IL GALLO DI CASTIONE / ABBIAMO IL 20% DI POSSIBILITA’ DI RETROCEDERE (MA ANCHE L’80% DI SALVARCI)

(Il Gallo di Castione) – Alla fine la semplicità dell’uomo – che rispetto alla donna non so se ha meno neuroni, ma sicuramente se son tanti quanto quelli della donna sono più pigri – si limita a tre domande fondamentali che sono: la cena della sera, se era davvero rigore (o se il goal era regolare) ed infine se la donna gliela darà. Così, come ci ricorda Primo Levi parlando del campo di concentramento, una volta esauditi i bisogni primari arrivano i piaceri da perseguire, che per il tifoso i bisogni primari sono guardare la partita con le birre fresche da bere (ricordate Fantozzi con la Peroni ghiacciata e il frittatone con cipolle ?) e aver visto la propria squadra vincere, così si sopisce l’incazzatura col mondo infame che si sfoga altrimenti contro avversari, arbitro, o il proprio allenatore se ci ha portato all’ennesima sconfitta. Poi dopo si penserà al bel gioco. Ecco che Liverani, dopo la partita di Genova (forte della vittoria) si è presentato davanti ai microfoni a miracol mostrare, mentre il povero Maran si intratteneva negli spogliatoi col giocattolaio poco magico e col serio rischio di far la fine del Faggiano, impiombato in brutta maniera.

Pensino ora i miei venticinque lettori che impressione dovesse fare sull’animo del poveretto, (l’allenatore che ha perso) quello che s’è raccontato”, ci diceva il buon Manzoni (reminescenze scolastiche), ma in un epoca in cui tutti scrivono e nessuno legge saran molti meno di 25 quelli che arriveranno alla fine della futile filippica appena imbastita per leggere facezie approssimate sul gioco del pallone nella città del Ducato.

Quello che sostenevo qui sopra è che dopo la vittoria non mancheranno certamente le critiche da parte dei loggionisti del pallone (quelli del Regio son fermi per Covid), ma sarà se non altro sopita la rabbia dai 3 punti conquistati e per qualche giorno ancora l’allenatore nel pallone (reminescenze cinepanettoniche) sarà “solo” criticato per le scelte tattiche e strategiche, soprattutto quelle mancate e che i più scaltri e critici tifosi avrebbero senz’altro adottato al 59 ° minuto.

Vediamo ora di addentrarci nella partita che ci ha visto, per il terzo o il quarto anno consecutivo, tornare da Genova col “bottino pieno” come dicevano i giornalisti, quelli bravi di una volta (reminescenze nostalgiche, dovute alla giovane età che se ne è andata).

Io, come molti “allenatori e virologhi”, sono un esperto in molti campi: ad esempio nel campo della chimica e delle favole. Secondo il mio modesto parere, se butto l’omino bianco in lavatrice, insieme all’accappatoio blu, dovrebbe uscire il principe azzurro. Così, essendo esperto, posso, come fanno tutti, fare un analisi tecnico tattica della partita.

Lo schema “nuovo” era il 4 3 3 di Daversiana memoria forse delle volte con la difesa un po’ più alta (ma mica spesso) e i protagonisti quelli dello scorso anno, tolto Iacoponi e quelli che sono andati, via sostituiti da Osorio (bene), Busi (male) e Karamella (molto impegno, ma non incide), quindi potremmo riassumere tutto con un bel “ricomincio da zero”, che se è vero che quando uno affoga si aggrappa a tutto ciò che galleggia, è anche vero che un allenatore che vede il suo futuro professionale legato ad un risultato rinnega (momentaneamente) il suo credo calcistico e si attacca alle certezze passate.

Non puoi scrivere una favola se hai paura di entrare nel bosco. Buono il risultato, anche se la cattiva prova di un Genoa parso molto scarso e slegato ci ha aiutato molto. La buona notizia è che questo Genoa per salvarsi si deve votare a qualche Santo che però non fa l’allenatore e non può quindi sostituire Maran sulla panchina dei grifoni, indi poscia per cui, ora come ora, lo vedo col Crotone quasi di sicuro in picchiata verso la seconda serie. Quindi a giocarsi il terzo posto all’inferno restano cinque o sei squadre (Benevento, Spezia, Fiorentina, Udinese e Parma, con possibili altre invischiate tipo la Sampdoria), il che vorrebbe dire che abbiamo il 20 % di probabilità di retrocedere ma anche l’80 % di possibilità di restare in serie A.

Il nostro Liverani mi sembra che abbia capito che il suo primo compitino è quello di mettere i giocatori nella condizione di dare il meglio, nel ruolo e nella posizione in campo, concetto tautologico, ma il nostro Mister è giovane, anche se dimostra meno danni di quelli che ha. Ci ha raccontato che sarebbe bastata una scintilla (leggi una vittoria) per voltare pagina. In realtà credo che non si tratti tanto di voltar pagina, ma di ricominciare a leggere.

Un’ultima nota riguarda le tante difficoltà come sempre enunciate ed elencate dal Mister (che impediscono di vedere il bel gioco) alle quali se ne è aggiunta una ieri, in conferenza stampa, cioè che i giocatori stranieri non si capiscono fra di loro, così immagino un dialogo in inglese approssimativo fra i nuovi arrivati, che per comodità (ma anche perché il mio inglese è scolastico e appena il gatto scende dal tavolo non so più che cazzo dire) traduco in italiano. Da dove vieni? Dall’ex Jugoslavia, Montenegro, e tu? Dalla Campania, limoncello. Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “IL GALLO DI CASTIONE / ABBIAMO IL 20% DI POSSIBILITA’ DI RETROCEDERE (MA ANCHE L’80% DI SALVARCI)

  • 1 Dicembre 2020 in 15:30
    Permalink

    Ora battiamo il Benevento e voliamo a +5/+6 sulla zona rossa, in modo di andare a Milano più tranquilli.

    • 1 Dicembre 2020 in 16:40
      Permalink

      Tu hai pienamente ragione. Battere il Benevento è il bisogno primario, anche per godere della conferenza stampa di Pippo Inzaghi, per il bel gioco anche dopo.

  • 2 Dicembre 2020 in 01:41
    Permalink

    Liverani per ora, e devo dire intelligentemente ha rinnegato il suo credo, il suo pensiero tattico vedrà la luce penso, solo se battessimo il Benevento e in una condizione ( finalmente speriamo ..) di relax psicologica di classifica, spinga, con finalmente la squadra al completo, a vedere il, prima darle e poi eventualmente le prenderemo….Forza Parma !!!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI