Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “SONNOLENZA AL TARDINI: SQUADRA MOLLE E SENZA IDEE (Video Pedro Normal)

  • 7 Dicembre 2020 in 11:34
    Permalink

    Leggendo i vari articoli scritti da diverse persone e pubblicati su Stadio Tardini è sorprendente come sia palese il pensiero definirei unisono di tutti

    • 7 Dicembre 2020 in 17:50
      Permalink

      Però tale Russo prima di ogni partita magnifica le nostre doti, salvo poi stupirmi di quanto facciamo schifo.

  • 7 Dicembre 2020 in 11:50
    Permalink

    Mentre la pandemia costringe gli industrialotti del Ponte Caprazucca e le schiere di avvocatoni e dottoroni serissimi con le teste grigie e pelate a incontrarsi “non in presenza”, con “zum” e “uazapp” – con ciò provocando una crisi di astinenza al leader eterno di Palazzo Soragna con la pipa (forse lo stringitore di mani numero 1 al mondo, non facendo altro da almeno 6 lustri) – , noi del popolino, ovviamente “non in presenza” ci sorbiamo spettacoli inguardabili come quello di ieri. Spettacolo che conferma se mai ce nefosse bisogno, che tutti i mali nascono dalla fuga in stile avventori della prima classe dal Titanic che urtò l’iceberg della società di matrice locale. In quei due mesi di nulla, conditi da geremiadi e lamenti sui soldi che non ci sono (e in effetti non c’erano), sproloqui sui progetti giovani e sul modello Ajax e Atalanta sono state fatte scelte (o meglio non scelte) devastanti e di cui stiamo pagando il prezzo. Invece di festeggiare la dipartita di mister gente rotta o mister Matri o mister faccio tutto un minuto prima del Gong Faggiano assumendo un manager vero e di livello si è preso il solo (a spasso) che in quel momento, con quello stipendio e in quella situazione ha accettato di venire. Ovviamente una quarta o quinta scelta, una nullità totale che come tale ha preso un allenatore sbagliato nel momento sbagliato. Un allenatore che con la rosa a disposizione c’entrava come un buslotaro o tomaccaro con la Sylicon Valley. Non felice una volta arrivati finalmente i soldi con l’arrivo dell’incolpevole Krause affidandosi e un paio di pseudo osservatori ha acquistato a prezzi da boutique dei totali bidoni. Cyprien non ha problemi di adattamento, non ha proprio il passo, la gamba, non ha nulla per la Serie A. Busi non lo commento neppure e via così. Infatti il solo che gioca e che è accettabile è Osorio che guarda caso non è un così detto giovane bella scoperta. Aggiungiamo che il DS che ha scelto un allenatore che da sempre gioca col trequartista ha preso due incontrasti e non un trequartista.
    A questo punto la speranza è che Krause, non interessato al paracadute come chi lo ha preceduto ma a stare in Serie A perché porta più soldi intervenga a gennaio, sistemando la squadra se si vuole continuare con Liverani e dando un calcio nel deretano al toscano.

    • 7 Dicembre 2020 in 19:31
      Permalink

      in mezzo a tante c…te davide ogni tanto una giusta la dice non hanno costruito la squadra per liverani manco l ombra di un trequartista che salta l uomo e faccia vantaggio numerico , effetivamente carli qualche errore lo ha fatto ma ricordiamoci anche lucarelli c era e non vedeva !!

  • 7 Dicembre 2020 in 14:01
    Permalink

    Totalmente d’accordo con Davide

  • 7 Dicembre 2020 in 15:00
    Permalink

    Se non si caccia Carli e i geni che hanno fatto “scauting” prendendo a peso d’oro dei mezzi bidoni (ma giovani) e pure rotti (il romeno, Busi, adesso gli altri due) si fa una brutta fine.

    • 8 Dicembre 2020 in 02:07
      Permalink

      davide per quanto tempo sarà tutta colpa dei 7 magnifici o industrialotti ? 10/12anni ? i tuoi amici dell unione industriale anche fra 10 anni saranno i colpevoli di un pareggio a reti bianche che aime per te abbassa la media delle reti subite e non potremo battere il record del lecce

  • 7 Dicembre 2020 in 20:05
    Permalink

    Davide è sconsolato senza i suoi industrialotti locali che, pur se mal consigliati dai loro avvocatatoni e dottoroni con la cerga dietro la testa, hanno contribuito a piazzare Parma tra le città più ricche della pur povera Italietta. Parma è la capitale mondiale, ad esempio, degli impianti per l’imbottigliamento e lui, il Davide, si è fatto imbottigliare dall’invidia, da buon parmigiano visié. Gli mancano e lui si aggrappa pateticamente in retroguardia ai suoi amati/odiati Imprenditori con la R parmigiana e la cantilena tipica. Aggiornati, ien rivè gli americà, ammazza aho!

  • 8 Dicembre 2020 in 17:23
    Permalink

    ecco bravo,in questa squadra morfeo ,la morte sua ,zzzzzzzz ronf ronf

I commenti sono chiusi.