PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / AL MEAZZA DOLCETTO & SCHERZETTO. EBBENE SI’ GERVAIS C’E’!

* La prestaszion

(Mauro “Morosky” Moroni) – Vi aspetto alle 18 di sabato 31 ottobre al Meazza: dolcetto o scherzetto? Ora si potrebbe pure festeggiare Halloween visto che siamo quasi “americani”! Succa voda, suclen e suclon: mi accontenterei di un bel 2-2, ma anche 3-3, purché si porti a casa il risultato!”: questo, prima dei saluti finali, era l’auspicio presente nell’articolo di presentazione della gara, detto fatto e, tutto bene ciò che finisce bene (mo ghè manchè poc ca la ciapisen in tel ciapett propria all’ultim minud).
Diciamo pure che eravamo partiti maluccio, nel senso che, dal nostro centro destra, in 5 minuti sono arrivati subito 3 pericoli per Sepe, forse per effetto dell’emozione iniziale di Balogh e del fatto che, l’avversario che aveva di fronte (leggasi Perisic), più esperto e navigato, oltre che tecnico, lo anticipava mettendolo in difficoltà: gli interisti hanno giocato sempre e solo nella nostra metà campo, non abbiamo mai tirato in porta e, nel computo totale, ci sono stati 15 corner a loro favore contro 2 per noi!
Ciò nonostante, la squadra ha sempre giocato compatta, ben chiusa ma, prima o poi, da e ridai, finisce che salta fuori qualche palla gol, prima frazione che si chiude sullo 0-0; il secondo tempo inizia con un recupero palla a centrocampo, sfera ad Hernani che, di prima, effettua un lancio di 40 metri per lo scatto di Gervi il quale, di piattone sinistro, al volo, la mette all’incrocio alla sx di Handanovic. Grande azione, ottimo lancio e gol da antologia, da Guinness dei Primati! 0-1.
Tra una sostituzione e l’altra, al 61° il raddoppio (sotto descritto), 0-2, mentre, nel frattempo, la nostra metà campo vedeva sempre almeno 19-20 uomini presenti in modo stanziale: il doppio vantaggio è durato solo 2 minuti, era il 63° e Brozovic, con una traiettoria anche fortunata, l’ha messa a fil di palo, 1-2! Su questo punteggio, da un traversone proveniente dalla loro destra, ritengo che, a causa di uno scomposto intervento del giovane Balogh, non sia stato concesso un evidente rigore ai nerazzurri (atterramento-affossamento di Perisic a 2 metri dalla porta); certamente, un episodio a noi favorevole, ha fatto si che la gara non venisse modificata diversamente a nostro sfavore.
Si arriva al 90°, 4 minuti e 30 di recupero e, proprio al 92°, arriva il pareggio, punizione dalla nostra destra, tiro forte e teso di Kolarov, spizzata del croato Perisic e palla imparabile per “Gigi”, 2-2: al 94° poteva arrivare la beffa, ma un coraggioso recupero di Balogh ha fatto si che Vidal non colpisse bene di testa mandando a lato il tiro del possibile, da 0-2 a 3-2, bene così, risultato forse giusto, prestazione di grande sofferenza, ma convincente, da apprezzare in toto l’impegno del gruppo e di tutti coloro che sono scesi in campo: grazie Parma! 

* I migliori *

  • Gervinho: nel primo tempo, seppur in fuorigioco, era stato autore di una fiammata che aveva portato al tiro Cornelius, unica occasione verso la porta avversaria; nel secondo tempo, boom boom, due gol, uno più bello dell’altro (genio e sregolatezza, ma le sue giocate, quando entra in partita, spaccano, fanno esplodere la gara: chapeau freccia nera!)
  • Grassi: oggi, con Balogh, Iacoponi e Gagliolo, tre centrali, lui è Pezzella fanno i “quinti”: grande partita di sacrificio, contenimento, interdizione e battaglia su tutti quelli che transitavano in quella zona, a volte Darmian, a volte Perisic, Herikssen o Brozovic; grande prestazione!
  • Pezzella: altra grande prestazione, alla luce del fatto che è riuscito a limitare le percussioni di Hakimi, cliente velocissimo e molto pericoloso: giocatore rigenerato!
  • Sepe: una parata “zoffiana” su Ranocchia (con palla ribattuta sulla riga) che ha del miracoloso; sempre sicuro sui traversoni alti, nessuna colpa sui gol in un pomeriggio difficile, sempre sotto assedio dal primo al 94°: bravo ragazzo però, cambia procurador vah! 
  • Inglese: con lui in campo si riesce pure a metter giù qualche pallone aereo-spaziale e quindi si gioca pure rasoterra col doppio scopo di far salire la squadra e mantenere la palla lontano dalla zona calda (prendere nota, andandolo a rivedere, del passaggio rasoterra, filtrante in verticale verso la porta, per un magnifico Gervi che insacca con freddezza di destro, boom boom, 0-2 e palla al centro).
  • Kuko: sono tre settimane che vado sostenendo (come ammesso da Liverani) che lui, essendo centrocampista completo e polifunzionale, renda sicuramente al meglio in questa posizione (per la serie, senza stravolgere il banco, mettiamo i giocatori a loro agio, ognuno nel proprio ruolo, salvo le emergenze che non devono diventare abitudini!): grande Kuko, lotta, grinta, corsa e tanta, ma tanta maruga, dabon!
  • Buone prestazioni per tutti gli altri, al di sopra della sufficienza !!

* I gol ciapè * (tredesz,  poc pu che due gol/gara)

Mertens, Insigne, Soriano (2), Skow Olsen, Palacio, Samir, aut. Iacoponi, Pussetto, Chabot, Agudelo, Brozovic, Perisic

* I marcador Croszè *  (8 gol )

  • 2 Hernani, Gervinho
  • 1 Kurtic (Jasmin), Karamoh, Gagliolo, Kuko

* I nostar cartlen geld *

  • 02 Kucka, Alves, Hernani
  • 01 Pezzella, Laurini, Brugman, Iacoponi, Grassi, Sohm

* I risultati del 6° Turno * 

1-2 CROTONE-ATALANTA (Sabato 31/10 ore 15.00)
2-2 INTER-PARMA (ore 18.00)
3-2 BOLOGNA-CAGLIARI (ore 20.45)

1-2 UDINESE-MILAN (Domenica 01/11 ore 12.30)
1-4 SPEZIA-JUVENTUS (ore 15.00)
3-4 TORINO-LAZIO
0-2 NAPOLI-SASSUOLO (ore 18.00)
2-0 ROMA-FIORENTINA
1-1 SAMPDORIA-GENOA (ore 20.45)

3-1 VERONA-BENEVENTO (Lunedì 02/11 ore 20.45)

* Il Borsino *

Il punto, semi insperato, è sicuramente un balsamo rigenerante, un’iniezione di ottimismo e fiducia per tutto l’ambiente: ora, naturalmente, ci sarà da recuperare gli altri indisponibili, io direi BRUNO ALVES su tutti perché, con la sua presenza, esperienza, stazza fisica e leadership, risistemerà le amnesie difensive permettendo a Sepe di non chinarsi a raccogliere palloni nella rete almeno due volte per gara, a cominciare dalla Fiorentina magari, altra gara difficile, ma non impossibile, da giocare, da non sottovalutare e, possibilmente, da vincere!

Dopo sei gare, considerando criticità, infortuni, indisponibili e preparazione dei nuovi arrivati, a mio avviso ci manca il punto di Udine (due di meno per i friulani) e, forse, pure uno col Napoli in quanto, per un ora, nessuno si è fatto male, poi, in 10 minuti ci siamo impappinati da soli nei pressi dell’area, nador e pit!: non si può recriminare sul latte macchiato (versato) e quindi ci teniamo stretti quei 5 punticini (col Bologna siamo stati massacrati, a Udine e con l’Inter ci siamo fatti infilare nei minuti finali mentre, con lo Spezia, è successo a noi, niente da dire su arbitri né su Var, meditate sempre il dare e l’avere!)

Nella classifica “sporca”, (quella che, per ora, ci vede coinvolti), si evidenziano i seguenti risultati a noi favorevoli:

* sconfitte per Crotone (1), Torino (1), Udinese (3), Spezia (5), Benevento (6), Fiorentina (7), Cagliari (7)
* pareggio per il Genoa (5) – una gara da recuperare
* vittoria per Bologna (6)

Come diceva Liverani, vai a letto la sera con una situazione, il giorno dopo si fanno i tamponi e cambiano nuovamente le carte in tavola, ma ecco quella che poteva essere più o meno la formazione Crociata degli indisponibili dei giorni scorsi, giusto per darvi il valore tecnico, ma senza usare assolutamente nessun tono ironico (fuori luogo)

Selezione Indisponibili” 

COLOMBI

BUSI   OSORIO   BRUNO ALVES   LAURINI

NICOLUSSI CAVIGLIA   SCOZZARELLA   BRUNETTA

INGLESE   CORNELIUS   MIHAILA

Per l’occasione, sono stati convocati,  anche i “bomber fragili” che, in questo momento, sono/erano sani, abili ed arruolati e, se dovesse servire, pure Alberto Grassi che, circa gli infortuni, hai lui, è abbastanza scalognato!

Se riuscissimo a recuperare qualche ragazzo, si darebbero ulteriori opportunità a squadra e allenatore per la prossima gara interna, cercando, nel contempo, di fornire ancora una prestazione di spessore, sulla falsariga di quella di Milano.

Ecco qui, comunque, la situazione secondo l’ultimo bollettino emesso ieri sera dal club (ma ovviamente suscettibile dell’umore dei tamponi e dintorni):

Bruno Alves, Jacopo Dezi e Matteo Scozzarella hanno lavorato con i compagni §
Lavoro differenziato e terapie per Maxime Busi, Vincent Laurini e Valentin Mihaila.
A seguito della sintomatologia dolorosa comparsa al termine del primo tempo della gara contro l’Inter, Andreas Cornelius si è sottoposto oggi ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato una lesione di I grado della giunzione miotendinea del bicipite femorale sinistro. Il calciatore ha già iniziato le terapie del caso.

Lesa fer, porta pasenszia, tola su dolsza: qui Morosky, a voi StadioTardini!

Buon campionato a tutti,

cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

E RICORDATEVI DA MOZZONI STORE IN GHIAJA I SOUVENIR DEL DECENNALE

MAGLIETTA 10 EURO

CAPPELLINO 5 EURO

MASCHERINA 5 EURO

GRATIS L’AUTOGRAFO DI MOROSKY “MISTER TARDINI”…

INFO E PRENOTAZIONI 320.897.24.00

 

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / AL MEAZZA DOLCETTO & SCHERZETTO. EBBENE SI’ GERVAIS C’E’!

  • 3 Novembre 2020 in 14:39
    Permalink

    Hai messo Inglese infortunato?
    Dai Moro non scherziamo col fuoco.

  • 3 Novembre 2020 in 14:43
    Permalink

    Bobby English ci vuole eccome
    Entriamo in.campo con
    Parma 0 Fiorentina 2
    come da prassi domenicale.
    Senza Bobby come fai a farne 3?

  • 3 Novembre 2020 in 15:16
    Permalink

    Parma 2 Fiorentina 0 ,
    Let’s think strong …. not like losers ….. Krause is a winner …get on the band wagon of our winning President or you will be always be a miserable loser …
    Forza Parma ,
    Rocky Marciano
    Mohammed Ali’
    Mike Tyson

    • 3 Novembre 2020 in 16:53
      Permalink

      Ma Straje’ due gol esclusa la partita col Verona.
      li prendiamo sempre da questa primavera
      quindi si parte sempre,dovendo vincere
      fare due gol.piu’ degli avversari e quindi
      sapendo che due gol li prendiamo sempre
      PER VINCERE, al fischio d’inizio dobbiamo
      come da prassi consolidata nel tempo fare 3 gol.
      Il Parma 2 – Fiorentina 0 come dici tu
      è solo nei sogni di chi ha passato una triste gioventù.

    • 3 Novembre 2020 in 18:05
      Permalink

      Grande Strajè, giusto, giustissimo…il risultato sarà quello.
      D’altronde come dar torto a questi popò di pugili !!!

  • 3 Novembre 2020 in 16:58
    Permalink

    E intanto oggi è finalmente ritornato in gruppo Brunetta il nostro trequartista (sottolineamolo visto che c’è chi scrive che non abbiamo un trequartista in squadra). Questo è un recupero molto importante.
    Adesso la rosa comincia ad allungarsi ed il mister avrà diverse alternative tra cui scegliere per modificare l’approccio tattico alla partita e la gara in corso.
    Sempre e solo forza Parma

    • 3 Novembre 2020 in 18:07
      Permalink

      Non vedo l’ora di vedere sul campo Brunetta. Se abbiamo pescato il jolly, ode a Carli.

  • 3 Novembre 2020 in 18:15
    Permalink

    Comunque Morosky, come avevo già scritto in altro post, Gervinho c’è e ci sarà, perchè nonostante qualche flessione dovuta anche alla stagione assai strana, rimane sempre un fuoriclasse. Detto questo avevo anche scritto, e lo ribadisco con assoluta convinzione, che il gioco di Liverani è molto simile a quello di Rudy Garcia, allenatore faro di Gervinho. Lo ha voluto alla Roma e lo ha esaltato alla Roma. Il secondo gol all’Inter è l’emblema di quello che Gervinho sarà in futuro, ovvero scatti brevi e tagli sotto porta poichè non si possono pretendere scatti continui da centometrista per eventuali contropiedi come gli anni scorsi. Vedrai Morosky il nuovo Gervinho, sempre più nella manovra offensiva di Liverani. Penso il nostro allenatore abbia capito che un giocatore del genere non puoi non esaltarlo nel fraseggio dai e vai sotto porta e nei tagli che speriamo il futuro trequartista saprà regalare alla freccia nera. Avanti crociati !

  • 4 Novembre 2020 in 01:09
    Permalink

    Da quando non c’è Alves soffriamo da matti sulle palle inattive. Non sono un caso i gol presi a Milano e a Udine.

  • 4 Novembre 2020 in 12:17
    Permalink

    Gasperini mi sa che quest’anno balla meno..il giochino si sta scaricando e probabilmente anche l’Ovomaltina prescritto dall’ex medico strisciato bianconero che prendono in abbondanza a colazione a Zingonia sta smettendo di fare effetto come nei primi tempi e magari provoca qualche fischione. Detto questo Cornelius imbarazzante al pari del gemello (non del gol) ma di corsia ospedaliera Inglese. Noi in pratica con due centravanti ne facciamo 1/3 di uno normale. Locdaun permettendo sono curioso di vedere Carli a gennaio cosa farà (anche se mi auguro vivamente che non ci sia più ovviamente). Se prenderà ancora alla carlona (o meglio carlina) a caso o se andrà a prendere fantasista e punta.

  • 4 Novembre 2020 in 23:03
    Permalink

    Brunetta l’Angela dei ricchi (gli altri) e poveri (noi in conferense press a luglio)

I commenti sono chiusi.