PARMA-FIORENTINA 0-0 (FINALE), HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

PARMA-FIORENTINA 0-0, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-FIORENTINA 0-0, IL TABELLINO

PARMA – Sepe; Pezzella, Gagliolo, Grassi, Kurtic, B. Alves (cap.), Hernani Jr (10′ st Sohm), Osorio, Gervinho (35′ st Brunetta), Kucka, Inglese (10′ st Karamoh). Allenatore: Fabio Liverani
A disposizione: Colombi, Iacoponi, Balogh, Scozzarella, Brugman, Laurini, Cyprien, L. Valenti, Nicolussi Caviglia

FIORENTINA – Dragowski; Biraghi, Milenkovic, Ribery (cap.), Castrovilli (38′ st Bonaventura), Kouame (24′ st Cutrone), Caceres, Venuti (28′ st Lirola), Amrabat, Pulgar, Igor. Allenatore: Giuseppe Iachini
A disposizione: Terracciano, Brancolini, Duncan, Vlahovic, Saponara, Barreca, Ponsi.

Arbitro: Sig. Federico La Penna della Sezione A.I.A. di Roma 1

Assistenti: Sig. Giacomo Paganessi di Bergamo e Sig. Fabrizio Lombardo di Cinisello Balsamo

Quarto Ufficiale: Sig. Lorenzo Maggioni di Lecco

V.A.R.: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

A.V.A.R.: Sig. Damiano Di Iorio (Vco)

Ammoniti: RIbery (F), Pezzella (P), Milenkovic (F)

Calci d’angolo: 2-2

Recupero: 1’+3′

LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

Bentornati, anche se, purtroppo, solo virtualmente, allo Stadio Ennio Tardini dove il Parma, in questo sabato novembrino, affronterà la settima giornata di questo campionato; i crociati di Liverani dovranno vedersela con la Fiorentina. I gialloblù, che sino ad ora hanno conquistato cinque punti, reduci dal pareggio contro l’Inter affronteranno una viola (anche se stasera in casacca rossa) che non ha di certo brillato (anche lei) in quest’avvio di stagione.

01′ Partiti! Parma che gestisce il primo pallone di questo match e che attaccherà, in questi primi quarantacinque minuti, da sinistra verso destra

03′ recupera il pallone Gervinho ma è vigile Ribery che arresta una possibile azione in contropiede della freccia nera

04′  Pezzella interviene in modo irruento su Veneti; il calciatore della Fiorentina cade al limite dell’area del Parma e sarà quindi calcio di punizione a favore della viola vicini al vertice destro dell’area gialloblù. A battere va Biraghi che, con il suo sinistro, prova, di potenza, a spiazzare Sepe sul primo palo ma interviene Inglese che, di testa, allontana la sfera

05′ pericolosa azione dei crociati che orchestrano la propria azione offensiva attraverso i piedi di Gervinho; il pallone arriva infine a Pezzella che prova un tiro cross dall’esterno. L’estremo difensore della Fiorentina interviene con i pugni e respinge il pallone sul suo palo. Parma che, quando riesce a sfruttare la propria velocità, riesce a rendersi pericoloso

08′ punizione a favore della viola; come nell’occasione precedente è ancora Biraghi ad incaricarsi della battuta. Punizione battuta in modo potente ma Sepe è reattivo e, anche se non si fida a provare la presa, respinge il pallone con un ottimo intervento con i pugni

09′ ancora Fiorentina in avanti con un velo di Kouamè per Castrovilli, provano a chiudere la triangolazione ma Capitan Bruno Alves capisce le intenzioni ed interviene intercettando il pallone che ritorna, così, in possesso dei ducali

10′ sono appena trascorsi i primi dieci minuti del match e, anche se, chiaramente, è prematuro esprimere giudizi, è stata più la squadra ospite a mettersi in mostra in avanti, i padroni di casa, per ora, aspettano di trovare gli spazi giusti affidandosi alle proprie ripartenze

11′ bel numero di Ribery che calcia di destro verso la porta crociata, Sepe si distende bene e blocca a terra. Sarà proprio il portiere a rimettere il pallone in gioco

13′ la squadra di Liverani prova ad innescare la velocità di Gervinho con una palla lunga di Grassi ma la difesa della Fiorentina intuisce l’intenzione e si avventa a chiudere il passo alla freccia nera

15′ Parma che si mostra in avanti con un cross di Kurtic, respinge la difesa viola ma il pallone finisce per carambolare sui piedi di Osorio che carica il tiro, interviene Ribery che gli ruba il pallone

16′ scatta in fuorigioco Roberto Inglese, riparte quindi la viola e arriva al cross con Biraghi che serve Kuomé, l’attaccante prova la deviazione di testa non riuscendo, però, ad inquadrare la porta di Sepe

19′ quando sono ormai scaduti i primi venti minuti di gioco dalla panchina gialloblù si sente distintamente alzarsi una voce: è quella di Liverani che chiede ai suoi in campo di alzare il proprio baricentro per provare ad uscire più frequentemente dalla propria metà campo e tentare di pungere la Fiorentina con più concretezza

20′ Kurtic prova a servire Roberto Inglese sul primo palo ma la punta crociata non arriva in tempo per tentare la deviazione verso la porta avversaria

23′ continua il lungo possesso palla della squadra di Iachini; Parma che si difende dalla trama della viola anche se deve assolutamente trovare gli spazi giusti per uscire “dal proprio guscio”

24′ percussione crociata che avanza con Hernani; il calciatore crociato dribbla due giocatori avversari all’altezza della metà campo, serve, poi, Kucka che prova la conclusione dalla grandissima distanza. Il pallone è troppo potente e poco angolato; pallone che si disperde sul fondo

25′ ancora Parma che prova a mettere in moto il motore di Gervinho; il calciatore ha lo spazio per provare a puntare Cacares e penetrare in area ma aspetta troppo tempo e perde il pallone sul ritorno di Pulgar

26′ ancora Gervinho: contropiede dei crociati, viene servito poi Pezzella che prova a chiudere il triangolo, Fiorentina che si rifugia in calcio d’angolo che i padroni di casa si apprestano a battere dalla destra e su cui sviluppi tenta il cross Kurtic, la palla è diretta dal crociato sul secondo palo. Interviene Dragowski bloccando la sfera

29′ intervento ottimo di Grassi che riesce a recuperare il pallone su Castrovilli; viene cercato immediatamente Gervinho, motore del reparto offensivo gialloblù, è ben posizionato Cacares che interviene arrestando il possibile contropiede ducale. Il direttore di gara arresta poi il gioco per permettere l’ingresso in campo dei sanitari; dopo il duello Grassi-Castrovilli quest’ultimo è rimasto a terra. Il calciatore della viola, con un labbro sanguinante, esce poi dal campo ma sembra, in ogni modo, in grado di riprendere il proprio posto in campo

32′ nonostante il predominante possesso del pallone la Fiorentina non riesce a superare le ultime linee crociate

34′ Grassi corre un rischio su Biraghi; l’esterno commette fallo, per fortuna, l’arbitro decide solamente di richiamarlo verbalmente

35′ punizione per la Fiorentina da posizione interessante; sul pallone va Pulgar che cerca la conclusione di potenza sul secondo palo. Il tiro si rivela troppo alto per l’inserimento di un compagno; pericolo sventato per il Parma

38′ Amrabat cerca la conclusione dal limite colpendo, però, Bruno Alves; ancora nulla da fare per la squadra viola che non riesce a bucare l’ottimo muro difensivo innalzato dal Parma di Liverani

39′ Hernani perde pericolosamente il pallone innescando un possibile contropiede della viola; interviene Grassi che arresta l’avanzata di Biraghi

40′ crociati che in questi minuti finali si stanno mostrando con più costanza all’interno dell’area avversaria dopo un primo tempo sostanzialmente vissuto con un atteggiamento estremamente difensivo

41′ Ribery cade nel cuore dell’area crociata; per il direttore di gara non ci sono dubbi Osorio (il ducale autore dell’intervento sul francese) non ha commesso fallo. Prima ammonizione del match ai danni proprio dell’attaccante della Fiorentina buona, invece, sino a questo momento, la prestazione del difensore gialloblù

44′ cross nel cuore dell’area viola di Grassi; Pulgar, in scivolata, si rifugia in calcio d’angolo battuto da Hernani, tenta la deviazione di testa Bruno Alves. Nulla di fatto, nel frattempo comunicato, dallo speaker del Tardini, il tempo di recupero: ancora un minuto di gioco

Si è conclusa la prima frazione di gioco; le due squadre rientrano negli spogliatoi con il risultato ancora in perfetta parità. La viola, in questi primi quarantacinque minuti, ha ottenuto un possesso palla elevatissimo Parma che, di contro, ha messo in mostra prevalentemente un atteggiamento difensivo anche se negli ultimi dieci minuti ha provato con più convinzione a pungere l’avversaria.

SECONDO TEMPO

46′ le due squadre sono rientrate dagli spogliatoi e si stanno disponendo in questo momento sul terreno di gioco; crociati che, in questa ripresa, attaccheranno da destra verso sinistra. Iniziata in questo momento, viola che ha l’occasione di gestire il primo pallone

47′ nessun cambio operato dai due tecnici durante l’intervallo; si riparte con gli undici del primo tempo

47′ viola in avanti; Kuoamè prova la rovesciata nel cuore dell’area ducale non riuscendo, però, a dare la potenza adeguata alla propria conclusione. Pallone che termina tra le braccia di Sepe

48′ Pezzella cerca la palla di prima intezione all’indirizzo di Gervinho ma il pallone termina a lato; Parma che, comunque, sfruttando la fascia sinistra, sta provando costantemente a ripartire. Recupera poi il pallone la Fiorentina

51′ conclisione della viola che ci prova con Biraghi dopo aver vinto un rimpallo in area con Pulgar; Sepe devia in angolo. Brivido per i tifosi crociati in quest’occasione in cui la Fiorentina è riuscita con più concretezza a penetrare nel fortino ducale

54′ prime sostituzioni nel Parma: esce Inglese che lascia il posto a Karamoh, termina anche la partita di Hernani che viene sostituito da Sohm

57′ Parma che si mostra in avanti con un cross di Pezzella; rischia tantissimo Pulgar che rinvia male a centro area, interviene poi Milenkovic che calcia lontano il pallone

59′ cross di Kucka dalla trequarti; pallone all’indirizzo di Karamoh si alza, però, la bandierina dell’assistente di liena: fuorigioco dell’attaccante crociato. Parma che, però, in questi minuti sta crescendo di intensità

62′ angolo per la Fiorentina battuto da Biraghi, direttore di gara che ferma l’azione per fallo in attacco della viola

65′ palla in profondità per Kurtic pescato, però, in posizione di offside

67′ ammonizione per Giuseppe Pezzella che entra duro su Venuti

68′ prima sostituzione anche per la Fiorentina: out Kuomè, entra in campo Cutrone

72′ un altro cambio: esce Venuti, entra in campo Pol Lirola

74′ cartellino giallo per Milenkovic e calcio di punizione per il Parma da posizione interessante, sil pallone va il Capitano Bruno Alves, la sua conclusione, un destro a giro, si infrange contro la barriera. Pallone che scivola sul fondo, calcio d’angolo per i ducali dalla sinistra. Il Parma non riesce a sfruttare il corner

78′ sostituzione per i ducali: esce Gervinho il cui posto in campo è ora occupato da Brunetta

81′ punizione per il Parma dalla lunga distanza non sfruttata dai ducali; a battere va Kucka, pallone che scivola a lato

83′ cambio nella viola: esce Castrovilli, subentra Bonaventura

84′ scintille tra Brunetta e Cacares; il crociato è intervenuto duramente sul giocatore della viola. Per qualche istante l’atmosfera si fa calda, poi tutto rientra e si prosegue con il gioco senza che sia necessario un intervento da parte del direttore di gara

85′ cross di Biraghi, velo di Ribery che serve Amrabat che conclude di potenza colpendo in pieno Osorio, il difensore crociato, arresta, in tal modo, quest’attacco della viola. Brivido, però, per il Parma

90′ comunicato il tempo di recupero: ancora 3 minuti

92′ calcio d’angolo a favore della viola, si chiude bene il Parma che riesce poi a recuperare il pallone e provare il contropiede. Nulla da fare: il direttore di gara si porta alla bocca il fischietto e decreta il termine di questo match

Per il Parma cala il sipario anche su questa settima giornata di campionato, al Tardini termina a reti bianche, crociati che raccolgono un punto da questo incontro che l’ha vista fronteggiare una Fiorentina che ha sicuramente dominato sul piano del possesso palla, crociati che si sono prevalentemente difesi con ordine per affidarsi alle ripartenze in velocità. Liverani, complice la pausa per la Nazionale, potrà lavorare con più tranquillità per preparare il prossimo impegno; i crociati saranno, al ritorno, chiamati ad un incontro impegnativo saranno, infatti, attesi all’Olimpico dalla Roma. Ilaria Mazzoni

 

29 pensieri riguardo “PARMA-FIORENTINA 0-0 (FINALE), HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 7 Novembre 2020 in 20:51
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 7 Novembre 2020 in 20:54
    Permalink

    Forza Parma!

    • 7 Novembre 2020 in 21:38
      Permalink

      Mamma mia come giochiamo male
      I contrasti li perdiamo tutti
      Tra le due squadre sembra ci sia una categoria.
      di differenza.
      Come si fa a giocare così.
      Krause è in tribuna
      Secondo me a Parma verrà ancora il giorno di.. …Santa Lucia

  • 7 Novembre 2020 in 21:34
    Permalink

    Commento primo tempo: zero. Ma va bene così.

  • 7 Novembre 2020 in 21:37
    Permalink

    Buon primo tempo. Zero rischi, bene Osorio. A mio avviso la squadra stasera ha kucka in serata no ma soprattutto ha bisogno di un regista. Serve recuperare palla più alti, farla girare e invece Hernani ne fa girare sempre e solo due. Ma possiamo farcela

  • 7 Novembre 2020 in 21:41
    Permalink

    Ma è questo il gioco sempre propositivo di Liverani?

  • 7 Novembre 2020 in 21:48
    Permalink

    Per quale motivo abbiamo esonerato D’Aversa?
    Con Liverani la squadra gioca molto peggio
    Non c’è gioco
    Con questo si retrocede.
    Fa meno punti di D’Aversa
    E allora perché l’esonero?
    I misteri del calcio.
    Giochiamo con tre attaccanti
    Togliamo Kuko non in giornata
    e mettiamo Karamok
    Povero Krause in tribuna.
    Secondo me vedendo il gioco di Liverani
    HA VOMITATO

    • 7 Novembre 2020 in 22:42
      Permalink

      La tua regia gioca molto meglio? Perchè non vai a vedere loro?
      Su là, che rasa d’un cornaciò dì.
      Vogliamo limitare i commenti ridondanti?

    • 7 Novembre 2020 in 22:48
      Permalink

      Si e poi chi contrasta? Tì? Mo par pieser là, szuga con la “Playstascion” c’le n’ mej…

    • 8 Novembre 2020 in 11:13
      Permalink

      Nessuno ha esonerato D’Aversa, diciamo che se questo anno in panchina ci fosse anche lui le critiche sarebbero le stesse! Gli anni passati con D’AVERSA tanti pseudo tifosi gli anni vomitato addosso tanta cattiveria che non aveva senso, adesso si ricomincia con Liverani!!! Basta Basta!

  • 7 Novembre 2020 in 22:39
    Permalink

    Alla luce delle prossime due trasferte dovevamo assolutamente vincere questa. Molto molto male.

    • 7 Novembre 2020 in 22:53
      Permalink

      Io penso che Roma e Genoa siano squadre con le quali possiamo fare punti. Non si parte battuti, soprattutto in questo momento di incertezza per tutte le squadre.

  • 7 Novembre 2020 in 22:41
    Permalink

    La squadra sta cercando un equilibrio e giustamente si sistema la fase difensiva. Giocare a 5 ti ha permesso di non concedere occasioni ma ha tolto molto davanti. Se metti poi che kucka era in serata no, Kurtic è in stagione no, è chiaro che non crei nulla. È chiaro a tutti però, che Liverani ha già abdicato alle sue idee di gioco.

    • 7 Novembre 2020 in 22:46
      Permalink

      Si, concordo.
      Purtroppo in attacco zero su zero, ma almeno ho rivisto una difesa più che decente.
      Ahimè Kucka stasera era nullo, almeno con i piedi, Kurtic non mi risulta sia nemmeno sceso in campo.
      Ho visto bene invece Sohm che mi è piaciuto più di Hernani e il buon Brunetta ha giocato 10 minuti, ma fateci caso: è l’unico che non ha mai perso la palla. Osorio mi è piaciuto, al sgrosta…
      E’ palese: Liverani ha abdicato e gioca come D’Aversa, ma meno male! La ha capita, tardi ma la ha capita. Vediamo se con il graduale inserimento dei nuovi la fola cambia.
      Speriamo bene.
      Dalla Fiorentina mi aspettavo sinceramente di più, ma spento Ribery son spariti poi tutti.

    • 7 Novembre 2020 in 22:49
      Permalink

      Io non credo che liverani abbia abdicato alle sue idee di gioco. A prescindere dal modulo, che come ha detto in conferenza è provvisorio per mettere a proprio agio la squadra in questo periodo, oggi la squadra secondo me ha fatto vedere grandi passi avanti nel fraseggio. Abbiamo poche volte buttato la palla senza provare ad uscire palla al piede. Poi dobbiamo migliorare e miglioreremo, ma penso sia innegabile il tentativo di fare un gioco diverso da prima.

  • 7 Novembre 2020 in 22:46
    Permalink

    La strada è quella giusta. Non benissimo ma bene contro una bella squadra. Con la difesa titolare zero gol subiti. Brunetta potrebbe essere la sorpresa. Diamo tempo. Cmq ci siamo.

  • 7 Novembre 2020 in 22:54
    Permalink

    Un centrocampo da Lega Pro.
    INGUARDABILE
    Senza estro
    Senza fantasia
    Senza niente
    Senza palle
    Kucka Kurtic ed Hernani vanno sostituiti.
    NON UNO MA TUTTI E TRE.
    Senza “se” e senza ” ma”
    Brunetta e Osorio O.K.
    Agli attaccanti non arrivano palle.
    Chi glieli deve dare la difesa?
    Per me il centrocampo o no?
    Ottima stasera la difesa.
    Speriamo non sia un fuoco di paglia.
    Finalmente non abbiamo preso i soliti 2 gol.
    Non ricordo l’ultima volta che abbiamo fatto 0-0
    Correva l’anno….

  • 7 Novembre 2020 in 22:57
    Permalink

    Benissimo Osorio in difesa. Mi è piaciuto molto Sohm in mezzo al campo. Bene Brunetta i dieci minuti che ha fatto. Al completo siamo una bella squadra. Tempo al tempo

  • 7 Novembre 2020 in 23:00
    Permalink

    Siamo a un punto dalla zona retrocessione e ne abbiamo vinta una su 6. Secondo me c’è da girare con le chiappe molto strette o finisce male ma male. Io per adesso vedo delle gente presa a caso messa a caso in una mezza via tra il gioco di D’Aversa è quello che vorrebbe fare Liverani. In sostanza un gran casino ovviamente figlio di due mesi indecenti tra luglio e agosto. E di un Ds preso da Nuovo iniziò già scappati sulle scialuppe di salvataggio perché trovato che galleggiava su un’assa e gli bastava un po’ d’acqua e na grosta di pane

    • 7 Novembre 2020 in 23:25
      Permalink

      Finora non vedo nessuna squadra giocare bene. Il Parma deve salvarsi e la salvezza si raggiunge curando i punti. Uno per volta. Avrei voluto vincere a Udine e con lo Spezia ma oggi affrontavi una squadra con un organico di molto superiore. La salvezza sarà molto difficile e passerà per trovare un’identità e un’idea precisa di gioco. Se giochi 5/3/2 ti servono due esterni modello dichiara e Benarrivo, un difensore che si inserisce alla Minotti/grun e un centrocampista offensivo se no, costruisci zero con due soli giocatori offensivi. Hai preso Busi che dovrebbe avere quelle caratteristiche sulla fascia ma è già rotto secondo la nostra buona tradizione. Io penso ma è mia idea, che la squadra debba giocare a 4 dietro, rinunciando a Bruno Alves. Però Osorio visto oggi, mi sembra a proprio agio a 3 perché gioca sull’uomo e cerca molto l’anticipo. Non credo vada bene a 4. In questo Liverani credo abbia visto giusto. Vedremo Valenti se sarà adatto e se lo sarà a due o tre. Per assurdo il vero problema è in mezzo al campo. Sohm è più completo di Hernani e forse cyprien , ma non è proprio regista. Forse lo schema giusto potrebbe essere un 3/4/1/2, mettendo due mediani alla zoratto e cuoghi. Speriamo bene

  • 7 Novembre 2020 in 23:00
    Permalink

    Liverani sta saggiamente assestando la coesione dei nuovi innesti .
    Bene Osorio e Sohm buon regista sperando di non vedere piu Hernani troppo lento e pasticcione in quel ruolo.
    Brunetta e’ uno veloce di pensiero e gambe, gli altri arriveranno piano piano.
    Sono convinto che il vero Parma ci sara’ svelato fra 3 o 4 partite.
    Forza ragazzi

  • 7 Novembre 2020 in 23:01
    Permalink

    Prima della partita avrei firmato per un pari per il semplice motivo che non siamo ancora a posto per vari motivi ed era importante muovere la classifica. Addirittura due giocatori che hanno giocato stasera erano guariti dal covid a metà settimana, devo dire che uno mi è piaciuto molto Osorio, Brunetta ha giocato troppo poco per poterlo giudicare, ma mi ha comunque dato la sensazione di sapere giocare al pallone e di essere dotato di buona grinta, Sohm mi ha impressionato nel ruolo a lui più congeniale ha recuperato vari palloni, e non ne ha sprecato uno dando la sensazione di essere molto veloce di pensiero e di avere delle capacità notevoli per l’età che ha . Tutto sommato abbiamo creato poco ma abbiamo rischiato anche poco. Il nostro campionato comincia dopo la pausa e dovremmo cominciare a vedere qualcosa di più, perché gli alibi finiscono.

  • 7 Novembre 2020 in 23:07
    Permalink

    Nel calcio occorre la fortuna di affrontare le squadre nel momento giusto, la Fiorentina di oggi non avrebbe perso con nessuno, se giocavamo contro la samp avremmo vinto a mani bassi perché avevano la pancia piena.
    Liverani sta trovando gli equilibri, prime giornate bene in attacco ma malissimo dietro, ora stiamo sistemando la difesa (anche grazie al recupero degli assenti) ma facciamo più fatica in attacco, è normale.
    I nuovi tutti molto bene, Osorio roccioso con due piedi discreti, Sohm una diga e Brunetta ha un tocco di palla sopraffino. Ottime premesse.
    Peccato perdere diversi giocatori per le nazionali, questa squadra ha bisogno di lavorare insieme.
    Giochiamo così a Roma e avremo chance di fare punti come contro l’Inter. Poi dopo inizierà il nostro vero campionato.
    Sempre e solo forza Parma

  • 7 Novembre 2020 in 23:20
    Permalink

    Qualcosa si comincia a vedere, Osorio grande partita, Brunetta, 10 minuti con buone indicazioni, Sohm buona personalità e prestazione fisica, tra i “vecchi” buone prestazioni di Pezzella e Grassi. In questo momento bisogna fare di necessità virtù, sono stati fatti solo 3 allenamenti con quasi tutti i titolari, per il futuro sono fiducioso.
    Sempre Forza Parma

  • 7 Novembre 2020 in 23:32
    Permalink

    mettetevi d accordo criticavate liverani perché doveva giocare con il modulo più adatto ai giocatori adesso lo criticate perché gioca come d aversa !!! cari signori allora siete solo prevenuti a voi basta criticare ……. e poi basta d aversa se ne andato lui non avete capito non accettava il ringiovanimento della rosa

  • 7 Novembre 2020 in 23:38
    Permalink

    comunque mi spiace per i criticoni ma mi spiace veramente perché mi sa tanto che il parma si salverà e incasserà 100 ml di plusvalenze alla faccia di faggiano !!! se il giorno si vede dal mattino permettetemi di dire che Carli le bon !!!!! OSORIO io non so se gioca sempre così o e stato un caso ma se questo è il suo standard tanta roba !!!!! anticipa e non sbaglia una palla !!! SOM a 20 anni ma e un trattore di valore !! non perde palla e imposta pulito !!! cipryien apoena entra in forma e fortissimo lo dicono tutti Brunetta e il classico argentino bello tosto insomma direi che siamo sulla via giusta

  • 7 Novembre 2020 in 23:56
    Permalink

    Centrocampo nullo.
    Malissimo Kurtic Kuko ed Hernani
    Bene Onorio Sohm e molto bene BRUNETTA
    Kuko mettiamola al suo posto a centrocampo e
    Brunetta mettiamola come trequartista.
    La bella notizia è che non abbiamo preso gol
    L’ultimo 0-0 non lo ricordo
    Deve essere passato molto tempo.
    Correva l’anno….

  • 8 Novembre 2020 in 09:26
    Permalink

    Rispetto alla partita con l’Inter direi un passo indietro in fase di impostazione, colpa della pessima prova di Hernani e Kuko, di Kurtic direi praticamente non pervenuto come a Milano, che non era serata lo si è capito dai tiri e cross sbilenchi effettuati dai due già da subito, quindi i rifornimenti per le punte praticamente zero. Buone impressioni dalla difesa e dai nuovi, ora speriamo che Liverani trovi per il centrocampo le giuste mosse perché i giocatori ci sono.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI