D’AVERSA: “L’UNICA SQUADRA CHE HA UN SOLO CENTRAVANTI DI RUOLO SIAMO NOI E NON ABBIAMO LA POSSIBILITA’ DI SOSITUIRLO O CAMBIARLO”

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine di Napoli-Parma, ecco il commento di Mister Roberto D’Aversa.

Se ragioniamo sulla prestazione, i ragazzi hanno anche fatto una buona gara considerando che affrontavamo una squadra che statisticamente è quella che ha tirato di più in questo arco di campionato. Nei due gol ci abbiamo messo del nostro, una squadra che si vuol salvare non può concedere due gol così come li abbiamo concessi noi. La determinazione non la si vede solo quando bisogna precludere qualcosa agli avversari, ma anche quando bisogna andare a far male, la possibilità l’abbiamo avuta ma torniamo a casa con due gol al passivo e zero fatti: noi dobbiamo ragionare solo su questo aspetto, che va migliorato. Questa determinazione è bene che la riprendiamo, perchè fino a quando c’ero io l’anno scorso questa è stata la nostra qualità. Sicuramente si farà di tutto perchè i ragazzi capiscano il valore di portare a casa un risultato, il valore di preservare una categoria, il valore di vincere un contrasto, il valore di indossare la maglia del Parma. Questa è una maglia gloriosa, la dobbiamo rispettare fino all’ultimo secondo dell’ultima partita di campionato”

“Ritmi bassi? Non direi, abbiamo fatto una partita sui riferimenti a tutto campo, considerato il valore dell’avversario abbiamo fatto una buona gara, se guardiamo alla circostanza del primo gol è emblematico, è come se ci fossimo spostati ma non volontariamente, c’è chi è scivolato, chi non ha fatto l’intervento. Nelle difficoltà bisogna ragionare, avere letture dei momenti della partita, spesso loro non ci davano la possibilità di ripartire perchè ci trattenevano; poi a prescindere dal giudizio sul fallo, che ci fosse o meno, certe situazioni vanno prevenute e questo è un aspetto che va migliorato”

“Le possibilità di fare gol ci sono state, penso alla gara con la Samp o anche quella di stasera, ci vuole la qualità e in questo momento sbagliamo le cose elementari: questo aspetto va migliorato. Se poi leggiamo le statistiche, l’unica squadra che ha un centravanti di ruolo siamo noi, non abbiamo la possibilità di sostituire, di cambiare. Abbiamo solo Cornelius, quindi è normale che quell’aspetto sia difficile da migliorare. Bologna? Derby importante, lo prepareremo al meglio, mentalmente bisogna cambiare qualcosa ed è bene che lo capiamo subito

Stadio Tardini

Stadio Tardini

24 pensieri riguardo “D’AVERSA: “L’UNICA SQUADRA CHE HA UN SOLO CENTRAVANTI DI RUOLO SIAMO NOI E NON ABBIAMO LA POSSIBILITA’ DI SOSITUIRLO O CAMBIARLO”

  • 31 Gennaio 2021 in 21:26
    Permalink

    Sotto l’intervista riportata da parmalive. Come si legge, ha detto ben altre cose. Qui è riportata in modo, solo parziale.

    Il tecnico del Parma Roberto D’Aversa commenta così a Sky Sport il match perso oggi contro il Napoli: “Credo che si è fatta una buona gara, mettendo in difficoltà una squadra forte come il Napoli che è la squadra che tira più in porta. Li abbiamo limitati sotto questo aspetto, anche s torniamo a casa con una sconfitta per 2-0. Essere soddisfatti dopo una sconfitta non fa parte di questo sport”.

    Si aspetta qualcosa dal mercato?
    “I motivi per cui sono tornati a Parma sono due, quelli emotivi perché questa è la mia seconda casa, l’altro è tecnico: avevo chiesto delle garanzie sotto l’aspetto del mercato. Chiaro che si era parlato di giocatori pronti, il penultimo posto non è casuale. Il campionato di Serie A è difficile, quindi chiaro che servono giocatori pronti ed è quello di cui si era parlato con la società”
    Zirkzee è in volo
    “L’ufficialità me la state comunicando voi, a me ancora non è stato comunicato nulla. Aspettiamo di vederlo per giudicarlo. La società sa cosa voglio, servono giocatori pronti. Il presente dice che siamo penultimi in classifica e ognuno ragiona a modo suo”.

    Scamacca?
    “È un giocatore di cui si parla tanto, conosce il campionato italiano ed è affermato. MA non è quello il discorso. Non vedo l’ora finisca il mercato, da mercoledì traccerò il gruppo. Io ho dato le direttive ma non sempre vengono ascoltate le direttive dell’allenatore

    • 31 Gennaio 2021 in 21:31
      Permalink

      Noi, come d’abitudine, riportiamo, linkando, le dichiarazioni che appaiono sul sito ufficiale del Parma della conferenza stampa, e quando c’è, ad ogni buon conto mettiamo anche il video. Altri siti, tra cui quello che lei cita, trascrivono ANCHE le dichiarazioni che l’allenatore rilascia a Sky. Insomma: sono due “prodotti” differenti

      • 31 Gennaio 2021 in 21:34
        Permalink

        Non era un appunto al vostro operato, volevo solo porre l’accento su una dichiarazione secondo me molto grave e che qui non era presente. Tutto qui

    • 31 Gennaio 2021 in 22:13
      Permalink

      insomma……chiede giocatori pronti, ma sono arrivati 2 giocatori che sembrano essere ottimi prospetti (man e zikree)ma ne sappiamo tanto quanto gli acquisti estivi ,poi un giocatore greco di cui nulla si sà…e per la difesa dopo i vari benatia fazio rugani ……arriva bani che non gioca nemmeno nel bologna, voglio dire non mi sembra che d aversa sia stato accontentato in più manca un tassello importantissimo a centrocampo un giocatore in grado di fare il play basso,mi rendo conto che questa tiologia di giocatore è merce rara ma,non si può certo andare avanti con un centrocampo composta da Hernani Brugman Grassi Kurtic

      • 31 Gennaio 2021 in 22:50
        Permalink

        Vorrei ricordare che con Ranieri ci siamo salvati grazie ad un ragazzino che arrivava dalle giovanili del Manchester,………..beh poi Ranieri non è D’aversa

  • 31 Gennaio 2021 in 21:32
    Permalink

    Comunque anche Inglese che si prenda una decisione se non ha più la testa va messo fuori rosa è una cosa indecente

  • 31 Gennaio 2021 in 21:39
    Permalink

    Beh se Scamacca è un giocatore affermato a sema a post, mo co dit D’aversa?

  • 31 Gennaio 2021 in 21:43
    Permalink

    La cosa che fa più male è che anche quando non stai rischiando nulla,anzi, stai producendo anche qualcosa a livello offensivo è sicuro che gli altri segnano… siamo a 4 goal presi in queste due partite degne di mai dire goal, e noi non siamo mai in grado di restituire i regali che ci fanno. Stasera come domenica scorsa ne abbiamo avuti, anche più di uno.

  • 31 Gennaio 2021 in 21:57
    Permalink

    Credo che Inglese sia in partenza non saprei cosa altro aspettarmi. Dopo il lutto personale non é rientrato nelle 2 partite successive. Non ci sono notizie di infortuni l’unica considerazione che faccio é che lui abbia deciso di cambiare aria o la società abbia deciso di non rischiare infortuni e cederlo. Dispiace era un ottimo acquisto e un profilo giusto ma la fortuna non l’ha certo aiutato. A mio parere anche mediaticamente andava gestito meglio, in passato e anche ora.

    • 31 Gennaio 2021 in 22:20
      Permalink

      Purtroppo nel Parma di D’Aversa (.. non considero Liverani xchè si è trovato a gestire giocatori svuotati dalle gestione precedente e ahimè purtroppo, attuale) le punte non possono avere vita lunga: gli si chiede troppo sacrificio e lotta spalle alla porta per poter durare nel tempo. Io sono convinto che il ragazzo potrà ancora fare una carriera più che dignitosa vestendo una maglia diversa e mettendosi alle spalle un periodo della sua carriera, ed un allenatore, che ricorderà con i brividi.. FORZA BOBBY

      • 31 Gennaio 2021 in 22:44
        Permalink

        Sicuramente al Bologna l’ultimo giorno di mercato per non agevolare una diretta concorrente, che ce lo pagherà e sicuramente con una squadra che gioca al calcio con un centrocampo che crea ricomincerà a segnare.

  • 31 Gennaio 2021 in 22:00
    Permalink

    Poi è ridicolo e poco serio, di “SCUOLA CONTE” che un allenatore vada in televisione a mettere in piazza i problemi societari, per cercare di forzare la mano, visto che ci sono i soldi a cosa poi? A cercare di far comprare un attaccante da 22 milioni che in serie A ha fatto 11 partite e due gol. Il problema è che non si costruiscono occasioni, l’unico che crea qualcosa è Gervinho quando si mette in proprio.

  • 31 Gennaio 2021 in 22:04
    Permalink

    Io non mi sorprenderei se a mercato di finito d’aversa saluti la compagnia, se non lo fa è perché è davvero legato a questa città… ma ciò che ha detto , come quasi in tutti dopo partita , sono frasi che con un DS saldo al comando richiederebbero quando meno delle multe.

    • 31 Gennaio 2021 in 22:36
      Permalink

      Ma magari si dimettesse!! Avrebbe dovuto farlo in estate quando non sposó le scelte societarie…
      Tanto non è che porti quel gran valore aggiunto… finito culo finita gloria

    • 31 Gennaio 2021 in 23:15
      Permalink

      Sai ha cosa è legato ? Al contratto che gli ha fatto la futura vecchia società di runners, la patetica retorica lasciala stare

  • 31 Gennaio 2021 in 22:51
    Permalink

    Ho come l’impressione che D’Aversa potrebbe non arrivare a domenica. Non perchè venga esonerato, ma perchè decide lui di andarsene. La situazione mi pare fuori controllo con la società.

    • 1 Febbraio 2021 in 08:31
      Permalink

      Stai tranquillo che non si dimette, non è matto ha un contratto fino a giugno 2022

  • 1 Febbraio 2021 in 07:41
    Permalink

    Nessuno è “dentro” alla Società, se ciò che ha detto è vero posso solo dargli ragione, ma c’è un proverbio che dice che i panni sporchi vanno lavati in casa, certe dichiarazioni è meglio non farle.
    A mio parere non si dimetterà: perchè dovrebbe farlo? Lo hanno richiamato loro, mica è fesso. E onestamente nei suoi panni mi dimetterei se la colpa fosse mia, adesso che posso imputargli a D’Aversa? Nulla. Anzi, almeno adesso un minimo di voglia c’è. Manca la squadra, ma si sapeva già.

  • 1 Febbraio 2021 in 12:46
    Permalink

    Lo dico da Settembre e purtroppo non posso che ribadirlo ad oggi.
    Siamo totalmente IMBARAZZANTI, sotto ogni punto di vista, tecnico e societario.
    Pensare ad una salvezza dopo quanto abbiamo visto fino a qui, è pura illusione, dopo il mercato che sta facendo Carli a gennaio poi, è quasi un delirio immaginarla.

    Proviamo a ragionare insieme:
    a) In estate accantoni D’Aversa perché volevi fare il progetto giovani e lui non era daccordo,
    b) In estate prendi un Liverani per fare il progetto giovani,
    c) Liverani lo prendi esclusivamente perchè è quello che costa meno in tutta la serie A, visto che il CV non dava nessuna garanzia,
    d) Mercato estivo: ti restano sul groppone gli investimenti della gestione precedente con giocatori balordi che non hanno più mercato (cito ad esempio: Dezi, Sprocati, Brugman, Inglese, ecc.) ma per portare avanti il progetto giovani, acquisti 8 giocatori semi-sconosciuti dal mercato estero.
    La cosa poteva avere un senso, anche se presenta dei grossi rischi, ma ad inizio stagione ci poteva anche stare.
    e) Dopo appena 4/5 partite di campionato, si capisce subito anche dal divano di casa, che le cose non vanno. Liverani è assolutamente inadeguato ed impreparato a gestire la piazza Parma, i giocatori del vecchio corso non si reggono in piedi ed appaiono confusi e demotivati, i giovani nuovi non sono all’altezza del campionato italiano (Mihaila, Brunetta, Busi, Sohm) o sono balordi (Cyprien).
    f) invece di correggere immediatamente il tiro, si continua ad andare avanti e la situazione diventa drammatica dopo Crotone.
    g) Decidi di cambiare Liverani e riprendi D’Aversa (mossa che sembra surreale viste le motivazioni del suo addio), ma la piazza lo accoglie bene ed è pure già a libro paga.
    h) Mercato invernale 1: arrivati al giro di boa al penultimo posto e con il peggior attacco del campionato, ci si aspetta che avendo deciso di tornare a Canossa, riprendendo D’Aversa, sia lui ad indicare chi prendere per rafforzare la squadra e tentare la risalita.
    i) Mercato invernale 2: invece il DS Carli e il presidente Krause, continuano la loro linea dei giovani con investimenti (sulla carta) importanti per prospetti stranieri che non hanno alcuna esperienza. Addirittura nell’intervista pre-gara con il Napoli, Marcello Carli dichiara “Man e Zirkzee” erano prospetti che seguivamo per giugno, ma abbiamo deciso di anticiparli ora per fargli avere dei mesi di esperienza in più in vista del prossimo campionato”!!!!!!!
    l) Nel dopo gara di Napoli, D’Aversa, si lamenta del fatto che il mercato non sta andando secondo gli accordi che lo avevano convinto a ritornare a Parma.

    Fatta questa doverosa cronistoria degli avvenimenti, mi chiedo se siamo su Scherzi a Parte, se Carli e Krause sono due folli alla Joker, o se qualcuno in Lega Calcio, ha annunciato che alla fine di questo campionato non vi saranno retrocessioni.

    Il mercato estivo del Parma era ambizioso e rischioso, ma dopo i pessimi risultati e la decisione di tornare all’antico richiamando D’Aversa, fare un mercato invernale con le stesse modalità è assolutamente da FOLLI.

    Nella migliore delle ipotesi, gente come Man e Zirkzee, inizieranno a rendere fra 2 mesi.
    Noi fra 2 mesi, avremo probabilmente già mollato perchè saremo ultimi a 10 punti dalla salvezza.

    Faccio notare inoltre, che in caso retrocessione, tutti sti giovani non credo che restano a Parma a fare la serie B eh……ed inoltre, i 100 mln investiti da Krause, quando rientrano senza i diritti TV della serie A?
    Mi chiedo quindi, di cosa stiamo parlando? Qual’è la verità sul Parma Calcio?

    Solo io vedo lo spettro di un altro fallimento a fine campionato ed il ritorno in serie D?

    La città e la stampa, farebbero bene ad interrogarsi seriamente su quello che stanno facendo a questa società e dei rischi che stiamo correndo. Ma PPC dorme?

  • 1 Febbraio 2021 in 13:46
    Permalink

    l’ unica cosa che mi fa rimanere attaccato ai siti, ai forum e alle notizie nonostante i nervosi di questi mesi è la classifica che per assurdo è ancora rimediabile. campionato molto strano visto che dopo 20 partite una squadra con 13 punti può tranquillamente salvarsi.
    entro stasera però spero che i vari Dezi, Brugman, Sprocati , Inglese vengano ceduti o regalati giusto per non sentirne più parlare o non vederli fra i convocati.
    mi auguro che arrivi vivamente una punta (va bene anche Eder che ha 34 anni e che dopo la Cina qua camminerà ma penso che farà meno peggio di quelli che abbiamo) e un CC dove abbiamo un altro grossissimo problema. sono stati provati 5, 6 giocatori in quel ruolo e nessuno e manco sufficiente in questa stagione. ultimo tassello un altro laterale alto perché con D’ Aversa (che rimarrà) e i 5 cambi quelli davanti vanno cambiati in ogni partita.
    per la difesa lasciamo tutto così. la situazione qua non è drammatica è solo la conseguenza del nulla che c’ è più avanti.
    dalla prossima partita infine vorrei vedere Colombi in campo e Kuko al suo posto.

  • 1 Febbraio 2021 in 16:32
    Permalink

    Riepilongando sto cominciando a capire alcune cose.
    1) Il solito mercato dell’ultimo giorno che produce debiti e basta.
    2) Nessun giocatore c.d. “pronto” è disposto a venire in una squadra che assomiglia sempre più ad un relitto.
    3) E’ palese che vi è un tacito accordo tra le società che stanno sopra di noi per spedirci diritti in serie b (hanno ormai individuato il Parma vittima sacrificale dell’anno). Ciò si deduce dal fatto che nessuna di queste ha intenzione di venderci giocatori anche se non più rientranti nel loro progetto, vedasi Scamacca (assurdo pagare un ragazzo al primo anno di serie A così tanto), vedasi Callejon ecc….
    4) La Rubentus si ritira da tutto quando c’è di mezzo il Parma, l’Inter non ne vuole sapere, tutte società pro Genoa, pro Cagliari e pro Fiorentina. Il giro dei calciatori è abbastanza chiaro uno esclude l’altro purchè non si arrivi al destinatario finale di nome Parma.
    Detto ciò siamo ancora a rincorrere attaccandi mezzi spuntati o in pensione (Pellè per l’amor di Dio no) quando il vero nocciolo della questione si chiama centrocampo.
    5) Abbiamo un allenatore a braccia aperte sconsolato (nulla di quanto richiesto arriverà) e una serie di ragazzotti pagati milioni e per di più acerbi al nostro campionato.
    6) Non rimane che una solenne e decisa preghiera poichè in caso di retrocessione dovremo svendere il nostro misero patrimonio con l’impossibilità di riscattare giovani “promettenti” presi ora ma non riscattabili in caso di retrocessione.
    7) Io difenderò sempre il Parma, inteso come maglia e passione della mia vita, ma qusto DS è sinceramente indifendibile e allo sbando.
    8) Purtroppo il ns. President, persona da stimare fino all’eternità, non è supportato da una classe dirigente adeguata e mi chiedo fin dove dovrà arrivare per capire che il nostro sistema calcio non è una azienda commerciale qualunque, non è un investimento finanziario ma una scatola mezza vuota, piena di insidie, ripicche e purtroppo ancora con tanti buchi neri.
    Ragas speréma ben perchè dovremo soffrire parecchio e l’ulcera sarà poco più che un fastidio.
    Forza Parma sempre

  • 1 Febbraio 2021 in 17:19
    Permalink

    Beh quando ad agosto te ne fuggi via e molli la baracca all’attuale Ds le vecchie volpi navigate di Preziosi, Volpi, Setti, Cairo, etc. avevano già individuato nel Parma una delle tre retrocesse. Cosa che io dico da mesi. Poi prendendo Brunetta, Valenti, Osorio, Busi certifichi di essere la vittima sacrificale.

    • 1 Febbraio 2021 in 17:59
      Permalink

      Aggiungi Pellè (ma stiamo scherzando?) e dove vuoi arrivare? Il problema è che non avremo nemmeno la squadra se retrocederemo e ci siamo infilati da soli in questa situazione poichè se avessimo cambiato l’allenatore dopo crotone avremmo avuto 2/3 punti in più e questo a livello mentale avrebbe giocato a ns. favore. Ora con questi acquisti e con il centrocampo senza un regista di livello abbiamo un percorso quasi impossibile. Vero è che la speranza è l’ultima a morire, ma qui il fegato è il primo ad andarsene…

    • 1 Febbraio 2021 in 18:05
      Permalink

      Però la cosa che fa incazzare di più è vedere Preziosi che cambia allenatore e la squadra comincia a macinare punti, Destro sembra Lewandowski quando il Genoa per me rimane comunque una squadra mediocre. Su Volpi, Setti, Cairo e io aggiungerei anche Carnevali ho una opinione di cupola calcistica e Krause pare un bambino messo sul giochino che non conosce affatto. Peccato perchè a livello di passione in ns. Presidente è sicuramente superiore a tutti e forse non merita tutto questo.

I commenti sono chiusi.