PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / PIPPO LA SA LUNGA. E SI VEDE…

alla faccia dei suoi numerosi detrattori pramszan

(Mauro “Morosky” Moroni) – Sto aspettando Fiorentina:Genoa, partita che ci può interessare (diciamo che un bel pareggio servirebbe, forse, ad entrambe, ma tutto sommato pure a noi: resterebbero dietro e quindi, male non farebbe) da vicino, quindi, usciamo il giorno dopo, con la classifica allineata, lei cosa dice Direttore?

Detto dei locali, tradizionali giuochi di carte, il ciapanò, dove vince colui che, sulla base delle regole del tresette, conquista meno punti, noi stiamo diventando dei professionisti, i veri serial player del sistema!

Ho appena letto l’ultimo graffito del Gallo di Castione: sono ammirato, coinvolto, non più stupito, lui mi illumina, mi fa sorridere, sogghignare; mi rende lieto di come tanta arguzia, intellighentia, sottile ironia, satira, al cospetto di certi scempi vocali arrivati dalle dichiarazioni di tre importanti addetti ai lavori: dal vice capitano, passando per il Mister fino al Presidente, pure lui: auto incensarsi per il banale pareggio col Benevento (con tutto il rispetto per i giallorossi e per Pippo) non è roba da vantarsi, anzi, tutt’altro, da nascondersi, per fortuna che ci pensano le altre a darci manforte!

Oggi sono tornato cattivo, antisportivo, famelico di punti da portare in classifica e, di conseguenza, comincio a festeggiare le sconfitte altrui, senza guardare in faccia nessuno: orsù, cribbio, ognuno per se se stesso e, degli altri me ne fotto, di brutto, giusto, proprio come fanno loro.

* I risultati del 10° Turno *

1-2 SPEZIA-LAZIO (risultato perfetto classifica pro Paerma)
2-1 JUVENTUS-TORINO (idem come sopra)
3-1 INTER-BOLOGNA (idem come sopra)
1-1 VERONA-CAGLIARI (idem come sopra)

0-0 PARMA-BENEVENTO (si doveva vincere, ma..!! )
0-0 ROMA-SASSUOLO
UDINESE-ATALANTA  rinviata per impraticabilità
0-4 CROTONE-NAPOLI
1-2 SAMPDORIA-MILAN 

1-1 FIORENTINA-GENOA (come da auspicate previsioni di cui in incipit)

Le prime quattro gare della giornata, partendo dal sabato, ai fini anche della nostra classifica, erano state tutte molto favorevoli in quanto le nostre concorrenti hanno perso e quindi, meglio di così non poteva andare; poi, da una partita che ha detto poco e niente, siamo usciti dal campo con uno striminzito 0-0 che, oltretutto, ha fatto sbadigliare coloro che hanno seguito la gara: gli assenti erano ben sei (Cyprien, Laurini, Grassi, Mihaila, Pezzella e Sohm) e, all’ultimo momento, è risultato indisponibile anche Kucka, forse il nostro uomo più forte in squadra!
Occasioni da gol zero, ma, il problema maggiore è che questa squadra non ha continuità: dopo una bella prestazione in trasferta si ritorna indietro, come il gambero e si rovina ciò di bello si era fatto solo una settimana fa. Inaudito!

Di seguito alcuni messaggi pervenutimi a fine gara, dopo cotanta prestazione:

Partita narcotizzante” (Alberto C.)

“Un’altra prestazione non commentabile! Sono contento che non si possa andare allo stadio, mi sono risparmiato una bronco” (Alberto G.)

“Mi un schifo acsì a l’ho vist in tal 1965: Santa Maria contra Panoccia, a se sta ben “ (Lino M.)

“Non c’è un minimo di movimento senza palla, non ho visto una giocata che non fosse casuale, in 10 giornate! Non è questione di giocatori, ma di mentalità. Nemmeno all’oratorio sono così improvvisati!” (Luca D.)

Oggi non mi bastano più le scuse, gli alibi, il Covid, gli infortuni muscolari, la sfaiga né altri accessori legati ad una squadra che non vince e non convince: bisogna alzare i ritmi di gioco, la pressione alta con la squadra che sale, con i reparti uniti e ravvicinati, con la furia agonistica, con la voglia di fare risultato e di andare su ogni pallone (oltre che senza palla) come se fosse l’ultimo, perché chi vede giocare la squadra di Juric, (anche se ha pareggiato in casa contro un ottimo Cagliari), chi vede giocare lo Spezia ed il Benevento stesso sa cosa intendo, sa cosa voglio ribadire: al gioco del calcio bisogna correre, mordere, “bocher l’erba e la bala”, nessuno ti regala nulla e, anche se tu sei inferiore tecnicamente (non stavolta, tutt’altro!), la puoi mettere sul piano fisico, agonistico in modo da farti rincorrere, da spomparli col ritmo e col pressing asfissiante, ca$$o!

Prestazioni molli come quella di domenica, il pubblico, se ci fosse stato, probabilmente avrebbe fischiato sonoramente: l’unica cosa positiva che traggo da questa gara è che non abbiamo subito reti, ma, anche qui, ci è andata bene un paio di volte!

Io, da parte della Società, vorrei che si facesse un bel cazziatone alla squadra, a cominciare dallo Staff Tecnico: il tempo delle scuse è terminato: ora proviamo col bastone, siamo a metà girone d’andata, mancano 9 gare, ma dal 1° Gennaio riapre il mercato, quindi, per chi non è da Serie A e/o non è da Parma Calcio, si potrebbero verificare alcune ipotesi, tipo:

  • fuori lista
  • tanta tribuna ma, non in tuta, proprio in borghese
    • cessione o prestito e via pedalare

Se fossi nel Mister comincerei a preoccuparmi, dopo 10 giornate, indipendentemente da tutte le molteplici criticità, bisognerebbe essere più avanti, come classifica e pure come identità di squadra; bisogna lavorare sui particolari, sui dettagli, non bisogna sbattere via il pallone, non bisogna andare molli sui contrasti, serve precisione sui passaggi, muovere la palla, farla girare veloce e, se si è nella metà campo avversaria, ca$$o, non l’ha mica ordinato il medico di tornare indietro da Bruno Alves perdendo 30 metri di campo: del possesso palla, sullo 0-0, non me ne frega nulla: bisogna puntare la porta avversaria e non tornare sempre indietro! Ma che cavolo insegnano a Coverciano? A ciapa nò?

Mister, ti supplico: prendi in mano questa “accozzaglia” e falla diventare squadra, normale, da metà classifica; serve svegliare questi “IMB..AMBOLATI, dare una scossa, caratteriale, mentale, fisica, battere il pugno forte ed imprecare, proprio come fece il Capitano in quella famosa conferenza stampa a Collecchio o, come successe prima della gara contro l’Alessandria: serve nerbo, grinta, passione, gocce di sudore, gioco di squadra, TUTTI PER UNO, OGNUNO e TUTTI PER IL PAERMA, e chi non se la sente, cambi aria, destinazione, squadra e città, voglio vedere lottare e dare tutto in campo, avete presente gente come Gattuso, Juric, Iachini, Tardelli, De Rossi, Zanetti, Dino Baggio? Ecco, a fronte di costoro (forse nessuno di loro fuoriclasse), c’è solo da imparare: meno play station, meno Instagram, meno pugnette e più allenamento, più passione, più grinta in campo. O devo venire a Collecchio a cazziare ogni allenamento? Forza, se avete dignità ed orgoglio: a Milano, NON SI PERDE, non si perde!

* I gol ciapè * ( 17, darsett peri):

Mertens-Insigne (Napoli), Soriano(2)-Skow.Olsen-Palacio (Bologna), Samir-aut. Iacoponi-Pussetto (Udinese), Chabot-Agudelo (Spezia), Brozovic-Perisic (Inter), Borja Majoral, Mikhitaryan (2), (Roma), Shomurodov (Genoa)

*I marcador Croszè * (10 gol jen poc)

  • 4 Gervinho
  • 2 Hernani
  • 1 Kurtic (Jasmin), Karamoh, Gagliolo, Kuko

* I nostar cartlen geld *

  • 03 Hernani,
  • 02 Kucka, Alves, Pezzella
  • 01 Laurini, Brugman, Iacoponi, Grassi, Sohm, Busi, Karamoh, Scozzarella, Brunetta, Kurtic

Al di la delle strigliate e del malcontento, di fatto, pur non giocando, pur non tirando in porta, pur arrancando in campo, l’unico leit motiv è una classifica che, tutto sommato, ci vede in posizione “ancora favorevole” con squadre dietro (e davanti) che non sono certo messo meglio di noi, ma ognuno badi a casa propria: fin quando dietro ne ho almeno quattro, non mi preoccupo di certo!

Alla fin fine, giorneda positiva, miga mel, l ‘era pess perdor!

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

23 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / PIPPO LA SA LUNGA. E SI VEDE…

  • 8 Dicembre 2020 in 07:14
    Permalink

    Caro Mauro, mi dispiace ma così proprio non può andare!
    Gervinho fa il vip e gioca quando vuole lui, busi sbaglia le diagonali, hernani perde palla ad ogni contrasto…
    Il giropalla ha una lentezza tale da annoiare perfino i difendenti..il pressing è inesistente e ci tagliano dentro come il burro, non siamo mai riusciti (ma forse non abbiamo mai provato) a contrastare una loro azione fino a dentro l’area…per fortuna era il Benevento, per fortuna non ci hanno creduto più di tanto.
    Mi dispiace ma con questa mentalità, con questa pigrizia…nemmeno nelle categorie inferiori si può far qualcosa. Piedi buoni o meno, non ho visto un movimento senza palla! Anzi si, nel secondo tempo ho visto iacoponi proporsi in sovrapposizione ed essere totalmente ignorato..passiamola indietro così non ce la rubano.
    Tutto questo sarebbe perfetto se lo scopo del gioco fosse tenere la palla..eppure sono abbastanza sicuro che lo scopo ufficiale del gioco sia far gol.
    Il lato positivo è non aver subito gol si dice…no. Questo è solo il minimo. Ci manca ancora che temessi di prendere gol in casa dal Benevento! Ma di che parliamo? Sta partita doveva essere un sonoro 3-0… e si, non aver subito gol sarebbe stato positivo.
    Il mercato serve a poco. Farei pochi cambiamenti in rosa. Farei grossi cambiamenti da subito sulla mentalità. Se questo significhi far saltare liverani non lo so, così sono certo che retrocederemo.

    • 8 Dicembre 2020 in 20:52
      Permalink

      Sonoro 3, a 0 ma il Benevento ha battuto Sampdoria fiorentina e pareggiato contro la Juventus nn e una squadretta

      • 8 Dicembre 2020 in 22:00
        Permalink

        Ma per piacere! Questa squadra si sta abituando a perdere passivamente! Non mi si venga a dire che uno 0-0 del genere può essere accettabile per chi vuole mantenere la categoria!

  • 8 Dicembre 2020 in 10:36
    Permalink

    M Per me a Parma c’e un virus nuovo.
    Non è il Covid ma qualcosa d’altro
    che fa imbrocchire i giocatori.
    So chi è l’ untore
    È LIVERANI.
    Lui un tempo, discreto allenatore si è
    infettato a Lecce e venendo a Parma
    ha trasmesso il virus ai nostri giocatori.
    Se vi interessa ve lo posso dimostrare
    con carte mediche in mio possesso
    sempre però che mi paghiate una cena
    da CRACCO.
    Giocatori quasi da Nazionale come
    Bobby English sembrano improvvisamente
    giocatori da squadra parrocchiale.
    Il virus non lo ha preso finora IACOPONI
    forse perché perennemente relegato ai
    margini della squadra e non è stato
    a contatto con LIVERANI che non.lo considera,
    essendo per lui un giocatore scarso,
    UN GIOCATORE SEGA.
    Domenica IACOPONI MIGLIORE IN CAMPO
    LIVERANI lo ha dovuto mettere perché
    non aveva più difensori…
    Da questo si deduce l’incapacità di queste tecnico che ha scartato un giocatore sempre presente con D’Aversa
    il quale se come si sente dire andrà al Monza
    METTENDOCELA NEL CULO dovendo sorbirci fino alla
    fine del campionato questa agonia capeggiata
    da LIVERANI, un allenatore che anche nel 2.090 e cioè
    tra settant’anni sarà ricordato negli annali del.Parma come una sciagura una specie di TSUNAMI sul Parma
    SCOMMETTIAMO
    che a gennaio IL GENIO ci porterà via
    IACOPONI per farlo giocare nel Monza?
    MIE PREVISIONI su cui mi gioco le palle.
    Senza IACOPONI e con LIVERANI,
    NOI IN B SICURAMENTE
    Il Monza con IACOPONI e il GENIO
    in serie 🅰 SICURAMENTE
    Sarebbe la vendetta di D’AVERSA
    consumata….fredda.

    • 8 Dicembre 2020 in 20:55
      Permalink

      Iacoponi resta a Parma intanto d aversa non va in b e non va a monza poi comunque nn e che un un’allenatore se va in una squadra si prende chi vuole da un altra squadra sono le società che decidono

  • 8 Dicembre 2020 in 11:27
    Permalink

    Si vede la mano del mister, ci ha chiesto di essere più offensivi con gli avversari, in effetti i nostri di cancheri dietro ad improta e letizia ne hanno tirati parecchi, più offensivi di così si cade nel turpiloquio

  • 8 Dicembre 2020 in 14:24
    Permalink

    Sembra che Carli sia stato visto stamattina sotto l’acqua a Zingonia perché non ha ancora capito come mai non è arrivato Traoré. Gli volevano dare Diallo ma lui da toscanaccio tutto d’un pezzo non ha accettato. O Traoré o nulla! Boia deh! Intanto i suoi scout sono alla ricerca di nuovi Busi, Mihaila e Cyprien per il mercato di gennaio (sempre che Krause come tutti ci auguriamo visti i 10 punti che saranno ancora tali tra tre giornate non cacci a pesare questa manica di incompetenti).

    • 8 Dicembre 2020 in 17:08
      Permalink

      e’ tutta una serie di cose che fa si che io mi trovi qui,zazzarazaz zazzarazaz,aspettava bartali

  • 8 Dicembre 2020 in 15:55
    Permalink

    Dopo la partita col Frosinone LIVERANI in
    conferenza stampa ha detto
    che abbiamo giocato bene
    I casi sono due
    O Liverani di calcio ne capisce poco
    o ci ha voluto prendere per il CULO.
    Da queste due opzioni non si scappa.

    • 8 Dicembre 2020 in 17:09
      Permalink

      la seconda che hai detto

    • 8 Dicembre 2020 in 20:57
      Permalink

      Frosinone?

  • 8 Dicembre 2020 in 16:50
    Permalink

    Ricci marcherà Ibra.

    • 8 Dicembre 2020 in 21:14
      Permalink

      Busi marca ibra

    • 9 Dicembre 2020 in 18:47
      Permalink

      Davide contro Golia

  • 8 Dicembre 2020 in 18:17
    Permalink

    Moro, non ti viene in mente che forse il mercato è stato sbagliato, non prendendo i giocatori adatti al gioco di Liverani e puntando troppo sulle scommesse?

    • 8 Dicembre 2020 in 20:07
      Permalink

      Se i giocatori che sono stati presi
      non sono adatti al gioco di Liverani
      CARLI È RESPONSABILE PER AVERLI PRESI
      E LIVERANI PER AVERLI ACCETTATI.

    • 8 Dicembre 2020 in 22:05
      Permalink

      Ma no, i giocatori sono poi quelli dell’anno scorso, non è che ora possano fare schifo! Il mercato non è stato così pessimo…ma ci vuole mentalità per vincere! Ci vanno le palle..il problema è psicologico…forse fisico se guardiamo la velocità scarsissima a cui ci muoviamo in campo

  • 8 Dicembre 2020 in 20:00
    Permalink

    Hernani e Karamoh sono molto
    probabilmente i due giocatori
    della vecchia guardia che si
    sono imbrocchiti sotto le
    ALI DI LIVERANI più degli altri.
    Due giocatori NULLI
    Due giocatori SEGA
    Meglio giocare in 9
    Dei giovani si salva solo OSORIO per il
    rotto della cuffia con un misero 6
    Gli altri 7 non sono I MAGNIFICI ma gli
    HURRIBILIS 7
    Carli dovrebbe dimettersi oppure
    1) Rimanere al Parma SENZA stipendio
    2) Prendere lo stipendio ma darlo TUTTO in beneficenza.
    In caso se lo volesse tenere sarebbe una cosa aberrante
    UN VERO FURTO avendo fatto nel Parma solo danni facendo spendere al divino KRAUSE UNA FORTUNA

  • 9 Dicembre 2020 in 09:02
    Permalink

    Carli è l’equivalente come Ds in termini di efficacia e utilità di Sprocati come giocatore.

  • 9 Dicembre 2020 in 15:55
    Permalink

    Condivido l’articolo: “se si è nella metà campo avversaria, ca$$o, non l’ha mica ordinato il medico di tornare indietro da Bruno Alves perdendo 30 metri di campo: del possesso palla, sullo 0-0, non me ne frega nulla: bisogna puntare la porta avversaria e non tornare sempre indietro! Ma che cavolo insegnano a Coverciano?”

    Siamo all’assurdo che si rischia di fraseggiare troppo col portiere e i centrali di difesa (giusto o errato che sia), ma poi non si rischia il dribbling o il passaggio filtrante davanti l’area avversaria, ma si ritorna indietro dal portiere! (Non è un atteggiamento solo del Parma)
    Ma che senso ha tutto ciò?

  • 9 Dicembre 2020 in 16:25
    Permalink

    ci consola il pari di Firenze.. altro brodino per noi. fra queste 2 una penso che vada in B. tenendo conto il Crotone che l’ organico è davvero poco presentabile in A e che hanno parecchi punti da recuperare , ne manca solo una. speriamo non noi. avvilente il tutto, visto che siamo prima di Natale e fare questi confronti o conti al limite li si accettava a Pasqua.
    basterebbe forse uno o due goal della punta e forse la squadra prende coraggio… sempre che una parte non corra volutamente perché non accetta il mister (qui ho ancora qualche dubbio).
    comunque a oltre un quarto di campionato si può dire che con 1 punto a partita ci si salva di sicuro quest’ anno anche con un paio di giornate di anticipo.

  • 9 Dicembre 2020 in 21:45
    Permalink

    Carli, Liverani, i giocatori non adatti… ok!
    Ma l’americano? non è lui che da settembre, ma anche prima, ha la responsabilità gestionale ed amministrativa?
    Parla di giovani pagati due lire quasi come se fossimo l’Ajax…
    L’AMERICANO ci manda in B

  • 10 Dicembre 2020 in 03:39
    Permalink

    Vediamo che mercato l’americano farà in gennaio, krause sarà in Italia a tempo pieno…

I commenti sono chiusi.