IL COLUMNIST di Luca Russo / LE GIORNATE STORTE INIZIANO AD ESSERE UN PO’ TROPPE…

(Luca Russo) – Con la Juventus una giornata storta può capitare. Questo è stato il tormentone che ha imperversato tra i commenti in calce al poker calato sul prato del Tardini dalla formazione allenata da Pirlo. Valutazioni che non tengono conto di un aspetto tutt’altro che trascurabile: se quella di ieri fosse stata la nostra prima giornata storta della stagione, non avremmo di che preoccuparci. Il fatto è che le giornate storte iniziano ad essere un po’ troppe. La classifica, del resto, non mente. Con 12 punti in 13 giornate viaggiamo leggermente al di sotto della media utile a raggiungere la quota salvezza, ma, in attesa di conoscere il risultato delle sfide in programma oggi, restiamo ancora sufficientemente distanti dalla zona retrocessione. Per ora, in tal senso, siamo stati graziati dal rendimento visibilmente mediocre di Fiorentina, Genoa e Torino, che in pochi potevano immaginarsi in condizioni del genere a questo punto, altrimenti laggiù ci saremmo noi. A proposito di classifica, gridano vendetta i punti che abbiamo fin qui dilapidato negli scontri diretti casalinghi: vincendo almeno due delle quattro partite contro Spezia, Fiorentina, Benevento e Cagliari, adesso in graduatoria ne avremmo 16, quattro in più e con un vantaggio di nove lunghezze sulle pericolanti. E se avessimo condotto in porto anche una sola delle due imprese che stavamo per realizzare a Milano, laddove Inter e Milan ci hanno rimontati al fotofinish, da 16 si passa a 18. Contro la Juventus, invece, l’impresa non è parsa nemmeno lontanamente possibile. Il Parma ha fatto la partita che doveva fare: tanta difesa e rarissimi contropiedi, l’unica strategia che avrebbe potuto scompaginare i piani di Cristiano Ronaldo e compagni, che vanno in difficoltà quando affrontano avversari poco propensi ad attaccare. Peccato che a questa strategia non abbia affiancato quel pressing collettivo, intenso e armonico che l’avrebbe resa efficace e che è stato invece esercitato sistematicamente dai bianconeri dall’alba al tramonto del duello e segnatamente ad ogni pallone perso, con risultati ottimi visto che ne hanno recuperati un bel po’, riducendo così ai minimi termini le iniziative offensive dei nostri, e considerato il passivo che sono riusciti a rifilarci. E ora la classifica comincia ad essere preoccupante, specie se la si analizza in prospettiva: le ultime quattro gare del girone d’andata vedranno il Parma all’opera con formazioni di alta classifica e in quello di ritorno abbiamo la gran parte degli scontri diretti in trasferta. A Crotone, prima della sosta natalizia, e in casa col Torino, dopo le festività, è (quasi) obbligatorio vincere. Luca Russo

10 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / LE GIORNATE STORTE INIZIANO AD ESSERE UN PO’ TROPPE…

  • 20 Dicembre 2020 in 07:46
    Permalink

    Con questo allenatore e un direttore sportivo da terza categoria che ha acquistato giocatori inutili giusto retrocedere…..

  • 20 Dicembre 2020 in 07:48
    Permalink

    In 30! anni la Juve non aveva mai passeggiato a Parma….. e adesso andiamo a farci ridicolizzare anche a Crotone….

  • 20 Dicembre 2020 in 08:48
    Permalink

    Sentite LIVERANI in conferenza stampa
    ” Abbiamo pagato per aver giocato dopo 3 giorni….”
    Dopo Crotone dirà ancora
    ” Abbiamo.perso per aver giocato dopo tre giorni….”
    La solita fola
    STUCCHEVOLE
    Anche gli altri giocano dopo 3 giorni.
    FORSE LUI NON LO SA.
    Cerca in questo modo di nascondere la
    sua pochezza come allenatore.
    Inutile tergiversare.
    Questa squadra con LIVERANI da solo il 30%
    Sulla gazzetta di oggi si legge
    “Troppo forte la Juventus per il Parma”
    Io dico
    “Troppo debole il Parma di LIVERANI.per la Juventus”
    I giovani buttati in campo UNA FRANA
    Un uomo che è in confusione totale.
    Io che critico e vengo scambiato per un TESTAQUADRA
    Ma a Krause va bene così?
    Ha sborsato 140 milione per questo scempio?
    CONTENTO LUI….
    Se fossi io al suo posto….LANCIAFIAMME a gogo’
    L’anno scorso al Tardini la Juventus era molto più
    forte della Juventus attuale e abbiamo.giocato.alla
    pari o quasi subendo un gol fortunosamente.
    Quindi….
    .Lo dissi prima d’iniziare il Campionato è lo ripeto ora
    “Con Carli e LIVERANI si retrocede”
    e lo ripeto ancora più convinto oggi.
    Ora molti di voi d’incazzeranno dandomi del
    ” curnaccion” ma dopo Crotone
    molti di voi mi daranno ragione ma sarà tardi.
    TROPPO TARDI
    LIVERANI andava sostituito per Santa Lucia come da me
    richiesto con D’AVERSA.
    Avremmo vinto col Cagliari. perso dignitosamente
    con la Juventus ma avremmo vinto a Crotone.
    Ora è tardi.
    TROPPO TARDI.
    IL DESTINO CON LIVERANI È SEGNATO
    SERIE B MATEMATICA
    GAME OVER

  • 20 Dicembre 2020 in 09:05
    Permalink

    Carli è tranquillo come una Pasqua quindi di che ci preocuppiamo?Ha preso Traoré

  • 20 Dicembre 2020 in 09:50
    Permalink

    Questa difesa farebbe molta fatica a giocare in LEGA PRO.
    Giocatori che sotto D’Aversa sembravano rocce granitiche
    ( vedi Alves Jacoponi e Gagliolo) ora sotto LIVERANI osembrano di sabbia
    Sembrano mestieranti di LEGA PRO o meglio ZOMBIE VIVENTI
    L’attacco è osceno causa anche un centrocampo da Lega Pro.
    I giovani sono tutti rotti o scarsi.
    NON SI SALVA NESSUNO.
    Un flop di Carli epocale.
    Il bello anzi il brutto è che non è stato ancora licenziato.
    Ieri speravo.in Osorio ma ieri è stato detto tra i peggiori in campo e con lui tutti i giovani buttati dentro.
    Questi giovani avrebbero difficoltà a essere titolari in serie B
    Cyprien indicato da tutti come un fenomeno sotto le ali di LIVERANI sembra
    IL RE DEI BROCCHI
    Questi giovani di Carli sembrano giovani. presi.
    alla CARL…ONA
    Negli.ultimi decenni mai visto.il b PARMA giocare peggio di questo con giocatori Zombie demotivati senza palle nel
    PARMA di Liverani e Carli.
    Con.i testaquadra stiamo facendo la figura dei….PINGUINI.
    Con.l’Italia invece stiamo facendo uno spettscolo comico.
    KRAUSE KRAUSE e poi ancora KRAUSE datti uno
    schiaffetto sulle guance.
    Non è un incubo questo Parma ma è la realtà.
    Spendo 140 milioni e……..va bene così?
    Caro KRAUSE. se mi ascoltavi invece di ascoltare chi non
    amava il Parma e venivi con un bel LANCIAFIAMME….

  • 20 Dicembre 2020 in 10:44
    Permalink

    Mi sono rassegnato al fatto che Liverani non riuscirà mai ad imprimere il suo marchio sulla squadra, quindi o lo esoneriamo o ci facciamo il segno della croce.

  • 20 Dicembre 2020 in 13:33
    Permalink

    Dopo due campionati con d’aversa ( credete perché lo so per certo che quando se n’è andato, i calciatori hanno brindato a champagne) , non puoi prendere Liverani. D’aversa era maniacale e ossessivo, teneva i giocatori sotto pressione costante per ogni cosa e nessuno lo reggeva più. Arriva un omuncolo licenziato dal Cagliari e senza conoscere nulla delle dinamiche delli spogliatoio, prende un allenatore che ha un carattere totalmente diverso. Questo lascia fare, non massacra negli allenamenti ed è simpatico. Gente che era già svuotata fisicamente dalla gestione d’aversa, si svuota anche mentalmente con la gestione Liverani. Si sta verificando la stessa situazione Guidolin – Marino vs Berta / Leonardi con l’unica differenza che Carli, dal punto di vista del ds, non è nemmeno parente al decimo grado di leonardi. Ma oggi l’errore è il medesimo di allora. Per salvarci, fu esonerato Marino e sul mercato preso Amauri. Il primo da cacciare ieri è Carli. Poi temo anche liverani ma ripeto il primo è Carli. Questo ci fa sparire dal calcio se rimane.

    • 20 Dicembre 2020 in 15:58
      Permalink

      Concordo al 100% con quanto hai scritto

  • 20 Dicembre 2020 in 18:12
    Permalink

    Anch’io concordo

  • 23 Dicembre 2020 in 20:48
    Permalink

    Se concorda anche Benni a sèma a post!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI