11 pensieri riguardo “PARMA TALK, IL WEB SHOW DI SPORTPARMATV: OSPITI CARMIGNANI E PINCOLINI (video integrale dalla diretta streaming)

  • 8 Febbraio 2021 in 20:34
    Permalink

    Ahhh Pietrone! Ci vorrebbe lo spirito del tuo Parma per salvarsi 🙁

  • 8 Febbraio 2021 in 21:00
    Permalink

    Grande Gede … e ancora Vincenzo …..grazie Lorenzo e Antonio per portare Loro qui stasera

  • 8 Febbraio 2021 in 21:42
    Permalink

    Minuto 49,17 …Bravo …….. Bravo Vincenzo cosi’ e’
    Forza Parma

  • 8 Febbraio 2021 in 22:38
    Permalink

    Complimenti …. programma dove ha vinto di essere positivo …..
    Forza Parma

  • 10 Febbraio 2021 in 01:16
    Permalink

    Gedeone Carmignani: che bei ricordi!!!

  • 11 Febbraio 2021 in 13:21
    Permalink

    Mi è piaciuta tantissimo questa trasmissione per la quale faccio i complimenti a Fava e Boellis. Davvero un ora e mezza godibilissima parlando di tutto.
    Però smollate Boni. Veramente siamo stufi di vedere questo tizio ergersi a pontificare su questo o su quello senza essere soprattutto tifoso del Parma. Chiamate gente come il Pinco o il Gede che garantiscono competenza, fede calcistica e soprattutto buon senso nel parlare.
    Avercene come questi 2 ora nel Parma. Sono sicuro che qualcuno finirebbe appeso all’attaccapanni dello spogliatoio.
    Grazie Gede per la persona vera e sincera che sei. Nessuno dimentica quanto di grande hai fatto qui!

    • 12 Febbraio 2021 in 01:35
      Permalink

      Gentile Nolan,
      rivolgo il mio personale ringraziamento per gli attestati di stima.

      L’impegno non ci manca, tantomeno la volontà di fare informazione (anche grazie alla presenza e alle opinioni di ospiti di qualità, che vengono individuati e invitati grazie al lavoro certosino della redazione giornalistica di SportParma). E vedere che il prodotto trova consensi nel pubblico è motivo di grande soddisfazione.

      ParmaTalk continuerà la propria strada nei mesi a venire, cercando di proseguire la propria iniziale “missione”, senza più il contributo dell’opinionista Enrico Boni, con non proseguirà la collaborazione. Una decisione che mi spiace dover comunicare, ma necessaria al netto di alcune diversità di vedute. Qualcuno – come Nolan – sarà felice di leggere questo “spoiler”; a qualcun altro, invece, non piacerà scoprire del addio a ParmaTalk del popolare “Saltimbanco”, che ha sempre diviso l’opinione pubblica.
      Ma il lavoro di SportParma e la competenza che quotidianamente dimostra questa testata giornalistica, “sul pezzo” dal lontano 2007, devono essere il motivo di interesse da parte dei fruitori; ancor prima delle capacità di chi conduce o di chi fa opinione o di chi presenzia come ospite.

      La strada del webshow sul Parma Calcio 1913 proseguirà; non c’è motivo di dubitarne. Anzi, mi auguro possa diventare per tutti i tifosi crociati un (duplice) appuntamento settimanale da non perdere!
      Così come testimoniato dalla puntata da record di lunedì con Carmignani e Pincolini… che faremo in modo di ritrovare in futuro.

      LF

  • 12 Febbraio 2021 in 10:06
    Permalink

    Buongiorno Fava,
    ribadisco i miei complimenti ed ancor di più ora che c’è stata una svolta “tecnica” nel prosieguo della vostra trasmissione. Non ho nulla di personale contro Boni, ma ritengo non sia adatto a parlare del Parma con obiettività. Non faccio parte di quei tifosi che vogliono sentir parlare solo bene della propria squadra ma capisco quando qualcuno “rema controcorrente” per rimanere nel personaggio.
    Sarebbe interessante una trasmissione con ospiti Ceresini, Pinco, Gede e il Direttore Majo. Credo ne verrebbero fuori delle belle, specialmente sui temi attuali dove il dibattito di chi è competente è quasi unanime nel definire le responsabilità in seno alla squadra e alla società. Non bisogna avere paura nel dire quello che realmente sta accadendo, così come purtroppo vedo in alcune trasmissioni tv “ingessate” al protocollo. E’ per il bene di tutta la comunità a cui sta a cuore il Parma Calcio che occorre portare alla luce le problematiche perchè solamente con piena unità di intenti se ne può venire fuori. (Clima pre spareggio salvezza docet).
    Complimenti ancora e rimaniamo in attesa di altre ospitate doc.

    • 12 Febbraio 2021 in 10:52
      Permalink

      Buongiorno Nolan,

      grazie per le Sue parole, ma io debbo chiamarmi fuori: come noto sono dipendente del Parma Calcio, per cui non sono la persona più adatta ad esprimere giudizi al riguardo l’universo del mio datore di lavoro, del quale, peraltro, non sono neppure “portavoce”, poiché il mio incarico è circoscritto alle attività di giovanili e femminili, per cui non sarei nelle condizioni di partecipare neppure da “schierato”.

      Circa Enrico Boni esprimo una mia considerazione che si rifà alla comune esperienza di Calcio & Calcio nell’annata del fallimento: oggi, come allora, a mio modo di vedere servirebbe la sensibilità di capire che per la “drammaticità” del momento è necessario svestire gli amati panni da uomo di spettacolo. Non sono un amante della tv urlata e dei teatrini (io, nell’accettare l’incarico, misi in chiaro con Angella che non avrei fatto lo Schianchi, cadendo a piè pari nel tranello dell’abile Boni, tenendo alla mia credibilità e professionalità), ma capisco che possano divertire il popolino durante la “normalità”. Nelle emergenze, e secondo me Enrico ha sbagliato proprio qui, è meglio far emergere l’aspetto dell’informazione “qualificata”, approfondita e curata e non l’invettiva a prescindere o condizionata da antipatie e simpatie. Ho messo a disposizione, più che volentieri, agli amici di Sportparma, lo spazio di StadioTardini per “ripetere” Parma Talk: però debbo dire che certe volte sentendo alcune corbellerie “sbraiate” da Boni, e ne ero pentito. Si può, direi anzi si deve, essere critici, ma nel rispetto, almeno, di una verità putativa che non cozzi con quella oggettiva, reale dei fatti. Per esempio più di una volta mi sono venuti i nervi sentendolo blaterare di supposti debiti piantati da Nuovo Inizio e saldati da Krause (dando poi il là a leggende metropolitane amplificate dal Davide di turno nello spazio commenti che farnetica di “macerie” e dai soliti noti anche su piattaforme social). Nuovo Inizio non aveva piantato debiti: semplicemente, negli anni, si era preso impegni per acquisire i calciatori che ritenevano idonei al proprio progetto sportivo sintetizzato nei successi (centrati) del “come noi nessuno mai”. Oggigiorno, sia pure con fortune diverse, la nuova proprietà, a propria volta, si sta prendendo forti impegni (esponendosi anche di più rispetto ai 7), dopo aver raccolto (senza, però, che nessuno puntasse la pistola alla gola) gli impegni dei precedenti gestori, come normalissimo accada quando si subentra, accettando, come normalissimo che sia tra “privati” gli accordi comunemente sottoscritti. I 7 non hanno fatto la grande fuga: semplicemente, come da programma hanno passato la mano a un soggetto di garanzia che ha dimostrato, in effetti, di tenere al Parma, mettendoci entusiasmo e soldi.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 12 Febbraio 2021 in 11:00
    Permalink

    La ringrazio per il chiarimento circa la sua impossibilità a partecipare. In effetti non sarebbe corretto in quanto facente parte della società. Mi terrò quindi la curiosità nel vedere un “parterre” di questo tipo.
    saluti

    • 12 Febbraio 2021 in 17:59
      Permalink

      Ringrazio di nuovo, aggiungendo solo una considerazione: viviamo in un’epoca in cui chiunque dice la qualunque attraverso i social (e non fanno eccezione i membri delle società di calcio), per cui mi chiedo sempre perché debba destare imbarazzo se il sottoscritto scrive qualcosa, attraverso questa testata di cui sono proprietario e direttore da prima del mio ritorno alle dipendenze del club. Io penso sia stata una occasione mancata il non aver sfruttato, in chiave positiva – parlo soprattutto degli anni di ripartenza dal basso – le caratteristiche precipue mie e di stadiotardini.it per un dialogo coi lettori. E’ vero che nella sensibilità comune la società di calcio è “pubblica”, ma in realtà è una entità privata, per cui potrebbe scegliere di comunicare attraverso metodologie alternative o non convenzionali, senza che ci si debba turare il naso, partendo dalla considerazione, però, che si giochi a carte scoperte nei ruoli. Secondo me, modestia a parte, la mia dialettica e capacità di intrattenimento/opera di divulgazione dimostrate negli anni d’oro di stadiotardini.it, avrebbero potuto continuare a fare bene alla Comunità Crociata anche dopo il mio ritorno nei ranghi, ma notato che diversi benpensanti avevano qualcosa da ridire per presunti conflitti di interesse, che per me non esistono, allora decisi di fare un passo indietro rendendo tutti felici e contenti, ma resto dell’idea che sia stata un’occasione persa. Del resto anche in anni successivi, nei momenti delicati, liberamente e senza che me lo chiedesse nessuno, ho sentito il bisogno (cito su tutti il caso Calaiò) di tornare ad esprimermi, in prima persona, per esprimere punti di vista “oscurati” da altre letture, magari distorte. Qualche settimana fa arrivai persino a chiudere lo spazio commenti di Stadiotardini.it proprio per il senso di impotenza nel non poter replicare, puntualmente, a determinate falsità che taluni venivano qui a veicolare, utilizzando uno strumento di cui sono proprietario e direttore.
      Cordialmente
      Gmajo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI