PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LA NOSTRA STORIA: PARM AMARCORD (MIGA), ANNO 1925

(Mauro “Morosky” Moroni) – Questa che vado a proporre oggi è una storia vera, una pagina sportiva che pochissimi lettori (me compreso) hanno potuto vivere: io la definirei pure, da “libro cuore”, da parte di un “anziano tifoso”, il Sig. Arturo Friggeri, (scomparso), che, nell’anno 1925, esattamente 95 anni fa, fece sviluppare una stupenda foto, rigorosamente in bianco e nero, che ritraeva i calciatori Bianco Crociati prima della gara decisiva con la Novese, che consentì ai nostri, vincendo 3-2, di conquistare la Promozione in quella che, all’epoca, era definita Prima Divisione Nazionale! (Ossia la progenitrice della Serie A).

Questo signore si chiama Edmondo (figlio del “tifoso Arturo” di cui sopra), un caro amico il quale, essendo a conoscenza della mia viscerale passione per il Paerma, mi ha messo a disposizione la foto per divulgarla, tramite il nostro sito, a quei tifosi più attempati e longevi (ultra centenni) che potrebbero aver visto le gesta di questi atleti del secolo scorso, 12 anni dopo la fondazione del fu primo Parma Calcio cittadino e dei giovani di oggi che è bene conoscano la nostra Storia. Diamo così seguito, come opera di divulgazione, all’articolo della scorsa settimana del direttore Majo che prese spunto da una curiosità espressa nello spazio commenti dal nostro lettore Nolan per parlare di quando la nostra squadra giocò ad inizio Anni Ottante con delle casacche da catalogo Adidas dopo la temporanea rottura con l’abituale fornitore di allora Umbro, maglie di cui ora, grazie al collezionista Francesco Frignani siamo in grado di pubblicare la foto a colori della versione in verde (esposta al Museo del Parma Ernesto Ceresini. 

Con l’aiuto di “Wikipedia” faccio un piccolo riassunto degli albori del Parma culminati con la promozione in Prima Divisione nel 1925:

Il calcio a Parma era, nei primi anni del Novecento, poco più che un passatempo o un “dopolavoro” e si praticava nei campi militari della città, quali il “Campo di Marte” (la piazza d’armi della “Cittadella”) o i “Campi Marchi”, sempre a Sud del centro storico. La prima partita di cui i giornali dell’epoca hanno riferito notizia, è stata una sfida del 1911 fra gli studenti della Pro Verdi e della Juventus di Salsomaggiore, finita 0-1. La Pro Verdi (che vestiva i colori cittadini in una casacca a scacchi gialli e bleu), venne ufficialmente istituita come Verdi Foot Ball Club il 27 luglio 1913, nell’ambito dei festeggiamenti per il Centenario della nascita di Giuseppe Verdi; il 28 Settembre la nuova compagine disputò l’unica edizione della “Coppa Verdi”, organizzata per l’occasione. Il club, tuttavia, si sciolse alla fine del 1913 e si unì al nascente Parma Foot Ball Club, dopo un’assemblea tenutasi il 16 dicembre presso un bar di Via Saffi a Parma. L’euforia per la fondazione della squadra e delle prime amichevoli contro le compagini limitrofe (Reggio Emilia, Modena, Cremona e Carpi) si spense immediatamente con l’entrata in guerra della nazione, nel primo conflitto mondiale: nove giocatori furono chiamati alle armi, cinque dei quali caddero nei combattimenti.

Finita la guerra, la voglia di ricominciare era evidenziata dai milleduecento soci della squadra. Due giocatori (e dirigenti) del Parma Foot Ball Club, Ugo Betti e Torquato Rossini, idearono una nuova divisa: la maglia bianca con croce nera sul petto (mentre le prime maglie da trasferta furono invece blu con croce gialla, a richiamare i colori cittadini, indossate anche dalla squadra giovanile dei “Boys”). L’altra novità era la necessità di avere un campo da gioco degno di questo nome. Furono indicate varie zone della città per l’insediamento del futuro impianto: zona Marchesi (a nord della città, tra Viale Piacenza e Via Golese) e zona Stradone Umberto I. Venne scelta quest’ultima, maggiormente accessibile e vicina al centro cittadino. Nel frattempo la squadra che partecipava stabilmente nella massima categoria regionali, venne inserita nella Seconda Divisione nazionale, dopo la sconfitta nello spareggio contro il Treviso disputato a Verona. Il 31 dicembre del 1922 il presidente Ennio Tardini posò la prima pietra dello stadio comunale a cui, dopo la sua morte, di lì a poco, venne intitolato.

Nella stagione 1924-25, la squadra si giocò la promozione nella massima serie nazionale contro la Novese. Finì 3-2 con la seguente formazione crociata: Rossi, Franzini, Sacchi, Mistrali, Gobbi, Tassi, Rebecchi, Rossini, Mattioli, Penzi, Mazzoni, e le reti di Sacchi, Rossini e Franzini. L’anno seguente il Parma pagò duramente l’impatto con la Prima Divisione: inserito nel Girone B con JuventusMilan e Genoa. La classifica finale impietosa pose il Parma al penultimo posto davanti al solo Mantova con soli 12 punti. Il Parma tornerà da lì in poi a navigare nella cadetteria nazionale (prima detta “Prima Divisione Nord” e poi definitivamente “Serie B“).

Questa è la storia originale, 107 anni di Parma Calcio: qui sotto posto la foto di una formazione relativa al campionato 2015-2016, Lega Nazionale Dilettanti, in una delle prime gare di quel campionato che fece da apripista al trittico di promozioni, dalla Serie D alla Serie A, *come noi nessuno mai* che rimane un fiore all’occhiello di questa attuale società, un marchio positivo ed indelebile targato Nuovo Inizio (con Marco Ferrari gran regista di quella proprietà) che, senza tante chiacchiere o proclami ad alta voce, ha vinto, ha prodotto risultati, ha investito dei soldi di tasca propria e, da non calciofili, per loro stessa ammissione, da subito, da sempre, aveva stabilito un percorso, un piano sportivo che, alla fine è risultato vincente – e quanto vincente! – sotto agli occhi di tutti, tifosi e non, cornaccioni criticanti, sempre e a priori, qualsiasi decisione venisse presa, anno per anno, ma lasciamo perdere, questa è un’altra storia; la formazione di cui sopra,  da sinistra verso destra, in piedì: Giacomo “jack” Ricci, Lorenzo “Lollo” Adorni, Luca “The Wall” Cacioli, Kristaps Zommers, Alessandro “Ale 6 leggenda” Lucarelli; sempre da sinistra a destra, semi inchinati, Daniele “Micio” Melandri, Marcello Sereni, ora un trio di piccoletti a me molto graditi: Fabio Lauria, Francesco “Ciccio” Corapi, Davide “Codinho Giorgino  e Riccardo “bomber” Musetti, primo goleador di quel campionato da squadra imbattuta; ai lati, Crocifisso Miglietta e Cristian Longobardi; un caro saluto a Ermes Fulgoni, a Mister Gigi Apolloni, al Presidente & Mister Nevio Scala, alla Dirigenza Tecnica ed a tutto lo staff nonché agli altri componenti della rosa: Guazzo, Fall, Panciroli, Saporetti, Simonetti, Benassi, Traykov, Rodriguez, Mulas, Mazzocchi, Baraye, Agrifogli, Fanti, Contu, Sowe Musa Balla, Ciotti, Cotticelli, Vignali, Filippo Donati.

Un particolare ringraziamento all’amico Edmondo per questo speciale contributo che ci ha permesso di rivivere la storia dei primi anni del Paerma calcio, dal lontano 1913 ad oggi.

Amarcord (miga)

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

 

E A PROPOSITO DI MAGLIE, NON VI PUO’ MANCARE QUELLA DEL DECENNALE DI STADIOTARDINI.IT CHE TROVI IN ESCLUSIVA DA MOZZONI SPORT ASSIEME AGLI ALTRI GADGET

MAGLIETTA 10 EURO

CAPPELLINO 5 EURO

MASCHERINA 5 EURO

GRATIS L’AUTOGRAFO DI MOROSKY “MISTER TARDINI”…

INFO E PRENOTAZIONI 320.897.24.00

Stadio Tardini

Stadio Tardini

4 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LA NOSTRA STORIA: PARM AMARCORD (MIGA), ANNO 1925

  • 14 Novembre 2020 in 10:46
    Permalink

    Ottimo articolo Mauro, essendo che abito così lontano da Parma … trovo questo tipo di articolo ancora più interessante. Le interviste alla storica Tifosi di Parma hanno un valore enorme.
    Cordialmente
    Strajé

    • 14 Novembre 2020 in 11:07
      Permalink

      ….i tuoi articoli sono sempre interessanti…non annoiano mai….in tutta sincerità e senza offesa x nessuno…x me sei INSUPERABILE !!!!
      Malu’

  • 14 Novembre 2020 in 15:53
    Permalink

    Bellissimo ed interessante articolo, la storia antica e quella recente hanno in comune la fenice (sulle attuali maglie), che risorge dalle proprie ceneri, più forte che mai.
    Bravo Morosky.
    Sempre Forza Parma

  • 15 Novembre 2020 in 00:20
    Permalink

    Bella storia 😉

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI