IL COLUMNIST di Luca Russo / PARMA, GIOIE E DOLORI

(Luca Russo) – Volendo sintetizzare il momento che sta attraversando il Parma, si potrebbe ricorrere all’espressione gioie e dolori. Se dal campo le notizie giunte in questo primo scorcio di stagione solo raramente hanno regalato sorrisi, dietro le quinte si viaggia ad una media da Champions League. Sul rettangolo di gioco le tre sberle subite a Roma sono state parzialmente mitigate dalla vittoria asciutta conquistata ai danni del Cosenza nel quarto turno di Coppa Italia. All’Olimpico i Crociati hanno deluso su più fronti e dato l’impressione di essere ancora parecchio lontani dall’assetto tattico e dalla condizione fisica ideali per riuscire a centrare l’obiettivo che nell’anno del Covid è diventato a tutti gli effetti strategico, di vitale importanza e fondamentale per tenersi alla larga da difficoltà economiche peggiori di quelle già imposte dalla delicatezza del periodo, e cioè conservare un posto in massima serie. Contro gli uomini allenati da Paulo Fonseca si è visto un undici gialloblù evanescente in attacco, tenero in mezzo al campo laddove è mancata la volontà di andare ad aggredire l’avversario e sporcarne le linee di passaggio e assolutamente statico nel reparto arretrato, che non ha opposto la benché minima resistenza in occasione delle tre marcature giallorosse. Un atteggiamento, questo, replicato nel corso dell’azione che ha permesso al Cosenza di riacciuffare temporaneamente il pareggio nel duello infrasettimanale di coppa. Sfida durante la quale il Parma ha mostrato progressi solamente in alcuni singoli, e segnatamente in Brunetta, Karamoh, Nicolussi Caviglia e Camara, autori di prestazioni finalmente convincenti. Per il resto non si è percepita la differenza di categoria tra una squadra e l’altra, il che non è un bel segnale se si considera che il Cosenza, come i ducali, era imbottito di seconde linee e in campionato non è che se la stia passando benissimo (col Frosinone la prima vittoria stagionale in B). Domani sera a Marassi, nel match salvezza contro il Genoa, il Parma dovrà cambiare registro e proporre qualcosa di diverso rispetto a ciò che ha esibito nell’ultimo mese e mezzo. Un altro passo falso rischierebbe di compromettere una classifica che ad oggi non possiamo considerare allarmante, sebbene si sia fermi in termini di vittorie al successo ai danni del Verona, che è riuscito a bloccare la Juventus, la Roma e il Milan, ma non a far punti al Tardini.
Diverso è invece il livello delle performance societarie, che permettono al club ducale di stazionare ai vertici della classifica di A in materia di regolarità e puntualità retributiva. Come riporta l’edizione di ieri de La Gazzetta dello Sport, mentre Benevento, Genoa, Lazio, Napoli e Sampdoria non hanno ancora versato le mensilità di Settembre, Ottobre e Novembre e sembrano intenzionate ad aspettare l’ultimo giorno utile per farlo ed evitare dunque di incorrere in penalizzazioni, il Parma è tra quei club che non hanno voluto beneficiare della decisione della Figc di prorogare il termine per il pagamento degli stipendi dei tesserati dei club al 1° Dicembre, rispetto alla scadenza iniziale fissata al 16 Novembre. Una scelta che va accolta con favore, perché compiuta nel mezzo di una pandemia che sta mettendo a durissima prova non solo la tenuta dei vari sistemi sanitari nazionali, ma pure quella dell’economia mondiale, che almeno per quest’anno e il prossimo farà registrare numeri negativi. In assenza di ricavi da stadio e in genere con minori introiti commerciali, corrispondere regolarmente o addirittura in anticipo gli emolumenti non è una cosa da poco. È una mossa da società strutturata, affidabile ed equipaggiata per fronteggiare tempeste di qualsiasi tipo. Segno che la nuova proprietà è solida tanto quanto la vecchia gestione, alla quale va riconosciuto il merito di aver lasciato il Parma in mani eccellenti e in grado di garantirgli tutto ciò che occorre per restare stabilmente ai vertici del calcio italiano. Luca Russo

9 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / PARMA, GIOIE E DOLORI

  • 29 Novembre 2020 in 09:08
    Permalink

    Amico mio abbiamo anche un monte ingaggi più basso di quello del Monza e uno dei tre allenatori e Ds (beh ci mancherebbe altro che Carli fosse pure pagato molto) meno pagati della serie A. Ci mancherebbe anche che non pagassero gli stipendi.

  • 29 Novembre 2020 in 12:26
    Permalink

    E se ci confrontiamo con due squadre che dovrebbero essere al nostro livello ovvero Benevento e Verona viene da piangere. E due “colpi” di Carli sono già out. Che qualcuno dal lassù ce la mandi buona (insieme a un nuovo ds, allenatore e giocatori a gennaio).

  • 29 Novembre 2020 in 13:02
    Permalink

    Se l’Udinese dovesse vincere a Roma con.la,Lazio ( ora sta vincendo) e se il Torino dovesse battere in casa la,Sampdoria perdendo a Genova saremmo DA SOLI PENULTIMI già staccati
    dalla quart’ ultima.
    Va bene così?
    E allora teniamoci il MITICO LIVERANI che ci porterà in carrozza in B e mandiamo il Genio a quel paese.
    LIVERANI È IL NOSTRO DIO

  • 29 Novembre 2020 in 19:06
    Permalink

    Quando Krause è venuto a Parma
    ha fatto capire a LIVERANI che bisogna
    giocare con 3 PUNTE e andare a Genova
    cercandoBdi vincere e NON DI PAREGGIARE
    senza paura. con grinta e concentrazione
    altrimenti viene esonerato.
    Non l’ha detto ma lo ha fatto capire
    in modo inequivocabile.
    Se il Torino domani vince e noi perdiamo
    siamo penultimI da soli.
    Immaginatevi Krause.
    Penserà che quando qualche giorno fa
    è venuto a Parma da chi di dovere è
    stato preso per il culo
    LANCIAFIAMME AMERICANO
    IN ARRIVO
    PREPARATEVI

  • 29 Novembre 2020 in 20:13
    Permalink

    Ma Liverani e Carli o Carli e Liverani chi è della vecchia proprietà che li ha scelti?Non è che nel contratto di cessione c’era previsto che l’eventuale paracadute per la retrocessione sarebbe stato girato a loro?Cosi si spiegherebbero le scelte di Carli etc. Una garanzia di insuccesso.Nel mentre domani abbiamo anche Ricci tra i convocati. Dire che siamo alla canna del gas è riduttivo.

    • 29 Novembre 2020 in 20:38
      Permalink

      Le critiche sono sempre ben accette, ma le illazioni rispetto al paracadute sono assolutamente ridicole, soprattutto perché fino a prova contraria la vecchia proprietà, pur con le polemiche sempre presenti di pioccioneria, ha sempre agito mettendo la squadra al primo posto. E anche il cambio di proprietà è andato in quella direzione. Se hai qualche prova a tuo supporto ti prego di condividerla, altrimenti ti prego di evitare di postare fango per imbrattare il nome di persone legate che ti piaccia o no alla nostra rinascita calcistica.

      • 29 Novembre 2020 in 21:24
        Permalink

        Grazie per la precisazione, altrimenti infamavo questi due pseudotifosi che… ma ho detto grazie e mi fermo qui

        • 29 Novembre 2020 in 22:16
          Permalink

          Occhio a non pestarla

  • 29 Novembre 2020 in 21:06
    Permalink

    Peccato che tutti questi sforzi dietro le quinte vanno a farsi benedire con una retrocessione in B. Cerchiamo di svegliarci, va.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI