CARLI: “AL RIENTRO DALLE VACANZE STAREMO IN RITIRO A COLLECCHIO PERCHE’ DOBBIAMO MIGLIORARE NELL’ATTEGGIAMENTO” “

(www.parmacalcio1913.com) – Il commento del direttore sportivo del Parma Calcio Marcello Carli al termine del match:

“Un bilancio? Mi aspettavo di finire meglio, non abbiamo finito bene. La squadra dopo la gara contro la Roma aveva dato segnali diversi, perchè comunque ha fatto dei risultati, come ad esempio il pari con il Milan, la vittoria a Genova, sembrava che la squadra avesse intrapreso un percorso diverso. Di queste due ultime partite non siamo contenti. La realtà è questa, e questo ci deve far star male, purtroppo passiamo un Natale non buono, io personalmente lo passo brutto. Ora stacchiamo due o tre giorni e quando si rientra si andrà al Centro Sportivo, staremo in ritiro perché dobbiamo migliorare nell’atteggiamento“.

“Quello del cambiare rischia di diventare un alibi, io sono il responsabile, ho potuto lavorare, fare quello che avevamo in testa di fare, sappiamo che è un’annata difficile, che bisogna lottare per salvarsi, nessuno si illude che gli obiettivi siano altri, però dobbiamo migliorare al di là degli episodi che oggi non ci hanno premiato. Il primo responsabile sono io, dobbiamo fare di più. Oggi era una partita sporca, il Crotone si gioca la sua partita con le sue armi, dobbiamo giocare meglio queste partite; abbiamo preso due gol con troppa leggerezza, certo abbiamo avuto delle occasioni ma bisogna fare di più, non sono contento come non lo è nessuno. Il primo che deve mettersi in discussione sono io, testa bassa e pedalare”.

“Il mercato è l’ultimo dei pensieri, se no rischia questo di essere un altro alibi. Dobbiamo crescere tutti, cominciando con i giovani che devono inserirsi velocemente e crescere in mentalità, capendo che in Serie A ogni pallone è il pallone della vita”.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

27 pensieri riguardo “CARLI: “AL RIENTRO DALLE VACANZE STAREMO IN RITIRO A COLLECCHIO PERCHE’ DOBBIAMO MIGLIORARE NELL’ATTEGGIAMENTO” “

  • 22 Dicembre 2020 in 22:08
    Permalink

    Finalmente parla dopo 3 mesi! Se si sente il primo responsabile levi le tende. Nessuno lo rimpiangerà, lui e i suoi giovani pipponi.

  • 22 Dicembre 2020 in 22:10
    Permalink

    Sia liverani che Carli hanno ammesso le loro colpe, e allora dimettetevi….

  • 22 Dicembre 2020 in 22:18
    Permalink

    Non si capisce perché Carli non parli di mercato. E’ evidente che la squadra non è stata costruita bene e servono nuovi innesti, soprattuto in attacco, ma credo anche in panchina…

    • 22 Dicembre 2020 in 23:35
      Permalink

      Vittorio, Carlo non.parla di mercato
      perché è cosciente che non lo farà
      Esonero a ore speriamo.

    • 23 Dicembre 2020 in 06:03
      Permalink

      Un Parma deludente, con questo pressing ma privo di idee. La difesa troppo fragile. Avere ammesso che così non va bene è buono, speriamo in un cambio di marcia nell’anno nuovo. Secondo me parlare di dimissioni è ancora presto. Buon Natale Parma sempre nel mio cuore.

  • 22 Dicembre 2020 in 22:22
    Permalink

    Vai a LAVORARE !!

  • 22 Dicembre 2020 in 22:29
    Permalink

    Dopo Natale prosegui pure le vacanze forzate. Cambia mestiere che in qualsiasi altra cosa riesci intanto meglio.

  • 22 Dicembre 2020 in 22:36
    Permalink

    Esonero immediato

  • 22 Dicembre 2020 in 22:40
    Permalink

    Carli ammette le responsabilità… liverani anche… presidente krause le hanno fornito un assist a porta sguarnita.

  • 22 Dicembre 2020 in 22:40
    Permalink

    Gli americani stanno al calcio come io alla meccanica quantistica, we are parma, chapeau

  • 22 Dicembre 2020 in 23:00
    Permalink

    Carli non ti vogliamo più
    Sei Carli un indesiderato ospite.
    T0OGLI IL DISTURBO
    HAI FALLITO
    IN RITIRO VACCI TU MA LONTANO DA PARMA
    E PORTATI VIA LIVERANI
    VATTENE VIA DIMETTITI
    PUSSA VIA

  • 22 Dicembre 2020 in 23:03
    Permalink

    Già capito che Krause lascerà la squadra al proprio destino. No soldi investiti nel prossimo mercato, avanti con le minchiate fatte. Carli non ha idea di chi prendere e per Liverani esiste solo Saponara. Finito il mercato

  • 22 Dicembre 2020 in 23:45
    Permalink

    Carli è di livello talmente infimo che è come sparare sulla croce rossa. Basta dire che aveva preso Traoré e che la settimana scorsa aveva detto che ci salveremo senza problemi, salvo stasera dire il contrario. Purtroppo non si dimetterà mai perché a parte Nuovo Inizio non lo prenderebbe nemmeno Tuttolomondo per il Palermo. Ergo Krause oleaste caccialo non farcelo mai più vedere. Lui, Cyprien, Valenti(? ma chi ha preso costui????), Busi e Mihaila.

    • 23 Dicembre 2020 in 02:39
      Permalink

      l ha preso la vecchia gestione e il regalo avvelenato sembra quasi l abbiano fatto apposta per mettere il successore in difficoltà perché non ha scelto la nuova proprietà ? rimpiango il cinese che zitto zitto ha conquistato la serie A con i suoi soldi altro che balle cari barilla !!! e poi in spagna ha vinto la B e adesso è in europe league !!! c’è ne siamo sbarazzati troppo in fretta

      • 23 Dicembre 2020 in 10:35
        Permalink

        Infatti
        i MAGNIFICI 7
        sono diventati i
        DELUDENTI 7
        Hanno preso il D.S. e l’allenatore che costavano sul mercato meno.
        Il duo merende l’hanno regalato all’ignaro KRAUSE.
        Giusto Pablo era un regalo avvelenato

  • 22 Dicembre 2020 in 23:47
    Permalink

    E finita pure la storia del Parma
    Andiamo in B per restarci.
    Se Krause non fa niente è evidente che tiene
    LIVERANI per il.prossimo campionato di serie B
    dove con.ol Lecce effettivamente ha fatto bene.
    Il prossimo anno.i tifosi saranno come minimo dimezzati
    e questo grazie al duo Liverani – Carli
    Se KRAUSE non.usera’ IL LANCIAFIAMME
    mi avrà deluso enormemente.
    Come si fa tenere un allenatore come LIVERANI
    che dopo più di 5 mesi non ha,saputo dare
    un gioco alla squadra e non ha,saputo
    motivare gli stessi giocatori che oggi in.una
    partita di VITALE IMPORTANZA
    ( potevamo.tenere il Crotone a 8 punti da noi)
    specialmente nel primo tempo sembravano morti viventi.
    Come si fa a dar la fiducia a Carli che ha
    pescato solo MEZZE SEGHE straniere
    per lo più rotte, facendo spendere
    tantissimo a Krause?
    Fortuna che non.ho buttato via soldi
    per l’abbonamento…

  • 22 Dicembre 2020 in 23:52
    Permalink

    È semplice. O si esonera Liverani e conseguentemente si caccia Carli e si prende un allenatore alla Ranieri è un Ds vero e non un buffone e si rifà mezza squadra o è certa la serie B come penultima (ultima sarà comunque il Crotone). La decisione purtroppo non spetta a noi che siamo solo semplici tifosi del popolino.

    • 23 Dicembre 2020 in 06:55
      Permalink

      Caro davide è giunto il tempo del ritorno agli antichi mestieri, comincia a buttare giu la pasta che al sugo di pomidoro ci penso io, ho una quota al castellazzo 🤭

  • 23 Dicembre 2020 in 01:09
    Permalink

    Se non ci fosse stato il Covid
    e avessi fatto l’abbonamento andando
    allo stadio rimpiangerei i soldi spesi.
    Dopo decenni in cui mai ho.mancato
    una partita, se volete ve lo giuro anche
    sulla Madonna che io con.lo stadio ho chiuso.
    Hanno cominciato a farmi disamorare del Parma
    gli ex magnifici ma i DELUDENTI 7 fregando con
    i vaucher che mi aspettavano di diritto e poi
    il colpo di grazia me l’hanno dato il duo circense
    LIVERANI- CARLI che con uno spettacolo indegno
    fatto con giocatori SEGA pagati a peso d’oro
    ( vedi Shom Busi Valenti Cyprien e chi più
    ne ha, più ne metta con un gioco inferiore
    a quello che fa tanto per capirci meglio
    IL SALSOMAGGIORE che gioca nei dilettanti.
    Ecco perché allo stadio non ci verrò mai più
    Merito dei DELUDENTI 7 di LIVERANI e di CARLI.
    Complimenti ci siete riusciti a farmi disamorare
    del Parma.
    Ora scrivo scrivo e poi ancora scrivi
    dalla rabbia ma poi smettero’
    perché mi voglio staccare da questa squadra
    composta da mangiapane a tradimento di
    giocatori irriconoscibili come Cornelius e Inglese da
    giocatori perennemente rotti e da GIOCATORI SEGA.
    Ultimi post e poi se rimangono LIVERANI e CARLI
    stacco la,spina deluso e amareggiato e non
    mi sentirete più.
    Buona notte a tutti e buon Natale
    a tutti anche ai miei detrattori.

  • 23 Dicembre 2020 in 05:34
    Permalink

    Via liverani via carli donadoni con noi Barilla PIZZAROTTI DALLARA CHE PRESIDENTE AVETE PORTATO A PARMA …WE ARE PARMA..ANDI A DAR VIA IL CUL

  • 23 Dicembre 2020 in 08:16
    Permalink

    Ultime righe tautologiche. Per fortuna, dico io, tu non puoi assumere decisioni ma solo far caciara, bó da nient

  • 23 Dicembre 2020 in 08:27
    Permalink

    La voglia di andare allo stadio per fischiarvi, te e Liverani. Ultimi!!!

  • 23 Dicembre 2020 in 11:39
    Permalink

    Io non ho la forza di criticare perché non servirebbe a niente ….si era già capito da subito che sarebbe stato l’anno del ritorno in B

  • 23 Dicembre 2020 in 14:21
    Permalink

    A Parma stiamo mettendo in atto un perfetto suicidio sportivo! ….. liverani e anche carli non devono arrivare a Parma Torino… ci tengo a precisare liverani è vittima di scelte improvvisate della vecchia società dettate dal impossibilità di sostenere in qualunque progetto sportivo ormai, ma questi giocatori hanno bisogno del vecchio manico … prima che sia troppo tardi!

  • 23 Dicembre 2020 in 15:30
    Permalink

    Carli e Liverani si sono dimostrati professionisti non adatti alla piazza.
    Atteggiamento arrogante e risultati scadenti per entrambi.
    Nel calcio come nella vita professionale, si possono commettere errori, l’importanti è correggerli in tempo.
    Nell’anno della serie C, si comprese dopo pochi mesi che il duo Minotti-Apolloni non era adeguato a raggiungere gli obiettivi prefissati. Si corresse in tempo e arrivammo a vincere i playoff.
    Adesso si tratta di capire che il progetto estivo è fallito e trovare alternative in grado di raggiungere la salvezza.

    Serve un nuovo DS, che sappia liberarsi subito delle mele marce che abbiamo in squadra e che sappia trovare sul mercato quelle 3/4 pedine utili alla causa (almeno una per ruolo escludendo il portiere).
    E nel contempo un nuovo allenatore che sappia tirare fuori le palle al gruppo e che senza cercare idee di gioco e strani fronzoli, punti al sodo e alla conquista dell’unica cosa che conta: i punti salvezza!!!

    Una retrocessione adesso, vorrebbe dire la fine del calcio che conta per il Parma.
    Spero che Ferrari e Pizzarotti se ne rendano conto.
    Krause non lo conto nemmeno perchè appena se ne renderà conto, diciamocelo francamente, vende a qualche speculatore e tanti saluti……..

  • 23 Dicembre 2020 in 15:34
    Permalink

    E quando andremo.in B dovremo
    ringraziare solo
    I DELUDENTI 7
    Sono.loro che hanno scelto i due
    COMPAGNI DI MERENDE perché costavano.poco.
    L’angelico Krause poveretto. si fidava dei
    diabolici e infernali 😈 😈 DELUDENTI 7
    che gliel’hanno messa in culo.

  • 23 Dicembre 2020 in 20:45
    Permalink

    Velesonerate Velenoso

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI