PARMA-UDINESE 2-2, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

PARMA-UDINESE 2-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-UDINESE 2-2, IL TABELLINO

Marcatori: 3′ Cornelius, 32′ Kucka (rig.), 19′ st Okaka, 35′ st Nuytinck

PARMA – Sepe, Pezzella (34′ st Laurini), Conti, Gagliolo, Karamoh (21′ st Man), Cornelius, Bani, Brugman (25′ st Cyprien), Hernani (21′ st Grassi), Mihaila (34′ st B. Alves), Kucka (Cap.). Allenatore: Roberto D’Aversa
A disposizione: Colombi; Iacoponi, Zirkzee, Sohm, Osorio, Brunetta, Busi

UDINESE – Musso; De Paul (Cap.), Walace (1′ st Nestorovski), Bonifazi, Nuyinck, Stryger Larsen, Arslan (42′ st Makengo), Llorente (15′ st Okaka), Pereyra, Becao (1′ st Molina), Zeegelaar (22′ st Ouwejan). Allenatore: Luca Gotti
A disposizione: Gasparini, Scuffet, Braaf, Micin, De Maio

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati della Sezione A.I.A. di Pistoia

Assistenti: Sig. Marco Bresmes di Bergamo  e Sig. Salvatore Affatato di Vco

Quarto Ufficiale: Sig. Daniele Paterna di Teramo

V.A.R.: Sig. Marco Piccinini di Forlì

A.V.A.R.: Sig. Mauro Galetto di Rovigo

Ammoniti: Brugman, Cornelius, Bani, Zeegelaar, Mihaila, Musso, Hernani, Conti, De Paul, Man, Pereyra

Calci d’Angolo: 3-2

Recupero: 1’+5′

LA DIRETTA LIVE DI Ilaria Mazzoni

Bentornati allo Stadio Ennio Tardini di Parma dove cercherò di raccontarvi questa ventitreesima giornata di campionato: i Crociati affrontano l’Udinese alla ricerca di punti fondamentali per la salvezza.

Mai come in questo momento allo stadio si sente la mancanza dei tifosi che hanno sempre sostenuto e stimolato la propria squadra; i ragazzi di D’Aversa dovranno cercare di reagire da soli nel tentativo di raddrizzare la storia di questa annata sino ad ora deludente.

Prima di dare vita a questo match le due formazioni e i (pochi) presenti osservano un minuto di silenzio in ricordo di Mauro Bellugi, indimenticato ex difensore dell’Inter che si è spento in questi giorni.

PRIMO TEMPO

01′ Partiti, Udinese che gioca con la terza maglia, quella blu mentre i crociati scendono in campo con la classica croce nera in campo bianco

03′ 1-0 GOOOOAL PARMA!! Alla prima occasione utile della gara Cornelius con uno stacco imperiale buca la rete bianconera e porta in vantaggio i padroni di casa, finalmente si sblocca in questo campionato l’attaccante crociato a cui il goal mancava dalla scorsa stagione (ultimo goal contro il Lecce ad Agosto). L’assist è stato di Giuseppe Pezzella

06′ ancora Parma in avanti che sembra aver preso coraggio dopo la rete del vantaggio, l’azione offensiva è alimentata da una buona azione di Karamoh che poi mette il pallone in mezzo, bello il suo invito ma, purtroppo, i compagni sono tutti in leggero ritardo e così il pallone viene agguantato da Musso. Un buon Parma in quest’avvio, un Parma che sembra, finalmente, aver trovato le energie giuste ed il carattere aggressivo che tutti auspicavamo

09′ primo cartellino giallo del match; ad essere ammonito è Brugman per un intervento che l’arbitro giudica troppo irruento

10′ sono trascorsi i primi dieci minuti di questo match, tutti colorati di gialloblù: il Parma ha iniziato questa gara con un atteggiamento tanto sperato quanto inatteso, forse anche dall’avversaria. I ducali stanno dimostrando la tempra giusta anche se devono stare attenti a non concedere spazi all’Udinese che ha di certo le qualità per mettere in difficoltà i padroni di casa

13′ dopo un tentativo offensivo poco concreto dell’Udinese il Parma riconquista con caparbietà il pallone e riparte in contropiede sfiorando la rete ancora con Cornelius che oggi sembra essersi sciolto dal torpore che sembrava averlo colto quest’anno. Miracolo di Musso che toglie il pallone incornato dall’attaccante ducale dall’incrocio dei pali; ottima, sino ad ora, la partita dal danese servito ancora una volta da Pezzella

16′ rimane a terra Karamoh che, colpito al volto da Walace, è ora sanguinante dal naso. Intervengono gli operatori sanitari ma l’attaccante crociato senza dubbio riprenderà la propria posizione in campo; buona, sino ad ora, la sua prestazione che ha regalato velocità e brillantezza all’azione del Parma

17′ per la prima volta in questa partita il Parma è disattento e concede il fianco all’Udinese che non ne approfitta; il rigore in movimento di Llorente termina abbondantemente a lato della porta presidiata da Sepe

19′ ammonito anche Cornelius, calcio di punizione da posizione interessante per l’Udinese che non sfrutta quest’occasione per mettere in difficoltà i padroni di casa che, comunque, devono prestare molta attenzione a non concedere queste opportunità alla squadra friulana

23′ cartellino giallo per Zeegelaar che interrrompe in modo falloso il contropiede ducale

24′ calcio di punizione a favore dei crociati, sul pallone va Hernani che filtra un bel pallone teso in area, prova la deviazione in volo Kucka. Nulla di fatto, ma partita molto viva. Un buon Parma che sembra aver ritrovato il proprio attacco e che si dimostra molto compatto anche in fase difensiva. L’Udinese fa davvero fatica a trovare gli spazi per giungere nei pressi dell’area di Sepe

28′ l’arbitro continua ad estrarre il proprio cartellino giallo, prevalentemente per punire i calciatori crociati; a terminare sul suo taccuino è ora Bani, reo di una trattenuta. Giusta o sbagliata che sia l’ammonizione l’Udinese potrà ora usufruire di una punizione

29′ punizione battuta da De Paul, prova il colpo di testa Bonifazi, palla che termina alta

30′ calcio di rigore per il Parma; Cornelius viene ostacolato fallosamente in area, sul pallone va Kucka

31′ 2-0 GOOOOAL PARMA! Kucka insacca dimostrando freddezza e precisione, anche se Musso si tuffa dalla parte giusta il pallone rotola alle spalle. Parma avanti di due reti e che dimostra, finalmente, di essere vivo e pronto per lottare per questa serie A, oggi mancano solo i tifosi che, a questa rete, sarebbero certamente esplosi in un urlo di gioia

34′ battibecchi dalle parti di Musso, alla fine il direttore di gara decide di ammonire sia il portiere dell’Udinese che Mihaila, reo di aver partecipato alla discussione con l’estremo difensore bianconero

40′ mancano ormai cinque minuti al termine di questo primo tempo regolamentare, l’Udinese prova a farsi vedere in avanti con un tentativo di contropiede che viene arrestato dall’ottimo intervento di Pezzella che chiude la fascia sinistra ai bianconeri

41′ ribaltamento di fronte: contropiede di Karamoh che prova a partire in velocità commettendo, infine, fallo. Calcio di punizione per l’Udinese all’interno della propria metà campo. Squadra ospite che può riorganizzarsi e impostare la propria azione offensiva nel tentativo di accorciare le distanze; Parma che deve “tenere botta” e non mollare per andare negli spogliatoi con un prezioso doppio vantaggio

45′ un minuto di recupero

46′ Parma che chiude in avanti questo primo tempo, prima con un’azione di Mihiala che scatena il panico in area bianconera, chiude in qualche modo Musso ma il pallone arriva tra i piedi di Karamoh che serve infine Cornelius. L’attaccante danese viene fermato dal fischio dell’arbitro che rileva un fallo in attacco

Le due formazioni rientrano negli spogliatoi del Tardini, in questa quarta giornata di ritorno si è visto, finalmente, un Parma che ha reagito con forza e carattere. Ducali che confezionano un buon primo tempo e si portano in vantaggio dopo pochi minuti dal fischio iniziale con un’incornata del ritrovato Cornelius che non metteva la palla in rete da ben 203 giorni, raddoppia con un rigore perfetto di Kucka. La squadra di D’Aversa va al riposo con un buon risultato supportato da una buona prestazione che dovrà necessariamente confermare nella ripresa. Solamente così sapremo che ora i crociati sono davvero pronti per lottare per la Serie A.

SECONDO TEMPO

46′ prima di iniziare il secondo tempo primo doppio cambio operato da Gotti: fuori Becao per Molina, out anche Wallace che lascia spazio a Nestorovski. L’Udinese cambia e potenzia le propria fila offensive alla ricerca di nuovi spunti che possano mettere in difficoltà la squadra di casa. Via al secondo tempo di questo Parma-Udinese

47′ crociati in avanti che impostano con Kucka che carica poi il destro dai sedici metri; buona esecuzione anche se il pallone scivola a lato della porta bianconera. A rimettere la sfera in gioco sarà Musso, ma buon avvio della formazione di Roberto D’Aversa

50′ scontro tra Nutynck e Cornelius, entrambi restano a terra e richiedono l’intervento dei sanitari in campo sono, però, in grado di rientrare sul terreno di gioco

52′ calcio d’angolo dalla destra per i gialloblù dopo un buon destro di Hernani. Dalla bandierina va Kucka, che oggi indossa la fascia da Capitano (Bruno Alves è seduto in panchina), pallone in mezzo ma respingono i bianconeri. Sfera che rimane in possesso del Parma che prova poi la conclusione al volo senza successo. Ancora, però, un buon Parma

54′ prova a premere l’Udinese sfruttando la freschezza del neo entrato Molina, ma ancora poi un occasione per la formazione di casa che lancia Mihaila in solitaria. Il calciatore, solo davanti a Musso, non trova la lucidità e il cinismo utili per battere a rete, peccato

57′ intensifica la propria azione offensiva l’Udinese, poi ennesimo cartellino giallo del match (sempre all’indirizzo del Parma): sanzionato Hernani. Calcio di punizione per l’Udinese, batte De Paul, tiro troppo centrale che viene letto bene da Sepe. Il portiere gialloblù con una presa al volo sventa il pericolo con sicurezza

59′ ancora un cambio per l’Udinese: entra Okaka, vecchia conoscenza crociata, al posto di Llorente. Chiaro l’intento di Gotti: ravvivare un reparto offensivo che oggi non ha dimostrato, almeno per ora, di riuscire a pungere e penetrare nel fortino gialloblù

61′ Parma ancora in vantaggio di due reti a zero e, anche se in questa ripresa, ha certamente lasciato più spazi all’Udinese sta dimostrando di non aver alcuna intenzione di abbassare la guardia

62′ cross dalla sinistra di Zeeglaar, nessun problema per Sepe

63′ 2-1 GOOOAL UDINESE; l’ex Okaka punisce i crociati e riporta l’Udinese ad una sola rete di svantaggio. Distrazione della difesa crociata che lascia smarcato l’attaccante che ne approfitta. Prima ver pecca dei crociati in questo match; distrazione che i ragazzi di D’Aversa pagano cara

65′ doppia sostituzione per D’Aversa, escono: Hernani e Karamoh inizia il match per Grassi e Man

66′ cambio anche per Gotti: esce Zeegelar rilevato da Ouwejan

67′ in questi minuti il Parma si è troppo abbassato, l’Udinese, invece, complice la rete di Okaka, sta prendendo coraggio e campo. I crociati devono continuare a rimanere con la testa sul match e ritrovare il carattere che hanno dimostrato sino alla rete di pochi minuti fa

69′ ulteriore sostituzione per i crociati: fuori Brugman per Cyprien

71′ fiammata in avanti del Parma con Mihaila che dopo aver calciato (spedendo il pallone alto) cade in area ma per il direttore di gara è tutto regolare, si riprenderà con la rimessa di Musso

74′ goal annullato all’Udinese: il pallone prima di finire nella rete crociato era terminato oltre la linea del fondo. Brivido per i pochi addetti di fede gialloblù presenti allo Stadio e per i tanti che sicuramente staranno seguendo il Parma oggi da casa, ma poi l’arbitro conferma l’irregolarità e si può tornare a respirare

76′ la squadra di D’Aversa sta subendo troppo l’avanzata bianconera, in questo momento la squadra ospite sta epr usufruire di una rimessa laterale a pochi passi dalla bandierina di destra; riparte poi il Parma con Kucka che serve Man cambiando il lato di gioco. Traversone in mezzo a cercare l’accentramento e la deviazione di Cornelius. Nulla di fatto ma almeno si alza il baricentro del Parma

77′ crampi per Pezzella che lascia il campo momentaneamente, vedremo se il crociato riuscirà a concludere il match

78′ esce dal campo Mihaila, al suo posto entra Bruno Alves; esce anche Pezzella, che non ce la fa, sostituito da Laurini

80′ 2-2 GOOOAL UDINESE! A segno Nuytinck

81′ cartellino giallo per De Paul

83′ ammonizione anche per Dennis Man; calcio d’angolo per l’Udinese dalla bandierina di destra, recupera il pallone il Parma che prova a portarsi in avanti con Man che si complica troppo la vita cercando un0azione impossibile; i crociati devono giocare con più semplicità

85′ Laurini finisce a terra in area avversaria, l’arbitro non ravvisa alcun fallo. Si continua a giocare

86′ cambio per l’Udinese: fuori Arslan per Makengo

89′ il Parma sciupa un’occasione d’oro con Gagliolo che non aggancia bene il pallone servito da Cornenlius; peccato il crociato era praticamente solo davanti alla porta presidiata da Musso

90′ cinque minuti di recupero: forza Parma!!

91′ destro improvviso di De Paul da distanza siderale; altissimo sopra la traversa

92′ calcio di punizione per il Parma, posizione centrale siamo a circa 30 metri dalla porta bianconera. A battere sarà Cyprien, sassata del calciatore che prova a sorprendere Musso; il pallone scende ma troppo tardi. Pallone sul fondo anche se il tiro è stato pregevole

Termina in questo momento la partita; Parma che sorprende, nel primo tempo, dimostrando un carattere ed una prestazione convincente nei primi quarantacinque minuti, Parma che delude, nel secondo tempo, mostrando il fianco e facendosi colpire (e rimontare) dall’Udinese. Crociati che non hanno saputo, sino alla fine, sino al triplice fischio, a mantenere la testa sul campo; il primo goal subito ha messo in crisi la squadra di D’Aversa che non è più riuscita a pungere dimostrando, forse, che il vero problema di questa squadra è di natura mentale. Ora si avranno sette giorni per recuperare, per riprendere le fila tessute in questo primo tempo di oggi e dimostrare, fino in fondo, di volere la serie A domenica prossima, in casa dello Spezia. Forza Parma!

21 pensieri riguardo “PARMA-UDINESE 2-2, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 21 Febbraio 2021 in 12:33
    Permalink

    Finalmente una formazione decente! Alla buon’ora!

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 13:22
    Permalink

    Fuori Gervinho e dentro mihaila. Due gol da quella fascia, con rigore preso dal rumeno e sempre attacco alla profondità. Oggi nel primo tempo, tutti molto determinati e cattivi. Finalmente. Dopo di che sarà un caso, ma fuori i due che volevano essere ceduti e….

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:10
    Permalink

    Vabbè, ufficialmente finita. Purtroppo quando sei con l’acqua alla gola capita.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:28
    Permalink

    Strajé ormai per quest’anno fai quello che vuoi tanto è andata ma l’anno prossimo al primo vamos che scrivi vengo a cercarti e ti porto Carli e il Matt Sicuri

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:32
    Permalink

    Primo tempo: miglior Parma dell’anno
    Secondo tempo: gli altri hanno i cambi noi no e il nostro allenatore quel poco che può fare o non lo fa o lo fa troppo tardi.
    E’ sanguinoso cambiare la difesa prima di una punizione contro, dilettantistico, qusi leaglmente perseguibile.
    Peccato, non cambiava nulla nemmeno con una vittoria, però almeno faceva morale.
    ps: arbitraggio vergognoso, ammonizioni inutili solo a noi e almeno un rigore netto negato.
    ps2: entra Cyprien. 2-2. Boh, sarà un caso…

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:32
    Permalink

    Nel secondo tempo è successo quello che tante volte è capitato negli altri anni ovvero gli altri allenatori cambiano modo di giocare e noi subiamo. Poi mettiamo anche un calo drammatico di condizione ma anche oggi nel secondo tempo, sembrava di giocare contro una squadra di categoria superiore. Ormai è molto compromessa la situazione. Siamo a 6 dal Torino e 11 dal gruppo. E ne mancano 15 con tutte le più forti.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:32
    Permalink

    Dicono che Alves sia stato assunto dagli abitanti della cittadella contrari al nuovo stadio perché sperano che andando in B non si faccia più perché hanno paura che poi coi cantieri non possono uscire in bicicletta a comprare la Rudarola. Gli fanno un premio a ogni rete come quella di oggi subita

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:32
    Permalink

    Dazn e Sky, molto probabilmente si fanno i dispetti e noi ci rimettiamo, comunque per buona parte della partita abbiamo giocato finalmente in 11 contro 11 e si è visto, D’aversa ha mandato un segnale importante ed era ora doveva farlo prima

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:35
    Permalink

    Faccio ancora notare che oltre al vamos quando entra Cyprien immancabilmente prendiamo gol e il risultato qualche esso sia peggiora. Porta più sfiga lui oltre a essere balordo di un oslone nero che cucola di venerdì 13 rovesciando un kg di sale passando sotto una scala rompendo uno specchio con due suore in macchina che stanno passando

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:38
    Permalink

    Scusate, buona formazione iniziale ma durante il secondo tempo cambi tardivi e squilibrati all’indietro e se passa pure questo concetto, De Paul, unico pericolo vero andava marcato a uomo !!! C’era in ballo un pezzo di A..no mister spiace ma c’è il tuo zampino nelle decisioni della seconda parte.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:42
    Permalink

    Non per cercare scuse, ma se quando te la giochi qualcuno ti fa venire l’itterizia alla squadra e vede solo i contatti straevidenti qualche dubbio può venire: recuperare un 3-0 è meno facile.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 14:56
    Permalink

    abbiamo un portiere che non esce e non si butta mai.guarda sempre la palla entrare.anche oggi 3 tiri 3 gol (per fortuna uno è stato annullato).uno dei piu scarsi della serie a.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 15:05
    Permalink

    Il solito D’aversa che passa alla difesa a cinque, mette Alves per fare danno e prende gol, per il resto buon primo tempo con un altro rigore per noi…..come si fa a non vederlo, i giocatori che non ci credono o demotivati andavano accompagnati alla porta prima purtroppo, mossa tardiva…..

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 15:20
    Permalink

    Chapeau pour l’achat de Cyprien. Un vero crack.
    Comunque a gennaio serviva un difensore centrale, un centrocampista e una punta.
    Sono arrivati Bani, no centrocampista e Pellè.
    Ai posteri il giudizio.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 16:07
    Permalink

    non vedo l’ora di vedere la Mazzoni mentre fa la diretta contestuale da lignano sabbiadoro,giuro

    Rispondi
    • 21 Febbraio 2021 in 16:53
      Permalink

      Caro Borgo poi, ti capisco. Ilaria è una nostra soddisfazione, in questo momento forse l’unica, non merita la serie B. Speriamo non se ne vada anche Lei in altri lidi l’anno prossimo!

      Rispondi
      • 21 Febbraio 2021 in 18:50
        Permalink

        vedi che alla fine le convergenze parallele saltan fuori ? e anche i galloni

        Rispondi
  • 21 Febbraio 2021 in 19:22
    Permalink

    Dicono che torna Gaia Brunelli per la D come Domodossola

    Rispondi
    • 21 Febbraio 2021 in 19:53
      Permalink

      intant a feme la b come bagoloni ,po dòpe as veda ,le vie del signore sono infinite mo i rivon sempor a fontanle’

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI