IL COLUMNIST di Luca Russo / TUTTI I SI DICE SUL LICENZIAMENTO DI FAGGIANO

(Luca Russo) – Il giorno dopo la situazione inizia ad essere molto più chiara del giorno prima. Parlo dell’interruzione anzitempo del rapporto che fino a ieri ha legato professionalmente Daniele Faggiano al Genoa. Una separazione improvvisa, che ho definito un fulmine a cielo pressoché sereno, ma che in realtà era nell’aria da un po’. E che si è materializzata proprio perché il cielo sopra Pegli tanto sereno non lo è mai stato durante la breve gestione dell’ex diesse Crociato, giunto all’ombra della Lanterna nello scorso mese di agosto e “allontanato” alla vigilia di una sfida che per i rossoblù può già valere una stagione intera, lo scontro salvezza col Parma. Dalle prime indiscrezioni filtrate, e che hanno trovato ampia visibilità nella rassegna stampa odierna, si tratterebbe di un licenziamento per giusta causa, determinato da una nutrita serie di “circostanze” non gradite alla proprietà del Grifone.

Sono infatti diverse le ragioni che hanno convinto il club ligure a sollevare dal proprio incarico il dirigente originario di Copertino per richiamare il suo predecessore, Francesco Marroccu. A partire dalla scelta dell’allenatore, per la quale Faggiano avrebbe sprecato troppo tempo dopo aver puntato quasi tutto su Italiano, senza tener conto del suo impegno nei playoff di B con lo Spezia dove poi è rimasto per effetto della promozione in A, e la virata non andata a buon fine su D’Aversa, costringendo dunque la società a rincorrere un nome valido per la panchina e a individuarlo in fretta e furia in Maran. Non è piaciuta la gestione del caso Schone, che si è provato inutilmente a cedere salvo metterlo fuori lista e fuori rosa, ma tenendolo ugualmente a libro paga. Poco apprezzate, per ricorrere ad un eufemismo, anche le incursioni con annesse strigliate sanguigne negli spogliatoi, mal digerite dai senatori del gruppo rossoblù. Incomprensioni in sequenza i cui risvolti negativi sono stati amplificati da un avvio di stagione per nulla promettente e dalla lievitazione del monte ingaggi della rosa, argomento rispetto al quale Preziosi da qualche anno è piuttosto sensibile. Il divorzio tra il Genoa e Faggiano mette a rischio la posizione dei tanti professionisti che l’ex diesse ducale si è portato dietro in Liguria e che spaziano dall’area scout ai magazzinieri passando per la cucina, mentre a Parma i suoi pretoriani, presenti in diversi settori, sono rimasti saldamente ai loro posti, dopo essersi guadagnati la fiducia della proprietà: all’orizzonte, in Liguria, viceversa, si sta delineando una profonda rivoluzione in tal senso. Come si diceva poc’anzi, la rottura si è consumata in prossimità del delicatissimo (per entrambe le compagini) match tra Genoa e Parma, in programma domani sera al Ferraris. Maran ha annunciato e promesso un Grifone coraggioso, sfrontato, intenzionato ad agire e non solo pronto, in caso di necessità, a reagire e disposto a battersi con ogni risorsa a disposizione pur di arrivare sulla palla prima degli avversari. Liverani prenda nota, perché l’esuberanza genoana potrebbe essere punita con uno dei proverbiali contropiede di “fabbricazione ivoriana”. E perché la burrasca sotto la Lanterna potrebbe restituire il sereno dalle parti del Battistero. Luca Russo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL COLUMNIST di Luca Russo / FAGGIANO ESONERATO DAL GENOA: UN FULMINE A CIEL (QUASI) SERENO

5 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / TUTTI I SI DICE SUL LICENZIAMENTO DI FAGGIANO

  • 29 Novembre 2020 in 15:17
    Permalink

    Sulla gazzetta di Parma si legge che
    Genoa- Parma di lunedì non è una
    SFIDA SALVEZZA
    Hanno ragione.
    Quella di lunedì è una
    SFIDA SCUDETTO.j
    S. V. E. G. L. I. A. T. E. V. I.

  • 29 Novembre 2020 in 17:56
    Permalink

    il buon FAGGIANO le sue conferenze stampa chi le capiva ?per cui fa bene a stare zitto ….certo hanno fatto strada senza il parma il duo delle meravilglie meravigliao !! 60-70 giocatori di lega pro strapagati da mantenere che hanno tolte risorse per acquisti piu’ mirati , lavorava solo con le solite squadre e procuratori !! perche’non l ho mai capito ma un idea l avrei ? …….certo i 30 ml al napoli per inglese e grassi pur sapendo che venivano da grossi infortuni non li commento , come non riuscire a prendere un giocatore sano in attacco fin dai tempi della serie c , ma tanti tanti errori il superpagato e rotto ceravolo al benevento o dezi del napoli che doveva essere un campione ! il portiere radu titolare al genoa in A preso come terzo portiere con stipendio alto a cosa serviva mai manco in panchina stessa cosa aveva fatto in serie c con l ex empoli ? da cruz 6 ml al novara che ancora vive su quei soldi o vi ricordate scaglia !! 6 ml anche lui preso dal latina come miglior centrocampista di serie b ahahaha manco titolare in c !! ,…ma si potrebbe andare avanti per ore gente fuori rosa perche’ non sapeva vendere !! Faccio notare ove e ‘stato le societa’ dopo che va ( ottimo nei tempi di fuga ) retrocedono con il bilancio messo male e poi falliscono vedete un po’ la lista dove e’ stato bari siena trapani palermo !!! sembra un uragano …… Ha parma e’ scappato con 60-70 ml di riscatti da fare pigliandosi i meriti di aver fatto mercato senza fondi … la differenza e’ che tra i 20ml dei cinesi e le ricapitalizzazioni dei parmigiani e ultimo krause hanno chiuso la voragine ( mentre il ghiro non copriva povero leonardi ) se no gli riusciva anche a parma , meriti a lui che fa dei gran paghero’ fuga al massimo livello e societa’ diciamo un eufemismo in difficolta’ economica che ………..nel giro di poco
    Al genoa il gioco con preziosi che non dorme da piedi non e’ riuscito tutto li se ne accorto subito , qui a parma lo lasciavano fare…….si fidavano ci siamo salvati per il rotto della cuffia che krause e’ arrivato con 100 ml non dico altro

  • 29 Novembre 2020 in 20:36
    Permalink

    Toh che strano! Faggiano si fa cacciare per gli stessi comportamenti tenuti a Parma e che gli hanno provocato diverse critiche. Chi l’avrebbe mai detto?

  • 30 Novembre 2020 in 12:47
    Permalink

    A Parma siamo risaliti dalla serie D alla A e non era facile (vedi Monza). Ovvio che qualche sbaglio andava messo in preventivo. Alcuni giocatori sono stati anche indovinati, vedi Gagliolo e Iacoponi, Barilla ecc.

    • 1 Dicembre 2020 in 09:47
      Permalink

      se mi dai un budjet 3 volte quello delle avversarie sia in serie c che in B ti faccio anch io due promozioni di seguito informati liverani con il lecce o la spal di vagnati o il brescia di cellino o l empoli vennero promossi con una spesa di un terzo rispetto noi

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI