PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LA PAREVA LA ROSZEDA ED SAN SVAN…

* I Risultati della 13^ Giornata *

Sabato 19 Dicembre 2020

1-1 Fiorentina-Verona – Un buon pareggio anche in ottica Parma: meglio sarebbe stata la vittoria dei ragazzi di Iuric, ma bisogna sapersi anche accontentare e, soprattutto, far risultato noi stessi! Dai ragazzi, proviamoci! Cavolo, proviamoci, con ogni energia!

3-1 Sampdoria-Crotone

0-4 Parma-Juventus – Cosa dire di questa gara? Dopo un paio di occasioni a favore, non sfruttate adeguatamente, alla prima azione propizia, Kulu ci ha castigato con un gol dei suoi e, al 26°, eravamo già sotto di due reti, doppietta per Ronaldo e arrotondamento del punteggio con Morata. Nulla da dire, avversari troppo forti, divario tecnico abissale, siamo rimasti in partita per i 20 minuti iniziali, ma poi ci hanno sgretolato di brutto!

Relativamente a questa gara non avrei proprio nulla da criticare: contro avversari così forti, anche le altre dovranno tribolare (chi li ha incontrati prima e strappato dei punti, Benevento e Crotone, ha forse avuto la fortuna che non erano ancora in forma smagliante), quindi, io, personalmente, non ho nulla da imputare al tecnico (basta che nel post partita non faccia dichiarazioni ridicole, circa il fatto che si gioca ogni tre giorni, esattamente e proprio come le altre 19 squadre).

Anche la formazione iniziale, considerato chi era disponibile e con l’eccezione della posizione di Kuko, mi sembrava corretta ed equilibrata: l’ho scritto ad inizio gara e lo confermo tutt’ora. Il problema è che arriviamo poco al tiro, i due centravanti, in 13 gare, non hanno segnato nemmeno un gol e, comunque sia, sprechiamo troppo, bisogna arrivare con più velocità in area avversaria ed essere molto cinici, pratici, magari anche un po’ furbetti, cercare l’uomo contro uomo, portarli in area, cercare di farsi fare fallo, possibile che in 13 giornate non si sia fatto nemmeno un gol su punizione? Che si sia beneficiato di un solo calcio di rigore?
Se si continua a giocare a ritroso, ormai ne ho la noia, si perdono metri di campo, spazi, non trovi mai la difesa avversaria impreparata, lunga e/o sfilacciata e quindi in affanno: il quadro è questo, velocità, grinta, verticalizzare senza consentire sempre i raddoppi sui nostri uomini più pericolosi; poi se volete, anche se non mi piace accampare scusanti inutili, mancano i gol, gli assist e le percussioni di Dejan.K (10 reti e 8 assist/gol in totale), cioè, all’attuale momento, quei 4/5 sigilli che avrebbero fruttato quei 4/5 punti in più!

Domenica 20 Dicembre 2020

1-1 Torino-Bologna
2-0 Benevento-Genoa
1-1 Cagliari-Udinese
2-1 Inter-Spezia
1-2 Sassuolo-Milan
4-1 Atalanta-Roma
2-0 Lazio-Napoli

*I gol ciapè * (23)

Mertens-Insigne (Napoli), Soriano (2)-Skow.Olsen-Palacio (Bologna), Samir-aut. Iacoponi-Pussetto (Udinese), Chabot-Agudelo (Spezia), Brozovic-Perisic (Inter), Borja Majoral, Mikhitaryan (2), (Roma), Shomurodov (Genoa), Theo Hernandez (2) (Milan), Kulusewski, Ronaldo (2), Morata (Juventus)

* I marcador Croszè (12) *

  • 4 Gervinho
  • 3 Hernani
  • 2 Kurtic (Jasmin)
  • 1 Karamoh, Gagliolo, Kuko

* I nostar cartlen geld *

  • 03 Hernani
  • 02 Kucka, Alves, Pezzella, Iacoponi
  • 01 Laurini, Brugman, Grassi, Sohm, Busi, Karamoh, Scozzarella, Brunetta, Kurtic, Osorio, Inglese, Cornelius

* Borsino Morosky, Classifica e Previsioni *

Nonostante la batosta, la classifica rimane sostanzialmente invariata: terz’ultima a 5 punti e cinque squadre dietro, gran passo avanti del Benevento che si piazza al dodicesimo posto coi suoi 15 punti; Crotone, Torino e Zena oltre ai risultati che non arrivano, potrebbero essere in odore di cambio allenatore, anzi Preziosi ha già richiamato Ballardini per Maran: io non vedo tutte quelle polemiche che vado a leggere anche nel nostro spazio commenti da parte dei lettori: abbiamo i punti che ci meritiamo, nessun debito e nessun credito nei confronti di chicchessia e, perdere 0-4 contro la Juve non è nulla di che, ci sta, ci può stare, senza stupirsi più di tanto. Loro, le palle gol che creano, le sfruttano molto bene e hanno una media realizzativa notevole; noi creiamo e sbagliamo: la differenza sta anche lì, nel rapporto tra occasioni create e finalizzate! Bisogna andare a vincere a Crotone: loro dovranno fare la partita e noi solamente infilarli negli spazi e in profondità, senza tante alchimie tattiche strane, conission, grenta e contropè, cui ed na volta, questo perché la nostra cifra tecnica non è altissima, quindi, proprio molto terra terra, si devono sfruttare uomini e caratteristiche che si hanno a disposizione!

Parlando ancora di classifica, a mio avviso, le prime 5 squadre che abbiamo sopra di noi (Cagliari, Bologna, Benevento, Udinese e Doria), non sono sicuramente più forti dei Crociati, hanno solo qualche punto in più, ma ne riparleremo presto.

Come potete vedere (sempre tenendo conto che bisogna andare a Crotone per vincere, ripeto, vincere!) le nostre antagoniste si confronteranno con le grandi e poi ci sarà un doppio confronto diretto (sempre in grassetto): pensate che facciano molti punti gli altri? Io dico che, se si vincesse a Crotone, balzando a 15 punti, saremmo nella pancia del gruppo, al calduccio, per un finale di girone che potrebbe essere in crescendo. Io lo auspico!

*Le Gare del 14° Turno*

Crotone-Parma (Martedì 22/12 ore 18.30)
Juventus-Fiorentina (ore 20.45) 

Verona-Inter (Mercoledì 23/12 ore 18.30)
Bologna-Atalanta (ore 20.45)
Milan-Lazio
Sampdoria-Sassuolo
Napoli-Torino
Udinese-Benevento
Roma-Cagliari
Spezia-Genoa

Buon Natale, state in casa e  portì pasenszia,

cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LA PAREVA LA ROSZEDA ED SAN SVAN…

  • 21 Dicembre 2020 in 00:23
    Permalink

    Ora con Crotone e Torino dobbiamo vincere anche giocando male, in modo da allontanarci un bel po’ dalla zona rossa per poter poi impostare per bene il mercato di gennaio, che è straimportante.

  • 21 Dicembre 2020 in 01:30
    Permalink

    ” 15 punti, saremmo nella pancia del gruppo ” ‘
    “Si lavora e Si fatica per la pancia e per la Classifica …..
    Va bene Mauro per adesso …pero piu’ avanti ….andiamo su …….

  • 21 Dicembre 2020 in 08:35
    Permalink

    Caro Moro brutto segno guardare se le altre perdono o vincono
    Dobbiamo invece vedere quello che facciamo noi.
    Abbiamo 5 punti dall’ultima il Crotone?
    Se perdiamo ne abbiamo solo 2 e se perdiamo contro l’ultima in classifica contro una squadra che ha l’attacco peggiore del campionato tra poco verremo risucchiati anche perché vedendo il calendario……So’ CAZZI
    Il Crotone.e’ in crisi e noi siamo famosi per resuscitare i cadaveri.
    Ecco, se non si vince col Crotone la situazione per me è drammatica.
    Il pareggio non ci sarà
    O si vince o si perde per una ragione semplice.
    Se si vince si vede che la squadra è con l’allenatore ed è UN BUON SEGNO.
    Se si perde la squadra non è con l’allenatore ed è palese che oltre a voler perdere giocheranno anche da bestia per accelerare l’arrivo di qualche altro mister.
    Se per Moro e voi lettori invece la situazione se non si dovesse vincere a Crotone è sempre sotto controllo, rimane sempre LIVERANI allora a voi amanti nel prossimo anno del derby con la Regia vi mando.una grossa pacca sulla spalla e vi dico che grazie a LIVERANI il prossimo anno ci sarà il derby
    CHAPEAU
    Contenti voi. contenti tutti

  • 21 Dicembre 2020 in 10:56
    Permalink

    Con la juve non si è giocato male, Buffon ha fatto salvataggi importanti, più o meno le stesse occasioni da una parte e dall’altra, ma la differenza la fanno i campioni, non puoi pensare di fare sempre come a Milano contro le 2 milanesi (moooooooooolto cinici là davanti), anche la costruzione del gioco e il palleggio sta migliorando. Sono d’accordo con Moro, la differenza con le altre squadre vicine davanti, ma anche dietro (es. Fiorentina) sono i punti conquistati: ma non facciamole scappare troppo! Certo è che la partita contro i gobbi assume i connotati di disfatta per il rotondissimo punteggio finale e soprattutto perchè abbiamo sprecato tanti punti contro Cagliari, Spezia, Benevento, che ti mettono in condizioni di classifica precarie e ti obbligano a vincere a Crotone!

    • 21 Dicembre 2020 in 11:48
      Permalink

      Well said CiFra ,
      Con Crotone
      Vamos por Ella
      Tres puntos si o si…
      Forza Parma

      • 21 Dicembre 2020 in 13:35
        Permalink

        Io non capisco tutto questo casino per una partita persa, abbiamo preso 4 pere dai futuri campioni d’Italia e d’Europa, che grazie a quel vero “Genio” di Pirlo hanno innestato la marcia trionfale, noi con questi non c’entriamo niente, è già tanto se abbiamo avuto le nostre occasioni ma le abbiamo sprecate. Non ho niente da rimproverare ai ragazzi e se la palla di Kuko andava dentro come meritava e quell’altra sempre sua e quella di Gagliolo? Adesso staremmo parlando di un figurone di fronte ad una grande squadra. Ma purtroppo le cose hanno girato per il verso giusto alla Juve i primi due tiri nello specchio due gol…..
        Girare pagina alla svelta, e per favore gufi del malaugurio andate a svolazzare sul Mapei Stadium quando gioca la Reggiana siftoni…….

  • 21 Dicembre 2020 in 13:39
    Permalink

    se una delle due punte centrali non segna martedì penso che ci sia un record storico nella storia della A poco invidiabile! quindi direi che statisticamente se non ne prendiamo neanche uno si dovrebbe vincere.

  • 21 Dicembre 2020 in 15:02
    Permalink

    Io, quando scrivo, cerco di essere equilibrato, cerco di vederla con occhi distaccati, nel bene e nel male:
    lo 0-4 non mi fa certo gioire ma, contro costoro, l’altra sera, avrebbero perso in parecchie, anche di alta classifica, credetemi….
    Vorrei tornare un attimo indietro:

    1) PREPARAZIONE FISICA, deve essere migliorata e portata al 120%

    2) si deve necessariamente aumentare il livello di PRESSIONE, AGGRESSIVITA’, CATTIVERIA AGONISTICA, su ogni pallone, avversario e centimetro di campo

    3) se non si mettono in campo queste normalissime prerogative, BASILARI, NON SI VA DA NESSUNA PARTE, contro nessun avversario, figuriamoci contro le più forti del cioppo

    4) decisamente, abbiamo una cifra tecnica globale, molto bassa e, proprio per questo, bisognerebbe riuscire a VINCERE DI SQUADRA, non solo aspettare gli spunti di Gervi o dei due centravanti che non segnano più, certo, i risultati incidono sulle prestazioni ed aiutano a ritrovare morale, spirito di gruppo e attaccamento al gruppo….IO NON PARLO DI MAGLIA, NON PARLO DI PARMIGIANITA’, di costoro, nessuno escluso, della maglia o dell’attaccamento viscerale, NON GLIE NE PUO’ FREGARE DI MENO, italiani o stranieri che siano ….VOGLIONO PUNGOLATI, STIMOLATI, CAZZIATI, MESSI ALLA SBARRA….
    tutti loro devono dare di più, per il gruppo, per la classifica, per se stessi ma, SOPRATTUTTO PER I TIFOSI E PER LA SOCIETA’, tifosi che non sono presenti altrimenti si sarebbero sentiti fischi e lamentele …

    io ci penserei sopra se fossi nel manico e nel gruppo ….SVEGLIA, PORCO ZIO, SVEGLIA TUTTI …..

    Crotone e Torino devono andare a casa con ZERO TITULI, ZERO PUNTI, E SI DEVONO FARE SALTARE GLI ALLENATORI …mister leggimi , altrimenti, fanno saltare te, MIO MALGRADO

    morosky

  • 21 Dicembre 2020 in 16:36
    Permalink

    L’assenza del pubblico, secondo me, rende ancora più “molli” i giocatori (per carità, nessun discorso di attaccamento alla maglia, i più sono stranieri e professionisti pagati per allenarsi e giocare seguendo il dettame tattico del mister punto e basta): vedere Genoa, Toro, Viola, Parma, Crotone lo stesso Napoli a tratti (da oggi in ritiro per poca voglia) non essere mai scesi in campo in nessuna partita fin qui con furore agonistico non me lo ricordo nelle passate stagioni.

  • 21 Dicembre 2020 in 16:43
    Permalink

    No non sono daccordo con nessuno.
    La Juventus non è che improvvisamente è diventato uno squadrone
    NO ASSOLUTAMENTE.
    La Juventus è sempre la.stessa.
    Quella per intenderci del Benevento e quella che pareggiava anche in casa
    Siamo noi che li abbiamo fatto giocare così per il semplice fatto che noi non abbiamo giocato o meglio abbiamo giocato con sufficienza o meglio CON INSUFFICIENZA facendo sembrare la Juventus un super squadrone.
    Domenica avremmo perso anche con.la Reggiana ed è tutto dire.
    Scommettiamo che nelle prossime partite la,Juventus giocherà come ha sempre giocato e cioè male?
    Ma vi rendete conto che in 12 partite il centravanti sia Cornelius o Inglese, non solo non hanno fatto un gol ma nemmeno un assist.
    Ma la volete capire MORO compreso che i giocatori sono.in confusione, come è LIVERANI e che abbiamo.preso Liverani per fare un gioco d’attacco.invece a malapena entriamo nell’area avversaria.?
    A Crotone finalmente si saprà la verità.
    O si vince o si perde
    Non si pareggera’ questo è poco ma sicuro
    Il perché ve l’ho spiegato in altro post.
    Se per SANTA LUCIA KRAUSE mi avesse dato ascolto……

  • 21 Dicembre 2020 in 16:57
    Permalink

    Fiorentina (tiene in panca Cutrone e Callejon), Genoa e Torino possono spendere e rinforzarsi a gennaio, noi non so cosa faremo visto le esigenze di bilancio, occorre 1 difensore esterno destro, un regista ed un esterno destro d’attacco tutti pronti per entrare da titolari e non giovani e/o rotti.
    Mi spiace ma non sono d’accordo che Bologna, Udinese, Sampdoria ed altre siano inferiori o pari a noi, la classifica è vera, se siamo dietro non è per una avversa congiunzione astrale ma per demerito: non tiriamo mai in porta, facciamo azioni decenti col contagocce …ci facciamo recuperare due volte in vantaggio per 2 a 0 e manchiamo spesso anche di garra oltre che di tecnica in diversi giocatori… ragass D’Aversa il primo anno ha fatto le nozze coi fichi secchi ed il secondo aveva in più anche Darmian e Kulusewski miga Basti e Karamouh….

  • 22 Dicembre 2020 in 17:09
    Permalink

    Stasera o si fa il Parma o si muore, prendendo spunto da una frase storica.
    Non sono ottimista, lo confesso. La mancanza di nerbo, la garra, come va di moda chiamarla adesso contro la juve non mi è piaciuta. Pochi falli fatti, nessun ammonito…paura dei campioni?
    Nelle partite precedenti avevo visto qualche timido cenno di miglioramento, stasera vediamo cosa succede.
    Non credo che sostituire Liverani possa essere positivo, la cifra tecnica della squadra è bassa, tanti infortunati, tanti da rilanciare, giovani di belle speranze che vengono centellinati forse perchè non all’altezza? Ma noi dobbiamo salvarci quest’anno, non fra cinque anni…

    Siamo stati abituati che D’Aversa con quello che aveva riusciva quasi sempre a tirare a casa la pagnotta, il nuovo trainer ce lo deve dimostrare ed il suo recente passato non è certo incoraggiante… perchè dico questo? Perchè le feroci critiche dei tifosi stanno andando oltre ogni aspettativa, ma se si sente odore di retrocessione tutti vanno in paranoia.

    Ma ci pensate i fischi e le contestazioni se ci fossero i tifosi?

    A me impensieriscono Fiorentina e Torino soprattutto perchè nel mercato potrebbero trovare nuove nuove frecce per tentare di iniziare a rimontare.
    Questo è un campionato strano e mediocre, con qualche vittoria si fanno passi da gigante ma quando non solo non si vince, ma non si tira in porta poi si fanno brutti pensieri.

    ALLORA NON RESTA CHE INCALZARE I CROCIATI A METTERE TUTTO QUELLO CHE C’E’ NEL SERBATOIO E SPERIAMO CHE BASTI!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI