LUCARELLI: “NON MI SI VEDEVA PERCHE’ HO AVUTO IL COVID. AI TIFOSI VOGLIO BENE, MA CAPISCANO CHE NON POSSO INTERAGIRE SUI SOCIAL RISPONDENDO A TUTTE LE DOMANDE” (VIDEO)

(www.parmacalcio1913.com) In questo periodo in cui stiamo insieme c’è un po’ di tutto. C’è la voglia di inserire subito i nuovi, c’è la voglia di percepire il momento da parte dei vecchi. C’è la voglia di trovare un’idea e una strada unica per raggiungere l’obiettivo“. E’ questo il pensiero di Alessandro Lucarelli, vice direttore sportivo del Parma, intervenuto in conferenza stampa a margine della presentazione di Mattia Bani e Andrea Conti. “Vogliamo – prosegue Lucarelli – cancellare tutti quelli che possono essere gli alibi, perché la squadra non ha alibi visto che qui c’è tutto per poter stare bene. Bisogna che la squadra ritrovi quell’anima che ci vuole per provare a fare l’impresa e salvarsi. Ritrovare quello spirito che hanno, che hanno dimostrato nei precedenti anni di avere, e che devono ritirare fuori. Il fatto di stare insieme serve anche a questo“.

Il mercato di gennaio non è facile, non è facile trovare quelle opportunità e quelle soluzioni per migliorare o completare la squadra. Noi ci siamo riusciti, il mister ci aveva dato delle linee guida da seguire e credo che, in linea di massima, siamo riusciti a portare a casa quello di cui avevamo bisogno. Tante trattative non sono state portate in fondo per via di quella che è la legge del mercato, con squadre che magari come noi lottano per la salvezza e non volevano rinforzarci oppure non c’erano le condizioni economiche per poter chiudere la trattativa. Ci tengo a sottolineare che il Presidente, anche in questa sessione di gennaio, ha dato grande disponibilità soprattutto economica per cercare di migliorare la squadra. Questa è una cosa importante, avere una Proprietà solida che fa di tutto per cercare di mantenere la categoria“.

“Intanto, lo posso dire senza problemi, sono stato praticamente un mese fuori perché ho avuto il Covid-19 anche io e dunque non sono riuscito a stare vicino alla squadra. Quello che devo dire per quello che mi compete lo dico qui dentro, a Collecchio, a chi di dovere. Ai tifosi voglio bene come loro vogliono bene a me, però capiscano che non posso interagire sui social e rispondere a tutte le domande. Loro, però, possono stare tranquilli perché fino a quando io sarò qui cercherò di dare una mano, cercherò di dire la mia affinché le cose a Parma vadano bene. Il fatto che mi possa vedere meno nelle interviste dipende anche dal fatto che ci sono dei ruoli e delle competenze, all’interno di una Società, da rispettare. Anche se magari non mi si vede spesso a livello di stampa comunque qui dentro faccio la mia parte”.

“Bisogna partire da un presupposto: il mister ha rilasciato, domenica, un’intervista dopo una partita persa e dunque è tutto nervosismo che comporta questo dopo una gara. Le parole del mister credo che siano state travisate, perché non intendeva fare una critica alla società ma parlava in generale. Anche durante questa sessione di mercato è successo che alcuni obiettivi non siamo riusciti a portarli a casa. Ci tengo a precisare che all’interno di questa Società c’è una linea unica, condivisa, comune e sposata da tutti in ogni area: c’è un Presidente, c’è un Direttore Sportivo e c’è un allenatore. Si cerca, tra tutte queste componenti, di individuare degli obiettivi e una strada da perseguire. Io credo che abbiamo portato a casa cinque calciatori che, secondo noi, possono dare una grande mano alla squadra. Allo stesso tempo sono convinto che noi ci salviamo non con i nuovi ma con i vecchi, con quelli che c’erano l’anno scorso e che più di altri devono avere un senso di appartenenza nei confronti di questa squadra e questa Società. Che più di altri devono sentirsi addosso la responsabilità dei risultati che non stanno arrivando: sono loro che devono prendere i nuovi, i giovani, e spingerli, unirsi tutti insieme a fare il meglio e giocare con il sangue agli occhi. Perché se non si ritrova questo spirito avremmo potuto prendere pure Cristiano Ronaldo ma saremmo retrocessi lo stesso. Quello che mi preme più di tutto è che questa squadra ritrovi quella mentalità che ha avuto in questi ultimi due anni e che ci ha permesso di salvarci. Responsabilizzarci tutti e, dal primo all’ultimo, cercare di fare di più e meglio di quanto fatto fino ad oggi perché solo così possiamo recuperare la stagione e portarla a termine con l’obiettivo in tasca. Ci sono diciotto partite e per noi devono essere diciotto finali, diciotto battaglie, senza fare tabelle. Deve esistere solo la partita di domenica e quella deve essere una battaglia, giocare ogni gara al massimo delle nostre possibilità con il sangue agli occhi. Questa è la strada che nella mia carriera da calciatore mi ha permesso di raggiungere obiettivi anche talvolta impensabili. E questo è quello che deve ritrovare la squadra“.

La salvezza è alla portata, perché al di là dei disastri – se così vogliamo chiamarli – fatti fino ad oggi siamo comunque a due punti dalla salvezza. C’è un girone di ritorno da giocare e tutte le possibilità per poter rimetterci in piedi. Io sono convinto che anche le squadre che adesso hanno 20-22 punti e ci sono davanti dovranno vedersela con noi per il raggiungimento della salvezza. Nessuno può sentirsi tranquillo perché quest’anno il campionato, anche nella zona salvezza, è difficilissimo. Dobbiamo fare il nostro percorso: testa bassa, lavorare, tutti insieme, seguire il mister che conosce l’ambiente e conosce i giocatori, trasmettere quel senso di appartenenza che serve per tirarsi fuori da questo momento. Dobbiamo restare tutti insieme, dietro la squadra, e peccato che non ci sia il pubblico in questo momento a darci una mano perché ne avremmo avuto tantissimo bisogno, soprattutto in un derby molto sentito come quello di domenica. Dobbiamo rimboccarci le maniche e pensare a dare il massimo senza trovare scuse, alibi, senza negatività. Dobbiamo affrontare il momento difficile e superarlo”.

“Non è stata una scelta quella di concludere alcune trattative gli ultimi giorni di mercato, perché prima mettevamo i giocatori a disposizione del mister e meglio sarebbe stato. Purtroppo in Italia c’è l’usanza di tenere il mercato un mese aperto e tutti gli affari si fanno l’ultimo giorno. Non è stata comunque una scelta voluta. Conti? Le considerazioni tattiche deve farle il mister. Sicuramente con queste entrate ci sono più soluzioni, secondo quello che reputa il mister anche a secondo della gara perché sappiamo tutti che è molto bravo a cucire la squadra in base alla partita della domenica e alle caratteristiche dell’avversario. Sicuramente può avere qualche soluzione in più anche per poter pensare di cambiare modulo ma questa è una decisione che spetta a lui”.

“A livello fisico sicuramente i giovani sono pronti. Non abbiamo preso solo giovani ma abbiamo fatto un mix. I giovani naturalmente hanno bisogno di un minimo di tempo per capire quello che vuole il mister, per capire anche cos’è il nostro calcio e cercare di capire la lingua il prima possibile. Sono a disposizione perché a livello fisico stanno bene, magari non entreranno subito dentro rispetto agli altri che invece conosco il campionato, le dinamiche di una squadra che deve salvarsi e che abbiamo preso anche perché anche a livello mentale hanno queste caratteristiche”.

DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DEL VICE DIRETTORE SPORTIVO ALESSANDRO LUCARELLI

Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “LUCARELLI: “NON MI SI VEDEVA PERCHE’ HO AVUTO IL COVID. AI TIFOSI VOGLIO BENE, MA CAPISCANO CHE NON POSSO INTERAGIRE SUI SOCIAL RISPONDENDO A TUTTE LE DOMANDE” (VIDEO)

  • 4 Febbraio 2021 in 07:10
    Permalink

    Grazie capitano. Ora mettiamocela se non altro per non far venire il tunnel carpale ai leoni da tastiera che non hanno nulla da scrivere se le cose vanno bene.

  • 4 Febbraio 2021 in 07:47
    Permalink

    Ha preso il Covid, l’importante è che sia guarito, la salute first.
    Certo che lo ha preso bello pesante: se tanto mi da tanto ce lo ha da Ottobre…

    • 4 Febbraio 2021 in 09:49
      Permalink

      Gaio così dai voce alle malelingue

  • 4 Febbraio 2021 in 14:41
    Permalink

    Certo che era dimesso mica poco. Tra il microfono sanificato anti contagio a distanza, la stanza vuota, le risposte che non ho capito ho avuto una pessima impressione. Se qualcuno ricorda l’anno della salvezza con Ranieri arrivato in panca andarsi a rivedere le sue conferenze stampa…

    • 4 Febbraio 2021 in 16:16
      Permalink

      Davide cerca che sei proprio peso…

  • 4 Febbraio 2021 in 16:56
    Permalink

    Scusa reizer85 Davide sarà anche peso ma Lucarelli così dimesso non l’ho mai visto, nemmeno nell’anno del fallimento (vatti a rivedere le conferenze stampa con Donadoni). Spero sia un pò debilitato ma se così fosse, aspetta un attimo a far conferenze. Cmq sempre grato al capitano e massima fiducia. Davide un pò di ragione ce l’ha…eccome!

  • 4 Febbraio 2021 in 18:15
    Permalink

    Welcome back Grande Capitan ……
    sempre fedele …..
    sempre con Lei
    Forza Parma

  • 4 Febbraio 2021 in 18:47
    Permalink

    Parole abbastanza sincere com’è il personaggio. Dai cavolo!

  • 4 Febbraio 2021 in 21:16
    Permalink

    per i ristoratori non ristorati e’ un pessimo periodo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI