2020 in 22:57
    Permalink

    ..ma quanto speravate in un.bel 3-0 del Genoa per sparare MERDA su Liverani,Carli,Lucarelli,i vecchi soci,Krause e chi più ne ha ne metta..?
    Quando di vince i commenti di certi personaggi scarseggiano..l avete notato?!?
    AVANTI CROCIATI

  • 30 Novembre 2020 in 23:01
    Permalink

    Sofferenza pura. Peccato il loro gol dopo soli 3′ dal raddoppio, per me viziato da un fallo a centrocampo. Ma per una volta il centrocampo ha offerto una prova gagliarda di cui ha beneficiato soprattutto la difesa, ma ovviamente anche l’attacco. Oggi non è difficile comunque indicare Kucka come migliore in campo, sebbene anche tutti gli altri abbiano giocato un’ottima partita.
    Meno male che la sfiga non si è dimenticata di noi, con 3 infortuni anche oggi (e Laurini che zoppicava…): io spero di cuore che per Grassi non sia niente di grave, perchè l’oscar della sfiga se l’è comunque già aggiudicato.
    Ora l’auspicio è che questa tanto sofferta quanto importante vittoria faccia sì che morale e rendimento della squadra crescano e che si possa uscire da quel tunnel che sembrava infinito.

  • 30 Novembre 2020 in 23:07
    Permalink

    Il Benevento sarà la cartina al tornasole
    Partita d’importanza epica per questo campionato.
    Il Benevento è squadra NETTAMENTE SUPRIORE al Genoa
    Non per niente ha fermato la Juventus meritatamente.
    VINCENDO COL BENRVENTO METTEREMMO UNA
    PIETRA TOMBALE SU QUESTO INIZIO CAMPIONATO
    GIOCATO DA CANI con uno schema comico
    Finalmente SCOZZARELLA. uno che quando non c’è si sente la sua mancanza
    Son certo che se oggi LIVERANI avesse fatto giocare il
    Parma col suo modulo, i giocatori
    SI SAREBBERO AMMUTINATI.
    FINALMENTE L’HA CAPITA
    I peggiori di oggi?
    BUSI
    HERNANI
    KARAMOH
    ——————I.migliori
    ——————-KUCKA
    ——————–GERVINHO
    ——————–SCOZZARELLA
    ———————SEPE

    • 1 Dicembre 2020 in 07:43
      Permalink

      Hai perso un tacco lungo le scale? Che blisgò Wanda

  • 30 Novembre 2020 in 23:11
    Permalink

    Questa partita era troppo importante per una svolta di gruppo.
    Bravi ragazzi bravo mister anke se un Brunetta nella ripresa….

  • 1 Dicembre 2020 in 00:11
    Permalink

    stasera un buon Parma, certo bisogna capire fino a che punto arrivano i nostri miglioramenti( ci sono stati ,sia individuali che sotto l aspetto del giovo)e quanto sono stati agevolati dallo scarso spessore del Genoa,ma…..per ora registriamo che 3 punti importanti ce li siamo presi e che anche la condizione fisica sembra essere in crescita, oggi c è stato un buon dinamismo in mezzo al campo cosa che da tempo mancava,le note dolenti cmq ci sono sempre, dietro non abbiamo dato impressione di grande solidità il rossoblù nel primo tempo hanno avuto 2 grosse occasioni ( Scamacca ha sbagliato un gol da denuncia!)grazie a 2 svarioni clamorosi e tutto il secondo tempo lo abbiamo passato davanti alla nostra area e ogni tanto si ballava pericolosamente….altra nota dolente è Karamoh….deve darsi una svegliata, non può essere così svagato ed evanescente
    Il bilancio bisognerà cmq farlo dopo il benevento, lo ammetto io non “godo” quest allenatore ma ……..se volesse adottare sempre il modulo di stasera congeniale ai giocatori( kucka è tornato alla grande per esempio)magari anche quest anno,…….alla fine potremmo farcela

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI