BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CON LE UNGHIE, CON I DENTI

(Claudio Mastellari) – Ma quanto è bello il Parma che vince?

Ma quanto è bello vincere (ancora) contro il Genoa?

Lo dico oggi e l’ho sempre detto, la squadra più bella è quella che fa i 3 punti.

La partita di ieri è stata l’evoluzione naturale delle ultime prestazioni, una sorta di “o la va o la spacca”. La difesa a quattro, il cambio in regia, alcuni atteggiamenti diversi hanno effettivamente cambiato faccia (o meglio facciata) al Parma di Liverani. Kucka è finalmente tornato ad essere il giocatore che tutti conosciamo ed apprezziamo, Gervinho nel bene e nel male si è ripreso il suo ruolo, Cornelius ha lottato da grande vichingo e Bruno Alves nel gioco aereo continua ad avere pochi rivali in area di rigore.

Sicuramente meglio il primo tempo rispetto al secondo. Tante occasioni sprecate, alcune molto pasticciate dagli attaccanti che, ad oggi, non hanno ancora movimenti fluidi e ben definiti.

Del resto, per risalire, da qualcosa bisognava partire e credo che partire dalla partita di Genova sia un bel punto di partenza. Ma attenzione, da qui bisogna solo migliorare, mai pensare di avere fatto una grande partita, perché il Genoa non è assolutamente una compagine competitiva in questo momento.

I problemi fisici continuano ad essere la costante di questa rosa: purtroppo anche ieri due cambi su quattro sono stati obbligati da infortuni e addirittura abbiamo chiuso la partita in inferiorità numerica a causa dell’infortunio di Grassi. Non certo una lettura della gara facile per il mister.

Ora sarà importante affrontare “il Benevento dei miracoli” con tanta testa, loro arriveranno al Tardini forti del risultato altisonante di sabato scorso, ma noi dovremo avere la consapevolezza di poterli battere, con le unghie e con i denti. Claudio Mastellari

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CON LE UNGHIE, CON I DENTI

  • 1 Dicembre 2020 in 15:21
    Permalink

    Sottolineo quanto sia importante Scozzarella per i nostri equilibri. Ieri partitone.

I commenti sono chiusi.