Stadio Tardini

Stadio Tardini

32 pensieri riguardo “CONTROCALCIO-MERCATO: INGLESE E GERVINHO IN PARTENZA, LIVERANI INVECE RESTA (Video Papirus Ultra)

  • 29 Dicembre 2020 in 23:07
    Permalink

    Ormai è tutto chiaro
    Si vuole andare in B
    Presto partiranno
    Scozzarella
    Gervinho e altri
    ma rimarranno
    BUSI
    SOHM
    CYPRIEN
    In parole povere, presto saremo
    la squadra che chiuderà la classifica
    SAREMO ULTIMI.
    COL Torino in casa perderemo per 2-0
    ma i due compagni di merende rimarranno
    Poi incontreremo l’ Atalanta e perderemo
    per 3-1 ma i due compagni di merende rimarranno
    Incontreremo la Lazio e perderemo
    per 2-0
    Ecco forse è sottolineo FORSE Krause dopo essersi reso conto che avremo perso le ultime 5 partite e saremo DA SOLI ultimi in classifica, si togliera’ anche quei quintali di prosciutto che ha davanti agli occhi ma sarà tardi molto tardi perché saremo virtualmente in B.

  • 29 Dicembre 2020 in 23:26
    Permalink

    Anche Inglese sembra se ne vada.
    Se fossimo nell’800 sfiderei Liverani e Carli a un duello all’ ultimo sangue.
    Stanno distruggendo il Parma sotto gli occhi di KRSAUSE che sorridente approva.
    C’è qualcosa che mi sfugge.
    I DUE COMPAGNI DI MERENDE lo hanno per caso ipnotizzato,?
    Ma come si fa a vendere Inglese e Gervinho.
    Mi vergogno come un ladro colto in flagranza di reato a tifare per una squadra dove i DUE COMPAGNI DI MERENDE sembra non siano solo dipendenti ma i proprietari del Club.

  • 30 Dicembre 2020 in 00:39
    Permalink

    Ma siamo sicuri che sia Krause il vero proprietario?E non magari un mister Li arrivato in 4 e 4 che fanno 8 dopo la fuga di Al Mana per evitare a qualcun altro di sporcarsi le mani con l’onta di una stagione alla Mattioli/Colombarini e di una retrocessione? Perché viceversa non si spiega come mai Carli non sia sta già stato cacciato a pedate insieme a Liverani, Busi, Cyprien e compagnia.

    • 30 Dicembre 2020 in 10:12
      Permalink

      qui occorre l’intervento di Batman

  • 30 Dicembre 2020 in 00:59
    Permalink

    Quando krause licenzierà Carli e liverani sarà troppo tardi, saremo già in b….

  • 30 Dicembre 2020 in 10:11
    Permalink

    Tra i nuovi acquisti Falco e Saponara più Pinamonti. Il tridente sarà formato da questi 3. Scozzarella era in scadenza e soprattutto sempre rotto, per lui un biennale al Monza.

    • 30 Dicembre 2020 in 11:14
      Permalink

      Ho letto che arriva pure Petriccione, tra poco saremo il Lecce…

      • 2 Gennaio 2021 in 13:53
        Permalink

        magari venisse! ma lo hai visto giocare o no?

        • 2 Gennaio 2021 in 14:46
          Permalink

          Petriccione l’e’ bo’ se è allenato da liverani

  • 30 Dicembre 2020 in 10:27
    Permalink

    Quando saremo in B Krause e Liverani avranno fatto il loro dovere. Per quello non saranno licenziati fino ad allora. Anche il Cagliari si è già mosso con Naingollan,etc. Come già a settembre il Nostro ceccherinesco Ds si distinguerà per lo 0 alla casella arrivi fino al 3 febbraio, allorquando arriveranno un altro paio di inutili “giovani” presi nel Tide alla carlona (o carlina) – con pagamento a saldo condizionato alla permanenza in Serie A – tanto per fare un pò du fumara e poi via dritti spediti verso il derby con la Regia. Tra l’altro come dico dall’estate l’assenza del pubblico semplifica e di molto le cose, niente fischi, contestazioni, andate a lavorare, insomma il classico repertorio del popolino incazzato. Coi propineranno un altro paio di deliranti interviste come quella pre natalizia, qualche cannella su stadio, progetto giovani etc.. dopo di che “siccome non siamo stupidi”, via a lasciare il posto al Monza, con tante grazie a Ferrari&C.

    • 30 Dicembre 2020 in 11:01
      Permalink

      Non capisco però quale sia secondo te il vantaggio che si conquisterebbe per Krause, Carli e liverani nell’andare in B. Posso anche capire le dietrologie, perché nei momenti negativi salta fuori tutto e il contrario di tutto, ma almeno se porti una teoria del complotto allora porta anche a nostra umile conoscenza il vantaggio che si intende raggiungere. E il paracadute non può essere certamente, perché i soldi che si prendono stando in A sono di più. Quindi fatico a capire l’obiettivo a tuo parere. A meno che tu non asserisca che fanno tutto questo per un patto con Ferrari & Co (cit.) o qualche altra boiata inverificabile del genere.

      • 30 Dicembre 2020 in 11:51
        Permalink

        come diceva andreotti …..a pensar male e’ peccato …..pero’….

        • 30 Dicembre 2020 in 14:50
          Permalink

          Ho capito, e come ho già detto posso capire il credere a qualche dietrologia, ma qua non ho capito chi ci guadagni e cosa. Senza questi elementi mi sembrano discorsi un po’ campati per aria, con l’obiettivo unico di ribadire un’avversione verso certe persone, ma con l’aggravante di inventare delle storie infamanti.

          • 30 Dicembre 2020 in 16:41
            Permalink

            Caro moderatore è questa una cosa a cui non so dare una spiegazione e anche lei son certo non sa dare una risposta plausibile se non DI FACCIATA
            a questo disfacimento del Parma.
            Mancassero i soldi allora capirei ma si dice che Krause i soldi li abbia e allora perché fare karakiri?
            Krause dopo aver sborsato una fortuna, tiene due elementi che al 99,99999999999999999999%
            lo porteranno n B
            A questo non c’è risposta.
            Non si capisce perché non siano stati esonerati i due compagni di merende dopo aver visionato il mercato fatto e il gioco da oratorio del Parma.
            Più passa il tempo e più mi sa che a KRAUSE gli sia stata fatta veramente UNA MACUMBA delle più letali.
            Il suo comportamento lascia molto perplessi
            Indubbieante sotto la MACUMBA
            i due compagni di merende gli fanno vedere le cose sotto un’ottica diversa.
            Per me non c’è altra soluzione.
            A KRAUSE GLI HANNO FATTO UNA MALEDIZIONE e qualcosa mi dice che questo malocchio sia stato Carli a fargliela anche perché mi risulta che Carli è un maestro di macumbe e malocchi.

      • 30 Dicembre 2020 in 16:23
        Permalink

        Che vergogna
        Milanisti interisti juventini sampdoriani che conosco mi telefonano deridendomi in quanto tifoso del Parma.
        Che vergogna
        Che tradimento.
        Mai mi sarei aspettato un presidente così arrendevole e permissivo.

        • 30 Dicembre 2020 in 21:07
          Permalink

          Dì a questi di stare attenti alle proprie mogli…

        • 1 Gennaio 2021 in 15:05
          Permalink

          Velenoso , perché non aiuti a risolvere i problemi del Parma acquistando la società? Sicuramente, furbo e capace come sei , sarai un facoltoso imprenditore, ricco sfondato. Una volta acquistata la società, grazie alla tua indiscussa competenza calcistica, potrai ricoprire al meglio il ruolo di presidente, direttore generale, direttore sportivo e allenatore, portandoci con facilità alla conquista della Champions …. e tutti noi tifosi ti saremo infinitamente grati.

  • 30 Dicembre 2020 in 12:45
    Permalink

    Quindi vendiamo mezzo attacco titolare per sostituirlo con l’attacco del Lecce di Liverani finito in B? Non fa una grinza 😀

    • 30 Dicembre 2020 in 14:55
      Permalink

      Di ufficiale non c’è nulla. Ti sconsiglio di credere a tutte le voci che senti. La società dà più l’aria di voler rilanciare, piuttosto che di sbaraccare. E come si poteva leggere tra le righe dell’intervento di pochi giorni fa di Carli sembra che l’idea sia di prendere qualcuno di pronto, non solo giovanotti di belle speranze, in questo mercato.

  • 30 Dicembre 2020 in 13:44
    Permalink

    Liverani e Carli saranno ricordati nel tempo come
    I BECCHINI DEL PARMA CALCIO.

  • 30 Dicembre 2020 in 13:51
    Permalink

    Tutte le volte la stessa stronzata: “si vuole andare in B”. Una specie di eco che quando le cose vanno male fa comodo dire perché fa volume.
    Nessuna società ha interesse ad andare in B poiché tutti sanno che il famosissimo paracadute è solo uno specchio per le allodole. Un torneo di B ha ricavi nettamente inferiori alla A (TV, pubblico, abbonamenti, sponsor), a fronte di spese che sono comunque alte.
    Basta dire una cosa semplicissima: pare (ci metto il condizionale da tifoso) che siano state fatte scelte errate, sia dalla precedente proprietà, desiderosa di togliersi l’impiccio di torno, che da quella attuale, probabilmente inesperta nel gestire situazioni di questo tipo.
    Queste scelte determinano che vi sia un insieme allenatore-giocatori-DS non all’altezza di un campionato di serie A; si è a lungo sperato che le cose potessero cambiare ma è evidente che non ci si salta fuori, l’ultima partita ne è purtroppo la prova provata.
    Il mercato di Gennaio? Dovrebbe essere faraonico per rimettere in piedi la baracca, non ci credo molto, e pure io ritengo che la guida tecnica probabilmente andava cambiata.
    Non sarà così, a meno di nuove sconfitte (ahimè quasi certe) che potrebbero far sì che sia tardi per modificare qualcosa, senza contare che “quelli buoni” in certe condizioni qui mica ci vengono.
    Resta una cosa sola, certa, non scalfibile, scolpita nella roccia: io tifo Parma! Sempre!
    Su altri di questo sito invece ho dei dubbi.

    • 30 Dicembre 2020 in 14:47
      Permalink

      No caro Giaio74, su altri di questo sito non ho dubbi, non tifano Parma, anzi tifano contro il Parma, godono quando perdiamo, continuano a sfornare post denigratori sulla dirigenza sulla squadra, quando si vince (raramente purtroppo, recentemente), spariscono, si dissolvono, vanno dalle fattucchiere per fare macumbe e riti propiziatori alle sconfitte del Parma, per poter tornare a spargere letame.
      Comunque buon anno a tutti e
      SEMPRE FORZA PARMA!!!! Alla faccia dei gufi.

      • 30 Dicembre 2020 in 17:01
        Permalink

        Rikman a te va bene tutto e allora
        ALLEGRIA paisa’
        Ti piace il gioco del Parma?
        Ti piace l’impegno dei giocatori?
        Ti è piaciuto il mercato estivo del Parma?
        Ti piace Carli?
        Ti piace Liverani,?
        Ti piace KRAUSE che sembra approvare tutto quello che fanno il gatto e la volpe?
        Ti piace sentire che i migliori del Parma stanno per essere venduti?
        Ti piace sapere che se Liverani potesse prenderebbe mezzo Lecce appena retrocesso?
        Ti piace la classifica del Parma ?
        Pensi che vinceremo col Torino ?
        Io a tutte queste domande rispondo con
        UN NO SECCO
        senza ” se” e senza “ma”
        Tu son certo risponderai a tutte
        queste domande con un SI e allora
        ALLEGRIA.
        Tu sei un falso tifoso che accetta
        tutto anche chi te la sta mettendo in quel posto dove non batte il sole in parole povere te la sta mettendo nel culo.

        • 30 Dicembre 2020 in 18:45
          Permalink

          Coda di paglia.
          Questa è la prima ed unica volta che ti rispondo, quando vedo il tuo nickname passo sempre oltre. Sarà perché sono vecchio, ma certe espressioni non mi appartengono ed a qui livelli non mi riesce di scendere.
          Buon Anno comunque.
          SEMPRE FORZA PARMA

          • 30 Dicembre 2020 in 19:57
            Permalink

            Rikman sei anche falso quando dici che quando vedi il mio Nickname passi oltre.
            Se così fosse spiegami allora come fai a sapere quello che scrivo.
            La verità è che tu in tutto segreto mi leggi.
            Eccome se mi leggi.
            Tu vorresti che parlassi bene del Parma del gatto e la volpe ma vedi così dicendo farei il male del Parma e sarei un falso come te
            Buon anno comunque paisa’.

  • 31 Dicembre 2020 in 15:32
    Permalink

    Siamo sicuri che il Benevento , Lo Spezia, Crotone manterranno le freschezza fisica che godono anche
    nel girone di ritorno, il campionato è ancora molto lungo.!!!

    • 1 Gennaio 2021 in 01:14
      Permalink

      Dai per favore, con tutto il rispetto, ma non diciamo c…
      Chiaramente c’è chi è più o meno lucido nei commenti, io compreso ovviamente, ma penso che tutti siamo innamorati del Parma e che a tutti faccia tremendamente male questa situazione di incertezza.
      Spero che il nuovo anno ci porti chiarezza di obiettivi, in modo che tutti abbiano chiaro in testa chi siamo e dove vogliamo arrivare. Io penso che una B ben programmata non sia un disastro, si curamente potrebbe essere una base di partenza su cui lavorare per costruire qualcosa di duraturo, al contrario di quanto, a mio parere, si sta facendo in questo momento, in cui si spara a caso per tirate a campare, in quanto i magnifici 7 hanno lasciato, ahimè, un fardello non indifferente all’americano…
      Auguri di buon 2021 a tutti i tifosi del Parma!
      Ciao

    • 2 Gennaio 2021 in 17:55
      Permalink

      Speriamo che con il mercato di gennaio venga venduto Velenoso

  • 1 Gennaio 2021 in 13:29
    Permalink

    Ma a parte chi arriva e credetemi, meglio chi si taglia le vene per il proprio mister in campo che tenere gente che se ne vuole andare…ma scherziamo? Vogliamo tenere per fare un esempio Gervinho ? Cerca da un anno la porta d’uscita…ma chel vaga…..

    • 1 Gennaio 2021 in 20:40
      Permalink

      Vero. Ma la domanda da fare è perché insiste tanto a volersene andare? E perché anche inglese e cornelius hanno chiesto la cessione? Cosa succede in questa squadra/società? Il problema è che nessuno fa trapelare nulla da anni.fino ad agosto sembrava la società più solida finanziariamente del pianeta e invece in 5 anni era in una situazione tale da non riuscire a fare fronte agli impegni presi nei confronti degli altri clubs ( riscatti obbligatori e blocco forzoso del mercato). Nemmeno con Ghirardi ( e con questo dico veramente tutto) il Parma si è trovato in questa situazione. Poi è arrivato Krause e si è trovato i due pacchi dono della vecchia proprietà olio Carli e without balls Liverani. Qui siamo e giustamente nulla sappiamo. Ma i calciatori chiedono di andare via. Boh. Chi vivrà, vedrà.

  • 2 Gennaio 2021 in 03:46
    Permalink

    Con l’anno nuovo aspettiamo con ansia le dichiarazioni di krause o del figlio sempre presente a parma che finora non ha detto una benedetta mazza

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI